da: Upgrade di Windows

Problemi riscontrati nell'uso del forum, suggerimenti e critiche per migliorare il servizio.
Pike
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5439
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

da: Upgrade di Windows

Messaggio da Pike »

trekfan1 ha scritto:
venerdì 30 aprile 2021, 17:37
Per aggiornarlo a Windows 10 puoi usare il codice di 7 presente, non devi pagare alcunché, e prima che qualcuno arrivi ad accusarmi di pirateria: E' TUTTO PERFETTAMENTE LEGALE!
Trovami un paper di Microsoft che lo dimostra...
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
Avatar utente
xavier77
Gruppo Documentazione
Gruppo Documentazione
Messaggi: 6018
Iscrizione: venerdì 21 settembre 2012, 16:37
Desktop: GNOME, Xfce (e altri)
Distribuzione: Ubuntu/Xubuntu 20.04 + eOS + altre
Sesso: Maschile
Contatti:

Re: Upgrade di Windows

Messaggio da xavier77 »

Pike ha scritto:
venerdì 30 aprile 2021, 23:24
trekfan1 ha scritto:
venerdì 30 aprile 2021, 17:37
Per aggiornarlo a Windows 10 puoi usare il codice di 7 presente, non devi pagare alcunché, e prima che qualcuno arrivi ad accusarmi di pirateria: E' TUTTO PERFETTAMENTE LEGALE!
Trovami un paper di Microsoft che lo dimostra...
A sentirti parlare sembra che tu non abbia mai eseguito dei test pratici. Hai mai inserito una licenza genuina, legale, non presente in quel momento sul altri PC, di Windows 7/8/8.1 su una installazione pulita di Windows 10?
Oppure, per quanto riguarda le licenze OEM, hai mai inserito il key di windows 7 presente sul "bollino" (quello sulla scocca dei pc venduti con win7 preinstallato) su un'installazione pulita di Windows 10, ovviamente sulla stessa macchina, anche su quelle mai upgradate a 10?
Se i server Microsof rilevano la licenza come genuina, la convertono in digital entitlement (tant'è che se poi reinstalli win10 in un secondo momento ti si riattiva semplicemente collegandolo a Internet), non vedo dove sia il problema.
Al contrario se prendi un Windows 7 non genuino (attivato con uno dei "trucchetti" non legali che trovi in rete), ne ricavi il key, poi fai una installazione da zero di Windows 10 (cioè senza "forzare" l'avanzamento con l'assistente aggiornamento), allora l'attivazione non ti riesce poiché i server di Microsoft rilevano il key come non valido.
NB: questa è la regola generale, sono esclusi ovviamente alcuni casi particolari.

PS: un documento ufficiale di Microsoft che ti conferma questa procedura non lo trovi. Come anche non trovi uno che ti dice che questa procedura non è valida. Trovi invece le relase note dell'edizione di Windows 10 (non ricordo quale, cercatela su Google) in cui MS annunciava che semplificavano la reinstallazione di Windows 10 avanzato con key di 7 o 8 (prima dovevi teoricamente reinstallare il 7 o l'8, poi riavanzare al 10). Microsoft spesso per motivi pratici e/o di mercato preferisce rimanere in "zone grigie". Invece, se consulti l'assistenza online Microsoft Answers, in tutte le lingue, trovi la procedura di attivazione descritta sopra ripetuta mille volte. E nessuno è mai intervenuto scrivendo "Ehi, questa attivazione non è legale!". Strano, eh!? ;)

@vaeVictis
Il mio consiglio è:
  • Prova Linux sul quel PC e vedi come va.
  • Se ti serve proprio Windows, provalo, se necessario spendi pure qualche euro per upgrade RAM+SSD (spesa contenuta, non vale la pena spendere troppo). Nel caso se la licenza non ti funziona comprane una di seconda mano (vedi su ebay e paga con PayPal per evitare fregature). Puoi anche velocizzare Windows disabilitando servizi e effetti grafici inutili (cerca su Google come fare).
Pike
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5439
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Upgrade di Windows

Messaggio da Pike »

Vediamo...
Un produttore di serrature blindate decide di riciclare la tecnologia dei cilindretti tra due serie di serrature diverse. Succede quindi che una serie di chiavi della prima serie di serrature, incidentalmente funzioni perfettamente nella serie delle nuove serrature.
Quindi.. VA. Sempre. Senza obiezioni.
Il punto è: posso usare la mia vecchia chiave della prima serie di serrature per aprire la serratura della nuova serie? No.

