[Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Iniziative e progetti della comunità legati a Ubuntu.
Regole della sezione
Questa sezione ha lo scopo di raccogliere le iniziative/progetti della nostra Comunità legati ad Ubuntu. I progetti ospitati nascono da iniziative degli utenti o gruppi di utenti. In futuro i progetti potrebbero rimanere iniziative "personali" o essere integrate nella distribuzione, sponsorizzate da Ubuntu o da Canonical a discrezione dei responsabili. All'interno di essa sarà possibile inserire delle discussioni che hanno la funzione di pubblicizzare avvenimenti, iniziative e progetti software su Ubuntu e GNU/Linux in generale. Sarà inoltre possibile per gli utenti proporre lo sviluppo di nuovi software e in questo caso la discussione di richiesta avrà la funzione di generare un requisito funzionale del prodotto da sviluppare.

Sezione I - Iniziative
  • Fanno parte di iniziative, ad esempio, le seguenti categorie: corsi, progetti editoriali, libri.
  • La segnalazione di un'iniziativa avviene creando una discussione con l'annuncio.
  • Una volta effettuata la segnalazione, la discussione viene chiusa dal Gruppo Forum.
  • Se l'iniziativa esposta comporta un costo di adesione o fruizione, questo deve essere esplicitamente riportato all'interno della discussione.
  • È obbligatorio segnalare all'interno della discussione i riferimenti per poter contattare/partecipare all'iniziativa.

Sezione II - Progetti
  • La segnalazione di un progetto software, come per le iniziative, avviene e si sviluppa all'interno di una singola discussione.
  • Sarà consentito l'inserimento di software solo se rilasciati sotto licenza GPL (in tutte le sue versioni) o equivalente FOSS, tale da garantire agli utenti l'utilizzo del prodotto senza restrizioni e agli sviluppatori la proprietà intellettuale del codice prodotto.
  • Nell'oggetto della discussione dovrà essere riportata la categoria (es. [Iniziativa], [Progetto] o [Proposta]) e una semplice descrizione del progetto.
  • Se il progetto ha già un sito che lo ospita sarà a discrezione del Gruppo Forum chiuderla come segnalazione o lasciarla aperta.
  • Se il progetto non ha un sito che lo ospita si potranno aprire due discussioni, una per proporre modifiche/implementazioni (dove nel titolo occorre specificare [sviluppo]) ed una per segnalare problemi (e nel titolo dovrà comparire [supporto]).
  • Non è consentita l'apertura di nuove discussioni in riferimento a versioni superiori o modificate di un prodotto già riportato in precedenza.
  • Se il software oggetto del progetto ha una dimensione non superiore ai 128 kB, per prodotti che non hanno un sito che li ospita, sarà possibile allegarlo alla discussione.

Sezione III - Proposte
  • Una proposta deve essere eseguita e si svilupperà all'interno di una singola discussione.
  • Le proposte dovranno essere inserite direttamente nella sezione "Progetti della Comunità".
  • Dovranno essere specificate le funzionalità che devono essere sviluppate.
  • Non dovranno essere riportate diciture tipo "...deve fare come questo software...", ma indicare nel miglior modo possibile i requisiti.
  • Una volta segnalata la discussione resterà aperta per consentire uno scambio di idee su come sviluppare il codice o finché gli sviluppatori non forniranno una soluzione (da pubblicizzare poi, come visto prima, nella sezione Progetti) che ne soddisfi il requisito.

Per quanto non esposto sopra, si fa comunque riferimento al Regolamento del forum ed al Codice di Condotta della Comunità.

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 21 novembre 2010, 23:28

Desktop remoto di VirtualBox - Accesso da Windows XP

Per accedere al server VRDP è necessario utilizzare un client RDP per Terminal Server.

Immagine
Sui sistemi Windows XP si utilizza quello chiamato Connessione desktop remoto (MTSC) normalmente preinstallato e lo si potrà trovare nel menu Programmi → Accessori → Comunicazioni → Connessione desktop remoto.
Alcune edizioni di Windows XP Home li riportano direttamente nella cartella Accessori.

Immagine
Normalmente la finestra mostrata è minimale e richiede soltanto l'inserimento del nome del computer o del suo indirizzo per avviare la connessione.
Qui si dovrà indicare l'indirizzo del computer host che esegue VirtualBox e non andrà richiesto l'indirizzo del sistema guest all'interno della macchina virtuale.

Immagine
Cliccando sul pulsante Opzioni >> si aprirà il pannello inferiore con la configurazione delle opzioni della connessione.
Nel caso che sia stata attivata l'autenticazione sul server VRDP è necessario immettere Nome utente e password validi per effettuare l'accesso allo schermo della macchina virtuale.

Cliccando il pulsante Connetti sarà subito avviata la connessione al server VRDP con i dati inseriti.

Immagine
Se i dati inseriti sono quelli corretti sarà mostrato lo schermo della macchina virtuale.
Nell'immagine si può vedere l'avvio della macchina virtuale e sin da subito è possibile operare a distanza, ben prima che sia avviato il sistema operativo guest.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 21 novembre 2010, 23:39

Desktop remoto di VirtualBox - Accesso da Windows 7

Per accedere al server VRDP è necessario utilizzare un client RDP per Terminal Server.

Immagine
Sui sistemi Windows 7 si utilizza quello chiamato Connessione desktop remoto (MTSC) normalmente preinstallato e lo si potrà trovare inizialmente nel menu di Windows. Se eventualmente non ci fosse più è possibile trovarlo nel menu Tutti i programmi → Accessori → Comunicazioni → Connessione Desktop remoto.

Immagine
Normalmente la finestra mostrata è minimale e richiede soltanto l'inserimento del nome del computer o del suo indirizzo per avviare la connessione.
Qui si dovrà indicare l'indirizzo del computer host che esegue VirtualBox e non andrà richiesto l'indirizzo del sistema guest all'interno della macchina virtuale.

Immagine
Cliccando sul pulsante Opzioni si aprirà il pannello inferiore con la configurazione delle opzioni della connessione.
Nel caso che sia stata attivata l'autenticazione sul server VRDP è necessario immettere il Nome utente per l'autenticazione e spuntare la voce Consenti salvataggio credenziali.
Se non si attiva questa spunta non sarà possibile immettere la password di accesso.

Cliccando il pulsante Connetti verrà avviata la connessione al server VRDP con i dati inseriti.

Immagine
Sarà mostrato un avviso che indica l'impossibilità di verificare l'identità della macchina a cui ci si connette. Premere semplicemente Si per continuare.

Immagine
Se è stata specificata la richiesta di autenticazione e spuntata la voce indicata in precedenza verrà data la possibilità di immettere la password per l'accesso.

