Pagina 56 di 57

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: giovedì 4 giugno 2020, 13:48
da PC ZERO
PC ZERO ha scritto:
giovedì 14 maggio 2020, 8:58
Sto continuando a leggere con molta pesantezza Excel Saga
Immagine
Sono quasi a metà dei 27 volumi e devo dire che oramai ha preso una piega diversissima dall'anime che ricordavo.
Intanto mancano tutte le sottotrame che si riferivano a personaggi secondari come Pedro, Nabeshin, la volontà dell'universo, i puchuu (quei cosi pucciosi simili a criceti), quell'uomo, eccetera.
La storia si concentra solo sul gruppetto femminile comandato da Il Palazzo (non duo perché c'é un'aggiunta oltre a frattaglia) ed il gruppo di impiegati del Dr. Kabapu che sono in rivalità.
Ma il tutto non è sempre assurdo e spensierato, molti discorsi sono logorroici, astrusi, certe cose sono intriganti ed altre lasciano veramente perplesse...io metto lo spoiler in caso..
Spoiler
Mostra
-Il palazzo è meno cogl.. di quello che sembra
- Excel ed Il palazzo hanno perso la memoria e la conquista del mondo che considerano corrotto ha un senso ma ovviamente non se lo ricordano
- Il Dr. Kabanpu conosce il passato de Il palazzo ma si tiene la storia per sé
- Il professore che ha creato le due Ropponmatsu è un pedofilo, ha costruito il laboratorio davanti ad un paco giochi e passa tutte le sue mattine ad osservare le bambine e tentare di adescarle... :congiuntivite:
- Sua madre invece è una milfona ringiovanita e sua cugina milf pure lei ci sta a provà con lui
- In una parte della storia Excel e le altre finiscono in povertà e constrette a dormire sotto un ponte, dentro una casa fatta coi cartoni ed inseguite da un branco di cani randagi perché sentono l'odore del sangue di Hyatt che muore in continuazione
Vabbé, finito pure sto manga...due sole parole: Delirio puro. :sisi:
La trama quando sembra una cazzata invece ti costringe a ragionare (tipo i mille piani di conquista del mondo hanno effettivamente un senso logico), quando sembra che devi ragionare per capire i loro discorsi alla fine è una cazzata.
Alla fine fa meno ridere dell'anime, ma è molto più contorto...il finale è qualcosa di...boh! :asd:

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: sabato 6 giugno 2020, 8:25
da steff
Immagine

Giorgio Fontana "Prima di noi"

Sono adesso negli anni 60, scioperi, comunisti e frigoriferi che arrivano nelle case.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: mercoledì 17 giugno 2020, 19:28
da Bubu
Con tutto il casino che sta succedendo con Black Lives Matter mi è venuta voglia di rileggere Uomini d'Arme di Pratchett, dato che uno dei cardini del romanzo sono i pregiudizi razziali.
Terry Pratchett aveva affrontato l'argomento con la solita intelligenza (e cattiveria) che lo contraddistingueva, tanto di cappello (da magGo).

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: giovedì 18 giugno 2020, 19:53
da vaeVictis
dsc_3317-ax-red.jpg

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: martedì 23 giugno 2020, 1:40
da Bubu
"La figlia modello" di Karin Slaughter.
Droga su carta stampata, l'ho iniziato oggi pomeriggio e sono arrivato a pagina 372 senza accorgermene.
Dev'essere anche l'assenza di quel gatto nero di Sara Linton, insopportabile personaggio ricorrente dell'autrice.

Sintesi rapida senza spoiler:
  • inizio che oooooh, dio no, no, no
  • Corna, gente che zéba sui pick up
  • Dr. Pepper
  • Old Spice
  • Bandiere confederate
  • Bifolchi, bifolchi ovunque
  • Oh, no, non di nuovo l'inizio per carità, ridatemi piuttosto l'eclissi di Berserk, ma non questo
  • In Georgia è meglio non essere neri
  • In Georgia è meglio non essere donne
  • Offerta di mugoloni in segno di pace (e non mi riferisco al ristorante nei pressi di Piazza del Campo a Siena)
  • Abusi sessuali
Al solito, come da segno distintivo dell'autrice, possiamo intuire il posizionamento dei personaggi all'interno della storia dalla loro altezza.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: giovedì 13 agosto 2020, 17:20
da noel80
Tolto il dispaccio dal libro di Dickson, finalmente mi sembra di respirare di nuovo con qualcosa di carino, dalla sci-fi che mi piace: Agente del Caos di Norman Spinrad.
https://www.goodreads.com/book/show/188 ... e-del-caos
Fa' troppo strano che il protagonista in ogni caso e' Boris Johnson lol.

