Notizia:
  • Rilasciata Ubuntu 14.04 LTS Trusty Tahr. Per ottenerla, visitate questa pagina oppure visualizzate la dimostrazione.
  • È uscito il numero 26 della Newsletter italiana di Ubuntu. Lo trovate a questo indirizzo.
  • È uscito il numero 80 di Full Circle Magazine in italiano. Lo trovate a questo indirizzo.

Un bug causa malfunzionamenti nei bios delle schede madri Foxconn

Riconoscimento, installazione e configurazione delle periferiche.

Un bug causa malfunzionamenti nei bios delle schede madri Foxconn

Messaggioda karmik » venerdì 25 luglio 2008, 13:51


AGGIORNAMENTO 28-07-2008

Il thread su ubuntuforums è stato sospeso e la discussione si è spostata essenzialmente sul blog di TheAlmightyChtulhu (Ryan). Matt Garrett (Sviluppatore del kernel team che lavora proprio su ACPI) è intervenuto a più riprese, anche sul suo blog, aggiungendo dettagli e confutando alcune opinioni del nostro.

Quanto emerge è che i due concordano sul fatto che siano presenti bug rilevanti per questa questione sia nel bios modificato della AMI presente nella scheda Foxconn di proprietà di Ryan sia nell'implementazione ACPI di Linux.

Quello su cui sembrano discordare è di chi sia "la colpa", ovvero quale dei due bug abbia avuto la parte piu rilevante nella perdita di funzionalità (nominalmente, appunto, standby e sospensione) e sulla intenzionalità.

Visto il temperamento un po' impulsivo che comunque Ryan ha dimostrato e la serietà con cui Garret ha argomentato le sue opinioni, la mia idea è che la responsabilità di Foxconn ci sia, ma limitata allo sviluppo grossolano e alla indifferenza dimostrata dal loro callcenter per un cliente pagante. Elementi su cui ha fatto retromarcia recentemente. Staremo a vedere gli sviluppi, sperando che esca una nuova release del bios foxconn e possibilmente una implementazione ACPI più universale nel nuovo kernel. (Perchè diciamocelo.. ACPI è forse uno degli ambiti più problematici per il kernel e raramente funziona al 100%).

Vi terrò aggiornati :P


AGGIORNAMENTO!!
Vi porto una notizia eccellente, la Foxconn ha contattato l'autore del post originale e gli ha proposto di collaborare al testing di una nuova release del bios di cui lui ha sviluppato il fix. Chi ha detto che le azioni collettive non servono?
Questo è un bellissimo esempio di come il consumerismo possa fare la differenza! Complimentoni a TheAlmightyChtulhu per la perseveranza e la perizia tecnica che ha dimostrato :)


Vi traduco qui di seguito l'aggiornamento al suo post:


Aggiornamento: Ho appena finito di parlare al telefono con la Foxconn, mi hanno chiamato dalla Cina (L'una di notte in Indiana eheh) e mi hanno chiesto se fossi interessato a testare una versione aggiornata del loro bios basata parzialmente sulle modifiche che ho fatto alla mia scheda. Con un po' di fortuna questo risolve tutto e indipendentemente di chi sia la responsabilità, possiamo tornare a usare i nostri computer con tutte le funzionalità che dovrebbero avere.

Grazie alla comunità per avermi aiutato a fare arrivare il messaggio alla Foxconn.


Salve, vi posto la traduzione di questo post apparso su ubuntuforums.org.

TheAlmightyCthulhu ha scoperto che la Foxconn inserisce nei bios delle proprie schede madri un controllo al momento di supplire al sistema operativo la tabella DSDT e se il sistema operativo che richiede la tabella è linux, gliene fornisce una corrotta, con il fine di generare errori (all'apparenza casuali) e impedire il corretto funzionamento di alcune importanti funzionalità ACPI (come ad esempio la sospensione, ma nel caso della scheda madre di TheAlmightyCthulhu anche l'impossibilità di riavviare via software dopo averne tentata una.)

Qui di seguito c'è il testo completo del suo post, compreso il carteggio con il responsabile della Foxconn (che naturalmente nicchia.)

NOTA BENE:
La sezione relativa al "fix" è stata copiata lettera per lettera, CIÒ NONOSTANTE vi invito a utilizzare quella presente nel post originale, non voglio assumermi nessuna responsabilità per aver copiato per sbaglio un carattere in più o in meno che possa sballarvi tutto in una parte così cruciale del sistema operativo e così a basso livello.

