Notizia:
  • Rilasciata Ubuntu 14.04 LTS Trusty Tahr. Per ottenerla, visitate questa pagina oppure visualizzate la dimostrazione.
  • È uscito il numero 26 della Newsletter italiana di Ubuntu. Lo trovate a questo indirizzo.
  • È uscito il numero 80 di Full Circle Magazine in italiano. Lo trovate a questo indirizzo.

[Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Iniziative e progetti della comunità legati a Ubuntu.
Regole della sezione
Questa sezione ha lo scopo di raccogliere le iniziative/progetti della nostra Comunità legati ad Ubuntu. I progetti ospitati nascono da iniziative degli utenti o gruppi di utenti. In futuro i progetti potrebbero rimanere iniziative "personali" o essere integrate nella distribuzione, sponsorizzate da Ubuntu o da Canonical a discrezione dei responsabili. All'interno di essa sarà possibile inserire delle discussioni che hanno la funzione di pubblicizzare avvenimenti, iniziative e progetti software su Ubuntu e GNU/Linux in generale. Sarà inoltre possibile per gli utenti proporre lo sviluppo di nuovi software e in questo caso la discussione di richiesta avrà la funzione di generare un requisito funzionale del prodotto da sviluppare.

Sezione I - Iniziative
  • Fanno parte di iniziative, ad esempio, le seguenti categorie: corsi, progetti editoriali, libri.
  • La segnalazione di un'iniziativa avviene creando una discussione con l'annuncio.
  • Una volta effettuata la segnalazione, la discussione viene chiusa dal Gruppo Forum.
  • Se l'iniziativa esposta comporta un costo di adesione o fruizione, questo deve essere esplicitamente riportato all'interno della discussione.
  • È obbligatorio segnalare all'interno della discussione i riferimenti per poter contattare/partecipare all'iniziativa.

Sezione II - Progetti
  • La segnalazione di un progetto software, come per le iniziative, avviene e si sviluppa all'interno di una singola discussione.
  • Sarà consentito l'inserimento di software solo se rilasciati sotto licenza GPL (in tutte le sue versioni) o equivalente FOSS, tale da garantire agli utenti l'utilizzo del prodotto senza restrizioni e agli sviluppatori la proprietà intellettuale del codice prodotto.
  • Nell'oggetto della discussione dovrà essere riportata la categoria (es. [Iniziativa], [Progetto] o [Proposta]) e una semplice descrizione del progetto.
  • Se il progetto ha già un sito che lo ospita sarà a discrezione del Gruppo Forum chiuderla come segnalazione o lasciarla aperta.
  • Se il progetto non ha un sito che lo ospita si potranno aprire due discussioni, una per proporre modifiche/implementazioni (dove nel titolo occorre specificare [sviluppo]) ed una per segnalare problemi (e nel titolo dovrà comparire [supporto]).
  • Non è consentita l'apertura di nuove discussioni in riferimento a versioni superiori o modificate di un prodotto già riportato in precedenza.
  • Se il software oggetto del progetto ha una dimensione non superiore ai 128 kB, per prodotti che non hanno un sito che li ospita, sarà possibile allegarlo alla discussione.

Sezione III - Proposte
  • Una proposta deve essere eseguita e si svilupperà all'interno di una singola discussione.
  • Le proposte dovranno essere inserite direttamente nella sezione "Progetti della Comunità".
  • Dovranno essere specificate le funzionalità che devono essere sviluppate.
  • Non dovranno essere riportate diciture tipo "...deve fare come questo software...", ma indicare nel miglior modo possibile i requisiti.
  • Una volta segnalata la discussione resterà aperta per consentire uno scambio di idee su come sviluppare il codice o finché gli sviluppatori non forniranno una soluzione (da pubblicizzare poi, come visto prima, nella sezione Progetti) che ne soddisfi il requisito.

Per quanto non esposto sopra, si fa comunque riferimento al Regolamento del forum ed al Codice di Condotta della Comunità.

[Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:21

Giusto per spezzare un po' i ritmi, apro qui questa discussione su ciò che sarà una guida il più completa possibile all'utilizzo di VirtualBox, partendo dalle basi come la creazione delle VM, all'installazione dei singoli sistemi fino alle funzionalità avanzate e meno conosciute di questo sistema.

