[Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Iniziative e progetti della comunità legati a Ubuntu.
Regole della sezione
Questa sezione ha lo scopo di raccogliere le iniziative/progetti della nostra Comunità legati ad Ubuntu. I progetti ospitati nascono da iniziative degli utenti o gruppi di utenti. In futuro i progetti potrebbero rimanere iniziative "personali" o essere integrate nella distribuzione, sponsorizzate da Ubuntu o da Canonical a discrezione dei responsabili. All'interno di essa sarà possibile inserire delle discussioni che hanno la funzione di pubblicizzare avvenimenti, iniziative e progetti software su Ubuntu e GNU/Linux in generale. Sarà inoltre possibile per gli utenti proporre lo sviluppo di nuovi software e in questo caso la discussione di richiesta avrà la funzione di generare un requisito funzionale del prodotto da sviluppare.

Sezione I - Iniziative
  • Fanno parte di iniziative, ad esempio, le seguenti categorie: corsi, progetti editoriali, libri.
  • La segnalazione di un'iniziativa avviene creando una discussione con l'annuncio.
  • Una volta effettuata la segnalazione, la discussione viene chiusa dal Gruppo Forum.
  • Se l'iniziativa esposta comporta un costo di adesione o fruizione, questo deve essere esplicitamente riportato all'interno della discussione.
  • È obbligatorio segnalare all'interno della discussione i riferimenti per poter contattare/partecipare all'iniziativa.

Sezione II - Progetti
  • La segnalazione di un progetto software, come per le iniziative, avviene e si sviluppa all'interno di una singola discussione.
  • Sarà consentito l'inserimento di software solo se rilasciati sotto licenza GPL (in tutte le sue versioni) o equivalente FOSS, tale da garantire agli utenti l'utilizzo del prodotto senza restrizioni e agli sviluppatori la proprietà intellettuale del codice prodotto.
  • Nell'oggetto della discussione dovrà essere riportata la categoria (es. [Iniziativa], [Progetto] o [Proposta]) e una semplice descrizione del progetto.
  • Se il progetto ha già un sito che lo ospita sarà a discrezione del Gruppo Forum chiuderla come segnalazione o lasciarla aperta.
  • Se il progetto non ha un sito che lo ospita si potranno aprire due discussioni, una per proporre modifiche/implementazioni (dove nel titolo occorre specificare [sviluppo]) ed una per segnalare problemi (e nel titolo dovrà comparire [supporto]).
  • Non è consentita l'apertura di nuove discussioni in riferimento a versioni superiori o modificate di un prodotto già riportato in precedenza.
  • Se il software oggetto del progetto ha una dimensione non superiore ai 128 kB, per prodotti che non hanno un sito che li ospita, sarà possibile allegarlo alla discussione.

Sezione III - Proposte
  • Una proposta deve essere eseguita e si svilupperà all'interno di una singola discussione.
  • Le proposte dovranno essere inserite direttamente nella sezione "Progetti della Comunità".
  • Dovranno essere specificate le funzionalità che devono essere sviluppate.
  • Non dovranno essere riportate diciture tipo "...deve fare come questo software...", ma indicare nel miglior modo possibile i requisiti.
  • Una volta segnalata la discussione resterà aperta per consentire uno scambio di idee su come sviluppare il codice o finché gli sviluppatori non forniranno una soluzione (da pubblicizzare poi, come visto prima, nella sezione Progetti) che ne soddisfi il requisito.

Per quanto non esposto sopra, si fa comunque riferimento al Regolamento del forum ed al Codice di Condotta della Comunità.

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 17:54

Creazione di un disco virtuale
Se è stata richiesta la creazione di nuovo disco fisso virtuale sarà avviata una procedura guidata per questo scopo che chiederà giusto un paio di domande per approntare il disco fisso.

Immagine
La prima pagina della procedura è soltanto una finestra introduttiva con alcune informazioni sull'operazione. Basterà procedere cliccando su Avanti.

Immagine
La seconda pagina richiederà il tipo di archiviazione del disco fisso e sono possibili due scelte:
  • Archiviazione a espansione dinamica che crea un disco inizialmente piccolo e gradualmente quando il sistema virtualizzato esegue le scritture, il disco virtuale aumenta la sua dimensione.
  • Archiviazione a dimensione fissa che occupa immediatamente lo spazio su disco
Per un computer ad uso personale generalmente non esistono ragioni per usare l'archiviazione fissa che impiega sin da subito tutto lo spazio.

Dal canto suo l'archiviazione dinamica non offre la stessa garanzia di funzionamento se lo spazio su disco si esaurisce.
Più precisamente se lo spazio libero sul disco reale si esaurisce allora il disco virtuale non potrà più espandersi qualora ne avesse bisogno (in tal caso la macchina virtuale verrà sospesa fino a che non si libera dello spazio per consentire l'espansione del disco virtuale).
Utilizzando invece l'archiviazione fissa lo spazio per il disco virtuale è occupato subito, quindi non potrà accadere che successivamente non ci sia più spazio per espandere il disco.

Immagine
Segue la richiesta del nome e della posizione del disco virtuale.
Se viene indicato soltanto il nome esso verrà salvato nel percorso che è stato impostato nelle impostazioni generali di VirtualBox, viste in precedenza. Assicurarsi che il disco venga salvato in una partizione con sufficiente spazio libero anche per espandersi.

Immediatamente sotto viene richiesta la dimensione massima del disco virtuale.
Se si è utilizzata l'archiviazione fissa questo spazio verrà occupato immediatamente al termine della procedura mentre con l'archiviazione dinamica il disco crescerà di dimensione quando ne avrà bisogno fino alla dimensione massima qui indicata.
Effettuare una scelta sulla base dei sistemi operativi da installare e dei dati che si intendono salvare, ad esempio se si intende installare Windows 98 basterà qualche GB mentre se si intende installare Windows Seven sarà necessario molto più spazio.
Una volta impostata questa dimensione per il disco virtuale essa non potrà più essere modificata, per cui è necessario scegliere con accortezza la dimensione massima.