Vi prego inoltre di segnalarmi qualunque errore di ortografia, di traduzione o di qualsivoglia altra natura, provvederò a correggere il thread.

A mio avviso questa è una questione piuttosto importante che evidenzia il pessimo comportamento di una società gia attiva da anni nel panorama informatico (anche nel nostro paese). Aderire agli standard è una pratica civilmente responsabile e strategicamente vantaggiosa e dovremmo imparare tutti a trarne beneficio. Senza contare la malafede dimostrata in questo caso.

------------------### Post Originale ###------------------

Post del 24 Luglio 2008 di TheMightyCthulhu su http://ubuntu-virginia.ubuntuforums.org

Dite a Foxconn cosa ne pensate del loro comportamento:
http://www.foxconnchannel.com/support/online.aspx

Benvenuti Reddit, Digg e Slashdot
http://digg.com/linux_unix/Foxconn_deliberately_sabotaging_their_BIOS_to_destroy_Linux
http://www.reddit.com/comments/6tcv8/foxconn_deliberately_sabotaging_their_bios_to/
http://linux.slashdot.org/article.pl?sid=08/07/25/1150218
------------
Ho disassemblato il mio bios per dare un'occhiata e malgrado non posterò qua i miei risultati, vi dirò che cosa ho scoperto.

Foxconn mantiene numerose tabelle [Ndt: parla delle tabelle DSDT, che vengono richieste dal sistema operativo al bios per ottenere le informazioni di configurazione basilari], un gruppo per Windows XP e Vista, uno per 2000,NT,Me,95,98,etc. e uno per linux.

Quello per linux rimanda a una tabella scritta malamente che non corrisponde all'implementazione ACPI della scheda madre, causando così oscuri errori del kernel, insoliti freeze del sistema,  Sospensione e Stand-by non funzionanti e altri problemi. 

Usando le modifiche allegate qua sotto sono riuscito a farlo crashare semplicemente al primo riavvio dopo lo stand-by [Ndt: leggendo per esteso il thread, il comportamento che lui otteneva prima era ancora peggio, congelandogli il computer senza possibilità di riavviare. Un crash invece almeno gli permette il riavvio a caldo.].

La cosa brutta del disassemblare è che mancano tutti i commenti, quindi non hai modo di capire cosa fa cosa, ma che sia maledetto se comprerò una copia di Vista solo per far smettere i crash provocati dal bios Foxconn, non mi farò terrorizzare.

-----

[color=red] Fix Rimosso perchè di fatto non "risolve" niente, rimuove solo i sintomi di un problema che ancora sussiste, con il rischio di creare guasti in futuro

Chi comunque volesse provare mi mandi un pm e gli passerò il tutorial :)


--------------

Purtroppo questo fix non è molto di aiuto ma risolve alcuni problemi (eccetto il reboot dopo lo standby). Il loro bios è buggato e malscritto ed è davvero difficile anche solo capire cosa si sta facendo nel metterci le mani.

La responsabilità di qualunque cosa succeda al vostro sistema è vostra.

Adesso avete il fix!

Ho notificato il comportamento di Foxconn alla FTC (Federal Trade Commission)
[Ndt: Allega il testo della lettera inviata alla commissione federale per il commercio che mi sembra di poca rilevanza per noi italiani. Se volete che traduca pure quella mandatemi un pm o chiedetelo nel thread :)]

Carteggio della corrispondenza con la Foxconn

Io:

Problemi con ACPI, non riesco a riavviare dopo aver usato lo stand-by

Jul 22 08:37:53 ryan-pc kernel: ACPI: FACS 7FFBE000, 0040
Jul 22 08:37:53 ryan-pc kernel: ACPI: FACS 7FFBE000, 0040
Jul 22 08:37:53 ryan-pc kernel: ACPI: FACS 7FFBE000, 0040
Jul 22 08:37:53 ryan-pc kernel: ACPI: FACS 7FFBE000, 0040
Jul 22 08:37:53 ryan-pc kernel: ACPI Warning (tbutils-0217): Incorrect checksum in table [OEMB] - 70, should be 69 [20070126]

Ho questi messaggi nel log di sistema gia all'avvio, inoltre non riesco a riavviare dopo aver mandato il computer in stand-by, si blocca e emette un beep continuo dallo speaker del pc.