Cercherò di seguire l'ottica della guida, non della discussione aperta ma invito chiunque abbia idee o rettifiche a segnalare eventuali inesattezze.
Tutte le informazioni qui riportate (o ottenute) diverranno poi una guida che ripubblicherò completa com'è già avvenuto per la guida alla pacchettizzazione Debian.

Ho già un paio di appunti che avevo preparato ma non pubblicato per cercare di mantenere l'ordine dall'inizio alla fine.

Ogni contributo sarà benvenuto ma per favore evitate di usare questa discussione per richieste di supporto.

La guida è aggiornata periodicamente da questa:
http://www.linuxqualityhelp.it/supporto ... =30&t=8632
Non potendo gestire qui gli interventi altrui (non essendo io moderatore) la copia originale della guida è quella su LQH, cercherò di riportare qui tutte le modifiche ma nulla posso fare contro gli interventi esterni.

Indice
Ultima modifica di il_muflone il giovedì 9 dicembre 2010, 1:28, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:22

Premessa
VirtualBox è uno dei più popolari virtualizzatori per sistemi x86: si tratta di un prodotto molto rinomato, semplice e gratuito per simulare uno o più sistemi operativi all'interno di un altro.

Quella che seguirà è una guida a puntate che cercherà di sviscerare tutti i particolari e i casi più comuni di utilizzo di VirtualBox, per l'installazione di più sistemi operativi, con le relative messe a punto per ciascun sistema.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:25

Introduzione
Per chi non abbia ben chiare le sue potenzialità: VirtualBox consente di installare ed eseguire all'interno di un sistema operativo altri sistemi come Windows, Linux, BSD, Solaris e persino Apple OSX.

Quando può essere utile installare un sistema operativo in un ambiente virtualizzato?
  • Quando si possiedono periferiche che richiedono un software per funzionare e non esistono alternative per Linux (esempio Nokia PC Suite);
  • Quando si necessita di un certo programma disponibile soltanto per un altro sistema (esempio Autocad);
  • Quando si vuol provare un programma con un'altra versione del sistema operativo installato;
  • Quando si vogliono compiere esperimenti pericolosi che potrebbero intaccare il funzionamento della macchina (ad esempio programmi di clonazione, partizionamento, boot manager);
  • Quando si vuol garantire la compatibilità di un proprio software/sito con diversi sistemi operativi al fine di assicurarsi il buon funzionamento anche su altre macchine con dotazioni hardware e software differenti;
  • Quando si vuol provare un sistema operativo Live senza riavviare oppure si desidera installarlo ma non si possiede spazio non partizionato.

La differenza rispetto la procedura di dual boot è che non è necessario chiudere totalmente il primo sistema per avviare il secondo, anzi i due (ma anche tre, quattro, cinque..) verranno eseguiti contemporaneamente.

VirtualBox è stato inizialmente sviluppato dalla Innotek. Nel 2008 la Innotek venne acquisita dalla Sun Microsystems che ribattezzò il prodotto in Sun xVM VirtualBox. Due anni dopo la Oracle acquisì la Sun Microsystems e cambiò nuovamente il nome in Oracle VM VirtualBox.

Io farò riferimento sempre ad un unico nome: VirtualBox, ad identificare sempre l'ultima versione del software, oggi la 3.2.8 e di proprietà di Oracle.

Prima di iniziare a vedere le sue potenzialità è necessario ricordare che per utilizzare un altro sistema operativo è necessario avere una licenza di utilizzo, in nessun caso fornirò informazioni per scaricare un sistema operativo a pagamento.

Se avete acquistato un computer con una licenza di utilizzo di Windows (o altro sistema proprietario) preinstallato, generalmente questa non vi dà diritto di installarlo su un'altra macchina come il virtualizzatore. La licenza Microsoft OEM copre soltanto la macchina fisica su cui il sistema è stato preinstallato e non consente il trasferimento su un'altra macchina, anche se virtualizzata nello stesso computer.