Per quanto oggettivamente funzioni io ho comprato la prima serie di serrature, non la seconda. E se uso la mia chiave per aprire la seconda serratura, lo faccio su un prodotto che non mi appartiene. Non posso.
A meno che il produttore delle serrature non rilasci un qualcosa che dica che io posso.

Questo esempio è ovviamente folle, perchè il produttore dell'oggetto non può regalarmi la serratura comprata da qualcun'altro. Aprendo la porta con la mia chiave, per quanto non stia scassinando nulla, è qualcosa che la legge non permette.

Veniamo al punto della chiave di licenza Windows... Non è una chiave di licenza in senso stretto. Adesivo, codice (su adesivo o sul bios) altro non sono che metodi per evitare che Windows venga copiato senza aver ottenuto la licenza d'uso. Perchè è quello che noi compriamo, con un nuovo PC con Windows incluso o comprando Windows da qualsiasi parte: una licenza d'uso. Il permesso di poter usare un software da parte del produttore/sviluppatore.
Le restrizioni a questa licenza d'uso possono essere relative agli ambienti dove viene usata, all'hardware su cui viene usata, all'integrazione con altri sistemi (uso nelle scuole, licenza OEM o libera, liscia o pro, parlando di Windows 10). Quanto siano stupide o turpi queste restrizioni non è significativo, purtroppo: Microsoft ha la proprietà intellettuale di quel prodotto, e può decidere di lasciarne la licenza d'uso ai fan di Hello Kitty con un laptop viola senza costi, se vuole. E' roba sua ne fa quel che vuole, fino a che non lede la concorrenza con le sue pratiche. Quando accettiamo la licenza d'uso, per quanto venga ipersemplificato, stiamo accettando un contratto...
Le varie leggi dicono che non possiamo usare qualcosa senza averlo ottenuto legalmente, attualmente per avere una licenza d'uso Windows occorre comprare un PC o una licenza; per quest'ultima, il codice è un metodo per evitare la pirateria, ma se abbiamo una fattura/scontrino che riporta che l'abbiamo legalmente comprata, dopo è un problema del venditore, non nostro, come l'ha ottenuta.
So che ci sono licenze educational che vengono date a scuole e loro studendi senza costi. Se volete approfondiamo pure quello, ma non so quanto senso abbia..

Il fatto che la vecchia key "coerente al tipo di versione di windows" funzioni per l'attivazione è sostanzialmente irrilevante, come è irrilevante il fatto che io abbia una chiave della mia serratura che ne può aprire una di qualcun'altro: non guadagno il diritto di accedere all'interno dell'edificio solo perchè la mia chiave ne apre la porta.
Un altro esempio del fatto che il concetto "se funziona allora si può fare" non vale niente...
Immagine
Questo strumento viene legalmente venduto per 32 dollari sul sito, è in grado di poter decodificare la mappa delle chiavi per alcune moto Suzuki e Kawasaki, e usandolo in modo appropriato consente di sbloccare la serratura, arrivando ad una messa in moto.
E' un prodotto legale, tramite questo anche senza avere una copia della chiave "integra" posso creare una copia della chiave tramite la mappatura ottenuta, o se ho comprato un mezzo senza chiavi posso ottenere in modo assai più economico una chiave funzionante senza dover sostituire tutte le serrature (magari prima scassinando il veicolo).
Se lo uso per fare cose illegali su un veicolo è una cosa. Se lo uso per fare cose legali è altro.

Perchè sostengo che promuovere la pratica del "riciclaggio chiavi" sia sostenere l'uso di software illegale? Se Microsoft non certifica con un paper/dichiarazione che è autorizzato l'uso di codici di licenza per precedenti prodotti per l'uso con nuovi prodotti io sto usando una licenza d'uso per Windows 10 senza averla ottenuta legalmente. La licenza d'uso ottenuta con Windows 7, senza una opportuna dichiarazione da chi la concede (Microsoft) si ferma lì.
Commetto una infrazione analoga se modifico un software GPLv3 e lo metto in vendita senza ripubblicare le sorgenti.