Immagine
L'ultimo passaggio della procedura confermerà i dati inseriti, precisando anche la posizione completa dove sarà salvato il file del disco virtuale.

Da qui si può notare che il disco virtuale sarà salvato in un file con estensione vdi (Virtual Disk Image), un formato di file specifico di VirtualBox.
Il vdi non è il solo formato di disco supportato da VirtualBox, sono permessi anche i formati VMDK (Virtual Machine Disk Format) specifico dei prodotti VMWare e il formato VHD (Virtual Hard Disk) specifico di Microsoft Virtual PC.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 3 ottobre 2010, 18:22

Creazione di una macchina virtuale (IV)
Superato il passaggio del disco virtuale, sia che lo si abbia creato sia che lo si abbia saltato, la procedura giungerà al termine confermando l'avvenuta creazione della macchina virtuale, pronta da configurare o avviare.

Immagine
Basterà un click sul pulsante Fine per completare la creazione della macchina virtuale.

Immagine
La nuova macchina virtuale CD Live sarà visibile nella finestra principale di VirtualBox e sulla destra saranno riportate le sua caratteristiche hardware.
Qualunque VM può essere modificata semplicemente cliccando sull'icona Immagine
Vedremo in seguito più approfonditamente la configurazione interna di una macchina virtuale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda NevidS » domenica 17 ottobre 2010, 12:26

Muflone, ho sempre avuto difficoltà a virtualizzare MeeGo: rientra nel tuo progetto anche dare supporto a distro un po' ostiche?

Comunque ottimo lavoro!
Paradossalmente non ho una firma nello spazio in cui dovrei avere una firma
Avatar utente
NevidS Non specificato
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1002
Iscrizione: ottobre 2005
Distribuzione: Kubuntu

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 17 ottobre 2010, 12:28

Nevids, il mio desiderio e` di tenere un grosso capitolo dedicato all'installazione di qualsiasi cosa (qualora fosse fattibile), accompagnando l'utente dall'avvio della macchina fino al desktop pronto e funzionale.

Meego non l'ho mai provato e non so che problemi presentera`, quando sara` il suo turno vedro` piu` approfonditamente.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 23 ottobre 2010, 14:48

Assistente al primo avvio della macchina virtuale

Cliccando sull'icona Immagine sarà avviata la macchina virtuale scelta.
Soltanto la prima volta che si avvierà la macchina virtuale sarà mostrata una procedura guidata per aiutare l'utente ad avviare l'installazione del sistema operativo.

Immagine
La prima pagina è soltanto di presentazione, basterà procedere cliccando su Avanti.

Immagine
Il secondo passaggio chiede di specificare da dove eseguire l'avvio della procedura di installazione del sistema operativo.
Nella casella a discesa sono indicati i lettori CD/DVD rilevati, mentre il pulsante sulla destra consente di specificare un file ISO da utilizzare come disco di avvio.

Inserire un CD/DVD avviabile e procedere con Avanti.

Immagine
L'ultimo passaggio riepilogherà la scelta eseguita in precedenza. Confermare la procedura cliccando su Fine.

Sia che venga completata fino alla fine, sia che venga saltata cliccando su Annulla, questa procedura non sarà più mostrata per gli avvii successivi.
Sebbene sia possibile modificare alcune opzioni per mostrarla nuovamente, in genere è molto più pratico e agevole configurare il disco di avvio dalle impostazioni della macchina virtuale come vedremo dopo.
Ultima modifica di il_muflone il sabato 23 ottobre 2010, 14:57, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 23 ottobre 2010, 16:51

Avvio della macchina virtuale
Sia che venga mostrata o meno la procedura di assistenza per il primo avvio, al momento del clic sull'icona Immagine sarà avviata la macchina virtuale.

Immagine
Ciò che si vedrà subito dopo la schermata di presentazione di VirtualBox dipende dal contenuto del disco avviabile che è stato inserito nel lettore CD/DVD.

Potrebbero essere mostrati uno o più avvisi, soprattutto nei primi utilizzi della macchina virtuale. Ciascuno di questi messaggi informativi può essere nascosto semplicemente spuntando la voce Non mostrare ancora questo messaggio.
Ultima modifica di il_muflone il sabato 23 ottobre 2010, 21:02, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 23 ottobre 2010, 16:53

Messaggi informativi di VirtualBox (modalità colore)

Immagine
Un messaggio del genere che avvisa che il numero di colori dell'ambiente guest è inferiore alla qualità dello schermo nella macchina reale.

Questo comportamento è assolutamente normale durante le procedure di avvio e installazione del sistema operativo, è possibile confermare l'informazione semplicemente cliccando su OK.

Se invece si è già installato il sistema operativo e si continua a ricevere questo avviso a sistema già avviato (quindi non nella fase di accensione) può essere necessario configurare le impostazioni di colore sul sistema installato.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 23 ottobre 2010, 16:53

Messaggi informativi di VirtualBox (tasto host)

Immagine
Cliccando all'interno della finestra della macchina virtuale sarà mostrato un avviso riguardante il tasto host.
Durante la configurazione iniziale di VirtualBox abbiamo deciso un tasto che verrà utilizzato come tasto host e che svolgerà numerose funzioni sulla macchina reale.

Nel momento in cui si clicca all'interno della finestra della macchina virtuale sia il mouse che la tastiera verranno catturati e svolgeranno le loro funzioni all'interno della macchina.
Per liberarli dal funzionamento dentro la macchina e poterli utilizzare nella macchina reale basterà una pressione del tasto host.