Foxconn:


Caro Ryan:

Ottieni lo stesso intervallo di beep rimuovendo tutta la RAM e accendendo il sistema?

[Ndt: la Foxconn fa l'indiano provando a "tirare scemo" il nostro suggerendo che sia un problema di ram.]

Io:

No, perchè in tal caso non riuscirei a bootare in linux, fare lo standby, avere tutti quegli errori ACPI e far intasare da syslogd il mio /var/log/messages con essi o rilevarli nel mio log di sistema.
Se vi serve il testo completo del mio /var/log/messages posso mandarvelo.


Foxconn:

Caro Ryan,
questa scheda non è mai stata certificata per linux. È certificata esclusivamente per Windows Vista. Consulta l'indirizzo allegato. Ti preghiamo di rifare i tuoi test sotto Vista. Hai riscontrato le stesse cose anche sotto XP o Vista?
http://www.foxconnchannel.com/product/M ... ation.aspx


Io:

Beh questa è un ricambio per una scheda intel morta (con chipset 945g che supportava perfettamente ACPI), Vista non è mai stato preso in considerazione, e non comprerò una copia per scoprirlo.


Le specifiche ACPI ci sono per una ragione e BIOS buggati come quello presente in questa scheda madre sono il motivo per cui il normale ACPI non funziona, mi sono preso la libertà di inviare un report a kernel.org, Red Hat e al sistema di bugreport di Ubuntu. Nonchè postando il log degli errori del kernel che ottengo sul mio blog che è uno dei primi risultati se si cerca "Foxconn G33M o "Foxconn G33M-s", "Foxconn linux", etc. Senza contare gli altri motori di ricerca, quindi spero sinceramente che tutto questo risparmi ad altre persone un cattivo acquisto e che kernel.org riesca a trovare un fix per il vostro BIOS buggato nella nuova release 2.6.26, dato che a quanto sembra il kernel di linux è piu tollerante di me nei confronti di BIOS malscritti pensati per Windows.

Ho gia ricevuto diverse dozzine di visite su quelle pagine, quindi vi state solo facendo del male da soli nel lungo termine, usando pessimi BIOS, dato che persone come me si fanno sentire quando hanno a che fare con cattivi prodotti.


Foxconn:

Caro Ryan,
Fare accuse vaghe non risolverà niente. Come gia precisato questo modello non è stato certificato per linux ne supportato. Dato che sei scontento del prodotto (usando un sistema operativo ne certificato ne supportato), ti invitiamo a contattare il tuo rivenditore di fiducia per un rimborso.


Io:

Seh.. io affermo che fate inesorabilmente schifo.
Imparate a scrivere BIOS prima di vendere hardware con specifiche falsificate.


Io:

Ho debuggato il vostro BIOS AMI e il supporto acpi è ben lungi dall'essere aderente agli standard, ho inserito una copia dei dati di debug nel sistema di bugreport di Ubuntu (Launchpad) così che si possa sviluppare un qualche tipo di fix per le pessime tabelle ACPI nel vostro BIOS. Io spererei che voi collaboriate alla soluzione anzichè del problema: estromettere gli utenti e dirgli di andare a comprarsi una copia di vista non è prestare supporto. Il vostro prodotto dichiara di essere compatibile ACPI e non lo è, quindi voi state dichiarando il falso pubblicizzando funzionalità di cui il suddetto prodotto è sprovvisto.

Vi chiederei inoltre di rilasciare un aggiornamento che non richiede l'architettura di Windows per gli errori hardware (Windows Hardware Error Architecture) per funzionare correttamente, ma questa decisione sta a voi.

Troverete tutti i dati relativi qui:
Bug #251338 in Ubuntu: “Bad ACPI support on Foxconn G33M/G33M-S motherboards with AMI BIOS”
https://bugs.launchpad.net/ubuntu/+source/linux/+bug/251338

Vi ringrazio per l'attenzione relativa a questo problema.
-Ryan


Foxconn:

Caro Ryan,

Ti sbagli nel dire che la nostra scheda madre non è compatibile ACPI. Se non lo fosse, non avrebbe ricevuto la certificazione Microsoft WHQL.

Confronta:
http://winqual.microsoft.com/HCL/ProductDetails.aspx?m=v&g=s&cid=105&sv=&f=&pn=G33M-S&oid=3179

Come abbiamo gia precisato, questo modello non è certificato per Linux ne supportato.
È stato commercializzato come una Scheda Madre certificata Microsoft per i loro sistemi operativi.


