[Risolto] Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Problemi riscontrati durante l'installazione di Ubuntu, degli aggiornamenti e degli avanzamenti del sistema.

[Risolto] Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda .:matteo:. » lunedì 12 marzo 2018, 22:48

Ciao a tutti.
Non sono un nuovo utente Linux, anzi. Sono un po' "datato" e quindi ho bisogno del vostro aiuto per installare Ubuntu (una sua derivata da decidere) sul mio laptop che monta una SSD da 256GB con installato Win10. Dato che non ho mai eseguito una installazione del genere con partizione EFI, prima di far danni vorrei avere dei pareri esperti. Vi allego le partizioni per come le vedere il gestore dischi di Windows. Come potete vedere ho:
  • la partizione EFI
  • la partizione con il sistema windows
  • una partizione indicata come "di ripristino" anche se mi sembra troppo piccola per essere realmente la recovery di Win
  • una partizione che utilizzo per i miei dati
  • infine una partizione di cui ignoravo l'esistenza, che però come dimensioni mi sembra compatibile con un eventuale recovery
La cosa strana è che da Win vedo solo la partizione C: e D:, vale a dire OS e Dati, quella in fondo al disco non risulta.

Immagine

Quello che mi piacerebbe ottenere:
  • dual boot
  • mantenere la partizione C: così com'è e la partizione data D: ridimensionata per far spazio a Linux
  • vorrei evitare di corrompere Windows, ma avendo partizioni separate credo di essere al sicuro
  • piallerei i 15GB di recovery (o qualsiasi cosa sia) e un po' di GB dalla partizione dati, per un totale di max 50 GB, per installarci Linux
  • Linux su questo PC mi serve per programmare, non ho necessità di avere molto spazio su disco, quanto più un SO stabile e leggero, movito per cui per farla semplice al posto della partizione in fondo al disco ci metterei una partizione ext4 che faccia da / e /home

Dunque sorgono le seguenti domande
  • durante il partizionamento manuale, come gestisco la partizione EFI?
  • Ho 8GB di RAM ma per fare analisi dati non escludo la necessità di swap. Che faccio? creo una partizione o uso (non so come si configura) un file di swap? Avendo un SSD non mi aspetto delle prestazioni penalizzanti in assenza di partizione dedicata allo swap
  • sempre in ottica manutenzione SSD leggevo della necessità di overprovisioning, dovrei lasciare dello spazio vuoto, non so se tra ogni partizione o solo a fine disco, il concetto non mi è chiarissimo. In tal caso di che dimensioni mi consigliate di lasciare questo spazio non allocato. Su un SSD di 4 anni circa, di cui mi son sempre fregato di questo fattore, ne vale la pena?

Grazie a tutti per l'aiuto, non volevo dilungarmi ma puntavo ad essere preciso =)
Specifiche PC: Asus N550LF + SSD Samsung EVO 850
Allegati
Cattura.PNG
Ultima modifica di trekfan1 il giovedì 22 marzo 2018, 22:27, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Non serve il tutto maiuscolo per il [Risolto], grazie
.:matteo:.
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1502
Iscrizione: gennaio 2012
Desktop: XFCE 4.12 / MATE 1.20
Distribuzione: Xubuntu 16.04 / Ubuntu MATE 18.04
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda willy54 » martedì 13 marzo 2018, 1:01

La partizione Efi è preferibile non toccarla manualmente , se installi Ubuntu, dovrai installarlo in modalità uefi e sarà l'installer a gestire la partizione Efi, l'ultima partizione è lasciata vuota di proposito, serve per i dischi SSD per gestire gli eventuali settori danneggiati. Personalmente la lascerei come è anche in considerazione che il SSD comincia ad essere un po datato , anche se a danneggiarlo non sono gli anni , ma i cicli di lettura e scrittura. Per una buona distribuzione So linux sono sufficienti 20-30 gb che ricaverei tutti dal disco D: .
Importante che tu faccia la riduzione della partizione da gestione disco di Windows onde prevenire danni a windows stesso.
Ricordati di disattivare da windows L'Avvio Veloce se hai problemi in questa discussione hai come trovarlo da Bios dovrai disabilitare il Secure Boot per avviare da chiavetta o da Dvd , la chiavetta o il Dvd ti consiglio di farlo con Rufus selezionando come da immagine .