Immagine
Se i dati inseriti sono quelli corretti sarà mostrato lo schermo della macchina virtuale.
Nell'immagine si può vedere l'avvio della macchina virtuale e sin da subito è possibile operare a distanza, ben prima che sia avviato il sistema operativo guest.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 27 novembre 2010, 20:06

Installazione di Debian Lenny netinst 64 bit (I)

In questa guida verrà installato Debian Lenny (5.0x) in versione 64 bit partendo dal CD chiamato netinst, ovvero un disco minimale che avvii soltanto l'installazione e poi procede a scaricare da internet tutti i pacchetti necessari.
Nel caso non si avesse una connessione a banda larga è opportuno scaricare il CD 1 di Debian che include di serie quasi tutto il necessario.

Poiché la versione qui presentata è a 64 bit è necessario che il proprio processore sia dotato di virtualizzazione hardware e che questa sia regolarmente attivata e funzionante. Senza il supporto VT-x/AMD-V non sarà possibile virtualizzare alcun sistema operativo a 64 bit, anche se il sistema host è a 64 bit.

Il processo di installazione di Debian Lenny (5.06) amd64 mediante il disco di installazione netinst è estremamente semplice e mostrato in questo video.

Immagine
Nella creazione di una nuova macchina virtuale avere cura di scegliere la versione di Debian a 64 bit e lasciare il resto dei parametri predefiniti durante la sua configurazione guidata.

Immagine
Nella creazione del disco è necessario assegnare almeno un paio di GB.
Prestare attenzione a questo particolare soprattutto se si intende utilizzare una partizione /home separata.

Immagine
Completata la creazione di una nuova macchina virtuale, prima di avviare la macchina virtuale è raccomandata la disattivazione del dispositivo di puntamento assoluto poiché non supportato dall'installatore grafico di Debian.
Se non si effettua questa disattivazione non sarà possibile usare il mouse nell'installazione del sistema.

Immagine
Al primo avvio della macchina virtuale sarà eseguito l'assistente per il primo avvio che invita a scegliere il supporto di origine dell'installazione.

Non è necessario masterizzare il file ISO su CD per avviare l'installazione ma si potrà usare lo stesso file scaricato dal sito Debian, quindi cliccare su Avanti per procedere con l'avvio della macchina virtuale.

Immagine
All'avvio del disco di installazione sarà presentato un menu con varie scelte. L'opzione Graphical install consente di utilizzare un sistema di installazione grafico.

Immagine
Il primo passo dell'installazione richiederà la scelta della lingua per il processo di installazione, dopo aver scelto l'italiano procedere cliccando su Continue.

Immagine
Immediatamente verrà chiesta la nazione della lingua di installazione, confermare Italia e procedere cliccando su Continua.

Immagine
E' il turno della disposizione della tastiera, scegliere quella preferita e proseguire normalmente.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 27 novembre 2010, 20:40

Installazione di Debian Lenny netinst 64 bit (II)

Immagine
Il caricamento iniziale si occuperà dei moduli di installazione del sistema operativo.

Immagine
Verrà quindi richiesto il nome del computer che verrà mostrato alle altre macchine nella rete locale. Inserire il nome desiderato, composto di una sola parola, in questo esempio è definito con vbox-lenny64.

Immagine
Immediatamente dopo verrà richiesto il nome del dominio locale nel quale il sistema si trova. Se non si utilizza un dominio interno è possibile lasciare questo valore in bianco e procedere cliccando su Continua.

Immagine
E' il momento di scegliere il tipo di partizionamento da eseguire:
  • Guidato - usa l'intero disco cancellerà tutti i dati all'interno del disco virtuale (inizialmente vuoto) e partizionerà automaticamente lo spazio
  • Guidato - usare l'intero dico e impostare LVM corrisponde all'impostazione precedente ma in più configura LVM (Logical Volume Manager) per la suddivisione del disco in volumi logici.
  • Guidato - usare l'intero dico e impostare LVM cifrato corrisponde all'impostazione precedente ma crittografa l'intero sistema operativo
  • Manuale richiede l'impostazione manuale di tutte le partizioni
In condizioni normali basterà scegliere la prima opzione Guidato - usa l'intero disco e lasciar fare all'installatore.

Immagine
Avendo scelto il partizionamento automatico viene chiesto quale disco partizionare, ovviamente essendocene uno soltanto basterà confermare il primo e unico disco fisso virtuale.

Immagine
La fase di partizionamento richiederà in che modo suddividere il disco, se fare una partizione unica per tutto, se creare una partizione distinta per /home o altre partizioni separate.

Prima di procedere prestare particolare attenzione a questo punto.
Se si è scelto inizialmente di creare un disco fisso di 8 GB e si sceglie un partizionamento suddiviso potrebbe non esserci più spazio all'interno della partizione root. Per esigenze normali in macchina virtuale è sufficiente la scelta della prima opzione Tutti i files in una partizione.

Immagine
Eseguite le operazioni di partizionamento verrà fornita un'ulteriore possibilità di intervenire sulle partizioni create automaticamente. Se si accetta il partizionamento proposto è possibile scegliere l'opzione Terminare il partizionamento e scrivere i cambiamenti sul disco.

Immagine
Prima di effettuare la modifica dei dati su disco sarà chiesta un'ultima conferma. Selezionare il pallino e confermare cliccando su Continua.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 27 novembre 2010, 21:09

Installazione di Debian Lenny netinst 64 bit (III)

Immagine
Sarà avviata l'installazione del sistema base di Debian Lenny, con i componenti di base del sistema operativo.

Immagine
Ad un certo punto dell'installazione verrà richiesto il kernel da installare, in genere la prima opzione è quella che garantisce di avere sempre l'ultimo kernel disponibile dalla distribuzione.
La seconda voce con la versione precisa del kernel serve per installare quella versione precisa e non dipendere dall'ultima versione disponibile nei repository ufficiali.

Immagine
Nella configurazione del kernel verrà richiesto quali driver includere nell'initrd (Initial RamDisk) che si occupa di fornire il sistema minimale per permettere il caricamento del sistema operativo.
La scelta è tra generico che include tutti i moduli e mirato che include solo i moduli strettamente necessari all'avvio.
Effettuare tranquillamente la scelta del gruppo generico, la differenza sono solo una manciata di MB di spazio occupato in più.

Immagine
Alla richiesta della password di root immettere due volte la password che servirà per compiere tutte le operazioni amministrative. Se non si ricorda questa password non sarà possibile svolgere nessuna operazione nel sistema, inclusa l'installazione di programmi.

Immagine
Oltre l'utente root sarà creato un utente limitato per le operazioni quotidiane di utilizzo del sistema. Inserire il nome completo dell'utente da creare, questa informazione sarà visibile in varie parti del sistema ma non corrisponde al nome utente con cui effettuare l'accesso.

Immagine
Il nome utente per l'accesso sarà richiesto immediatamente dopo.

