I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Il ritrovo della comunità dove confrontarsi e discutere sulle notizie dal mondo dell'informatica, di Ubuntu e di tutto quello che la riguarda, novità, pettegolezzi e quant'altro.

I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda Gladius » martedì 14 marzo 2017, 14:46

Ciao ragazzi, non so se sia la sezione giusta. Per un esame universitario devo scrivere una relazione sul mondo open source e freesoftware. Ho trovato varie fonti e informazioni ma c'è un dilemma al quale non so rispondere.

I sistemi Linux come fanno profitti?

Ho letto che solitamente l'open source si fa sponsorizzare, utilizza la pubblicità, apre dei crowfunding o mette a pagamento applicazioni aggiuntive. Ubuntu mi sembra non corrisponda a nessuno di questi casi, quindi qual è la fonte di guadagno per un freesoftware come lui?

Grazie per le risposte.
Gladius
Prode Principiante
 
Messaggi: 52
Iscrizione: marzo 2015

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda wilecoyote » martedì 14 marzo 2017, 14:51

:) Salve, risposte non so dartene, però devo segnalarti poiché sei fuori sezione, i sondaggi si fanno nelle sezioni Bar.

:ciao: Ciao
ACER Extensa 5230E 2,2 Ghz 160 Gb HDD 1Gb Ram
ACER Extensa 5635Z 2,2 Ghz 320 Gb HDD 4 Gb Ram
Quando una Finestra chiusa incontra un Pinguino la Finestra chiusa è una Finestra aperta.
Avatar utente
wilecoyote
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 4432
Iscrizione: agosto 2009
Località: Ceranesi - Ge
Desktop: Kubuntu Lubuntu
Distribuzione: 9.04 32bit 14.04LTS 16.04 LTS 64bit
Sesso: Maschile

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda GreYOwL » martedì 14 marzo 2017, 14:58

guarda, il tema è stato trattato in tutte le salse, anche qui su questo forum, quindi se vuoi approfondire, fai una ricerca anche qui. :)
il mondo opensource in genere, vive grazie a chi investe sul software open source, per poi sfruttarne gli sviluppi, come ad esempio HP, oppure come canonical e red hat, vendono servizi. Come assistenza per i servizi server ecc. ecc.
Canonical, oltretutto ancora non riesce a staccarsi dalle donazioni e dal sostegno di colui che l´ha creata : Mark Shuttleworth.
"Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire) "
Avatar utente
GreYOwL
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 901
Iscrizione: aprile 2007
Località: Roma
Desktop: Unity 7
Distribuzione: Ubuntu 16.04
Sesso: Maschile

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda telperion » martedì 14 marzo 2017, 15:29

Gladius Immagine ha scritto:Ciao ragazzi, non so se sia la sezione giusta. Per un esame universitario devo scrivere una relazione sul mondo open source e freesoftware. Ho trovato varie fonti e informazioni ma c'è un dilemma al quale non so rispondere.

I sistemi Linux come fanno profitti?

Ho letto che solitamente l'open source si fa sponsorizzare, utilizza la pubblicità, apre dei crowfunding o mette a pagamento applicazioni aggiuntive. Ubuntu mi sembra non corrisponda a nessuno di questi casi, quindi qual è la fonte di guadagno per un freesoftware come lui?

Grazie per le risposte.


Quale sia la fonte di guadagno di Ubuntu non lo so, forse è come una squadra di calcio, no utili ma molta visibilità per il proprietario.
Altri invece gli utili li fanno eccome:
https://finance.yahoo.com/quote/RHT/financials?p=RHT
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5192
Iscrizione: luglio 2006

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda alessandrorodio97 » martedì 14 marzo 2017, 16:11