Ho ordinato l'ultimo libro della Durastanti, per iniziar a leggere un po' di realta' pure.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: venerdì 14 agosto 2020, 18:15
da runblade
Ustica&Bologna. Attacco all'Italia
di Paolo Cucchiarelli
https://books.google.it/books/about/Ust ... edir_esc=y

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: venerdì 14 agosto 2020, 21:17
da PC ZERO
Uchu kyoudai - fratelli nello spazio

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: lunedì 24 agosto 2020, 4:20
da saxtro
noel80 ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 10:13
saxtro ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 4:07
noel80 ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 15:24
...
L'ultimo che ho finito (bellissimo) e' "La Proposta" di Nini Filastro' ...
Non conosco questo autore (è questo giusto? https://www.libreriauniversitaria.it/pr ... 8842901518).
Ti farò sapere, grazie della segnalazione.
...
Letto. Mi è piaciuto.
Nonostante la trama sembrasse scontata dati i commenti letti prima della lettura, devo ammettere che è riuscito a sorprendermi.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: domenica 27 settembre 2020, 21:37
da neolinux
Content marketing: Conti Luca e Carriero Cristiano 2019
Non sono del settore per cui in più punti l'ho trovato assai ripetitivo, comunque interessante anche se per il momento non lo userò, l'ho comprato per capire meglio come funziona la rete, così ho capito che gli script non li mettono i soliti nomi noti, ma anche tanti negozi online che li vogliono.

Quindi quando si parla di privacy in realtà è troppo poco accusare i soliti noti, c'è una marea di piccoli siti poco noti che sono di fatto succursali spioni consapevoli dei grandi (se pagano i grandi per spiare i clienti sono consapevoli, anche se accettano funzioni parzialmente gratuite).

Se tutti questi clienti paganti abbandonassero i grandi monopolisti della rete, questi colossi da soli sparirebbero in breve tempo, non è solo pubblicità da inserzione ma una marea di servizi legati alla pubblicità e al monitoraggio - sondaggio spesso inconsapevole dei clienti singoli finali.

Molto nutrita ovviamente la parte degli influencer, di fatto agenzie pubblicitarie mascherate come una sorta di testa giornalistica specializzata in un settore, così uno pensa di informarsi da questi canali che in realtà nascondono o peggio minimizzano potenziali concorrenti dei propri sponsor occulti.

EDIT: immaginavo qualcosa ma non credevo che fosse così venduta buona parte della rete.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: lunedì 28 settembre 2020, 10:25
da DoctorStrange
Io ho cominciato "Dieci piccoli indiani - Agatha Christie". Ho interrotto la saga della Torre Nera di King. Ma già mi manca

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: lunedì 28 settembre 2020, 19:39
da steff
Il nuovo Strike, appena finito, ma devo rileggere gli ultimi capitolo che ho dovuto sorvolare per la tensione.
Questo Harry-Potter-sensazione è sempre garantita. Però la Rowling ha decisamente una preferenza per il morboso e peggio.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: mercoledì 30 settembre 2020, 9:53
da ivantu
Appena iniziato Stupidi e contagiosi

https://www.ibs.it/stupidi-contagiosi-l ... 8860446640

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: mercoledì 30 settembre 2020, 20:11
da Janvitus
Immagine

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: sabato 3 ottobre 2020, 15:01
da vaeVictis
Io mi sto rinfrescando la memoria leggendo
Giù nel Cyberspazio
Neuromante
La notte che bruciammo Chrome
di William Gibson.
In attesa che a novembre esca un gioco che aspetto da 24 anni.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: giovedì 8 ottobre 2020, 21:05
da Zombie17
https://www.amazon.it/gp/aw/d/B00C9US6B ... 8&qid=&sr=

Il collezionista di ossa, Deaver, era un bel po' che volevo iniziare qualche lettura spensierata e che nello specifico volevo ripercorre il ciclo di Rhyme che mi era rimasto in testa da anni.

E finalmente mi son deciso

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: sabato 17 ottobre 2020, 14:58
da saxtro
Ho da poco letto "Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole" di Vera Gheno.

Quello che io ho colto come succo:
Siccome termini come Ministro, Sindaco, etc. etc. sono classificati come "s.m.", deve esistere anche il femminile, inutilizzato perchè le donne non ricoprivano alcuni ruoli. E siccome al giorno d'oggi le donne ricoprono ruoli che in passato non avevano ricoperto, è corretto utilizzare il femminile. Questo pensiero è stato avallato da molti, nei moderni dizionari questi femminili sono citati esplicitamente.

Ora io mi chiedo, se i termini rivolti a figure istituzionali, che noi di una certa non abbiamo mai usato al femminile, fossero stati classificati in passato come "Sostantivi alla greca moderni" (il pediatra, la pediatra - il musicista, la musicista, etc. etc.), esisterebbe questo dibattito oggi? (sull'uso dei femminili singolari)

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: sabato 17 ottobre 2020, 15:21
da DoctorStrange
saxtro ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 14:58
Ho da poco letto "Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole" di Vera Gheno.

