domanda per elettricisti, la messa a terra

Presentazione al forum e chiacchiere in libertà con la comunità. È importante leggere il regolamento all'interno e sono categoricamente vietate discussioni su politica e religione.
Regole della sezione
  • Vietate categoricamente discussioni e messaggi riguardanti politica e religione.
  • Evitare l'apertura di discussioni e sondaggi del tipo "mi sta bene questo taglio di capelli?", "che dentifricio usate?" e altre banalità simili.
  • Le discussioni che non rispettano le regole suddette, usano linguaggio e toni giudicati non adatti, saranno chiuse dal Gruppo Forum senza preavviso con eventuali provvedimenti sanzionatori.
  • Per il resto, è sempre valido il regolamento del forum.

domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda blob84 » giovedì 8 gennaio 2009, 20:14

Ciao, sapete spiegarmi praticamente come si fa la messa a terra, premetto che ho già fatto ricerche su san google e wikipedia.
Ho visto che la messa a terra si utilizza anche per i cavi coassiali per le telecamere, ma in pratica non ho capito come si fa, come si fa a collegara la calza del cavo coassiale a terra?? ???

perdonatemi se ho detto qualche sciocchezza  :-[
blob84 Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 155
Iscrizione: luglio 2007

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda roberto1 » giovedì 8 gennaio 2009, 21:32

da non esperto: la messa a terra dell'impianto elettrico di un' abitazione si fa piantando in terra un palo zincato dimensionato a seconda dell' utenza e collegando il filo giallo verde di tutto l' impianto a quel palo; il cavo coassiale ha la schermatura che finisce nel metallo dell'utilizzatore, quindi al cavo di terra gialloverde quindi attraverso il palo zincato nella nuda terra; spero di non aver capito male ciao
roberto1 Maschile
Prode Principiante
 
Messaggi: 10
Iscrizione: novembre 2007
Località: rimini
Distribuzione: ubuntu 12.04.1 LTS
Desktop: ubuntu

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda Peppermint » giovedì 8 gennaio 2009, 22:06

Prova a questo indirizzo:

http://www.electroportal.net/

di tutto e di più

Ciao
"War is Peace, Freedom is Slavery, Ignorance is Strenght "
Quando prenderemo Coscienza di ciò che veramente ci circonda solo allora potremo dirci liberi.
Avatar utente
Peppermint Maschile
Prode Principiante
 
Messaggi: 138
Iscrizione: ottobre 2007

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda runblade » venerdì 9 gennaio 2009, 12:21

Corretto come dice roberto1 e usa un cavo gialloverde di diametro non inferiore ai 4mm dalla punta alla scatola di derivazione generale. Serve per qualsiasi apparecchio elettrico (non con doppia schermatura) il cui contenitore viene sempre collegato con la massa appunto di casa. Nel caso di dispersione elettrica dell'apparecchio la tensione viene scaricata a terra e dovrebbe scatenare l'intervento dei differenziali/termici di casa...
-Pensare che i videogames possano aver condizionato le menti delle persone è come se chi avesse giocato a pac-man ora ce lo ritovassimo in un ambiente buio, al suono di musica tecno, che gira attorno la pista e continuamente si impasticca...
-Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza
Avatar utente
runblade Maschile
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 298
Iscrizione: aprile 2007
Località: Soave

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda kommos » venerdì 9 gennaio 2009, 12:38

Codice: Seleziona tutto
differenziali/termici di casa..

errore.Scatta il salvavita.
il termico ed il differenziale serve solo per tutelare l'impianto ed le varie utenze.Non è adatto per tutelare la vita delle persone.Solo per questioni di "tempi"
il paletto va messo in un area segnala ed ubicata.Se una persona si avvicina troppo ed in quel momento il paletto sta scaricando può essere sottoposto ad una tensione detta "tensione di passo." che è abbastanza pericoloso.
Cmq la messa a terra si trova negli elettodomestici dove la carcassa metallica è molto presente.
Tipo lavatrice no televisore...eppoi dove la tensine è maggiore di 220V.Non nelle utenze a bassa tensione 24V.
è uno spreco di cavo(soldini) l'uso dell'impianto di terra per un circuito di telecamere...almeno che non e pensato per scaricare a terra eventuli scariche di fulmini.
ho una copia di windows!!
S'èè....ma và vìriri runnè gnuniata..sarà tutta inpruvulazzata.
Avatar utente
kommos Non specificato
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 705
Iscrizione: giugno 2008