Ciao,
io sono iscritto al secondo anno di economia, quindi potrei spiegarti in estremo dettaglio come funziona.
In questo caso:
1. La Canonical Ltd non è in perdita grazie alle "entrate straordinarie" (ovvero donazioni) di istituti, fondazioni, persone.
2. La Canonical Ltd offre supporto, a pagamento, per le aziende e gli enti pubblici che fossero intenzionati ad utilizzare tale prodotto.
3. Per intenderci la Canonical non ha creato il kernel puro, che è stato creato ed aggiornato da una particolare fondazione FSD (Free Software Fonudation) mentre l'aggiornamento è curato da Canonical che si avvale di molti programmatori, che svolgono tale lavoro volontariamente, e da una piccola parte di programmatori stipendiati, l'ambiente grafico e le sue proprie applicazioni sono fatte da lei, per i quali deve necessariamente operare dei costi, mentre per tutte le applicazioni non proprietarie, si avvale del codice e delle applicazioni fornite da altre aziende o in collaborazione con esse. Ad esempio se Unity e GNOME sono programmati direttamente da Canonical, LXDE, ambiente grafico di Lubuntu, è programmato in collaborazione con altri team. Esclusi Ubuntu e sue derivate, redhat e opensuse, fedora e debian, tutto il resto delle distro non ha una società alle spalle ed è creato da un singolo soggetto o da un team. Ciò dimostra come molte derivate ufficiose di Ubuntu (fork) tendano a rinnovarsi con estrema facilità. Ti posso fare un esempio: pear os era una distro che emulava l'aspetto di mac os x, è morta per mancanza di fondi (mancava una azienda e fondatori ricchi, come invece gode Canonical, visto che il proprietario è un imprenditore che investe in Canonical una parte dei propri profitti, ma l'azienda ha comunque sue entrate indidpendenti). Il team successivo ha creato una distro, pessima, chiamata Gmac, che è durata anch'essa poco. Anche elementary os, sebbene sia una buona distro, farà la stessa fine in quanto mancano donazioni. Il requisito fondamentale affinchè una distro possa evolversi è avere una comunità di persone che possa migliorare il software, avere una azienda o comunque delle entrate certe per poter garantire la continuità del servizio,ed offrire determinati servizi a pagamento, per rimborsare una parte dei propri costi. Se Ubuntu non avesse avuto Canonical, dubito che sarebbe arrivata alla versione 16.10
4. Importante differenza fra Ubuntu, red hat e opensuse da una parte e tutto il resto dall'altra: esse sono costituite come fondazioni, limited company, corporation, associazioni riconosciute, ovvero tutte diciture che, ad un profano posso non voler dire nulla, ma che in realtà garantiscono che, nel caso in cui il progetto non dovesse funzionare, fallirebbe tale società, la distro cesserebbe di essere sviluppata, ma i proprietari /fondatori/ soci/azionisti (nel caso di Canonical) rispondono e quindi possono perdere solo il capitale investito, e non l'intero patrimonio.
alessandrorodio97
Prode Principiante
 
Messaggi: 5
Iscrizione: marzo 2017
Desktop: pantheon
Distribuzione: elementary 0.4 based on Ubuntu 16.4
Sesso: Maschile

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda estebar » martedì 14 marzo 2017, 17:59

Non ho idea di come campino le aziende o gruppi che forniscono Debian o Ubuntu ma direi che usando da tempo e con soddisfazione entrambi,se mi venissero chieste delle modiche quantità di denaro per procedere allo scarico della iso,utilizzerei cmq queste due distro.
Sarebbe il giusto riconoscimento al lavoro altrui,come si usava dire,il minimo sindacale...
Avatar utente
estebar
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 296
Iscrizione: novembre 2008

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda caturen » martedì 14 marzo 2017, 20:46

se mi venissero chieste delle modiche quantità di denaro
puoi contribuire da subito:
https://www.ubuntu.com/download/desktop ... ture=amd64
https://www.debian.org/donations#money_donations
caturen
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 12797
Iscrizione: aprile 2010
Desktop: diversi
Distribuzione: debian sid

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda GreYOwL » mercoledì 15 marzo 2017, 9:10

estebar Immagine ha scritto:Non ho idea di come campino le aziende o gruppi che forniscono Debian o Ubuntu ma direi che usando da tempo e con soddisfazione entrambi,se mi venissero chieste delle modiche quantità di denaro per procedere allo scarico della iso,utilizzerei cmq queste due distro.
Sarebbe il giusto riconoscimento al lavoro altrui,come si usava dire,il minimo sindacale...