Edit: la swap se installi Ubuntu 17.10 puoi ometterla crea come windows un file di swap. L'immagine è relativa alla chiavetta.
Allegati
Rufus.png
Rufus.png (4.79 KiB) Visualizzato 672 volte
Toshiba Satellite A660 11M Intel® Core™ i7 CPU Q 720 @ 1.60GHz × 8 hd 500 gb ram 4 Gb : Win7 - Win10 - Ubuntu 18.04 LTS - Kubuntu 18.04 LTS - - VisualBasic 2008 su Win7
Una cortesia per favore per chi cerca di aiutarvi, quando la soluzione è trovata, mettete il [Risolto] sul primo post, la discussione può aiutare altri.
Avatar utente
willy54
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 827
Iscrizione: dicembre 2017
Località: Castell'Alfero (AT)
Desktop: Xorg, Plasma
Distribuzione: Ubuntu, Kubuntu 18.04 x86_64
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda .:matteo:. » martedì 13 marzo 2018, 10:13

willy54 Immagine ha scritto:La partizione Efi è preferibile non toccarla manualmente , se installi Ubuntu, dovrai installarlo in modalità uefi e sarà l'installer a gestire la partizione Efi, l'ultima partizione è lasciata vuota di proposito, serve per i dischi SSD per gestire gli eventuali settori danneggiati. Personalmente la lascerei come è anche in considerazione che il SSD comincia ad essere un po datato , anche se a danneggiarlo non sono gli anni , ma i cicli di lettura e scrittura. Per una buona distribuzione So linux sono sufficienti 20-30 gb che ricaverei tutti dal disco D: .
Importante che tu faccia la riduzione della partizione da gestione disco di Windows onde prevenire danni a windows stesso.

Grazie per le delucidazioni, hai ridotto notevolmente i miei dubbi. Quindi pensavo di fare la seguente cosa:
  • Da Windows riduco la partizione D:
  • Da live Ubuntu con gParted creo partizione ext4 (dovrebbe essermi concessa un'altra partizione primaria)
Per gestire al meglio l'SSD pensavo:
  • Circa la partizione vuota in fondo al disco, non so se sia meglio eliminarla e lasciare quei 15gb di spazio non allocato oppure tenerla formattata (e in che formato)
  • circa lo spazio da dare a Linux, Ubuntu richiederebbe 25GB (da wiki), tuttavia non penso installerò la versione "flagship", quindi con un MATE/XFCE dovrei sicuramente ritagliarmi più spazio... Tuttavia se incorporo il file di swap (cosa che farebbe in automatico, se ho capito bene) credo che 30Gb totali servano tutti per avere un certo margine, no?

Ne approfitto per chiederti che vantaggi/svantaggi ne conseguono tra avere un file di swap o una partizione di swap, qualora il sistema richiedesse spazio di allocazione superiore alla dotazione di RAM. La mia è una domanda in ottica analisi dati di dimensioni abbastanza importanti.
.:matteo:.
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1502
Iscrizione: gennaio 2012
Desktop: XFCE 4.12 / MATE 1.20
Distribuzione: Xubuntu 16.04 / Ubuntu MATE 18.04
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda willy54 » martedì 13 marzo 2018, 14:01

Da Windows riduco la partizione D:
Da live Ubuntu con gParted creo partizione ext4 (dovrebbe essermi concessa un'altra partizione primaria)
OK
Quando hai la live posta una schermata di Gparted , teoricamente il partizionamento avendo Uefi dovrebbe essere Gpt , quindi non dovresti avere problemi a fare quante partizioni vuoi.
Circa la partizione vuota in fondo al disco, non so se sia meglio eliminarla e lasciare quei 15gb di spazio non allocato oppure tenerla formattata (e in che formato)
potresti tenerla formattata Ntfs ed utilizzarla come cartella dati condivisa , l'accesso diretto da Linux alle cartelle di sistema Windows può creare dei problemi, se l'hai aperta con linux e non l'hai smontata , quando accederai a windows partirebbe immediatamente il programma di ripristino con attese piuttosto lunghe. Non si è mai verificata perdita di dati ma solo perdita di tempo, per la mia esperienza. Se eliminarla o meno , non ho esperienza con gli SSD ed in quanto tempo vanno KO pertanto non mi pronuncio
Toshiba Satellite A660 11M Intel® Core™ i7 CPU Q 720 @ 1.60GHz × 8 hd 500 gb ram 4 Gb : Win7 - Win10 - Ubuntu 18.04 LTS - Kubuntu 18.04 LTS - - VisualBasic 2008 su Win7
Una cortesia per favore per chi cerca di aiutarvi, quando la soluzione è trovata, mettete il [Risolto] sul primo post, la discussione può aiutare altri.
Avatar utente
willy54
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 827
Iscrizione: dicembre 2017
Località: Castell'Alfero (AT)
Desktop: Xorg, Plasma
Distribuzione: Ubuntu, Kubuntu 18.04 x86_64
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda maxbigsi » martedì 13 marzo 2018, 18:17