Immagine
Inserire e confermare la relativa password di accesso per l'utente limitato.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 27 novembre 2010, 23:49

Installazione di Debian Lenny netinst 64 bit (IV)

Immagine
Dopo tutta la fase di installazione dei pacchetti iniziali verrà richiesta la nazione per la scelta del server da cui scaricare i pacchetti aggiuntivi. Scegliere la nazione più vicina per cercare di ottenere la massima velocità di download dei pacchetti.

Immagine
Sarà mostrato un elenco dei server disponibili per la nazione scelta, sceglierne uno qualsiasi e proseguire.

Immagine
Saranno richieste le informazioni di autenticazione per il proxy HTTP.
Nel caso che la macchina sia connessa a una rete protetta da un proxy HTTP è necessario indicare l'indirizzo con relativo utente e password per consentire l'accesso, nella forma:
http://utente:password@indirizzo-proxy:numero-porta

Immagine
La configurazione di popularity-contest consente di inviare o negare informazioni anonime sull'uso statistico dei pacchetti Debian. Tutti i risultati sono disponibili online sul sito http://popcon.debian.org/ per la consultazione.
Effettuare la scelta se partecipare al sondaggio di popolarità e continuare.

Immagine
Il passaggio successivo è importante e consente di decidere sin da subito quali software installare partendo da un gruppo di attività. Tra le scelte ci sono vari gruppi:
  • Ambiente desktop installa GNOME e vari programmi standard usati in questo DE
  • Server Web installa il server web Apache 2
  • Server di stampa installa il servizio CUPS e alcuni driver di stampa aggiuntivi
  • Server DNS installa il servizio Bind9
  • File server installa i servizi Samba, NFS e Netatalk (implementazione open di Appletalk)
  • Server di posta installa il server di posta exim4, procmail e spamassassin
  • Database SQL installerà il database PostgreSQL
  • Computer portatile aggiunge il supporto alle funzionalità dei notebook, per risparmio energetico, bluetooth e altro
  • Sistema standard fornisce gli strumenti standard GNU più usati
Il mio consiglio è quello di installare soltanto il sistema standard e successivamente aggiungere gli elementi che si desidera avere. In ogni caso sarà sempre possibile ritornare su questa schermata successivamente per aggiungere altri servizi.

Lasciare per cui la spunta soltanto su Sistema standard e cliccare su Continua.

Immagine
L'installazione proseguirà automaticamente senza alcun intervento.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 27 novembre 2010, 23:50

Installazione di Debian Lenny netinst 64 bit (V)

Immagine
Uno degli ultimi passaggi è quello che richiede se installare il boot loader GRUB nell'MBR.
Rispondere cliccando su e continuare.

Immagine
L'installazione è completata, rimuovere il CD dal lettore virtuale di VirtualBox cliccando sull'icona Immagine e togliere la spunta dall'immagine ISO o dal lettore CD per rimuoverlo.
Fatto ciò cliccare su Continua per riavviare il sistema.

Immagine
Al riavvio sarà presentato GRUB con un kernel e la relativa opzione single user mode che non avvia la modalità grafica e alcuni servizi.

Immagine
Superato il caricamento iniziale sarà mostrato il terminale della console, si potrà accedere sia con l'utente limitato creato all'installazione (muflone) sia con l'utente root.

Per spegnere la macchina virtuale basterà eseguire:
Codice: Seleziona tutto
su -c halt

E inserire la password dell'account root.

Immagine
Dopo lo spegnimento della macchina virtuale è possibile creare una nuova istantanea cliccando l'icona Immagine per memorizzare lo stato della macchina appena installata e funzionante, in modo da poter tornare indietro nel caso si verificassero problemi irrisolvibili e quindi senza il bisogno di reinstallare il sistema operativo nuovamente.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 28 novembre 2010, 1:51

Installazione del desktop GNOME su Debian Lenny 64 bit

L'installazione di GNOME all'interno di Debian Lenny 64 bit installato su VirtualBox è estremamente semplice utilizzando il gestore delle attività ed è mostrato in questo video.

Immagine
All'avvio del sistema accedere con l'utente root ed possibile avviare il gestore delle attività con:
Codice: Seleziona tutto
tasksel


Dal gestore delle attività è possibile scegliere quella chiamata Ambiente desktop per richiedere l'installazione di GNOME con tutte le sue componenti. Basterà mettere l'asterisco sulla scelta usando lo spazio e scegliere OK per avviare l'installazione.

Immagine
Tutto il procedimento di installazione procederà senza nessun intervento e al termine dell'operazione si tornerà sul terminale da cui si è eseguito il comando.

Al termine dell'installazione si consiglia di eseguire:
Codice: Seleziona tutto
apt-get clean

In questo modo tutti i files DEB scaricati dai repository di Debian verranno cancellati. In caso contrario quasi 1 GB di spazio resterà occupato dai files scaricati.

Al termine dell'operazione riavviare il sistema con:
Codice: Seleziona tutto
reboot


Immagine
Sin dall'avvio si presenterà il GDM (Gnome Display Manager), il gestore di accesso di GNOME.
E' possibile accedere con l'utente limitato (muflone) e la relativa password.

All'interno dell'ambiente grafico sono presenti tutti i programmi predefiniti di GNOME e varie utilità.
Al termine è possibile creare una nuova istantanea per memorizzare lo stato della macchina virtuale al momento in cui è stato installato GNOME e regolarmente funzionante.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda pablomoreno » sabato 4 dicembre 2010, 14:37

Vorrei chiedere, se fosse possibile, una guida per l'installazione in virtualbox di chackra. Ieri ho provato ma ad un certo punto l'installazione  si bloccava.
http://pablomoreno77.blogspot.com  ----- Ubuntu User number is # 26652
Il passato è un'illusione. Devi imparare a vivere nel presente ed accettarti per quello che sei ora. Quello che ti manca in flessibilità e in agilità devi acquisirlo con la conoscenza e la pratica costante. (Bruce Lee) -
Avatar utente
pablomoreno Non specificato
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1063
Iscrizione: giugno 2008

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 4 dicembre 2010, 15:04

esistono troppe distribuzioni e non e` possibile trattarle tutte.
qui trattero` solo le principali e chackra ovviamente non rappresenta una delle principali.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda pablomoreno » sabato 4 dicembre 2010, 16:35

il_muflone ha scritto:esistono troppe distribuzioni e non e` possibile trattarle tutte.
qui trattero` solo le principali e chackra ovviamente non rappresenta una delle principali.