Io:

Ho trovato numerose tabelle DSDT separate che il vostro bios fornisce a Linux specificatamente, cambiandole al punto che la tabella fornita a Vista è priva di tutti gli errori presenti in quella per linux.

Quindi benchè io accetti che avete qualche tipo di Certificazione Microsoft (non mi stupisce), questo non rende la vostra scheda madre Compatibile ACPI, significa solo che Windows riesce a gestire meglio le soluzioni rattoppate che avete studiato appositamente per esso. [Ndt: qui la traduzione non è letterale ma il senso è quello.]


Foxconn:

Caro Ryan,
smettila di mandarci mail in proposito!!


Io:


Il vostro bios è piuttosto scadente, mi sono preso la libertà di postare tutto quello che c'è di sbagliato con le vostre tabelle DSDT e come sistemarle, così che la comunità di utenti che ha gia acquistato la vostra sporcizia può sopravviverci. Inoltre, adesso è praticamente impossibile cercare "Foxconn" e Linux nella stessa frase senza essere colpiti dalla verità, che le vostre schede non sono buone abbastanza per gestire ACPI.

Buona giornata


Foxconn:


Caro Ryan,

Certo questo è il modo migliore di chiederci di provare a sistemare qualcosa che non è pensato per essere supportato.


Io:

Sarebbe così difficile? Davvero? Immagino non abbiate mai sentito parlare di cose come fidelizzare un cliente soddisfatto anzichè scontentare chiunque abbia a che fare con i vostri prodotti al punto che si assicurino che nessuno faccia piu l'errore di comprarli.

Sapete, ho vari computer, e tutti supportano qualunque sistema operativo voglio metterci sopra, come dovrebbero. Se non siete in grado di sistemare un BIOS danneggiato che avete corrotto intenzionalmente, non potete almeno mettere un grosso avviso sul sito che dice "Linux non è supportato" così la gente non farà l'errore di comprare la vostra roba?

La vostra tabella DSDT sembra scritta da una matricola di Informatica, fa davvero paura. Non me ne starò zitto e mi toglierò dalle scatole finchè non mi sarà stata fatta giustizia. Tutto questo può finire su Digg e Slashdot e riporterò alla Commissione Federale per il Commercio che inviate specificatamente e deliberatamente a linux dati ACPI non validi al fine di farlo crashare.

Vi ho visto attaccare linux con una tabella ACPI corrotta intenzionalmente, ne avete una anche per NT e ME, un'altra separata per altre varianti di NT come 2000, XP, Vista e 2003/2008 Server. Sono sicuro che se voi realizzaste bios seguendo le specifiche ACPI di Intel, anzichè qualsivoglia tipo di raggiro vi serva per 8 versioni diverse di Windows e poi prendervi la briga di scrivere una tabella fallata per linux (ma *quanto* vi paga Microsoft per tutto questo?), tutto funzionerebbe meglio ma ho come l'impressione che non sia questo il vostro fine.
Ultima modifica di karmik il lunedì 28 luglio 2008, 15:37, modificato 1 volta in totale.
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda maveloth » venerdì 25 luglio 2008, 14:08

karmik  Sei tutti noi!!!!  (b2b)



Io ho lavorato al pubblico e concordo con te un cliente soddisfatto vuol dire molto mentre un cliente deluso può solamente ledere ad una azienda ma contenti loro (bad)!!!


Maveloth
Avatar utente
maveloth Non specificato
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 488
Iscrizione: marzo 2008
Località: Lucca

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda karmik » venerdì 25 luglio 2008, 14:13

Ci tengo a precisare che io ho solo tradotto il post, non ho fatto nulla di tecnico riguardante nella fattispecie il problema dei bios foxconn :P
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda maveloth » venerdì 25 luglio 2008, 14:20

hai ragione scusa .... ho dato una lettura un po rapida.... comunque hai fatto benissimo a postarlo  (b2b) questa  te la meriti comunque. mi sono soffermato sullo scambio di mail.. e per un'azienda che comunica con un cliente non è il massimo della cortesia....