È cosa buna e giusta. Io quando posso... ho comprato i cd originali e accessori dal sito di slackware, ho comprato la pennetta usb di ubuntu e quando scarico per la prima volta i cd della lts riempendo i campi della pagina del download, dono 10 dollari.
una piccola spesa che se facessimo tutti, diventa tanto..
"Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire) "
Avatar utente
GreYOwL
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 901
Iscrizione: aprile 2007
Località: Roma
Desktop: Unity 7
Distribuzione: Ubuntu 16.04
Sesso: Maschile

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda federyco68 » mercoledì 15 marzo 2017, 13:43

GreYOwL Immagine ha scritto:
estebar Immagine ha scritto:Non ho idea di come campino le aziende o gruppi che forniscono Debian o Ubuntu ma direi che usando da tempo e con soddisfazione entrambi,se mi venissero chieste delle modiche quantità di denaro per procedere allo scarico della iso,utilizzerei cmq queste due distro.
Sarebbe il giusto riconoscimento al lavoro altrui,come si usava dire,il minimo sindacale...

È cosa buna e giusta. Io quando posso... ho comprato i cd originali e accessori dal sito di slackware, ho comprato la pennetta usb di ubuntu e quando scarico per la prima volta i cd della lts riempendo i campi della pagina del download, dono 10 dollari.
una piccola spesa che se facessimo tutti, diventa tanto..

Parole Sante. ( bastano poche parole per aprire la mente)
ricevere gratis non significa necessariamente approfittare
se si apprezza un regalo di solito si ricambia
Bisogna che io rimedi
Calma... ci troviamo in una finestra "insignificabile" rispetto all 'immensità temporale .
Difficilmente replicabile .
Avatar utente
federyco68
Prode Principiante
 
Messaggi: 73
Iscrizione: giugno 2016
Località: castel volturno
Desktop: federyco@federyco-Extensa
Distribuzione: Ubuntu 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda OMBRA_Linux » mercoledì 15 marzo 2017, 15:25

Semplice:

Se crei un Software ''indispensabile per Ubuntu'' puoi linkarci la pubblicità sia sul Software stesso e sia sul Sito da dove fai l'Upload.
Se per vivere devi strisciare, alzati e muori.
Avatar utente
OMBRA_Linux
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 599
Iscrizione: febbraio 2015
Località: Napoli
Desktop: LTS Ubuntu, LXDE, KDE
Distribuzione: Ubuntu, Lubuntu, Kubuntu, Windows
Sesso: Maschile

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda estebar » mercoledì 15 marzo 2017, 16:48

caturen Immagine ha scritto:
se mi venissero chieste delle modiche quantità di denaro
puoi contribuire da subito:
https://www.ubuntu.com/download/desktop ... ture=amd64
https://www.debian.org/donations#money_donations


Sapevo,avendo già utilizzato questa modalità, della possibilità di fare donazioni o di acquistare gadget di varia natura.
Quello che però volevo sottolineare è il passaggio al mettere fine alla mentalità per cui questi sistemi,spesso ritenuti da chi a questi si avvicina per la prima volta,di seconda scelta o di ripiego per riciclare vecchi pc,una volta pagati anche se poco,possano acquisire la necessaria "dignità" per essere veramente considerati,quantomeno in ambito domestico,vere alternative a quelli di maggiore diffusione.
Molto spesso,le persone pensano che quando è gratis è una fetecchia o una fregatura.
Avatar utente
estebar
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 296
Iscrizione: novembre 2008

Re: I sistemi open source come Linux come fanno profitto?

Messaggioda caturen » mercoledì 15 marzo 2017, 18:36

caturen
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 12797
Iscrizione: aprile 2010
Desktop: diversi
Distribuzione: debian sid


Torna a Bar Ubuntu

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: Majestic-12 [Bot], woddy68 e 9 ospiti