Il tasto usato come host in genere è il CTRL di destra ma comunque può essere osservato nell'angolo in basso a destra della finestra.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 23 ottobre 2010, 16:54

Messaggi informativi di VirtualBox (integrazione del mouse)

Immagine
Un avviso di questo genere indica che il mouse nella macchina virtuale si muovera automaticamente se il cursore verrà passato sopra la finestra della macchina virtuale, anche senza essere catturato mediante pulsante Host o click dentro la finestra.

Se è attiva l'integrazione del mouse sarà possibile quindi muovere il mouse nella finestra anche senza dover preventivamente cliccare dentro la finestra.

Se si desidera disattivare questa caratteristica sarà possibile farlo tramite il menu Macchina → Disabilita l'integrazione del mouse.
Si tratta di avviso innocuo e generalmente non richiede attenzione e può essere ignorato.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda Ipnorospo » sabato 23 ottobre 2010, 16:58

sarebbe da mettere in evidenza nella sezione relativa alle macchine virtuali
They see me trollin
Avatar utente
Ipnorospo Non specificato
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 3685
Iscrizione: gennaio 2007

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 23 ottobre 2010, 16:59

buona idea ma meglio aspettare che sia terminata.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 23 ottobre 2010, 20:31

Le icone nella barra di stato della macchina virtuale

Immagine
La parte inferiore della finestra della macchina virtuale avviata presenta una serie di icone che rappresentano varie funzionalità.

Alcune icone possono avere accanto un pallino verde che indica che una periferica è in uso per la lettura oppure un pallino rosso che indica che la periferica è in uso per la scrittura di dati.

Dischi fissi
Immagine Disco montato e al momento non in uso
Immagine Disco smontato
Immagine Disco in uso in lettura
Immagine Disco in uso in scrittura

Lettori CD/DVD
Immagine Disco montato e al momento non in uso
Immagine Disco smontato
Immagine Disco in uso in lettura
Immagine Disco in uso in scrittura

Floppy drive
Immagine Disco montato e al momento non in uso
Immagine Disco smontato
Immagine Disco in uso in lettura
Immagine Disco in uso in scrittura

Periferiche USB (Solo nella versione con licenza PUEL)
Immagine Supporto attivo
Immagine Supporto disattivato
Immagine Periferiche in uso in lettura
Immagine Periferiche in uso in scrittura

Rete ethernet
Immagine Supporto attivo
Immagine Supporto disattivato (normalmente non presente)
Immagine Scheda con ricezione di dati in corso
Immagine Scheda con invio di dati in corso

Cartelle condivise di VirtualBox (non in rete)
Immagine Supporto attivo
Immagine Supporto disattivato
Immagine Cartelle in uso in lettura
Immagine Cartelle in uso in scrittura

Porte seriali (normalmente non presente)
Immagine Supporto attivo
Immagine Supporto disattivato
Immagine Porta con ricezione di dati in corso
Immagine Porta con invio di dati in corso

Porte parallele (normalmente non presente) (e ad oggi non supportate)
Immagine Supporto attivo
Immagine Supporto disattivato
Immagine Porta con ricezione di dati in corso
Immagine Porta con invio di dati in corso

Virtualizzazione hardware (Intel VT-X o AMD-V)
Immagine Virtualizzazione hardware attiva
Immagine Virtualizzazione hardware disattivata

Puntatore del mouse (senza integrazione del mouse)
Immagine Cursore catturato
Immagine Cursorse libero

Puntatore del mouse (con integrazione del mouse)
Immagine Integrazione del mouse attiva
Immagine Integrazione del mouse disattivata e cursore catturato
Immagine Integrazione del mouse disattivata e cursore libero

Tastiera
Immagine Tastiera catturata e tasto host non premuto
Immagine Tastiera catturata e tasto host premuto
Immagine Tastiera libera e tasto host non premuto
Immagine Tastiera libera e tasto host premuto

Su alcune icone è possibile intervenire cliccando il pulsante destro del mouse e scegliendo un'azione dal menu che viene mostrato, ad esempio per espellere un CD dal lettore virtuale o per disattivare l'integrazione del mouse.
Ultima modifica di il_muflone il sabato 23 ottobre 2010, 23:10, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 30 ottobre 2010, 10:58

FATAL: No bootable medium found! System halted

Immagine
Se venisse mostrata una schermata di questo genere v'è solo una motivazione: il disco selezionato come avvio non è un disco avviabile (bootable).

Andando più nel dettaglio ciò può significare varie cose:
  • Non si è inserito nessun disco nel lettore CD/DVD
  • Se si possiede più di un lettore CD/DVD è stato indicato il lettore sbagliato
  • Il disco che si è inserito non è in grado di avviare un sistema operativo

Verificare quindi il tipo di disco inserito e assicurarsi che sia un disco avviabile e non un disco dati e poi riavviare la macchina virtuale.

Tra gli errori più frequenti v'è quello di coloro che masterizzano le immagini ISO come CD dati contenenti all'interno il file ISO, mentre le immagini ISO vanno masterizzate come immagine. Tutti i programmi di masterizzazione offrono questa possibilità.

Nel caso in cui si usasse più di un lettore CD/DVD e si è sicuri che il disco sia avviabile, è possibile che sia stato indicato su VirtualBox l'altro lettore. Quindi se è possibile inserire il disco nell'altro lettore.
Nel caso non fosse possibile cambiare lettore è necessario indicare in VirtualBox l'utilizzo dell'altro lettore come spiegato nel passaggio successivo.
Ultima modifica di il_muflone il sabato 30 ottobre 2010, 12:12, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 30 ottobre 2010, 12:21

Indicazione del CD/DVD da utilizzare

La macchina virtuale a seconda della configurazione sarà dotata di un lettore CD/DVD che normalmente viene assegnato al lettore CD/DVD reale della macchina host.
In questo modo un disco inserito nel lettore reale sarà utilizzabile all'interno della macchina virtuale.