Maveloth

P.S. per me funzionava che il cliente ha sempre ragione....(entro certi limiti si intende) ma qui....
Avatar utente
maveloth Non specificato
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 488
Iscrizione: marzo 2008
Località: Lucca

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda meki » venerdì 25 luglio 2008, 14:24

ma che storia!
e che grandi b****** che sono i sig della foxconn
ogni why ha il suo because
Avatar utente
meki Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 164
Iscrizione: maggio 2006

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda karmik » venerdì 25 luglio 2008, 14:28

Lui obiettivamente non è stato il massimo della cortesia, ma posso capire lo stato d'animo.

Indipendentemente dal suo comportamento la Foxconn ha scelto la peggiore strada possibile, anche da un punto di vista squisitamente tecnico: Anzichè adottare lo standard in modo corretto hanno preferito usare una serie di workaround folli (nel numero e nella scelta).

Io non so se la tabella DSDT relativa a linux sia intenzionalmente buggata oppure è stata solamente cattiva programmazione.. fatto stà che Foxconn dichiara di essere compatibile e non lo è.

(L'hardware deve funzionare indipendentemente dal software che ci gira sopra, specie se siamo in un'architettura come x86 dove i due ambiti sono così nettamente separati e dove gran parte delle specifiche ormai è sancita a chiare lettere e lo spazio per le ambiguità è molto ridotto rispetto agli inizi dell'informatizzazione di massa negli anni 80.)
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda karmik » venerdì 25 luglio 2008, 17:34

Aggiornato con il link all'articolo di Slashdot (in inglese.)
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda Guiodic » venerdì 25 luglio 2008, 17:51

Se non è supportato perché nella tabella c'è una sezione Linux? la ditta racconta balle. E' stata inserita apposta...
Avatar utente
Guiodic Non specificato
Accecante Asceta
Accecante Asceta
 
Messaggi: 28474
Iscrizione: aprile 2007
Località: Roma

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda riva.dani » venerdì 25 luglio 2008, 18:47

Guiodic ha scritto:Se non è supportato perché nella tabella c'è una sezione Linux? la ditta racconta balle. E' stata inserita apposta...

In effetti hai ragione, non ci avevo ancora pensato. Comunque non essendo un amante della "teoria del complotto" e non conoscendo a fondo i fatti mi rifiuto per principio di credere che la Foxconn possa aver realizzato un BIOS che mandi sporadicamente e casualmente in crash uno specifico sistema operativo, in questo caso Linux. Semplicemente non hanno dato molto peso al supporto per questo SO, e poi, una volta scoperto il problema, pur di laversene le mani hanno stupidamente scelto di nascondersi dietro al dito del "non supportato". Tutto quello che possiamo rimproverare all'azienda (e non è poco!) penso sia il dichiarare la compatibilità ACPI pur avendo scritto un BIOS davvero poco aderente agli standard. Per me è sufficiente per stare lontano per un po' dai loro prodotti.  (bad)
riva.dani Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 181
Iscrizione: dicembre 2006

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda karmik » venerdì 25 luglio 2008, 23:08

Si anche io adotto lo stesso approccio :) La cosa che non capisco è il tempismo.. in un momento decisamente favorevole per la scena, quello di Foxconn è decisamente un passo falso..
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda andrewm » sabato 26 luglio 2008, 1:33

karmik ha scritto:Si anche io adotto lo stesso approccio :) La cosa che non capisco è il tempismo.. in un momento decisamente favorevole per la scena, quello di Foxconn è decisamente un passo falso..


infatti,al posto della foxconn mi sarei scusato per il problema ed avrei aggiunto ufficialmente supporto per linux... ci avrebbero guadagnato parecchio...
andrewm Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 107
Iscrizione: agosto 2006

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda Ferocious » sabato 26 luglio 2008, 12:38

riva.dani ha scritto:Semplicemente non hanno dato molto peso al supporto per questo SO, e poi, una volta scoperto il problema, pur di laversene le mani hanno stupidamente scelto di nascondersi dietro al dito del "non supportato". Tutto quello che possiamo rimproverare all'azienda (e non è poco!) penso sia il dichiarare la compatibilità ACPI pur avendo scritto un BIOS davvero poco aderente agli standard. Per me è sufficiente per stare lontano per un po' dai loro prodotti.  (bad)


nemmeno io sono un complottista, eppure in questo caso l'azienda ha delle colpe. Non si tratta di dare supporto a un sistema operativo (*) bensì di rispettare gli standard: se sulla confezione c'è scritto "compliant ACPI 2.0" allora deve funzionare bene tanto con Win$uck tanto con Linux. Ci possono essere i bug, per carità, ma l'autore dice che la tabella caricata, se il BIOS rivela Linux, è sballata rispetto allo standard ACPI.