Quello che io ho colto come succo:
Siccome termini come Ministro, Sindaco, etc. etc. sono classificati come "s.m.", deve esistere anche il femminile, inutilizzato perchè le donne non ricoprivano alcuni ruoli. E siccome al giorno d'oggi le donne ricoprono ruoli che in passato non avevano ricoperto, è corretto utilizzare il femminile. Questo pensiero è stato avallato da molti, nei moderni dizionari questi femminili sono citati esplicitamente.

Ora io mi chiedo, se i termini rivolti a figure istituzionali, che noi di una certa non abbiamo mai usato al femminile, fossero stati classificati in passato come "Sostantivi alla greca moderni" (il pediatra, la pediatra - il musicista, la musicista, etc. etc.), esisterebbe questo dibattito oggi? (sull'uso dei femminili singolari)
Interessante il tuo dubbio. A me sinceramente risulta che non sia mai esistita la parola sindacA, inteso come sostantivo femminile. Mi risulta che esista solo sindacO. Sostantivo maschile. Infatti Virginia Raggi, donna, è il sindacO di Roma. Non la sindacA. Come molti si ostinano a dire.

Questa non vuole essere una violenza di genere, ma semplicemente una comune regola della grammatica.

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: sabato 17 ottobre 2020, 15:57
da noel80
saxtro ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 14:58
Ho da poco letto "Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole" di Vera Gheno.

Quello che io ho colto come succo:
Siccome termini come Ministro, Sindaco, etc. etc. sono classificati come "s.m.", deve esistere anche il femminile, inutilizzato perchè le donne non ricoprivano alcuni ruoli. E siccome al giorno d'oggi le donne ricoprono ruoli che in passato non avevano ricoperto, è corretto utilizzare il femminile. Questo pensiero è stato avallato da molti, nei moderni dizionari questi femminili sono citati esplicitamente.

Ora io mi chiedo, se i termini rivolti a figure istituzionali, che noi di una certa non abbiamo mai usato al femminile, fossero stati classificati in passato come "Sostantivi alla greca moderni" (il pediatra, la pediatra - il musicista, la musicista, etc. etc.), esisterebbe questo dibattito oggi? (sull'uso dei femminili singolari)
Scusa ma perche' se si dice il/la musicista, non si puo' dire il/la sindaco, il/la ministro? Alcuni termini risulterebbero persino altisonanti..

@vaeVictis: l' avevo gia' postato, comunque di Gibson avevo letto solo "Inverso", ma come vedo l' avete citato spesso, me li guardero' senz' altro; grazie.

Di fantascienza ne sto leggendo diversi, ma quello che mi ha appassionato maggiormente al momento e' https://it.wikipedia.org/wiki/Poul_Anderson

Tra le cose piu' belle, in tema, non posso non citare:
Immagine

Re: Cosa state leggendo?

Inviato: sabato 17 ottobre 2020, 16:18
da saxtro
noel80 ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 15:57
saxtro ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 14:58
Ho da poco letto "Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole" di Vera Gheno.

Quello che io ho colto come succo:
Siccome termini come Ministro, Sindaco, etc. etc. sono classificati come "s.m.", deve esistere anche il femminile, inutilizzato perchè le donne non ricoprivano alcuni ruoli. E siccome al giorno d'oggi le donne ricoprono ruoli che in passato non avevano ricoperto, è corretto utilizzare il femminile. Questo pensiero è stato avallato da molti, nei moderni dizionari questi femminili sono citati esplicitamente.

Ora io mi chiedo, se i termini rivolti a figure istituzionali, che noi di una certa non abbiamo mai usato al femminile, fossero stati classificati in passato come "Sostantivi alla greca moderni" (il pediatra, la pediatra - il musicista, la musicista, etc. etc.), esisterebbe questo dibattito oggi? (sull'uso dei femminili singolari)
Scusa ma perche' se si dice il/la musicista, non si puo' dire il/la sindaco, il/la ministro? Alcuni termini risulterebbero persino altisonanti..

...
Tecnicamente, non si può dire "La Sindaco", perchè sindaco è classificato come s.m., termini come pediatra sono invece classificati come s.m e f.

In origine, c'era l'influenza del neutro latino, che è andato perso nell'italiano.

La vera domanda è: questa battaglia per far entrare nell'uso comune parole come Ministra, SIndaca, etc. etc., avrebbero ancora senso se i linguisti del passato avessero classificato queste parole con "s.m. e f. termine originariamente neutro, di orgine latina/greca etc. etc."?