VirtualBox fornisce anche la possibilità di utilizzare un file ISO anche senza masterizzarlo su disco prima dell'uso.
Il lettore virtuale infatti è in grado di leggere direttamente i files ISO come se fossero dischi inseriti nel lettore CD reale.

Con la macchina virtuale avviata, cliccando col pulsante destro sull'icona Immagine in fondo alla finestra di VirtualBox sarà presentato un menu popup con varie scelte.
Le stesse scelte sono disponibili anche sul menu Dispositivi → Dispositivi CD/DVD.

Immagine
In cima all'elenco sono presentati i lettori CD/DVD reali presenti sulla macchina host. Nel caso si possedesse più di un lettore CD/DVD è possibile scegliere il lettore desiderato che si vuol utilizzare all'interno della macchina virtuale.

Subito sotto l'elenco dei lettori reali, contrassegnato dall'icona Immagine si trova il selettore di immagini ISO.
Cliccando su di esso sarà possibile configurare un'immagine ISO da utilizzare come supporto per il lettore virtuale.

L'ultima icona Immagine in fondo al menu consente invece di espellere il disco dal lettore CD/DVD oppure di disconnettere l'immagine ISO nel caso se ne fosse usata una.

Effettuando la scelta di utilizzare un'immagine ISO cliccando l'icona Immagine si aprirà il gestore di supporti virtuali.
Immagine
In questa finestra saranno elencati tutti i supporti virtuali (le immagini ISO) che possono essere utilizzati dalle macchine virtuali. Se si desidera utilizzare un file ISO senza masterizzarlo su disco è possibile cliccare sull'icona Immagine e quindi scegliere il file ISO che si desidera inserire all'interno della macchina virtuale.

Una volta aggiunto il file ISO che si desidera utilizzare con la macchina virtuale è possibile cliccare sul pulsante Seleziona per attivare quell'immagine ISO e inserirla all'interno del lettore virtuale.

Ritornando sulla macchina virtuale si potrà notare che all'interno del menu di scelta del dispositivo ottico sarà presente la nuova voce con il file ISO scelto.

Ovviamente questo procedimento è valido sia per i dischi di avvio del sistema operativo sia con i normalissimi CD/DVD di dati, musica, video e quant'altro.
L'operazione è ripetibile ogni volta che lo si desidera, offrendo quindi la possibilità di cambiare il disco ogni volta che lo si desideri, sia per cambiarlo sia per rimuoverlo.
Ultima modifica di il_muflone il sabato 30 ottobre 2010, 12:48, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 30 ottobre 2010, 14:06

Panoramica generale di funzionamento

Vediamo in linea generale come funziona la macchina virtuale, per questa dimostrazione utilizzerò il disco di installazione di Ubuntu Netbook Edition 10.04 ma non ha nessuna reale rilevanza il sistema utilizzato.

Una volta inserito il CD (o l'ISO) di installazione del sistema operativo si avvia la macchina e subito dopo la maschera iniziale col logo di VirtualBox sarà avviato il sistema operativo contenuto nel disco di avvio.
Immagine
Al termine del caricamento sarà mostrato il desktop o il suo programma di installazione.

Immagine
La barra con le icone in fondo alla finestra di VirtualBox che abbiamo visto in precedenza mostra la seguente condizione:
  • Immagine E' collegato un hard disk virtuale che al momento non sta svolgendo operazioni
  • Immagine E' collegato un CD/DVD virtuale che al momento non sta svolgendo operazioni
  • Immagine E' attivo il supporto USB ma al momento non viene utilizzato
  • Immagine E' attivo il supporto di rete ma al momento non sta né trasmettendo né inviando dati in rete
  • Immagine Il supporto alle cartelle condivise è disattivato in quanto non ci sono condivisioni configurate
  • Immagine E' attivo il supporto alla virtualizzazione hardware accelerata
  • Immagine E' attiva l'integrazione del mouse, quindi muovendo il cursore sopra la finestra si sposterà anche il cursore nel sistema virtualizzato
  • Immagine Le tastiera non è acquisita dal sistema operativo guest, quindi determinate combinazioni di tasti (ad esempio ALT+F4 per chiudere la finestra) non si rifletteranno nell'ambiente guest ma in quello host.
    Il tasto Host è il CTRL destro.

Per comprendere la differenza tra tastiera acquisita e non acquisita si può premere il pulsante STAMP che negli ambienti GNOME avvia la cattura della schermata.

Immagine
Con la tastiera acquisita la cattura della schermata avviene sul sistema guest, quindi sull'ambiente virtualizzato. E' possibile riconoscere lo stile grafico della schermata differente dal mio desktop reale e il contenuto della schermata che mostra solo il desktop della versione Ubuntu Notebook Edition.

Immagine
Con la tastiera non acquisita la cattura della schermata avviene sul sistema host, quindi sul sistema reale. Lo stile grafico è ben distinto da quello dell'ambiente virtualizzato e la cattura della schermata mostra anche parte del mio desktop reale e la finestra di VirtualBox.
Ultima modifica di il_muflone il sabato 30 ottobre 2010, 18:23, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 30 ottobre 2010, 16:02

Caratteristiche hardware della macchina virtuale

Diamo uno sguardo alle risorse hardware della macchina virtuale.
Aprendo un terminale sul Linux guest il risultato di lspci sarà il seguente:

Codice: Seleziona tutto
ubuntu@ubuntu:~$ lspci
00:00.0 Host bridge: Intel Corporation 440FX - 82441FX PMC [Natoma] (rev 02)
00:01.0 ISA bridge: Intel Corporation 82371SB PIIX3 ISA [Natoma/Triton II]
00:01.1 IDE interface: Intel Corporation 82371AB/EB/MB PIIX4 IDE (rev 01)
00:02.0 VGA compatible controller: InnoTek Systemberatung GmbH VirtualBox Graphics Adapter
00:03.0 Ethernet controller: Advanced Micro Devices [AMD] 79c970 [PCnet32 LANCE] (rev 40)
00:04.0 System peripheral: InnoTek Systemberatung GmbH VirtualBox Guest Service
00:05.0 Multimedia audio controller: Intel Corporation 82801AA AC'97 Audio Controller (rev 01)
00:06.0 USB Controller: Apple Computer Inc. KeyLargo/Intrepid USB
00:07.0 Bridge: Intel Corporation 82371AB/EB/MB PIIX4 ACPI (rev 08)
00:0b.0 USB Controller: Intel Corporation 82801FB/FBM/FR/FW/FRW (ICH6 Family) USB2 EHCI Controller

Si può subito vedere che la macchina virtuale ha un hardware che non corrisponde a quello reale.
  • Dischi e CD-ROM sono connessi a un controller IDE Intel PIIX4
  • La scheda grafica è una Innotek VirtualBox Graphic Adapter
  • La scheda di rete è una AMD Pcnet32
  • La scheda audio è una Intel AC'97
  • Di controller USB ve ne sono due, uno della Apple e uno della Intel con USB2

Le informazioni sul processore sono un po' più credibili ma non totalmente reali.
Codice: Seleziona tutto
ubuntu@ubuntu:~$ cat /proc/cpuinfo
processor        : 0
vendor_id        : GenuineIntel
cpu family       : 6
model            : 23
model name       : Intel(R) Core(TM)2 Quad CPU    Q9550  @ 2.83GHz
stepping         : 10
cpu MHz          : 2948.343
cache size       : 6144 KB
fdiv_bug         : no
hlt_bug          : no
f00f_bug         : no
coma_bug         : no
fpu              : yes
fpu_exception    : yes
cpuid level      : 5
wp               : yes
flags            : fpu vme de pse tsc msr pae mce cx8 apic mtrr pge mca cmov pat pse36 clflush mmx fxsr sse sse2 syscall nx lm constant_tsc up pni monitor ssse3 lahf_lm
bogomips         : 5896.68
clflush size     : 64
cache_alignment  : 64
address sizes    : 36 bits physical, 48 bits virtual
power management :

La macchina host è sì dotata di Intel Core2 Quad Q9550 ma possiede 4 core invece di 1 come dal risultato di cpuinfo.

Codice: Seleziona tutto
ubuntu@ubuntu:~$ free
             total       used       free     shared    buffers     cached
Mem:        379872     348836      31036          0      16772     137428
-/+ buffers/cache:     194636     185236
Swap:       189932      62096     127836

La memoria RAM è (all'incirca) 384 MB com'è stata configurata durante la creazione della macchina virtuale.

Codice: Seleziona tutto
ubuntu@ubuntu:~$ sudo fdisk -l

Disk /dev/sda: 8589 MB, 8589934592 bytes
255 heads, 63 sectors/track, 1044 cylinders
Units = cylinders of 16065 * 512 = 8225280 bytes
Sector size (logical/physical): 512 bytes / 512 bytes
I/O size (minimum/optimal): 512 bytes / 512 bytes
Disk identifier: 0x00000000

Disk /dev/sda doesn't contain a valid partition table

E' presente un disco rigido (sda) di 8 GB di capienza, non partizionato in nessun modo e totalmente vuoto.

Codice: Seleziona tutto
ubuntu@ubuntu:~$ sudo dmidecode
# dmidecode 2.9
SMBIOS 2.5 present.
5 structures occupying 352 bytes.
Table at 0x000E1000.

Handle 0x0000, DMI type 0, 20 bytes
BIOS Information
   Vendor: innotek GmbH
   Version: VirtualBox
   Release Date: 12/01/2006
   Address: 0xE0000
   Runtime Size: 128 kB
   ROM Size: 128 kB
   Characteristics:
      ISA is supported
      PCI is supported
      Boot from CD is supported
      Selectable boot is supported
      8042 keyboard services are supported (int 9h)
      CGA/mono video services are supported (int 10h)
      ACPI is supported

Handle 0x0001, DMI type 1, 27 bytes
System Information
   Manufacturer: innotek GmbH
   Product Name: VirtualBox
   Version: 1.2
   Serial Number: 0
   UUID: 9D4D27BB-0BCC-436A-B053-EAFA4E424E40
   Wake-up Type: Power Switch
   SKU Number: Not Specified
   Family: Virtual Machine

Handle 0x0003, DMI type 126, 13 bytes
Inactive

Handle 0x0002, DMI type 126, 7 bytes
Inactive

Handle 0xFEFF, DMI type 127, 147 bytes
End Of Table

Il BIOS è sempre marca Innotek e non fornisce informazioni sulle altre periferiche (RAM, temperature).
Per questo motivo è facile che molti software specializzati sul riconoscimento hardware saranno ingannati o rifiuteranno di funzionare.

Codice: Seleziona tutto
ubuntu@ubuntu:~$ xrandr
Screen 0: minimum 640 x 480, current 800 x 600, maximum 800 x 600
default connected 800x600+0+0 0mm x 0mm
   800x600        61.0*
   640x480        60.0

Le sole risoluzioni grafiche disponibili sono della basse 640x480 e 800x600 (a questo si provvederà più avanti con le Guest Additions).