vedendo l'immagine di Gestione disco mi viene qualche dubbio che il sistema sia in UEFI, Win10 è stato aggiornato da una versione precedente di windows? la prima partizione denominata in EFI sembra la normale partizione di avvio, (ma potrei sbagliarmi) :D con l'immagine di gparted si capirebbe meglio :sisi:
W il software libero..... W Ubuntu -- Ubuntu User # 31322
Avatar utente
maxbigsi
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 16013
Iscrizione: maggio 2008
Desktop: Mate
Distribuzione: Ubuntu Mate 16.04 64bit
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda willy54 » martedì 13 marzo 2018, 21:05

Per questo avevo scritto :
Quando hai la live posta una schermata di Gparted
era un dubbio che ho avuto anchio.
Toshiba Satellite A660 11M Intel® Core™ i7 CPU Q 720 @ 1.60GHz × 8 hd 500 gb ram 4 Gb : Win7 - Win10 - Ubuntu 18.04 LTS - Kubuntu 18.04 LTS - - VisualBasic 2008 su Win7
Una cortesia per favore per chi cerca di aiutarvi, quando la soluzione è trovata, mettete il [Risolto] sul primo post, la discussione può aiutare altri.
Avatar utente
willy54
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 827
Iscrizione: dicembre 2017
Località: Castell'Alfero (AT)
Desktop: Xorg, Plasma
Distribuzione: Ubuntu, Kubuntu 18.04 x86_64
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda .:matteo:. » martedì 13 marzo 2018, 21:57

Credo proprio di avere una partizione EFI, ho fatto un giretto perlustrativo nella schermata del BIOS (o quello che si chiamava BIOS) e ho visto le opzioni FastBoot e SecureBoot, da lì ho capito.

Ecco la schermata GParted (in allegato il file originale)
Immagine

Ditemi voi come muovermi. Per rispondere a un'altra domanda, il PC nasce con WIndows 8, subito aggiornato a 8.1 e poi aggiornato con la preview di WIndows 10 non appena ho potuto, da quanto Win8 era pietoso. Poi in realtà ho sostituito il discoHDD con un SDD e quindi ho formattato e installato WIn10 pulito.

Circa la necessità di overprovisioning, in rete si legge di tutto e di più, partire dal fatto che esso non sia più necessario su SSD del mio modello, al fatto che sia bene lasciare spazio non allocato (quindi se partizionato NTFS come è ora, potrebbe essere persino inutile) a fine disco. I più drastici dicono che addirittura tra i due SO andrebbe messo dello spazio non allocato, ma questa opzione non la contemplo... Già se lascio quei 15gb a fine disco va bene, leggevo che 10gb è la quantità minima sindacale, se no tanto vale non farlo, e che appunto deve essere spazio vuoto, quindi meglio se non allocato.

Ma questa è una discussione che si può anche fare a parte, se la ritenete OT. La mia principale preoccupazione è fare un partizionamento manuale che non rompa windows =)
Allegati
Screenshot from 2018-03-13 20-47-37.png
.:matteo:.
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1502
Iscrizione: gennaio 2012
Desktop: XFCE 4.12 / MATE 1.20
Distribuzione: Xubuntu 16.04 / Ubuntu MATE 18.04
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda maxbigsi » mercoledì 14 marzo 2018, 1:07

puoi ridurre sda5 di 60 giga, potresti dare 15/20 giga per root e il resto per la home :sisi:

AmministrazioneSistema/Uefi
W il software libero..... W Ubuntu -- Ubuntu User # 31322
Avatar utente
maxbigsi
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 16013
Iscrizione: maggio 2008
Desktop: Mate
Distribuzione: Ubuntu Mate 16.04 64bit
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda .:matteo:. » mercoledì 14 marzo 2018, 9:18