(*) Foxconn ha un ticket system per gli utenti Linux, a cui si e' rivolto anche l'autore della scoperta. Ma alla fine loro consigliano sempre Vista. A me puzza questa cosa.
My Blog: http://gnomenklatura.wordpress.com
Gaming with revolution os.
Ferocious Maschile
Prode Principiante
 
Messaggi: 115
Iscrizione: aprile 2007

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda karmik » sabato 26 luglio 2008, 14:51

andrewm ha scritto:
karmik ha scritto:Si anche io adotto lo stesso approccio :) La cosa che non capisco è il tempismo.. in un momento decisamente favorevole per la scena, quello di Foxconn è decisamente un passo falso..


infatti,al posto della foxconn mi sarei scusato per il problema ed avrei aggiunto ufficialmente supporto per linux... ci avrebbero guadagnato parecchio...


Il punto, come gia ripetuto, è che il "supporto linux" è una bufala del marketing quando va bene, e una triste necessità quando va male.

Mettiamo che esista uno standard per i carburatori, universale. Se io compro una macchina e a un certo punto voglio cambiarci carburatore e ne prendo uno di una marca che preferisco rispetto all'originale (assicurandomi che il carburatore sia compatibile con lo standard dei carburatori) poi apro il cofano della mia macchina e scopro che la casa che la produce pur sostenendo di essere compatibile con lo standard dei carburatori non lo è. 

Il nodo della discordia in questa faccenda della foxconn è che (per rimanere nella metafora), la foxconn non adotta lo standard dei carburatori. Il comportamento giusto in questo caso non è quello di chiedere alla casa della mia automobile di aggiungere un ugello per rendere il mio carburatore compatibile con la mia macchina, perchè questo renderebbe la macchina compatibile solo con il carburatore originale e con quello comprato da me.

La strategia giusta è obbligare la casa automobilistica a produrre macchine con attacchi per carburatori di tutte le marche che rispondono allo standard. Quello che nessuno dice è che probabilmente se la casa lo facesse, i carburatori che monta lei di fabbrica non avrebbero chance di funzionare.

Uscendo dalla metafora, il problema è che su una scheda madre che implementa ACPI correttamente Windows probabilmente non partirebbe neanche pregando in cinese. La codebase di Windows (e qua non entro nel merito dei sistemi operativi sotto questo brand, che per altro io uso nel mio lavoro quotidianamente e che non ho nessun interesse a demonizzare) si porta dietro 10 anni di fix, toppe di vario tipo, workaround assortiti per garantire la compatibilità con la babele di hardware che c'è stata dal pentium in poi.

Questo significa che ora come ora se una casa produttrice di hardware non vuole affrontare il suicidio commerciale, deve necessariamente abbandonare (qualora li avesse) qualunque proposito di compatibilità (almeno in quegli ambiti in cui questo vorrebbe dire tagliare fuori l'approccio sempre zoppicante di Microsoft a tutti gli standard che non ha patrocinato o addirittura sviluppato internamente lei.) con gli standard vigenti e dedicare una parte del tempo di sviluppo dei suoi nuovi prodotto a sistemare le toppe necessarie per assicurare una esperienza accettabile per il 99% dell'utenza, che nell'ambito consumer e soho significa Windows.

La situazione, ovviamente, può essere migliorata e in questo il ruolo di Canonical è importante dato che in ambito consumer è l'unica azienda con un minimo di peso. Staremo a vedere :)

Gli standard sono una cosa buona e giusta e non si insisterà mai abbastanza sul loro rispetto. La morale è che il "supporto linux" non serve a noi ed è costoso per i produttori perchè devono assumere persone con una storia professionale spesso molto diversa da quella dei loro lavoratori in-house abituati a sviluppare e progettare per windows. Se invece tutti adottassero gli standard, non ci sarebbe bisogno di formazione aggiuntiva ne di costi ulteriori e non ci sarebbero questi problemi di compatibilità.