Codice: Seleziona tutto
ubuntu@ubuntu:~$ sudo lshw
ubuntu                   
    description: Computer
    product: VirtualBox
    vendor: innotek GmbH
    version: 1.2
    serial: 0
    width: 32 bits
    capabilities: smbios-2.5 dmi-2.5 smp-1.4 smp
    configuration: cpus=1 uuid=9D4D27BB-0BCC-436A-B053-EAFA4E424E40
  *-core
       description: Motherboard
       physical id: 0
     *-firmware
          description: BIOS
          vendor: innotek GmbH
          physical id: 0
          version: VirtualBox (12/01/2006)
          size: 128KiB
          capabilities: isa pci cdboot bootselect int9keyboard int10video acpi
     *-cpu
          product: Intel(R) Core(TM)2 Quad CPU    Q9550  @ 2.83GHz
          vendor: Intel Corp.
          physical id: 1
          bus info: cpu@0
          version: 6.7.10
          serial: 0001-067A-0000-0000-0000-0000
          size: 2950MHz
          width: 64 bits
          capabilities: boot fpu fpu_exception wp vme de pse tsc msr pae mce cx8 apic mtrr pge mca cmov pat pse36 clflush mmx fxsr sse sse2 syscall nx x86-64 constant_tsc up pni monitor ssse3 lahf_lm
     *-memory
          description: System memory
          physical id: 2
          size: 370MiB
     *-pci
          description: Host bridge
          product: 440FX - 82441FX PMC [Natoma]
          vendor: Intel Corporation
          physical id: 100
          bus info: pci@0000:00:00.0
          version: 02
          width: 32 bits
          clock: 33MHz
        *-isa
             description: ISA bridge
             product: 82371SB PIIX3 ISA [Natoma/Triton II]
             vendor: Intel Corporation
             physical id: 1
             bus info: pci@0000:00:01.0
             version: 00
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: isa bus_master
             configuration: latency=0
        *-ide
             description: IDE interface
             product: 82371AB/EB/MB PIIX4 IDE
             vendor: Intel Corporation
             physical id: 1.1
             bus info: pci@0000:00:01.1
             logical name: scsi0
             version: 01
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: ide bus_master emulated
             configuration: driver=ata_piix latency=64
             resources: irq:0 ioport:1f0(size=8) ioport:3f6 ioport:170(size=8) ioport:376 ioport:d000(size=16)
           *-cdrom
                description: DVD reader
                physical id: 0.0.0
                bus info: scsi@0:0.0.0
                logical name: /dev/cdrom
                logical name: /dev/dvd
                logical name: /dev/scd0
                logical name: /dev/sr0
                logical name: /cdrom
                capabilities: audio dvd
                configuration: mount.fstype=iso9660 mount.options=ro,noatime state=mounted status=ready
           *-disk
                description: ATA Disk
                product: VBOX HARDDISK
                physical id: 0.1.0
                bus info: scsi@0:0.1.0
                logical name: /dev/sda
                version: 1.0
                serial: VB10fdf2d1-275e349d
                size: 8GiB (8589MB)
                configuration: ansiversion=5
        *-display UNCLAIMED
             description: VGA compatible controller
             product: VirtualBox Graphics Adapter
             vendor: InnoTek Systemberatung GmbH
             physical id: 2
             bus info: pci@0000:00:02.0
             version: 00
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: bus_master
             configuration: latency=0
             resources: memory:e0000000-e0ffffff(prefetchable)
        *-network
             description: Ethernet interface
             product: 79c970 [PCnet32 LANCE]
             vendor: Advanced Micro Devices [AMD]
             physical id: 3
             bus info: pci@0000:00:03.0
             logical name: eth0
             version: 40
             serial: 08:00:27:c3:f4:5a
             size: 100MB/s
             capacity: 100MB/s
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: bus_master ethernet physical tp mii 10bt 10bt-fd 100bt 100bt-fd autonegotiation
             configuration: autonegotiation=on broadcast=yes driver=pcnet32 driverversion=1.35 duplex=full ip=10.0.2.15 latency=64 link=yes maxlatency=255 mingnt=6 multicast=yes port=MII speed=100MB/s
             resources: irq:19 ioport:d020(size=32) memory:f0000000-f0000fff memory:f0080000-f00fffff
        *-generic UNCLAIMED
             description: System peripheral
             product: VirtualBox Guest Service
             vendor: InnoTek Systemberatung GmbH
             physical id: 4
             bus info: pci@0000:00:04.0
             version: 00
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: bus_master
             configuration: latency=0
             resources: ioport:d040(size=32) memory:f0400000-f07fffff memory:f0800000-f0803fff(prefetchable)
        *-multimedia
             description: Multimedia audio controller
             product: 82801AA AC'97 Audio Controller
             vendor: Intel Corporation
             physical id: 5
             bus info: pci@0000:00:05.0
             version: 01
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: bus_master
             configuration: driver=Intel ICH latency=64
             resources: irq:21 ioport:d100(size=256) ioport:d200(size=64)
        *-usb:0
             description: USB Controller
             product: KeyLargo/Intrepid USB
             vendor: Apple Computer Inc.
             physical id: 6
             bus info: pci@0000:00:06.0
             version: 00
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: bus_master
             configuration: driver=ohci_hcd latency=64
             resources: irq:22 memory:f0804000-f0804fff
        *-bridge UNCLAIMED
             description: Bridge
             product: 82371AB/EB/MB PIIX4 ACPI
             vendor: Intel Corporation
             physical id: 7
             bus info: pci@0000:00:07.0
             version: 08
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: bridge bus_master
             configuration: latency=0
        *-usb:1
             description: USB Controller
             product: 82801FB/FBM/FR/FW/FRW (ICH6 Family) USB2 EHCI Controller
             vendor: Intel Corporation
             physical id: b
             bus info: pci@0000:00:0b.0
             version: 00
             width: 32 bits
             clock: 33MHz
             capabilities: bus_master
             configuration: driver=ehci_hcd latency=64
             resources: irq:19 memory:f0805000-f0805fff

Il comando lshw ricapitola più o meno tutte le stesse informazioni viste in precedenza.