Pazienza allora, grazie comunque.
http://pablomoreno77.blogspot.com  ----- Ubuntu User number is # 26652
Il passato è un'illusione. Devi imparare a vivere nel presente ed accettarti per quello che sei ora. Quello che ti manca in flessibilità e in agilità devi acquisirlo con la conoscenza e la pratica costante. (Bruce Lee) -
Avatar utente
pablomoreno Non specificato
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1063
Iscrizione: giugno 2008

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 4 dicembre 2010, 22:18

Installazione delle Guest Additions su Debian Lenny

L'installazione delle Guest Additions all'interno di Debian Lenny consente di sfruttare le prestazioni grafiche più avanzate come il ridimensionamento automatico dello schermo alla grandezza della finestra, la modalità trasparente, le condivisioni e altre funzionalità.

La procedura è mostrata in questo video.

Immagine
Per eseguire l'installazione è necessario eseguire i comandi da utente root, per cui si potrà utilizzare il Terminale root presente nel menu Accessori. Verrà richiesta la password di accesso per l'utente root.

Prima di procedere all'installazione delle Guest Additions è necessario installare alcuni pacchetti fondamentali per la compilazione ed è possibile farlo con:
Codice: Seleziona tutto
apt-get install build-essential linux-headers-$(uname -r)

Il primo pacchetto include i compilatori mentre il secondo contiene le intestazioni della versione del kernel in uso, al termine dell'installazione di questi due pacchetti si potrà procedere all'installazione delle Guest Additions, avviandola mediante il menu DispositiviImmagine Installa Guest Additions….
Immagine
All'interno del lettore CD virtuale sarà inserito il file ISO con le Guest Additions.
Se dovesse aprirsi la finestra del CD virtuale basterà chiuderla e tornare sul terminale root aperto in precedenza.

Nel caso che si usasse Debian Lenny virtualizzato in versione 32 bit (i386) bisognerà eseguire:
Codice: Seleziona tutto
sh /media/cdrom/VBoxLinuxAdditions-x86.run

Nel caso di Debian Lenny virtualizzato in versione 64 bit (AMD64) sarà necessario eseguire:
Codice: Seleziona tutto
sh /media/cdrom/VBoxLinuxAdditions-amd64.run

L'installazione dovrebbe procedere regolarmente senza intoppi o richieste di nessun genere.
Codice: Seleziona tutto
Verifying archive integrity... All good.
Uncompressing VirtualBox 3.2.8 Guest Additions for Linux........
VirtualBox Guest Additions installer
Building the VirtualBox Guest Additions kernel modules
Your guest system does not seem to have sufficient OpenGL support to enable
accelerated 3D effects (this requires Linux 2.6.27 or later in the guest
system).  This Guest Additions feature will be disabled.

Building the main Guest Additions module ...done.
Building the shared folder support module ...done.
Doing non-kernel setup of the Guest Additions ...done.
Starting the VirtualBox Guest Additions ...done.
Installing the Window System drivers
Installing X.Org Server 1.4 modules ...done.
Setting up the Window System to use the Guest Additions ...done.
You may need to restart the hal service and the Window System (or just restart
the guest system) to enable the Guest Additions.

Installing graphics libraries and desktop services components ...done.

Al termine dell'installazione rimuovere il CD virtuale cliccando sull'icona Immagine del lettore CD e deselezionando la voce delle Guest Additions.
Fatto ciò basterà riavviare il sistema.

Sin dalla ripartenza, subito dopo l'accesso col proprio utente si potrà notare l'utilizzo dell'alta risoluzione nel sistema guest. Sebbene il numero delle risoluzioni grafiche sia alquanto limitato è normalmente attivato il ridimensionamento automatico del sistema guest alle dimensioni della finestra.

Questo significa che è possibile trascinare la finestra e darle le dimensioni desiderate per trovare nell'ambiente tale risoluzione grafica.

Questa funzionalità è regolabile mediante l'opzione presente nel menu Macchina → Immagine Disabilita il ridimensionamento automatico dello schermo del guest (Host+G). La stessa opzione riabiliterà la funzionalità dopo la sua disattivazione.

Col ridimensionamento automatico disattivato lo schermo del sistema guest non si adatterà alla dimensione della finestra ma rispetterà la risoluzione impostata nelle preferenze dello schermo del sistema guest.

Immagine
Se si dovesse verificare una strana dimensione dei caratteri basterà reimpostare la risoluzione dei caratteri da Sistema → Preferenze → Aspetto e alla scheda Tipi di carattere, cliccando il pulsante Dettagli si potrà configurare la dimensione a 96 punti per pollice.

Immagine
Se si dovesse riscontrare qualche problema nel ridimensionamento automatico delle finestre e si vedessero errori grafici come quelli dell'immagine, basterà riavviare Nautilus.

Immagine
Per riavviare Nautilus si potrà usare il terminale oppure la finestra ALT+F2 ed eseguire il comando:
Codice: Seleziona tutto
pkill nautilus

E' inoltre possibile attivare la modalità trasparente mediante l'opzione presente nel menu Macchina → Immagine Entra nella modalità trasparente (Host+L).
Si tratta di una funzionalità particolare che permette di vedere le finestre dell'ambiente guest all'interno dell'ambiente host.
Immagine
Per uscire dalla modalità trasparente è possibile utilizzare la combinazione di tasti Host+L oppure cliccare sull'icona Immagine per ripristinare la finestra regolare.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 5 dicembre 2010, 11:11

Installazione di Fedora 14 Desktop 32 bit (I)

L'installazione di Fedora 14 Desktop è davvero molto semplice e mostrata in questo video.
Il disco di installazione usato è quello chiamato Fedora-14-i686-Live-Desktop.iso scaricabile dal sito ufficiale.

Immagine
Il primo passo è certamente la creazione di una nuova macchina virtuale dal nome Fedora 14 e la scelta automatica del sistema operativo Fedora. Poiché il file scaricato è quello contenente la sigla i686 si tratta della versione a 32 bit, accettare la scelta inserita e procedere con Avanti.

Quando richiesto assegnare un quantitativo di memoria RAM congruo, se possibile, almeno 512 MB.

Immagine
Alla richiesta sulla creazione del disco virtuale assicurarsi di creare un disco di almeno 8 GB, di più se si intende installarvi altro software e aggiungere dati personali e procedere cliccando Avanti fino al termine della procedura.

Completata la creazione della macchina virtuale basterà avviarla cliccando sull'icona Immagine e immediatamente sarà avviata la procedura Assistente al primo avvio.

Immagine
Quando richiesto specificare l'unità dove è contenuto il disco di installazione di Fedora 14 oppure la posizione del file ISO scaricato dal sito ufficiale e procedere con Avanti.

Immagine
All'avvio del processo di installazione di Fedora 14 sarà mostrata una schermata con un contatore, lasciarlo avanzare senza premere alcun tasto.

Immagine
Dopo il caricamento iniziale sarà presentato il gestore di accesso. Per usare sin da subito la lingua italiana, prima di accedere cliccare la casella in basso accanto alla bandiera e scegliere la voce Other….