Chiariamo subito il significato di alcuni termini che più avanti saranno usati spesso:
  • Host si riferisce al sistema ospitante, ovvero quello che è installato sulla macchina fisica.
  • Guest è invece il sistema ospite, quello che viene eseguito all'interno di VirtualBox, ovvero quello virtualizzato.
  • VM ovvero Virtual Machine (macchina virtuale), la configurazione hardware simulata più il sistema operativo installato al suo interno

Prima di continuare fissare bene questi tre termini che saranno usati senza nuove ripetizioni.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:27

Vantaggi dell'utilizzo di un sistema virtualizzato
  • Installare sistemi senza dover partizionare il disco.
  • Testare altri sistemi operativi senza il rischio di restare senza modalità video o senza connessione internet, e quindi agevolezza nella ricerca delle informazioni.
  • Hardware emulato compatibile con tutti i sistemi operativi più noti e possibilità di utilizzo di più risorse di quelle fisiche presenti.
  • Tenere traccia delle modifiche apportate a un sistema guest in modo da poter in ogni momento rimettere tutto come si trovava in precedenza.
  • Sfruttare le potenzialità di un altro sistema operativo senza perdere le potenzialità del primo.
  • Possibilità di eseguire due o più sistemi contemporaneamente in modo  da massimizzare l'utilizzo dell'hardware che con un solo sistema potrebbe non venire utilizzato.
  • Trasportabilità di una macchina intera da un computer all'altro senza dover riconfigurare nulla sul sistema ospitato all'interno.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:27

Svantaggi nell'utilizzo di un sistema virtualizzato
  • Se si vuol virtualizzare un sistema proprietario bisogna possedere una regolare licenza di utilizzo per la macchina virtuale.
  • Una parte dell'hardware (scheda madre, scheda video, controller dei dischi) è emulata e quindi non è la stessa che è fisicamente installata dentro il computer.
  • Maggior impiego di risorse (CPU e RAM principalmente).
  • Minori prestazioni perché simulate (soprattutto su scheda video e CPU).
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:28

La mia macchina è idonea?
VirtualBox non compie nessun miracolo!

Se si possiede un vecchio Celeron con 512 MB di RAM e si utilizza Ubuntu, già questa configurazione è appena sufficiente a far girare il sistema reale. Se si intende avviare in questa macchina anche Windows Vista sarà impossibile o intollerabile.

La macchina reale dovrà avere come requisiti hardware almeno la somma delle risorse tra sistema operativo reale e virtualizzato.

Più precisamente se Ubuntu dovesse richiedere 400 MB di RAM e Windows Vista 600 MB di RAM, la macchina fisica dovrà avere almeno 1 GB di RAM. Naturalmente questi calcoli vanno fatti con i consumi reali dei due sistemi operativi.

Se la macchina fisica host possiede le istruzioni di virtualizzazione hardware (Intel VT-x/Vanderpool o AMD-V) si potranno godere i benefici con prestazioni simili a quelle della macchina reale.

Se invece VirtualBox è eseguito su una macchina non dotata di virtualizzazione hardware le prestazioni saranno nettamente inferiori a quelle della macchina reale. Inoltre non sarà possibile utilizzare sistemi guest a 64 bit.

Per sapere se il proprio processore supporta la virtualizzazione hardware è possibile consultare i siti dei produttori dei processori.

Dopo aver verificato che il proprio hardware supporti la virtualizzazione hardware è necessario verificare se essa è regolarmente attivata. Su un sistema basato su Linux è possibile verificare eseguendo in una finestra di terminale:
Codice: Seleziona tutto
egrep '(vmx|svm)' /proc/cpuinfo

Se venisse risposto qualcosa in tal caso la virtualizzazione hardware è regolarmente attivata e funzionante.
Se non venisse risposto nulla allora la virtualizzazione hardware non è in funzione, ciò significa che può essere semplicemente disabilitata nel BIOS della scheda madre.

All'interno del BIOS esistono varie denominazioni per questa funzionalità, in genere si trova indicata con i nomi VT-X, AMD-V, Intel Vanderpool, Virtualization Technology o similari.

In taluni casi, anche se l'hardware supporta questa tecnologia, per motivi puramente commerciali, il BIOS impedisce l'attivazione. In questi casi si può verificare sul sito del produttore del BIOS se qualche aggiornamento consente l'abilitazione di questa funzionalità.

Infine in altri casi ancora, le opzioni di virtualizzazione nel BIOS funzionano a rovescio, attivando la virtualizzazione essa viene disabilitata e disattivandola essa viene abilitata. Effettuare anche questa prova se si riscontrano difficoltà ad attivare la virtualizzazione hardware.
Ultima modifica di il_muflone il mercoledì 6 ottobre 2010, 21:10, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:28

Verifica dei requisiti per processori Intel
Per processori Intel è possibile consultare il sito http://ark.intel.com/ e immettere nella casella in alto il modello del proprio processore. Ad esempio immettendo nella ricerca: core 2 T7700 sarà possibile accedere alla pagina del processore in questione. Scorrendo l’elenco fino a Advanced Technologies è possibile verificare se tale processore è dotato di virtualizzazione hardware.
Immagine
La riga Intel Virtualization Technology (VT-x) riporta un bel Yes, quindi questo processore è dotato di virtualizzazione hardware.