Quindi, per concludere la questione, in fase di installazione
Sda1 -> indico come partizione /boot/efi
Sda2, Sda3, Sda4, sda5-> lascio a Windows

Nel contempo peró avró ridotto sda5 e partizionato sda6 e sda7 da indicare come root e home per Linux, formattate ext4. La partizione da 15GB finale la lascerò libera, in un altro topic discuterei se serva formattarla o basta lasciare spazio non allocato.
.:matteo:.
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1502
Iscrizione: gennaio 2012
Desktop: XFCE 4.12 / MATE 1.20
Distribuzione: Xubuntu 16.04 / Ubuntu MATE 18.04
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda maxbigsi » mercoledì 14 marzo 2018, 12:00

ho visto adesso che sda6 è praticamente vuota, l'avevi creata tu?
W il software libero..... W Ubuntu -- Ubuntu User # 31322
Avatar utente
maxbigsi
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 16013
Iscrizione: maggio 2008
Desktop: Mate
Distribuzione: Ubuntu Mate 16.04 64bit
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda .:matteo:. » mercoledì 14 marzo 2018, 13:00

maxbigsi Immagine ha scritto:ho visto adesso che sda6 è praticamente vuota, l'avevi creata tu?

No, per il partizionamento dell'SSD appena acquistata mi ero affidato a un amico che fa assistenza tecnica a PC windows. Come detto sopra, la sua funzione probabilmente è fare overprovisioning, sebbene questo modello abbastanza recente non ne abbia bisogno. vorrei tenerla, più o meno di quelle dimensioni, facendo le dovute ricerche per decidere se vada formattata o lasciato spazio non allocato.

Ne approfitto. in fase di installazione, il boot manager va installato nell'MBR del disco, a prescindere dalla partizione che indicherò come /boot/efi, giusto?
.:matteo:.
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1502
Iscrizione: gennaio 2012
Desktop: XFCE 4.12 / MATE 1.20
Distribuzione: Xubuntu 16.04 / Ubuntu MATE 18.04
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda maxbigsi » mercoledì 14 marzo 2018, 15:03

se hai scelto di installare il sistema come UEFI suppongo che in automatico lo installi nella partizione EFI, eventualmente aspetta la dritta di qualcuno che ha esperienza diretta :sisi:
W il software libero..... W Ubuntu -- Ubuntu User # 31322
Avatar utente
maxbigsi
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 16013
Iscrizione: maggio 2008
Desktop: Mate
Distribuzione: Ubuntu Mate 16.04 64bit
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda .:matteo:. » mercoledì 14 marzo 2018, 18:25

maxbigsi Immagine ha scritto:se hai scelto di installare il sistema come UEFI suppongo che in automatico lo installi nella partizione EFI, eventualmente aspetta la dritta di qualcuno che ha esperienza diretta :sisi:

ok grazie. purtroppo il pc che avevo prima non aveva UEFI, quindi installavo il boot loader nell'MBR e basta. Ho anche un piccolo netbook con Xubuntu ma lì ho fatto il partizionamento automatico proposto dall'installer perchè non necessitavo un dual boot. Quindi pure a me mancano le basi per questo genere di installazione
.:matteo:.
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1502
Iscrizione: gennaio 2012
Desktop: XFCE 4.12 / MATE 1.20
Distribuzione: Xubuntu 16.04 / Ubuntu MATE 18.04
Sesso: Maschile

Re: Conversione partizione e Dual Boot Win+Ubuntu

Messaggioda .:matteo:. » giovedì 22 marzo 2018, 20:44

buongiorno, bolevo solo confermare che le vostre dritte sono state fondamentali per la corretta installazione di Ubuntu. Per essere precisi, ho installato il pacchetto Xubuntu 16.04 in una partizione dedicata, ritagliata dalla partizione dati D:

La partizione di \efi è stata riconosciuta in automatico, GRUB è stato installato nell'MBR. tutto filato liscio. Ho anche eliminato la partizione vuota in fondo al disco e lasciato quei 15GB non allocati come spazio di overprovisioning per entrambi i SO. metto RISOLTO.
.:matteo:.
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1502
Iscrizione: gennaio 2012
Desktop: XFCE 4.12 / MATE 1.20
Distribuzione: Xubuntu 16.04 / Ubuntu MATE 18.04
Sesso: Maschile


Torna a Installazione e aggiornamento del sistema operativo

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti registrati e 8 ospiti