Immagine
Dall'elenco delle lingue disponibili scegliere l'Italiano (Italia), confermare con OK, quindi cliccare sull'utente Automatic login e premere il pulsante Login, non sarà richiesta alcuna password.

Immagine
Verrà subito presentato il desktop live di Fedora 14, è possibile esplorarlo oppure avviare l'installazione con un semplice doppio click sull'icona Installa su disco rigido.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 5 dicembre 2010, 11:31

Installazione di Fedora 14 Desktop 32 bit (II)

Immagine
Sarà immediatamente avviato il programma di installazione di Fedora 14 e mostrata la schermata introduttiva con il logo di Fedora 14, procedere cliccando su Avanti.

Immagine
Verrà richiesta la scelta per la tastiera desiderata, effettuare la scelta e procedere con Avanti.

Immagine
Alla richiesta sul tipo di dispositivi da utilizzare scegliere la prima opzione e procedere con Avanti.

Immagine
Se è la prima volta che si utilizza il disco virtuale, come nel caso di una nuova macchina virtuale, sarà richiesta l'inizializzazione del disco che riscriverà una nuova tabella delle partizioni. Cliccare su Re-inizializza oppure Re-inizializza Tutto.
Naturalmente questo passaggio riguarderà unicamente il disco virtuale e nessun dato del proprio disco fisso verrà toccato in alcun modo, procedere tranquillamente senza nessuna preoccupazione.

Immagine
Alla richiesta del Nome host è possibile assegnare alla macchina un nome in modo da riconoscerla all'interno della rete locale altrimenti si potrà lasciare quello preimpostato se non si intende utilizzare la macchina in rete locale.

Immagine
Per la corretta gestione del fuso orario sarà richiesta l'indicazione della città più vicina. Scegliere la città di Roma e procedere con Avanti.

Immagine
La password di root è quella necessaria per eseguire le operazioni di amministrazione ed è importante che non venga dimenticata altrimenti non si potranno svolgere quasi tutte le operazioni di installazione e configurazione.
Immettere la password desiderata e confermarla nella casella sotto.

Immagine
La sezione successiva riguarda il partizionamento, per eseguire un partizionamento automatico con root e swap basterà mettere il pallino sulla prima opzione e cliccare su Avanti.

Immagine
Ovviamente verrà richiesta conferma prima di procedere alla scrittura della tabella delle partizioni, confermare cliccando su Scrivi i cambiamenti su disco.

Immagine
Sarà avviata la copia dei files su disco, operazione abbastanza veloce rispetto agli altri sistemi operativi.

Immagine
Al termine della copia sarà confermato il completamento dell'installazione, cliccare su Chiudi per terminare il programma di installazione e si ritornerà sul desktop del CD di Fedora 14.

Immagine
Spegnere la macchina scegliendo l'arresto del sistema e al termine rimuovere il CD virtuale dalle impostazioni della macchina virtuale. Se non si toglie il CD di installazione, alla ripartenza verrà rilanciata nuovamente l'installazione da CD.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » domenica 5 dicembre 2010, 11:46

Installazione di Fedora 14 Desktop 32 bit (III)

Dopo aver rimosso il CD virtuale dalle impostazioni della macchina virtuale basterà riaccenderla e sarà avviata la procedura di configurazione del nuovo Fedora 14 appena installato.

Immagine
Terminato il caricamento iniziale verrà mostrata la finestra di benvenuto nel processo di configurazione di Fedora 14. Procedere cliccando su Avanti.

Immagine
Saranno presentate alcune brevi informazioni sulla licenza GPL 2 adottata da Fedora 14, accettare le condizioni cliccando su Avanti.

Immagine
Sarà richiesta la creazione di un nuovo utente con permessi limitati da utilizzare per tutte le operazioni giornaliere. Questo utente non avrà diritti di amministrazione, nel momento in cui sarà necessario operare delle operazioni amministrative si utilizzerà l'utente root con la password scelta durante l'installazione.

Immettere il nome utente, il nome completo e la password confermata due volte e al termine cliccare su Avanti.

Immagine
Assicurarsi che data e orario siano impostati correttamente e cliccare su Avanti.

Immagine
Questo passaggio è opzionale e permette di inviare periodicamente delle informazioni anonime sull'hardware e sulla configurazione del sistema (senza nessun dato sensibile) al progetto Fedora per finalità statistiche.
Se si acconsente al programma statistico mettere il pallino su Spedisci il profilo, altrimenti effettuare l'altra scelta, quindi procedere cliccando su Fine.

Immagine
L'installazione e la configurazione iniziale sono completate, accedere col proprio utente configurato in precedenza e iniziare ad utilizzare il nuovo ambiente di Fedora 14.

Al termine dell'utilizzo si consiglia di spegnere la macchina virtuale, spostarsi sulla scheda Immagine Istantanee e quindi aggiungere una nuova istantanea che memorizzi lo stato della macchina nella condizione attuale.

In questo modo eventuali danneggiamenti al sistema guest non richiederanno la reinstallazione dell'intero sistema operativo ma si potrà riportarlo al momento in cui è stato installato e perfettamente funzionante.

Immagine
Per creare una nuova istantanea cliccare sul pulsante Immagine e indicare su Nome dello snapshot Appena installato e compilare eventualmente la descrizione con informazioni utili che possano successivamente aiutare a capire in che condizione si trova la macchina virtuale al momento della cattura.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » giovedì 9 dicembre 2010, 1:24

Installazione delle Guest Additions su Fedora 14

La procedura di installazione delle Guest Additions per l'utilizzo delle modalità grafiche avanzate e le cartelle condivise è mostrata in questo video.

Immagine
Prima di poter avviare l'installazione delle Guest Additions è necessario installare alcuni pacchetti extra da terminale, per cui tutti bisognerà avviare un terminale dal menu Applicazioni → Strumenti di sistema → Terminale ed eseguire:
Codice: Seleziona tutto
su

Verrà richiesta la password dell'utente root, necessario per eseguire le operazioni successive.