Ricercando un altro processore come Pentium 4 3.2 Ghz sarà mostrata quest’altra scheda:
Immagine
La riga Intel Virtualization Technology (VT-x) riporta No, quindi questo processore NON è dotato di virtualizzazione hardware e pertanto non potrà offrire delle valide prestazioni di virtualizzazione né eseguire sistemi guest a 64 bit.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:29

Verifica dei requisiti per processori AMD
All'indirizzo http://www.amd.com/us/products/Pages/processors.aspx sarà possibile scorrere l’elenco delle tecnologie di processori AMD.

Scegliendo ad esempio la tecnologia Phenom II si legge in fondo AMD Virtualization (AMD-V) Technology quindi questa tipologia di processori è dotata di virtualizzazione hardware.

Scegliendo invece un'altra tecnologia come Athlon nella pagina non v’è traccia della tecnologia AMD-V quindi questa tipologia di processori NON è dotata di virtualizzazione hardware e pertanto offrirà prestazioni scadenti e non potrà eseguire sistemi guest a 64 bit.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:29

Quale VirtualBox e dove procurarlo?
Esistono due differenti edizioni di VirtualBox:

Oracle VirtualBox (detto anche VirtualBox PUEL - Personal Use and evalutation license)
L'edizione ufficiale sviluppata adesso da Oracle è quella più completa ma non open source.
E' disponibile online sul sito http://www.virtualbox.org/wiki/Linux_Downloads.

VirtualBox-OSE
L'OSE dopo il nome indica Open Source Edition, questa edizione è completamente open source e disponibile nei repository ufficiali della distribuzione. E' possibile installarla tramite Software Center, gestore pacchetti o apt-get.

L'edizione open source manca delle seguenti caratteristiche:
  • VRDP (Virtual Remote Desktop Protocol) che consente di collegarsi allo schermo della macchina virtuale attraverso un client per terminal server.
  • Supporto USB per permettere l'inserimento di periferiche USB nella macchina reale e utilizzarle all'interno della macchina virtuale.
  • USB attraverso VRDP, combina le due caratteristiche, consentendo di utilizzare dispositivi USB a distanza attraverso RDP.
Maggiori informazioni sulle differenze tra le due edizioni si trovano su http://www.virtualbox.org/wiki/Editions.

E' assolutamente inutile chiedere come usare le USB su VirtualBox-OSE, non si può in nessun modo.
Se si necessita delle USB solo per lo scambio dei dati ci sono alternative più comode come le cartelle condivise oppure la rete. Per altre periferiche USB come schede Wifi, scanner, stampanti, non esistono soluzioni usando l'edizione open.

Si può passare tranquillamente da una versione all'altra senza perdere le installazioni delle macchine virtuali.
Tuttavia non è possibile mantenere installate entrambe le edizioni.
Ultima modifica di il_muflone il domenica 3 ottobre 2010, 12:32, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:31

Sistemi operativi guest supportati
Ad oggi i sistemi operativi supportati nella macchina virtuale ospite sono i seguenti:

Windows
  • Immagine Windows 3.1
  • Immagine Windows 95
  • Immagine Windows 98
  • Immagine Windows ME
  • Immagine Windows NT 4
  • Immagine Windows 2000
  • Immagine Windows XP (32 e 64 bit)
  • Immagine Windows 2003 (32 e 64 bit)
  • Immagine Windows Vista (32 e 64 bit)
  • Immagine Windows 2008 (32 e 64 bit)
  • Immagine Windows 7 (32 e 64 bit)
  • Immagine Altri Windows
Linux
  • Immagine Arch Linux (32 e 64 bit)
  • Immagine Debian (32 e 64 bit)
  • Immagine OpenSuse (32 e 64 bit)
  • Immagine Fedora (32 e 64 bit)
  • Immagine Gentoo (32 e 64 bit)
  • Immagine Mandriva (32 e 64 bit)
  • Immagine Red Hat (32 e 64 bit)
  • Immagine Turbolinux (32 e 64 bit)
  • Immagine Ubuntu (32 e 64 bit)
  • Immagine Xandros (32 e 64 bit)
  • Immagine Oracle (32 e 64 bit)
  • Immagine Linux con Kernel 2.2
  • Immagine Linux con Kernel 2.4 (32 e 64 bit)
  • Immagine Linux con Kernel 2.6 (32 e 64 bit)
  • Immagine Altri Linux generici
Solaris
  • Immagine Solaris (32 e 64 bit)
  • Immagine OpenSolaris (32 e 64 bit)
BSD
  • Immagine FreeBSD (32 e 64 bit)
  • Immagine OpenBSD (32 e 64 bit)
  • Immagine NetBSD (32 e 64 bit)
IBM OS/2
  • Immagine OS/2 Warp 3
  • Immagine OS/2 Warp 4
  • Immagine OS/2 Warp 4.5
  • Immagine eComStation
  • Immagine Altri OS/2
Mac OS X
  • Immagine Mac OS X Server (32 e 64 bit)
Altri
  • Immagine DOS
  • Immagine Netware
  • Immagine L4
  • Immagine QNX