P.S.
Se qualcuno vuole confutare o corroborare quanto qui sopra riguardo al codice di Windows, è il benvenuto dato che le mie riflessioni son frutto esclusivamente delle mie (poche) letture in materia. Commentate!
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Un bug causa malfunzionamenti nei bios delle schede madri Foxconn

Messaggioda homer87 » sabato 26 luglio 2008, 21:30

Stesso problema, con il mio notebook che se non erro dovrebbe avere una scheda madre di matrice foxconn, poi rimarchiata PB ( qui ), non si riesce ad utilizzare nessuna distro linux, se ho acpi,apm,apic e lapic disattivati riesco ad installare il S.O, dopo alcune operazioni l'accesso all'hd viene negato. Solo read-only.  (nono)
homer87 Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 8
Iscrizione: luglio 2006

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda andrewm » sabato 26 luglio 2008, 21:44

karmik ha scritto:
andrewm ha scritto:
karmik ha scritto:Si anche io adotto lo stesso approccio :) La cosa che non capisco è il tempismo.. in un momento decisamente favorevole per la scena, quello di Foxconn è decisamente un passo falso..


infatti,al posto della foxconn mi sarei scusato per il problema ed avrei aggiunto ufficialmente supporto per linux... ci avrebbero guadagnato parecchio...


Il punto, come gia ripetuto, è che il "supporto linux" è una bufala del marketing quando va bene, e una triste necessità quando va male.

[cut]

P.S.
Se qualcuno vuole confutare o corroborare quanto qui sopra riguardo al codice di Windows, è il benvenuto dato che le mie riflessioni son frutto esclusivamente delle mie (poche) letture in materia. Commentate!


Forse ho capito... praticamente tipo firefox,che i siti invece di adeguarsi a firefox si devono adeguare al W3C,giusto?
andrewm Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 107
Iscrizione: agosto 2006

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda karmik » domenica 27 luglio 2008, 0:39

andrewm ha scritto:Forse ho capito... praticamente tipo firefox,che i siti invece di adeguarsi a firefox si devono adeguare al W3C,giusto?


Si pressapoco è la stessa cosa, se tutti i gruppi che sviluppano browser aderissero pedissequamente agli standard imposti dal W3C i problemi di compatibilità che esistono con IE e con gli altri non sussisterebbero, la stessa cosa vale per ACPI.

Si potrebbe obiettare: "ma allora in cosa starebbe la concorrenza se tutti i motori di rendering html/xml/js restituissero lo stesso risultato?". La competizione rimarrebbe nelle performance di rendering e nei servizi a valore aggiunto (integrazione con suite web, supporto rss, gestione centralizzata dei bookmarks etc etc.).

homer87 ha scritto:Stesso problema, con il mio notebook che se non erro dovrebbe avere una scheda madre di matrice foxconn, poi rimarchiata PB ( qui ), non si riesce ad utilizzare nessuna distro linux, se ho acpi,apm,apic e lapic disattivati riesco ad installare il S.O, dopo alcune operazioni l'accesso all'hd viene negato. Solo read-only.  (nono)


Se mastichi un pochino inglese ti consiglio di iscriverti a ubuntuforums.org e mandare un pm a TheMightyChtulhu , nel thread originale ha specificato che presterà aiuto a chiunque abbia schede madri buggate ma che ha bisogno di alcuni dettagli (un dump della tua dsdt table, un log di dmesg e altre cose). Se non sei in grado di svolgere la comunicazione mandami pure un pm e vedrò di contattarlo in tua vece :) La stessa cosa vale per chiunque altro si trovi nella stessa situazione
Ultima modifica di karmik il domenica 27 luglio 2008, 0:47, modificato 1 volta in totale.
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Foxconn sabota i propri bios per malfunzionare con ACPI sotto linux.

Messaggioda Ferocious » domenica 27 luglio 2008, 11:33

Se ho capito il tuo discorso,  dici che Foxconn ha 'personalizzato' lo standard ACPI e questa implementazione ha dato noie a Linux. In realtà l'autore della scoperta afferma che le tabelle erano due completamente diverse: una conforme allo standard ACPIl, funzionante in Windows con tutte le componenti installate sulla mobo, e una non conforme che dava problemi 'casuali' a Linux in accesso al disco, suspend/resume, ecc.
Secondo me Foxconn è in malafede. Infatti adesso corrono ai ripari, fornendo patch per il kernel Linux.