Prima di procedere all'installazione delle Guest Additions è necessario installare i compilatori e alcune librerie di base per la compilazione con:
Codice: Seleziona tutto
yum -y install gcc kernel-devel-$(uname -r)

Seguirà un lungo elenco di pacchetti che saranno installati automaticamente senza nessuna conferma.
Codice: Seleziona tutto
Plugin abilitati:langpacks, presto, refresh-packagekit
Adding it_IT to language list
fedora/metalink                                          |  29 kB     00:00     
fedora                                                   | 4.3 kB     00:00     
fedora/primary_db                                        |  11 MB     00:11     
updates/metalink                                         |  24 kB     00:00     
updates                                                  | 4.7 kB     00:00     
updates/primary_db                                       | 2.2 MB     00:02     
Impostazione processo di installazione
Risoluzione dipendenze
--> Esecuzione del controllo di transazione
---> Pacchetto gcc.i686 0:4.5.1-4.fc14 settato per essere installato
--> Elaborazione dipendenza: libgomp = 4.5.1-4.fc14 per il pacchetto: gcc-4.5.1-4.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: cpp = 4.5.1-4.fc14 per il pacchetto: gcc-4.5.1-4.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: binutils >= 2.20.51.0.2-12 per il pacchetto: gcc-4.5.1-4.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: glibc-devel >= 2.2.90-12 per il pacchetto: gcc-4.5.1-4.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: cloog-ppl >= 0.15 per il pacchetto: gcc-4.5.1-4.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: libmpc.so.2 per il pacchetto: gcc-4.5.1-4.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: libgomp.so.1 per il pacchetto: gcc-4.5.1-4.fc14.i686
---> Pacchetto kernel-devel.i686 0:2.6.35.6-45.fc14 settato per essere installato
--> Elaborazione dipendenza: perl per il pacchetto: kernel-devel-2.6.35.6-45.fc14.i686
--> Esecuzione del controllo di transazione
---> Pacchetto binutils.i686 0:2.20.51.0.7-5.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto cloog-ppl.i686 0:0.15.7-2.fc14 settato per essere installato
--> Elaborazione dipendenza: libppl.so.7 per il pacchetto: cloog-ppl-0.15.7-2.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: libppl_c.so.2 per il pacchetto: cloog-ppl-0.15.7-2.fc14.i686
---> Pacchetto cpp.i686 0:4.5.1-4.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto glibc-devel.i686 0:2.12.90-19 settato per essere installato
--> Elaborazione dipendenza: glibc-headers = 2.12.90-19 per il pacchetto: glibc-devel-2.12.90-19.i686
--> Elaborazione dipendenza: glibc = 2.12.90-19 per il pacchetto: glibc-devel-2.12.90-19.i686
--> Elaborazione dipendenza: glibc-headers per il pacchetto: glibc-devel-2.12.90-19.i686
---> Pacchetto libgomp.i686 0:4.5.1-4.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto libmpc.i686 0:0.8.1-1.fc13 settato per essere installato
---> Pacchetto perl.i686 4:5.12.2-140.fc14 settato per essere installato
--> Elaborazione dipendenza: perl-libs = 4:5.12.2-140.fc14 per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: perl(threads::shared) >= 1.21 per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: perl(Pod::Simple) per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: perl-libs per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: perl(threads::shared) per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: perl(Module::Pluggable) per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: libperl.so per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Elaborazione dipendenza: perl(threads) per il pacchetto: 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686
--> Esecuzione del controllo di transazione
--> Elaborazione dipendenza: glibc = 2.12.90-17 per il pacchetto: glibc-common-2.12.90-17.i686
---> Pacchetto glibc.i686 0:2.12.90-19 settato per essere aggiornato
---> Pacchetto glibc-headers.i686 0:2.12.90-19 settato per essere installato
--> Elaborazione dipendenza: kernel-headers >= 2.2.1 per il pacchetto: glibc-headers-2.12.90-19.i686
--> Elaborazione dipendenza: kernel-headers per il pacchetto: glibc-headers-2.12.90-19.i686
---> Pacchetto perl-Module-Pluggable.noarch 1:3.90-140.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto perl-Pod-Simple.noarch 1:3.13-140.fc14 settato per essere installato
--> Elaborazione dipendenza: perl(Pod::Escapes) >= 1.04 per il pacchetto: 1:perl-Pod-Simple-3.13-140.fc14.noarch
---> Pacchetto perl-libs.i686 4:5.12.2-140.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto perl-threads.i686 0:1.81-1.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto perl-threads-shared.i686 0:1.32-140.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto ppl.i686 0:0.10.2-10.fc12 settato per essere installato
--> Esecuzione del controllo di transazione
---> Pacchetto glibc-common.i686 0:2.12.90-19 settato per essere aggiornato
---> Pacchetto kernel-headers.i686 0:2.6.35.9-64.fc14 settato per essere installato
---> Pacchetto perl-Pod-Escapes.noarch 1:1.04-140.fc14 settato per essere installato
--> Risoluzione delle dipendenze completata

Dipendenze risolte

================================================================================
 Pacchetto                 Arch       Versione                Repository   Dim.
================================================================================
Installazione:
 gcc                       i686       4.5.1-4.fc14            fedora       12 M
 kernel-devel              i686       2.6.35.6-45.fc14        fedora      6.5 M
Installazioni per dipendenze:
 binutils                  i686       2.20.51.0.7-5.fc14      fedora      3.5 M
 cloog-ppl                 i686       0.15.7-2.fc14           fedora       93 k
 cpp                       i686       4.5.1-4.fc14            fedora      3.7 M
 glibc-devel               i686       2.12.90-19              updates     968 k
 glibc-headers             i686       2.12.90-19              updates     605 k
 kernel-headers            i686       2.6.35.9-64.fc14        updates     735 k
 libgomp                   i686       4.5.1-4.fc14            fedora       74 k
 libmpc                    i686       0.8.1-1.fc13            fedora       45 k
 perl                      i686       4:5.12.2-140.fc14       updates      11 M
 perl-Module-Pluggable     noarch     1:3.90-140.fc14         updates      38 k
 perl-Pod-Escapes          noarch     1:1.04-140.fc14         updates      31 k
 perl-Pod-Simple           noarch     1:3.13-140.fc14         updates     210 k
 perl-libs                 i686       4:5.12.2-140.fc14       updates     612 k
 perl-threads              i686       1.81-1.fc14             fedora       47 k
 perl-threads-shared       i686       1.32-140.fc14           updates      50 k
 ppl                       i686       0.10.2-10.fc12          fedora      1.1 M
Aggiornamenti per dipendenze:
 glibc                     i686       2.12.90-19              updates     4.3 M
 glibc-common              i686       2.12.90-19              updates      14 M

Riepilogo della transazione
================================================================================
Install      18 Package(s)
Upgrade       2 Package(s)