Per le istruzioni all'installazione di vari sistemi operativi guest fare riferimento alla pagina Installazione dei sistemi operativi guest.
Ultima modifica di il_muflone il domenica 7 novembre 2010, 18:58, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:31

Installazione di VirtualBox

Il primo passo da fare è certamente l'installazione del software.
Prenderò a riferimento sempre Oracle VirtualBox e non Virtualbox-OSE.

Il pacchetto da scaricare si trova a questa pagina, basterà scaricare il solo file deb per la propria versione del sistema operativo host avendo cura di scegliere l'architettura giusta:
  • i386 per sistemi operativi host a 32 bit
  • amd64 per sistemi operativi host a 64 bit (anche Intel)
Una volta scaricato il file deb basterà installarlo con un doppio click e seguire la procedura del gestore di pacchetti.

Completata l'installazione il programma si troverà nel menu ApplicazioniStrumenti di sistema.
Se non dovesse apparire il collegamento basterà riavviare la sessione.

Immagine
Al primo avvio verrà richiesto di accettare la licenza PUEL per usare VirtualBox a uso personale, ciò significa che si accetta la condizione di utilizzare il prodotto solo per uso personale e non condividere l'accesso alle VM con altre persone in rete.
“Personal Use” requires that you use the Product on the same Host Computer where you installed it yourself and that no more than one client connect to that Host Computer at a time for the purpose of displaying Guest Computers remotely.
Leggere la licenza e se la si accetta premere il pulsante Accetto. Il pulsante si abiliterà soltanto quando si visionerà totalmente la licenza.
Se non si accetta la licenza non si potrà utilizzare il software.

Al primo avvio VirtualBox si presenterà in questo modo.
Immagine
La parte sinistra della finestra conterrà l'elenco delle macchine virtuali (da qui in avanti VM) già configurate.
La parte destra conterrà le informazioni sulla VM scelta.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 2 ottobre 2010, 23:32

Configurazione iniziale di VirtualBox
Tramite il menu FileImpostazioni sarà possibile configurare due impostazioni importanti.
Prima di iniziare a creare macchine virtuali vale la pena soffermarsi su questi due particolari.

Immagine
La prima sono le posizioni delle macchine virtuali (Nome, configurazione, numero di dischi, schede di rete, etc) e dei dischi (sistema operativo e dati).
La cartella predefinita dei dischi fissi consente di indicare i percorsi dove salvare i files dei sistemi operativi installati. Generalmente questi files occupano vari GB per ogni macchina virtuale, impostando questo percorso sarà possibile salvarli automaticamente su un disco più capiente o differente dalla home.
La cartella predefinita delle macchine conterrà le impostazioni della VM (e le snapshot che vedremo più avanti), è possibile configurare un percorso differente ad esempio per condividerle tra più sistemi operativi.
Personalmente tengo un disco fisso dedicato alle sole VM, indicato in figura con /media/Virtual Machines

Immagine
La seconda impostazione interessante è il cosiddetto tasto host che identifica un tasto della tastiera che servirà per svolgere delle attività di VirtualBox come spegnere una macchina, riavviarla, attivare la modalità a schermo intero e così via.