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda blob84 » venerdì 9 gennaio 2009, 12:40

runblade ha scritto:Corretto come dice roberto1 e usa un cavo gialloverde di diametro non inferiore ai 4mm dalla punta alla scatola di derivazione generale. Serve per qualsiasi apparecchio elettrico (non con doppia schermatura) il cui contenitore viene sempre collegato con la massa appunto di casa. Nel caso di dispersione elettrica dell'apparecchio la tensione viene scaricata a terra e dovrebbe scatenare l'intervento dei differenziali/termici di casa...


Ho 2 telecamere con 2 cavi coassiali sospesi da terra che arrivano in una scatola che fungono da prese rca e che sono collegati al monitor.
Devo utilizzare un cavo gialloverde e collegarlo alla punta del cavo coassiale fino a dove sta il contatore?
blob84 Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 155
Iscrizione: luglio 2007

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda kommos » venerdì 9 gennaio 2009, 12:50

Codice: Seleziona tutto
Devo utilizzare un cavo gialloverde e collegarlo alla punta del cavo coassiale fino a dove sta il contatore?

il contatore serve per calcolare la tensione usata.
in questo caso la messa a terra dovrebbe servire per eventuli scariche.allaccialo ad un filo giallo verde che già esistente nel magazzino o ufficio...
eppoi il filo giallo verde va collegato alla carcassa...se è pensato come messa a terra...non l'hai lo schema dell'impiato?
ho una copia di windows!!
S'èè....ma và vìriri runnè gnuniata..sarà tutta inpruvulazzata.
Avatar utente
kommos Non specificato
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 705
Iscrizione: giugno 2008

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda runblade » venerdì 9 gennaio 2009, 14:40

kommos ha scritto:
Codice: Seleziona tutto
differenziali/termici di casa..

errore.Scatta il salvavita.
il termico ed il differenziale serve solo per tutelare l'impianto ed le varie utenze.Non è adatto per tutelare la vita delle persone.Solo per questioni di "tempi"
il paletto va messo in un area segnala ed ubicata.Se una persona si avvicina troppo ed in quel momento il paletto sta scaricando può essere sottoposto ad una tensione detta "tensione di passo." che è abbastanza pericoloso.
Cmq la messa a terra si trova negli elettodomestici dove la carcassa metallica è molto presente.
Tipo lavatrice no televisore...eppoi dove la tensine è maggiore di 220V.Non nelle utenze a bassa tensione 24V.
è uno spreco di cavo(soldini) l'uso dell'impianto di terra per un circuito di telecamere...almeno che non e pensato per scaricare a terra eventuli scariche di fulmini.



Mi sapresti spiegare la differenza tra salvavita e differenziale?
PS: differenziali/termici-> nel caso non avesse uno dei due...
Se si tratta di impianti fatti prima della metà degli anni 70 è probabile che ci siano ancora gli interrutori generali a fusibili.