Dimensione totale del download: 59 M
Download dei pacchetti:
Setting up and reading Presto delta metadata
fedora/prestodelta                                       |  92 kB     00:00     
updates/prestodelta                                      | 343 kB     00:00     
Processing delta metadata
Download delta size: 11 M
(1/2): glibc-2.12.90-17_2.12.90-19.i686.drpm             | 963 kB     00:00     
(2/2): glibc-common-2.12.90-17_2.12.90-19.i686.drpm      |  11 MB     00:11     
Finishing rebuild of rpms, from deltarpms
<delta rebuild>                                          |  18 MB     00:15     
Presto reduced the update size by 38% (from 18 M to 11 M).
Package(s) data still to download: 41 M
(1/18): binutils-2.20.51.0.7-5.fc14.i686.rpm             | 3.5 MB     00:04     
(2/18): cloog-ppl-0.15.7-2.fc14.i686.rpm                 |  93 kB     00:00     
(3/18): cpp-4.5.1-4.fc14.i686.rpm                        | 3.7 MB     00:04     
(4/18): gcc-4.5.1-4.fc14.i686.rpm                        |  12 MB     00:12     
(5/18): glibc-devel-2.12.90-19.i686.rpm                  | 968 kB     00:01     
(6/18): glibc-headers-2.12.90-19.i686.rpm                | 605 kB     00:00     
(7/18): kernel-devel-2.6.35.6-45.fc14.i686.rpm           | 6.5 MB     00:07     
(8/18): kernel-headers-2.6.35.9-64.fc14.i686.rpm         | 735 kB     00:01     
(9/18): libgomp-4.5.1-4.fc14.i686.rpm                    |  74 kB     00:00     
(10/18): libmpc-0.8.1-1.fc13.i686.rpm                    |  45 kB     00:00     
(11/18): perl-5.12.2-140.fc14.i686.rpm                   |  11 MB     00:11     
(12/18): perl-Module-Pluggable-3.90-140.fc14.noarch.rpm  |  38 kB     00:00     
(13/18): perl-Pod-Escapes-1.04-140.fc14.noarch.rpm       |  31 kB     00:00     
(14/18): perl-Pod-Simple-3.13-140.fc14.noarch.rpm        | 210 kB     00:00     
(15/18): perl-libs-5.12.2-140.fc14.i686.rpm              | 612 kB     00:00     
(16/18): perl-threads-1.81-1.fc14.i686.rpm               |  47 kB     00:00     
(17/18): perl-threads-shared-1.32-140.fc14.i686.rpm      |  50 kB     00:00     
(18/18): ppl-0.10.2-10.fc12.i686.rpm                     | 1.1 MB     00:01     
--------------------------------------------------------------------------------
Totale                                          880 kB/s |  41 MB     00:47     
Esecuzione rpm_check_debug
Test di transazione in corso
Test di transazione eseguito con successo
Transazione in corso
  Installazione  : kernel-headers-2.6.35.9-64.fc14.i686                    1/22
  Aggiornamento  : glibc-2.12.90-19.i686                                   2/22
  Aggiornamento  : glibc-common-2.12.90-19.i686                            3/22
  Installazione  : libmpc-0.8.1-1.fc13.i686                                4/22
  Installazione  : cpp-4.5.1-4.fc14.i686                                   5/22
  Installazione  : libgomp-4.5.1-4.fc14.i686                               6/22
  Installazione  : 1:perl-Pod-Escapes-1.04-140.fc14.noarch                 7/22
  Installazione  : 1:perl-Module-Pluggable-3.90-140.fc14.noarch            8/22
  Installazione  : perl-threads-shared-1.32-140.fc14.i686                  9/22
  Installazione  : 1:perl-Pod-Simple-3.13-140.fc14.noarch                 10/22
  Installazione  : perl-threads-1.81-1.fc14.i686                          11/22
  Installazione  : 4:perl-libs-5.12.2-140.fc14.i686                       12/22
  Installazione  : 4:perl-5.12.2-140.fc14.i686                            13/22
  Installazione  : binutils-2.20.51.0.7-5.fc14.i686                       14/22
  Installazione  : ppl-0.10.2-10.fc12.i686                                15/22
  Installazione  : glibc-headers-2.12.90-19.i686                          16/22
  Installazione  : glibc-devel-2.12.90-19.i686                            17/22
  Installazione  : kernel-devel-2.6.35.6-45.fc14.i686                     18/22
  Installazione  : cloog-ppl-0.15.7-2.fc14.i686                           19/22
  Installazione  : gcc-4.5.1-4.fc14.i686                                  20/22
  Pulizia        : glibc-2.12.90-17.i686                                  21/22
  Pulizia        : glibc-common-2.12.90-17.i686                           22/22

Installato:
  gcc.i686 0:4.5.1-4.fc14          kernel-devel.i686 0:2.6.35.6-45.fc14         

Dipendenza installata:
  binutils.i686 0:2.20.51.0.7-5.fc14                                           
  cloog-ppl.i686 0:0.15.7-2.fc14                                               
  cpp.i686 0:4.5.1-4.fc14                                                       
  glibc-devel.i686 0:2.12.90-19                                                 
  glibc-headers.i686 0:2.12.90-19                                               
  kernel-headers.i686 0:2.6.35.9-64.fc14                                       
  libgomp.i686 0:4.5.1-4.fc14                                                   
  libmpc.i686 0:0.8.1-1.fc13                                                   
  perl.i686 4:5.12.2-140.fc14                                                   
  perl-Module-Pluggable.noarch 1:3.90-140.fc14                                 
  perl-Pod-Escapes.noarch 1:1.04-140.fc14                                       
  perl-Pod-Simple.noarch 1:3.13-140.fc14                                       
  perl-libs.i686 4:5.12.2-140.fc14                                             
  perl-threads.i686 0:1.81-1.fc14                                               
  perl-threads-shared.i686 0:1.32-140.fc14                                     
  ppl.i686 0:0.10.2-10.fc12                                                     

Dipendenza aggiornata:
  glibc.i686 0:2.12.90-19             glibc-common.i686 0:2.12.90-19           

Completo!


Immagine
Completata l'installazione dei requisiti è possibile inserire il disco virtuale delle Guest Additions tramite il menu Dispositivi → Immagine Installa Guest Additions….

Immagine
Se dovesse essere mostrata una finestra che chiede l'esecuzione automatica del software scegliere l'opzione Apri cartella e confermare con OK.

Immagine
Se non venisse mostrata la finestra di dialogo precedente è possibile aprire il contenuto del CD mediante il menu Risorse.

Immagine
In entrambi i casi sarà mostrato il contenuto del disco virtuale, basterà soltanto aprire la cartella per assicurarsi che il disco sia montato. Non avviare nessun file al suo interno, chiudere la finestra e tornare sul terminale precedente con l'utente root.

Sarà adesso possibile installare il pacchetto delle Guest Additions con:
Codice: Seleziona tutto
cd /media/
ls

Si potrà vedere il contenuto della cartella e una delle voci sarà quella del CD delle Guest Additions aperto in precedenza, in questo caso sarà:
Codice: Seleziona tutto
VBOXADDITIONS_3.2.12_68302

Attenzione!
Il nome del CD può cambiare da una versione all'altra, utilizzare il nome mostrato dalla risposta del comando precedente.

