Pagina 1 di 1

Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: giovedì 9 agosto 2018, 18:04
da marcram
Ciao ragazzi,
non vogliatemi male se l'argomento è trito e ritrito, ma più mi informo e più faccio casino, leggendo tutto e il contrario di tutto in giro.

Allora, ho un vecchio portatile Toshiba A200 del 2008, 2Gb di RAM, che uso tuttora piuttosto decentemente come pc di tutti i giorni.
Dual boot Xubuntu 16.04lts (os principale) e Win7 (che apro sì e no una volta ogni 2 mesi...).
Ho preso un SSD (250Gb) per ridare un po' di brio al sistema, da affiancare al vecchio HDD (250Gb).
Ho messo il vecchio hard disk al posto del lettore dvd, vista la connessione PATA, e il nuovo SSD al suo posto.

Adesso dovrei installare da zero Xubuntu 18.04 sul SSD... e i dubbi sono:
1. Swap sì, swap no... Se sì, dove? Sull' HDD meccanico?
2. Home separata? Anche questa, dove? O lascio nella partizione principale (come ho sempre fatto finora, d'altronde)? Fate conto che nell'HDD ho una partizione ntfs che mi fa da archivio, ma uso comunque Scrivania/Documenti/Scaricati della Home per lasciare roba varia...
3. Ho letto di lasciare parte del SSD non allocata, per allungare la vita del disco permettendo un ricambio delle celle morte. Vero o falso? In fin dei conti, se dovessi lasciare un 80 Gb per Win (anche troppi), un 40/50 Gb per Xubuntu, magari poi potrei installare qualche distro aggiuntiva... spazio comunque ce n'avrei... dovrei lasciare dello spazio non allocato?
4. Il Trim è già attivato di default, giusto?
5. Che accorgimenti deve prendere un niubbo assoluto di SSD, alle prese con un SSD ed una nuova installazione di Xubuntu?

Qualunque suggerimento è ben accetto, purtroppo le novità mi spaventano sempre se non le conosco bene... :D

Re: Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: venerdì 10 agosto 2018, 14:20
da Capsia
1. Avendo solo 2GB di ram ti consiglio di utilizzare la swap. Utilizzando la swap su HDD prolunghi la vita dell'ssd. Se invece la utilizzi sul SSD sarà sicuramente più veloce.
2. Personalmente ti consiglio la home separata per due motivi:
a) riduci le scritture su SSD e gli prolunghi la vita
b) i tuoi dati nella home sono sempre "salvi". Nel caso sia neccessario reinstallare ubuntu non è neccessario prima copiare i dati.
3. Si, è consigliato lasciare circa l'8-10% del disco non allocato per l'Over Provisioning.
4. Il trim dovrebbe essere attivato di default su ubuntu dalla versione 14.04.
5. Consiglio di disattivare ibernazione e indicizzazione su windows
Così potrai prolungare la durata dell'SSD. La durata media è solitamente di 5 anni a differenza degli HDD che durano più di 10.

Re: Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: venerdì 10 agosto 2018, 19:00
da marcram
Allora, intanto grazie.

1. Ok. Da quel che avevo capito era "estremamente" deleterio mettere la swap su un SSD. Anche se poi leggevo che gli SSD di oggi sono molto migliori e più di tanto non dovrebbe creare problemi. Ma la vita del povero SSD mi sta a cuore :D Quindi, ragionando, poiché la swap dovrebbe essere utilizzata solo quando la ram è piena, non dovrebbe essere poi troppo penalizzante, in termini di prestazioni, lasciarla sull'HDD, giusto?
2. Quella di separare la Home non l'avevo mai fatta per l'eccessivo numero di partizioni che mi venivano su un solo disco; ora con due, non ho più il problema. Quindi, Home comunque su HDD, giusto? Quanto potrebbe essere dunque una dimensione ottimale per una partizione di root senza Home? 30, 40 Gb?
3. Perfetto. Mi pareva di aver capito qualcosa del genere, ma mi sembrava strana come cosa...
4. Bene. Nel caso, c'è un modo per sapere se il trim è attivato o no?
5. Segnati.

Visto che ci sono, aggiungo:
6. Gparted mi chiede di creare la tabella delle partizioni, e come prima opzione mi dà ms-dos. Lascio quella? Sarebbe il classico MBR?
7. E' vero che un SSD a fine vita va semplicemente in sola lettura? Nel senso che i dati rimangono comunque recuperabili?

Mamma mia, mi pare di essere un bambino di quattro anni nella fase dei "perché"... :o

Re: Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: venerdì 10 agosto 2018, 21:30
da giacomosmit
Rispondo solo per la sesta domanda e gparted, per l installazione,la partizione và fatto in ext4.

edit : piu domande fai e più impari, anche se per il regolamento, sarebbe consentito una domanda per ogni discussione.

Re: Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: venerdì 10 agosto 2018, 22:44
da willy54
Premesso che gli SSD di marca hanno 5 anni di garanzia e non una durata media di 5 anni , la swap meglio sia sul HDD, disattivare la indicizzazione, è deleterio aumenta le letture e rallenta il sistema.

Re: Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: sabato 11 agosto 2018, 14:32
da marcram
giacomosmit ha scritto:Rispondo solo per la sesta domanda e gparted, per l installazione,la partizione và fatto in ext4.

edit : piu domande fai e più impari, anche se per il regolamento, sarebbe consentito una domanda per ogni discussione.

No, no, il file system sarà ovviamente ext4, intendevo proprio la tabella delle partizioni. Il disco è nuovo e mi chiede di che tipo crearla...
Eh, già, ma sai quante discussioni mi toccherebbe aprire... :D
No, dai, son tutti aspetti di una stessa richiesta, non credo di violare il regolamento...
willy54 ha scritto:Premesso che gli SSD di marca hanno 5 anni di garanzia e non una durata media di 5 anni , la swap meglio sia sul HDD, disattivare la indicizzazione, è deleterio aumenta le letture e rallenta il sistema.

Ok, swap su HDD, così riutilizzo la vecchia partizione senza neanche dover metterci mano...
Per l'indicizzazione, intendi su Win? Perché ho provato a cercare su internet come fare per disabilitarla su Ubuntu, ma mi escono solo guide su come farlo su Win... come se su Ubuntu non ci fosse indicizzazione...

Re: Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: sabato 11 agosto 2018, 15:11
da ANXANX
Intanto dovresti impostare i parametri di swappines, ed altre cose per migliorare le prestazioni, leggi

La swap ora è su file non su partizione, anche se volendo puoi continuare ad usare la partizione di swap.
Io ho preferito usare l'aea di memoria dell'ssd, almeno per quelle rarissime volte che firefox carica ingenti quantità di dati su ram non si blocca il pc (in quanto con hd si ha un vero e proprio abbattimento delle prestazioni).

Windows puoi lasciarlo su hd, in modo che hd è solo windows e dati, mentre l'ssd è gnu/linux e grub, in modo che se si rompe l'ssd o ci sono problemi con il suo firmware puoi selezionare da bios l'hd come primo dispositivo di boot ed avere un pc funzionante

Re: Nuova installazione e nuovo SSD...

MessaggioInviato: sabato 11 agosto 2018, 15:13
da woddy68
No, no, il file system sarà ovviamente ext4, intendevo proprio la tabella delle partizioni. Il disco è nuovo e mi chiede di che tipo crearla...
Se è un sistema uefi GPT .