Come indicato da Peppermint:
http://www.electroportal.net/vis_resour ... isp&id=382
Ocio che quella del cavo coassiale credo che sia la massa elettronica tra la telecamera e l'apparato ricevente. Non ha nulla a che fare con la massa a terra dell'edificio.
Fatto salvo per alcune viti o faston con il simbolo di massa presenti sullo chassis della telecamera/apparato fatti per la sicurezza, e questi vanno collegati con la massa a terra dell'edificio.
Ocio che se ti installi da solo la puntazza per fare la massa a terra poi questa andrebbe misurata con un apposito Ohmetro che solitamente hanno in dotazione gli elettricisti. Serve a verificare l'efficenza della dispersione. Nel caso la sua efficenza fosse inferiore a quanto prescritto dalle norme CEI ne vanno piantate e collegate n fino a quando raggiungono il valore in Ohm necessario.
Ultima modifica di runblade il venerdì 9 gennaio 2009, 15:08, modificato 1 volta in totale.
-Pensare che i videogames possano aver condizionato le menti delle persone è come se chi avesse giocato a pac-man ora ce lo ritovassimo in un ambiente buio, al suono di musica tecno, che gira attorno la pista e continuamente si impasticca...
-Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza
Avatar utente
runblade Maschile
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 298
Iscrizione: aprile 2007
Località: Soave

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda kommos » venerdì 9 gennaio 2009, 23:16

Codice: Seleziona tutto
Mi sapresti spiegare la differenza tra salvavita e differenziale?


allora il differenziale a tempi di risposta molto alti,quindi non è adatto per evitare che la corrente nel corpo possa fare danni.Ed e gestita se non ricordo male da una scheda elettronica.
Il salvavita è un toroide(ma forse non è un toroide...) quadrato.Dove hai lati dei due quadrati abbiano due avvolgimenti che vengono avvolti in senzo contrario.
Queste due bobine producono lo stesso campo magnetico...quindi si annullano a vicenda.
Ma appena un qualcosa scarica a massa una delle 2 bobine varia il proprio campo magnetico procendo uno squilibrio magnetico.Questo squilibrio provoca l'apertura del circuito.
Si può capire  che è molto sensibile...quindi riesce a rilevare correnti di pochi milliAmper.
Tutta  questa sensibilità perche?Perche bastano meno di 100mA(valore sovrastimato perchè molto inferiore ma non ricordo di preciso....forse e 30mA) per ammazzare un uomo...
Occhi però...100 mA non parlo di tensione...eppoi dalla legge V=RI la corrente dipende dalla tensione e dalla resiste del corpo umano....che dipende da molte variabili,sudore,piedi scalzi,piedi immersi in acqua etc
Ecco perche c'e un abisso dal differenziale e dal salvaVita.
Il termico sono 2 lamine con differente coefficiente di dilatazione.Lentissimo  il suo intervento ecco perche si mette sui motori..idem i fusibili che interrrompono i circuiti per fusione del coduttore(effetto joule).
dovrei aver risposto alle tue curiosità...
Ultima modifica di kommos il venerdì 9 gennaio 2009, 23:27, modificato 1 volta in totale.
ho una copia di windows!!
S'èè....ma và vìriri runnè gnuniata..sarà tutta inpruvulazzata.
Avatar utente
kommos Non specificato
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 705
Iscrizione: giugno 2008

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda runblade » sabato 10 gennaio 2009, 22:35

@kommos:
http://it.wikipedia.org/wiki/Interruttore_differenziale
Conferma quanto pensavo ovvero il salvavita non è altro che un interruttore differenziale...  (ot)
-Pensare che i videogames possano aver condizionato le menti delle persone è come se chi avesse giocato a pac-man ora ce lo ritovassimo in un ambiente buio, al suono di musica tecno, che gira attorno la pista e continuamente si impasticca...
-Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza
Avatar utente
runblade Maschile
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 298
Iscrizione: aprile 2007
Località: Soave

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda kommos » sabato 10 gennaio 2009, 23:17

ho ripreso il manuale cremonese.
il salvavita domestico e molto piu sensibile e veloce.
sempe differenziale è..
in gergo comune il differenziale domestico viene chiamato salvavita.
ho confuso il con l'interrutore maghetotermici-differenzali.
Ultima modifica di kommos il sabato 10 gennaio 2009, 23:22, modificato 1 volta in totale.
ho una copia di windows!!
S'èè....ma và vìriri runnè gnuniata..sarà tutta inpruvulazzata.
Avatar utente
kommos Non specificato
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 705
Iscrizione: giugno 2008