Codice: Seleziona tutto
cd VBOXADDITIONS_3.2.12_68302/
ls

Sarà quindi mostrato il contenuto del CD:
Codice: Seleziona tutto
32Bit        VBoxLinuxAdditions-amd64.run    VBoxWindowsAdditions.exe
64Bit        VBoxLinuxAdditions-x86.run      VBoxWindowsAdditions-x86.exe
AUTORUN.INF  VBoxSolarisAdditions.pkg
autorun.sh   VBoxWindowsAdditions-amd64.exe

I files interessati saranno VBoxLinuxAdditions-x86.run per le distribuzioni a 32 bit e VBoxLinuxAdditions-amd64.run per le distribuzioni a 64 bit.

Installiamo le Guest Additions a 32 bit con:
Codice: Seleziona tutto
Verifying archive integrity... All good.
Uncompressing VirtualBox 3.2.12 Guest Additions for Linux........
VirtualBox Guest Additions installer
Uninstalling old VirtualBox DKMS kernel modules            [  OK  ]
Building the VirtualBox Guest Additions kernel modules
Building the main Guest Additions module                   [  OK  ]
Building the shared folder support module                  [  OK  ]
Doing non-kernel setup of the Guest Additions              [  OK  ]
Starting the VirtualBox Guest Additions                    [  OK  ]
Installing the Window System drivers
Installing X.Org Server 1.9 modules                        [  OK  ]
Setting up the Window System to use the Guest Additions    [  OK  ]
You may need to restart the hal service and the Window System (or just restart
the guest system) to enable the Guest Additions.

Installing graphics libraries and desktop services componen[  OK  ]

Al termine dell'installazione uscire con exit, smontare il CD virtuale e riavviare per poter sfruttare le nuove funzionalità grafiche.

Se venisse riportato questo avviso:
Codice: Seleziona tutto
Installing the Window System drivers
Warning: unknown version of the X Window System installed.  Not installing
X Window System drivers.
Installing graphics libraries and desktop services componen[  OK  ]

Ciò indica che si sta utilizzando una versione obsoleta delle Guest Additions (ad esempio la 3.2.8 non possiede il supporto a Fedora 14) oppure una versione troppo nuova del server grafico Xorg. Si risolve semplicemente installando la versione più recente delle Guest Additions, se disponibile, dal sito ufficiale di VirtualBox.

Sin dalla ripartenza si potrà notare l'utilizzo dell'alta risoluzione nel sistema guest. Sebbene il numero delle risoluzioni grafiche sia alquanto limitato è normalmente attivato il ridimensionamento automatico del sistema guest alle dimensioni della finestra.

Questo significa che è possibile trascinare la finestra e darle le dimensioni desiderate per trovare nell'ambiente tale risoluzione grafica.

Questa funzionalità è regolabile mediante l'opzione presente nel menu Macchina → Immagine Disabilita il ridimensionamento automatico dello schermo del guest (Host+G). La stessa opzione riabiliterà la funzionalità dopo la sua disattivazione.

Col ridimensionamento automatico disattivato lo schermo del sistema guest non si adatterà alla dimensione della finestra ma rispetterà la risoluzione impostata nelle preferenze dello schermo del sistema guest.

E' inoltre possibile attivare la modalità trasparente mediante l'opzione presente nel menu Macchina →  Entra nella modalità trasparente (Host+L).
Si tratta di una funzionalità particolare che permette di vedere le finestre dell'ambiente guest all'interno dell'ambiente host.

Nella video è possibile vedere la funzionalità in azione che mostra la calcolatrice di Ubuntu Jaunty Jackalope del sistema host e quella di Fedora 14 del sistema guest, entrambi all'interno della stessa schermata.

Immagine
Per uscire dalla modalità trasparente è possibile utilizzare la combinazione di tasti Host+L oppure cliccare sull'icona Immagine per ripristinare la finestra regolare.
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda telperion » venerdì 17 dicembre 2010, 2:10

Non so se è gia stato scritto, comunque virtualizzando windows 7 32 o 64 bit (di cui ricordo bisogna possedere una licenza retail, non OEM), con l'audio della macchina virtuale settato su ICH AC97, è frequente ritrovarsi con il guest con l'audio a scatti o senza scheda audio.

É necessario scaricare e installare sul guest (w7) il pacchetto dei driver Realtek AC'97 Drivers, l'installer installa automaticamente i 32 o i 64 bit.

Realtek AC'97 Drivers for Vista/Win7 6305

una volta installati e riavviato il guest (w7), l'audio sarà perfetto.
:)
Ultima modifica di telperion il venerdì 17 dicembre 2010, 2:12, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
telperion Non specificato
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 4997
Iscrizione: luglio 2006

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda il_muflone » sabato 18 dicembre 2010, 13:10

non so se i driver che hai linkato siano gli stessi del sito realtek, se lo sono allora c'e` la sezione dedicata proprio all'audio su win7 virtualizzato
http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.ph ... 9#p3306899
http://www.muflone.com - I miei contatti e i miei progetti - La guida completa a VirtualBox
Non mandatemi messaggi privati per chiedere aiuto, li cancello senza rispondere nemmeno.
Avatar utente
il_muflone Maschile
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 18866
Iscrizione: maggio 2009
Località: Profondo sud
Distribuzione: Arch Linux x86_64
Desktop: GNOME Shell

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda telperion » sabato 18 dicembre 2010, 13:49

il_muflone ha scritto:non so se i driver che hai linkato siano gli stessi del sito realtek, se lo sono allora c'e` la sezione dedicata proprio all'audio su win7 virtualizzato
http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.ph ... 9#p3306899


Si sono gli stessi, solo che dal sito ftp di realtek si scaricano a 3kb/s e ci metti una vita.
;D
Avatar utente
telperion Non specificato
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 4997
Iscrizione: luglio 2006

Re: [Iniziativa] La guida completa alla virtualizzazione con VirtualBox

Messaggioda telperion » venerdì 24 dicembre 2010, 13:58

telperion ha scritto:Non so se è gia stato scritto, comunque virtualizzando windows 7 32 o 64 bit (di cui ricordo bisogna possedere una licenza retail, non OEM), con l'audio della macchina virtuale settato su ICH AC97, è frequente ritrovarsi con il guest con l'audio a scatti o senza scheda audio.

É necessario scaricare e installare sul guest (w7) il pacchetto dei driver Realtek AC'97 Drivers, l'installer installa automaticamente i 32 o i 64 bit.

Realtek AC'97 Drivers for Vista/Win7 6305

una volta installati e riavviato il guest (w7), l'audio sarà perfetto.
:)



Aggiornamento.
Con la versione 4 di virtualbox è disponibile il dispositivo audio HDA da selezionare nel controller audio (Intel HD Audio),
i driver raeltek ac97 non sono più necessari, e possono essere disinstallati.
Avatar utente
telperion Non specificato
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 4997
Iscrizione: luglio 2006

PrecedenteSuccessiva

Torna a Progetti della Comunità

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti registrati e 1 ospite