Tutto ciò è servito a dimostrare che la macchina virtuale non utilizza l'hardware reale ma quasi tutto l'hardware è virtualizzato e di marche differenti. Per questo motivo, qualsiasi sistema operativo si installi, non andranno installati i driver delle periferiche reali perché la macchina virtuale non ha le stesse periferiche.

La maggior parte delle risorse hardware sono modelli così comuni che sono riconosciuti da tutti i sistemi operativi moderni senza bisogno di nessun tipo di driver aggiuntivo.
VirtualBox fornisce un pacchetto di installazione delle Guest Additions, ovvero una serie di driver per la macchina virtuale, vedremo più avanti come installarli e per quali necessità servono.
Ultima modifica di il_muflone il domenica 31 ottobre 2010, 13:40, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 30 ottobre 2010, 18:18

Funzionamento del tasto host

Nelle opzioni generali del programma inizialmente è stato deciso quale tasto utilizzare come tasto Host; il valore predefinito è il CTRL destro ed è comunque sempre indicato nell'angolo in basso a destra della finestra.

Aprendo un editor di testo qualsiasi e scrivendo qualcosa, tutti sappiamo che la combinazione di tasti CTRL+C normalmente esegue l'operazione di copia, mentre la combinazione CTRL+V incolla i dati copiati in precedenza.

Supponendo che il tasto Host sia sempre lo stesso CTRL destro, se si utilizza il pulsante CTRL di destra per eseguire il copia o l'incolla si noterà la pressione del tasto Host come mostrato dall'icona Immagine in basso a destra.
Lasciando il tasto host l'icona torna al suo stato normale Immagine non premuta.

Il tasto Host all'interno di VirtualBox viene utilizzato per varie operazioni e per questo motivo deve essere chiaramente evitato quando si intende usare il tasto CTRL dentro il sistema guest.
Le combinazioni CTRL+C, CTRL+X e CTRL+V eseguite col tasto host fortunatamente non eseguono nessuna operazione in VirtualBox e vengono ignorate.
Altre combinazioni col tasto Host svolgono però operazioni nella macchina virtuale (schermo intero, pausa) alcune delle quali anche pericolose per il sistema guest (riavviare, spegnere).

Sono di seguito indicate le principali combinazioni di tasti da usarsi col tasto Host:
  • Immagine Attiva/disattiva la modalità a schermo intero (Host+F)
  • Immagine Attiva/disattiva la modalità trasparente (Host+L)
  • Immagine Attiva/disattiva il ridimensionamento automatico della finestra (Host+G)
  • Immagine Adatta la dimensione della finestra (Host+A)
  • Immagine Attiva/disattiva l'integrazione del mouse (Host+I)
  • Immagine Cattura istantanea (Host+S)
  • Immagine Mostra la finestra informazioni di sessione (Host+N)
  • Immagine Mette in pausa e riprende la macchina virtuale (Host+P)
  • Immagine Riavvia la macchina immediatamente (Host+R)
  • Immagine Invia alla macchina la richiesta di spegnimento (Host+H)
  • Immagine Chiusura della macchina virtuale (Host+Q)
Prestare particolare attenzione agli ultimi 3 comandi poiché possono causare perdite di dati dovute allo spegnimento della macchina virtuale.

Il tasto Host inoltre svolge la funzione di coppia di tasti CTRL+ALT.
Infatti premendo il tasto Host seguito da un altro tasto si potrà eseguire quella combinazione, ad esempio Host+Canc equivale a premere i pulsanti CTRL+ALT+CANC.

In particolare negli ambienti GNU/Linux si utilizzano le combinazioni CTRL+ALT+F1-F8 per accedere alle console virtuali o al server grafico. Utilizzando VirtualBox va da sè che bisognerà utilizzare la combinazione Host+F1-F8.
Se anziché il tasto Host si usasse la combinazione CTRL+ALT si verrebbe spostati sulla console della macchina reale e non nella console della macchina virtuale.

E' quindi fondamentale tenere chiara la distinzione tra CTRL normale e CTRL usato come tasto Host e quando si ha necessità di premere CTRL all'interno del sistema guest, bisogna utilizzare il pulsante corretto, normalmente quello di sinistra.
Se si tende facilmente ad utilizzare il tasto CTRL errato, si consiglia di utilizzare un altro tasto Host invece del CTRL destro, ad esempio un pulsante poco usato come il Bloc Scorr/Scroll Lock.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 30 ottobre 2010, 20:17

Spegnimento della macchina virtuale

Esistono varie maniere per spegnere la macchina virtuale al termine dell'uso.

Spegnimento del sistema guest
Immagine
Quello più naturale e ragionevole è lo spegnimento eseguito all'interno del sistema operativo guest utilizzando le funzionalità di chiusura del sistema, nella figura si tratta del menu di spegnimento di Ubuntu.

Spegnimento ACPI
Un'altra maniera è quella di eseguire uno spegnimento ACPI. Corrisponde alla pressione del pulsante di spegnimento del computer. In genere viene intercettato dal sistema operativo guest che reagisce di conseguenza mostrando un avviso o avviando la procedura di chiusura del sistema operativo.

Lo spegnimento ACPI può essere avviato dal menu Macchina e scegliendo la voce Immagine Shutdown ACPI (Host+H).

Immagine
Nel caso di Ubuntu viene presentata la maschera di conferma di spegnimento alla quale si potrà rispondere o chiuderla per ignorare la richiesta.

Chiusura della finestra della macchina virtuale
Nel caso di sistemi operativi obsoleti (come MS-DOS oppure Windows 3.x/9x) il sistema non è in grado di rispondere correttamente alle richieste di spegnimento ACPI e il comportamento può causare anche lo spegnimento immediato della macchina senza eseguire la procedura di chiusura del sistema operativo.