Per impostazione predefinita corrisponde al tasto CTRL di destra, è importante assegnare un tasto che non si confonderà con altri. In particolare, se in un sistema operativo si utilizza la combinazione di tasti CTRL+R ad esempio per ricaricare una pagina internet, se per sbaglio si usa il tasto host CTRL e si preme R scatterà l'azione RESET della macchina virtuale.
Se quindi si lascia il tasto host predefinito bisognerà avere molta cura a non usare il tasto CTRL di destra per svolgere operazioni nel sistema operativo, esso è un tasto speciale e andrebbe usato solo quando realmente necessario. Per le attività del sistema operativo si potrà utilizzare il tasto CTRL di sinistra.

Una scelta che spesso io adotto è quella di impostare come tasto host il Bloc Scorr/Scroll Lock, un pulsante ben isolato sulla tastiera che viene utilizzato di rado. Questo mi lascerà la libertà di usare tranquillamente i due tasti CTRL come si fa normalmente.

Per chiarezza in questa guida lascerò sempre il tasto host predefinito: CTRL di destra.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda Zoff » domenica 3 ottobre 2010, 0:46

Ottimo lavoro muflone! Posso fare una critica?
Il posto migliore (e fatto apposta) per le guide è il wiki, perché non la scrivi lì (mi riferisco anche alla guida sulle GTK in python)?
In un primo momento resterebbe nella documentazione della comunità, ma se fai un buon lavoro (come mi pare che stia venendo fuori) e lo segnali al gruppo wiki, lo possono pubblicare nella documentazione ufficiale.

Buon lavoro!
Prima di aprire una discussione leggi le Guide, poi vedi se c'è un HowTo nel Wiki e fai una ricerca nel Forum!
Vuoi applicare il [Risolto] semplicemente alle tue discussioni? Prova: viewtopic.php?f=70&t=548821
Vuoi integrare il forum con Unity? Prova: viewtopic.php?f=70&t=562887
Avatar utente
Zoff Non specificato
Moderatore Globale
Moderatore Globale
 
Messaggi: 29720
Iscrizione: ottobre 2007

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 1:14

in generale non condivido la struttura del wiki, se qualcuno vorrà riformattarla per il wiki potrà farlo ma non sarò io, personalmente lo trovo enormemente confuso per i miei canoni, non sono infallibile ma la penso così.

l'ho temporaneamente parcheggiata su questi due forum per semplificare la redazione, wordpress non offre lo stesso impatto e tenere troppe pagine in bozza è difficile.

la videoguida alle pygtk inoltre credo che sia totalmente fuori tono col wiki, sia nella forma (video) sia nei contenuti (programmazione).
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda MadnessMike » domenica 3 ottobre 2010, 10:27

Ho trovato un errore:
il_muflone ha scritto:
  • Supporto USB per permettere l'inserimento di periferiche USB nella macchina reale e utilizzarle all'interno della macchina reale virtuale.
La nuova reincarnazione dell'Ubuntu Bar Sport
http://bubs.altervista.org
Avatar utente
MadnessMike Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 60
Iscrizione: novembre 2008

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 12:32

grazie della segnalazione, ho corretto.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 13:39

Come funziona una VM?
Il procedimento per realizzare ed utilizzare una VM è il seguente:
  • Creazione della VM con assegnazione delle risorse hardware
  • Creazione del disco virtuale che conterrà il sistema operativo e i dati della macchina
  • Installazione del sistema operativo guest tramite i dischi di installazione
  • Installazione dei driver di VirtualBox (Guest Additions)
  • Eventuale configurazione della funzionalità aggiuntive di VirtualBox (rete, usb, condivisioni)
  • Spegnimento della macchina virtuale mediante arresto del sistema operativo guest
Questo percorso si ripeterà più o meno uguale per tutti i sistemi operativi che si intendono virtualizzare.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 14:30

Creazione di una macchina virtuale (I)
Procederemo con la creazione della più semplice macchina virtuale, senza sistema operativo su disco, in modo da vedere in generale tutte le funzionalità permesse e il modo di operare per la realizzazione.

L'utilità di questa macchina virtuale sarà quella di consentire la prova di sistemi operativi live, ad esempio per controllare il loro funzionamento anche senza masterizzare CD/DVD solo per provarli.

La creazione della VM inizia cliccando l'icona Immagine che subito avvierà la procedura guidata per la creazione di una nuova macchina.

Immagine
Il primo passaggio è soltanto una presentazione dell'intera procedura e non richiede nessun tipo di intervento, per procedere basterà cliccare su Avanti.