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda kibex » domenica 11 gennaio 2009, 11:26

Salve,
per quanto riguarda il coax delle telecamere NON deve essere collegato all'impianto di terra perchè potenzialmente la telecamera stessa verrebbe danneggiata in caso di sovratensioni sull'impianto stesso(immaginate un fulmine che scarica su una struttura dell'edificio dove è installata questa telecamera collegata a terra attraverso la calza del cavo coassiale).
Se hai telecamere a bassa tensione di tipo continuo , il problema non si dovrebbe presentare perchè le alimentazioni delle telecamere e degli apparecchi quali dvr e monitor fanno parte di due o più circuiti differenti. Se proprio vuoi fare le cose al massimo della sicurezza dovresti mettere a terra solo lo chassis e quindi le parti metalliche non a contatto diretto con il circuito caldo della telecamera. Spero di essere stato d'aiuto.
Avatar utente
kibex Non specificato
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 533
Iscrizione: gennaio 2009

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda mattaglia » martedì 13 gennaio 2009, 0:43

Ragazzi che casino, se riesco cerco di fare un po' di ordine:

1) L'impianto di terra serve per la sicurezza delle persone e deve essere coordinato con l'iterruttore differenziale detto anche "salva vita". Il concetto di "messa a terra" va di pari passo al concetto di equipotenzialità: tutte le masse estranee ad un circuito elettrico vanno messe allo stesso potenziale. Se non c'è differenza di potenziale non c'è circolazione di corrente quindi dalla messa a terra non torna indietro un bel fico secco. I casi in cui bruciano le schede elettroniche sono da ricondurre alle sovratensioni che si verificano in un circuito elettrico e sono tensioni "di fase".

2) L'interruttore magnetotermico (di solito abbinato al differenziale) serve per proteggere le macchine elettriche dal sovraccarico e dal corto circuito.

Un esempio di sovraccarico è il seguente: se alimentiamo un motore e teniamo fermo il suo albero rotante dopo un po' il motore brucia, se esiste un interruttore (relè) termico, invece, il circuito che alimenta il motore viene interrotto ed il motore non fonde.

Il corto circuito è noto a quasi tutti: se la resistenza di un tosta pane perde le sue caratteristiche si ha un collegamento tra una fase ed il neutro e quindi un corto. La protezione per il corto circuito è detta "magnetica".

Tornando al cavo schermato della telecamera la schermatura nei cavi di segnale serve per evitare che il segnale video sia disturbato dalle onde elettromagnetiche normalmente presenti nell'ambiente. Per tale ragione la schermatura va collegata a terra. Normalmente non vi è la possibilità che il circuito elettronico della telecamera si danneggi per una scarica a terra perchè il sistema di alimentazione prevede la separazione della "terra" dall'elettronica della telecamera.

Come esempio prendiamo il computer: il case è metallico e l'alimentatore ha il polo di terra; la piastra madre e gli altri componenti sono a terra tramite il circuito secondario dell'alimentatore (5 V) che è elettricamente separato dal primario a 220 V. Per evitare che si bruci l'elettronica si possono utilizzare gli scaricatori di sovratensione. Ne esistono anche per gli impianti civili e "tagliano" i picchi di tensione. Io per esempio li ho collegati a monte delle prese a spina che alimentano TV, stereo, PC ecc.

Spero di essere stato utile. Buona notte (z) (z) (z) (z)

 
Satellite S1800-712
Avatar utente
mattaglia Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 14
Iscrizione: novembre 2008

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda runblade » martedì 13 gennaio 2009, 11:03

mattaglia ha scritto:Ragazzi che casino, se riesco cerco di fare un po' di ordine:
...
Tornando al cavo schermato della telecamera la schermatura nei cavi di segnale serve per evitare che il segnale video sia disturbato dalle onde elettromagnetiche normalmente presenti nell'ambiente. Per tale ragione la schermatura va collegata a terra. Normalmente non vi è la possibilità che il circuito elettronico della telecamera si danneggi per una scarica a terra perchè il sistema di alimentazione prevede la separazione della "terra" dall'elettronica della telecamera.
...