Premendo il pulsante di chiusura della macchina virtuale, oppure scegliendo dal menu Macchina l'opzione Immagine Chiudi (Host+Q) sarà richiesta conferma prima di spegnere fisicamente la macchina virtuale.
Immagine

Sono proposte tre possibilità differenti:
  • Immagine Salvare lo stato della macchina: congela completamente il sistema operativo guest, salva tutti i dati su disco e spegne la macchina virtuale.
  • Immagine Invia il segnale di arresto: corrisponde all'operazione Shutdown ACPI indicata in precedenza
  • Immagine Spegnere la macchina: equivale allo spegnimento totale della macchina, come se si togliesse la corrente. Nessun dato sarà salvato e il sistema operativo non sarà chiuso con la procedura corretta. Può causare perdite di dati del sistema guest.
L'operazione Immagine Salvare lo stato della macchina lascerà tutte le applicazioni aperte (e persino dati non salvati), chiuderà la macchina virtuale e consentirà di riprenderla in un secondo momento esattamente com'è stata lasciata.

Nel momento in cui viene salvato lo stato della macchina virtuale essa viene chiusa.
Dalla finestra principale di VirtualBox sarà possibile riprendere la macchina nello stesso stato in cui è stata lasciata prima del salvataggio, semplicemente cliccando sul pulsante Immagine di accensione della macchina virtuale.

Accanto al pulsante di accensione è presente il pulsante Immagine che scarta lo stato salvato della memoria. Quest'operazione corrisponde allo spegnimento della macchina senza nessun salvataggio dei dati e alla successiva riaccensione.
Quest'operazione comporta quindi la perdita di tutti i dati non salvati e la mancata chiusura del sistema operativo guest.

Reset della macchina virtuale
Esiste anche la possibilità di riavviare immediatamente la macchina virtuale senza effettuare la chiusura del sistema operativo guest né il salvataggio dei dati. L'operazione è effettuabile mediante la voce nel menu MacchinaImmagine Reset (Host+R) e corrisponde allo spegnimento immediato e alla successiva riaccensione.
Comporta ovviamente la perdita di tutti i dati non salvati e potenzialmente può danneggiare il sistema operativo guest.

Pausa della macchina virtuale
Oltre queste operazioni di spegnimento esiste la possibilità di mettere in pausa la macchina virtuale.
La pausa può essere attivata dal menu MacchinaImmagine Pausa (Host+P).
Immagine
Lo schermo della macchina virtuale si oscurerà parzialmente e non sarà più possibile interagire con essa fino a che non venga riattivata dallo stesso menu. Durante questo stato la macchina non risponderà più a nessuna richiesta né interattiva né dalla rete.

E' consigliato l'utilizzo di questa operazione quando si desidera fermare temporaneamente la macchina virtuale perché si lavora ad altro o non si necessita della sue funzioni nel breve tempo.
La pausa/ripresa è un'operazione più rapida del salvataggio dello stato e della successiva riaccensione ed inoltre durante la pausa il sistema guest non può richiede nessuna risorsa di processore.
A differenza del salvataggio dello stato la pausa invece continua a occupare la memoria RAM assegnata alla macchina virtuale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 31 ottobre 2010, 13:38

Le Guest Additions

Si chiamano in questo modo quei driver forniti da VirtualBox per ottenere le funzionalità aggiuntive dentro la macchina virtuale:
  • Risoluzioni grafiche elevate
  • Ridimensionamento automatico della risoluzione grafica per adattarlla alla finestra
  • Integrazione del mouse completa
  • Utilizzo delle cartelle condivise di VirtualBox (non rete)
  • Modalità trasparente che consente di vedere solo una certa finestra invece di tutto il desktop
  • Accelerazione grafica 2D (solo guest Windows) e 3D (solo guest Windows, Linux e Solaris)
  • Orario sincronizzato tra guest e host
  • Scambio degli appunti per eseguire copia e incolla tra host e guest
  • Altre funzionalità avanzate che saranno trattate in seguito (memory balooning, guest control, page fusion automatic guest logon)
Se si utilizza Oracle VM VirtualBox le Guest Additions sono disponibili dal menu Dispositivi → Installa Guest Additions (Host+D). Questa operazione inserirà un file ISO all'interno del lettore virtuale di CD/DVD, all'interno del quale sono presenti sia i driver per Windows (32 e 64 bit), sia per Linux (32 e 64 bit) sia per Solaris e OS/2 (solo 32 bit).

Se si utilizzano sistemi guest Linux è possibile anche installare i driver open che svolgono alcune delle funzionalità precedenti. Il vantaggio principale rispetto le Guest Additions è la maggiore semplicità di installazione e le minori esigenze richieste in quanto precompilate e non richiedono l'installazione di compilatori e librerie extra.

Se si utilizza VirtualBox OSE le Guest Additions normalmente non sono incluse nel pacchetto e al momento dell'installazione verrà richiesto di scaricarle da un sito esterno.
Se il sistema Host è Ubuntu (>= 9.10) o Debian (testing o sid) le Guest Additions sono disponibili nei repository nel pacchetto di nome virtualbox-guest-additions.

Vedremo successivamente come installare le Guest Additions sui singoli sistemi guest.
Ultima modifica di il_muflone il domenica 31 ottobre 2010, 13:41, modificato 1 volta in totale.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18865
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda domx » domenica 31 ottobre 2010, 16:49

Muflone, tanti complimenti anche da parte mia, ne avevamo parlato sul tuo blog, ma non avevo visto il topic.
Hai deciso che parlerai anche di come virtualizzare OS X desktop?
Solo puffin ti darà forza e grinta a volontà!
Avatar utente
domx Non specificato
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1494
Iscrizione: ottobre 2009

PrecedenteSuccessiva

Torna a Progetti della Comunità

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: Magog e 1 ospite