Edit: scusate, c'è una spiegazione completa di Mat Garret, sviluppatore Linux

http://mjg59.livejournal.com/94998.html

Dice che è un bug del kernel. Ryan insiste nel dire che è stato fatto di proposito.
Ultima modifica di Ferocious il domenica 27 luglio 2008, 11:56, modificato 1 volta in totale.
My Blog: http://gnomenklatura.wordpress.com
Gaming with revolution os.
Ferocious Maschile
Prode Principiante
 
Messaggi: 115
Iscrizione: aprile 2007

Re: Un bug causa malfunzionamenti nei bios delle schede madri Foxconn

Messaggioda karmik » domenica 27 luglio 2008, 12:35

No. Uno standard non lo "personalizzi", o aderisci o non aderisci. Foxconn dichiara di aderire e non lo fa. La tabella di Windows è ugualmente buggata ma in un modo "controllato" che windows è in grado di gestire. Nemmeno la tabella windows è compliant, è solo che per la struttura di windows, gli errori che complicherebbero la vita a linux in Windows vengono semplicemente ignorati grazie al sottosistema (creato all'uopo da Microsoft) per gestire gli errori hardware.

Non è un "bug" di linux. E il buon Mat Garret spiega una cosa diversa. Lo standard acpi *prevedeva* la possibilità di fornire ai sistemi operativi i dati della dsdt table con limitate varianti ed è stata stabilito l'elenco dei sistemi operativi aventi diritto a uno "slot"  (un argomento in una funzione delle dsdt tables.). Linux aveva un posto e mat garret sostiene che a un certo punto lo ha perso per motivi che li per li non spiega. L'unica alternativa rimasta a linux è quella di "fingere" di essere Windows.

Ryan è così convinto dell'intenzionalità di quello che ha fatto foxconn perchè il suo bios cerca con una pervicacia sospetta di capire se il sistema operativo richiedente sia linux indipendentemente dalla risposta che ottiene quando lo interroga direttamente in materia (perchè linux, appunto, finge di essere Windows.).
La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci - Isaac Asimov
Avatar utente
karmik Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 25
Iscrizione: luglio 2008
Località: Roma,IT

Re: Un bug causa malfunzionamenti nei bios delle schede madri Foxconn

Messaggioda Psy Joker » domenica 27 luglio 2008, 13:41

Grazie infinite karmik

una cosa mi piacerebbe sapere...
come fare ad individuare le schede madri fatte costruire su commissione da altri marchi alla foxconn?

Un grazie a tutti.
Psy Joker
Denis Scalco
Bassano del Grappa (VI)
Forum per Assistenza Ubuntu
http://www.omnitechonline.it/phpbb3/
Avatar utente
Psy Joker Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 16
Iscrizione: settembre 2007
Località: Cartigliano

Re: Un bug causa malfunzionamenti nei bios delle schede madri Foxconn

Messaggioda Ferocious » domenica 27 luglio 2008, 13:52

karmik ha scritto:Non è un "bug" di linux. E il buon Mat Garret spiega una cosa diversa. 


Ma Garret sospetta che è un bug:

Garret ha scritto:Are there ACPI issues with Ryan's system? It sounds like it. The "Error attaching device data" complaints indicate some kind of failure on the part of the kernel to work out how the devices correspond to the ACPI namespace, but I strongly suspect that this is a Linux bug.


e poi
Garret ha scritto:
Take home messages? There's no evidence whatsoever that the BIOS is deliberately targeting Linux. There's also no obvious spec violations, but some further investigation would be required to determine for sure whether the runtime errors are due to a Linux bug or a firmware bug.


Ryan è così convinto dell'intenzionalità di quello che ha fatto foxconn perchè il suo bios cerca con una pervicacia sospetta di capire se il sistema operativo richiedente sia linux indipendentemente dalla risposta che ottiene quando lo interroga direttamente in materia (perchè linux, appunto, finge di essere Windows.).


Ryan ha fatto bene a investigare la cosa. All'atto pratico, soltanto modificando l'unica parte di codice dove il BIOS effettua un controllo su Linux (cioe' nel punto dove MCHT fa memorizzare 0x03 in OSVR), il sistema gli funziona bene. Egli non fa altro che sostituire 0x03 con Zero, appunto per far fingere al BIOS che Linux è un OS Windows prodotto dopo il 2000! Forse hanno riscritto la macro OSI per svolgere un check piu' 'rigoroso' sull'OS realmente installato, non so. Da qui nascono i suoi ragionevoli dubbi.
My Blog: http://gnomenklatura.wordpress.com
Gaming with revolution os.
Ferocious Maschile
Prode Principiante
 
Messaggi: 115
Iscrizione: aprile 2007

Successiva

Torna a Driver e periferiche

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 9!Martin e 5 ospiti