La calza del cavo che va dalla telecamera a l'apparato ricevente collegata con la massa a terra dell'edificio?? :o  ::)  ???
-Pensare che i videogames possano aver condizionato le menti delle persone è come se chi avesse giocato a pac-man ora ce lo ritovassimo in un ambiente buio, al suono di musica tecno, che gira attorno la pista e continuamente si impasticca...
-Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza
Avatar utente
runblade Maschile
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 298
Iscrizione: aprile 2007
Località: Soave

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda micio » martedì 13 gennaio 2009, 13:52

Mi sa che fate un po' di confusione tra massa e messa a terra .
La massa in un circuito a corrente continua corrisponde solitamente al negativo dell'alimentazione.
Una calza metallica in un cavo audio o TV e' collegata a massa per schermare da disturbi elettromagnetici.
La messa a terra e' quella propia dell'impianto elettrico di casa .. ci sono calcoli ben definiti per la dimensione della puntazza (si chiama cosi')  da inserire nel terreno protetta da un pozzetto.
le dimensioni e la profondita' e la sezione dei cavi sono determinati da vari fattori (tipo di terreno , umidita', potenze in gioco).
Alcune volte all'interno del contenitore (se e' metallico) dell'apparecchiatura la messa a terra e la massa sono collegate, non sempre e' un bene sia per sicurezza sia perche' e' facile catturare ronzio o disturbi a 50 Hz nei circuiti audio video.

(b2b)
Avatar utente
micio Non specificato
Prode Principiante
 
Messaggi: 202
Iscrizione: maggio 2007

Re: domanda per elettricisti, la messa a terra

Messaggioda runblade » martedì 13 gennaio 2009, 14:44

micio ha scritto:Mi sa che fate un po' di confusione tra massa e messa a terra


Cominciate a indicare chiaramente chi fa confusione...
E tra coloro mi escluderi assieme a Kibex...
Mi autocito:

runblade ha scritto:Come indicato da Peppermint:
http://www.electroportal.net/vis_resour ... isp&id=382
Ocio che quella del cavo coassiale credo che sia la massa elettronica tra la telecamera e l'apparato ricevente. Non ha nulla a che fare con la massa a terra dell'edificio.
Fatto salvo per alcune viti o faston con il simbolo di massa presenti sullo chassis della telecamera/apparato fatti per la sicurezza, e questi vanno collegati con la massa a terra dell'edificio.
Ocio che se ti installi da solo la puntazza per fare la massa a terra poi questa andrebbe misurata con un apposito Ohmetro che solitamente hanno in dotazione gli elettricisti. Serve a verificare l'efficenza della dispersione. Nel caso la sua efficenza fosse inferiore a quanto prescritto dalle norme CEI ne vanno piantate e collegate n fino a quando raggiungono il valore in Ohm necessario.


micio ha scritto:Alcune volte all'interno del contenitore (se e' metallico) dell'apparecchiatura la messa a terra e la massa sono collegate, non sempre e' un bene sia per sicurezza sia perche' e' facile catturare ronzio o disturbi a 50 Hz nei circuiti audio video.

Vero, succede se la massa a terra (o la messa a terra come si vuole dire) non è ottimale per questo serve misurarla...
Ultima modifica di runblade il martedì 13 gennaio 2009, 14:58, modificato 1 volta in totale.
-Pensare che i videogames possano aver condizionato le menti delle persone è come se chi avesse giocato a pac-man ora ce lo ritovassimo in un ambiente buio, al suono di musica tecno, che gira attorno la pista e continuamente si impasticca...
-Non discutere mai con un idiota: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza
Avatar utente
runblade Maschile
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 298
Iscrizione: aprile 2007
Località: Soave


Torna a Bar Sport

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: Yahoo [Bot] e 1 ospite