Immagine
Il secondo passaggio inizierà a porre la prima scelta, che determinerà poi i passaggi successivi.
Verrà richiesto il nome della macchina virtuale, si potrà indicare qualsiasi nome, per questo scopo la chiameremo CD Live.

Oltre il nome della macchina è richiesto anche il sistema operativo che verrà installato.
Contrariamente a ciò che inizialmente pensano alcuni, questa scelta non installerà il sistema operativo, essa serve unicamente per preparare le risorse hardware e per fornire alcune ottimizzazioni interne.
Questa scelta potrà successivamente essere modificata se necessario.
Poiché la maggior parte dei CD live sono per Linux sceglieremo sistema operativo Linux e come versione altro.

Riassumendo quindi:
  • Nome: CD Live
  • Sistema operativo: Linux
  • Versione: Other Linux
Ultima modifica di il_muflone il domenica 3 ottobre 2010, 15:04, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 14:31

Creazione di una macchina virtuale (II)
Procedendo avanti verrà richiesta la memoria da assegnare alla macchina virtuale.
Immagine
La scelta precedente del sistema operativo determina anche l'ammontare iniziale della memoria che verrà dedicata alla macchina virtuale. Se si scegliesse ad esempio il sistema operativo DOS verrà preimpostata una memoria di 32 MB, viceversa scegliendo ad esempio il sistema operativo Mac OS X sarà preimpostata una quantità di memoria consigliata di 1 GB.

La scelta della memoria va fatta in maniera cauta, calibrando per bene le esigenze della macchina virtuale con le prestazioni della propria macchina fisica. Se si assegnerà troppa memoria alla macchina virtuale, potrà mancare la memoria alla macchina reale che inizierà a rallentare o a bloccarsi per memoria insufficiente.
Viceversa se si assegnasse poca memoria alla macchina virtuale, la macchina fisica potrà andare bene ma il sistema operativo guest virtualizzato andare eccessivamente lento o potrà bloccarsi per memoria insufficiente.

Immagine
Poiché la mia macchina fisica ha installati 4 GB di memoria (3,7 GB esclusa la memoria video) e attualmente sto utilizzando 1,4 GB, non avrò nessun problema ad assegnare 512 MB oppure 1 GB o persino 2 GB alla macchina virtuale (1,4 GB + 2 GB < 3,7 GB).

Se invece la mia macchina avesse avuto 2 GB di memoria fisica, avrei potuto dare 512 MB (1,4 GB + 512 MB = 1,9 GB) alla macchina virtuale e mi sarei trovato proprio alla quantità di memoria massima, la macchina presto potrebbe iniziare a rallentare. Non avrei invece potuto assegnare 1 GB alla macchina virtuale (1,4 GB + 1 GB > 2 GB), inizialmente potrebbe funzionare bene ma appena la macchina virtuale inizierà ad usare quella memoria il sistema reale rallenterà pesantemente per carenza di memoria.

Effettuare quindi la scelta sulla base della memoria libera sul sistema reale e sulle esigenze dei sistemi operativi virtualizzati che verranno avviati. Poiché si tratta di una VM usata per CD Live è fondamentale assegnare minimo 384 MB di RAM.
Ultima modifica di il_muflone il domenica 3 ottobre 2010, 15:04, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 15:15

Creazione di una macchina virtuale (III)
Immagine
Subito dopo la scelta della memoria RAM è richiesta l'indicazione di un disco fisso (HD) virtuale da assegnare alla macchina virtuale. Tutte le operazioni di lettura e scrittura del sistema operativo guest si svolgeranno all'interno di questo disco virtuale.

Da questa schermata è possibile decidere se la VM debba avere o meno un disco fisso. Togliendo la spunta da Disco fisso d'avvio non sarà usato nessun disco fisso per la VM ed essa potrà utilizzare unicamente il CD e la RAM.

Lasciando invece la spunta si potrà decidere se creare un nuovo disco fisso virtuale oppure utilizzarne uno già esistente creato in precedenza. Scegliendo la prima opzione sarà avviata la procedura guidata per la creazione di un nuovo disco virtuale, terminata la quale l'operazione tornerà a questo punto col disco appena creato.

Se non si desidera usare un disco fisso per la macchina virtuale basterà togliere la spunta dall'opzione Disco fisso d'avvio e procedere con la configurazione guidata.

Per questa macchina virtuale lasceremo la spunta e creeremo un nuovo disco fisso virtuale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Successiva

Torna a Progetti della Comunità

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti registrati e 1 ospite