Veniamo al motivo per cui pubblicamente stigmatizzo la scelta di un moderatore di "incentivare" questa pratica sulle keys.
Se venisse detto in modo randomico da parte di un utente del forum "fai così per avere Windows 10 senza rogne"... Ok... Magari amministrazione e moderazione della piattaforma non hanno visto quel messaggio, e per quanto sia, il singolo utente è responsabile dei propri post.
Ma chi è membro dello staff è stato incaricato di esserlo. Magari non esplicitamente, ma ciò che fa è supportato da chi lo ha incaricato, condividendone la responsabilità. E se un simile cosa venisse evidenziata dai media in qualche modo, con abbastanza tam tam, salterebbe fuori che la community sta attivamente incentivando un'opera contro il licensing di microsoft, con tutte le possibili conseguenze del caso. Personali e per la community.

Linux esiste grazie al licensing, che ha "liberato" il progetto dai suoi sviluppatori, consentendo a tutti coloro che volessero contribuire di poterlo fare, per renderlo disponibile. Se la community di una distro Linux non ha rispetto del licensing di altri prodotti software, per quale motivo in futuro bisognerebbe aver rispetto del licensing di Linux?
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
Avatar utente
xavier77
Gruppo Documentazione
Gruppo Documentazione
Messaggi: 6018
Iscrizione: venerdì 21 settembre 2012, 16:37
Desktop: GNOME, Xfce (e altri)
Distribuzione: Ubuntu/Xubuntu 20.04 + eOS + altre
Sesso: Maschile
Contatti:

Re: Upgrade di Windows

Messaggio da xavier77 »

Pike, tante parole e tanti esempi, anche giusti molti.
Però qui stiamo cercando di dare supporto all'utente, non conversando sui mille aspetti del relicensing.
A quanto ne so io (correggetemi se sbaglio) in linea di principio è legale nella UE, dove viviamo (la famosa sentenza del 3 luglio 2012, Causa C 128/11). Ossia, se io acquisto lecitamente cinquanta licenze di un software, però poi mi accorgo che in realtà ne servono solo 40, sono liberissimo di rivenderti le 10 che mi avanzano.

Poi l'argomento è in realtà più complesso, ma qui si tratta di dare aiuto ad un utente, non di aprire una discussione sui risvolti legali del relicensing. E, per quanto scritto sopra, non mi pare affatto che qui si stia incoraggiando ricettazione, pirateria informatica o mettendo in discussione il licensing di Linux. :sisi:

EDIT: per confutare ogni dubbio, mi autosegnalo. Se gli admin stabiliscono che qui non si sta agendo secondo il regolamento della community me ne assumerò tutte le responsabilità.
Avatar utente
vaeVictis
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4324
Iscrizione: venerdì 27 luglio 2012, 17:58
Desktop: Gnome
Distribuzione: Ubuntu 18.04.4 64bit

Re: Upgrade di Windows

Messaggio da vaeVictis »

Però qui stiamo cercando di dare supporto all'utente, non conversando sui mille aspetti del relicensing.
Grazie. Sarei grato se rispondeste in merito e non mandaste la conversazione in vacca.
Per segnalare ci sono le dovute procedure.
Prima di postare chiedetevi se al prossimo interessa davvero leggere degli sproloqui invece di suggerimenti per cui ha aperto la discussione
Pirates arrrrrrrrrrr awesome!!!
«I fear not the man who has practiced 10000 kicks once, but I fear the man who has practiced one kick 10000 times.»
Pike
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5439
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Upgrade di Windows

Messaggio da Pike »

Trovo offensiva la definizione "sproloquio" per una discussione sedata a minacce in altri thread ed esposta in modo civile, argomentato, privo di bias e di mancanze di rispetto.
Specie nel merito di una "cosiddetta procedura" dichiarata legale quando ci sono sufficienti elementi per dubitarne.
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
gyanny
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1941
Iscrizione: lunedì 2 febbraio 2009, 10:13
Desktop: Gnome-shell
Distribuzione: Fedora
Località: Brianza

Re: Upgrade di Windows

Messaggio da gyanny »

Questo è quanto dice il supporto microsoft riguardo ad un aggiornamento da windows 7 a windows 10
Immagine
Mi sembra che dubbi non ce ne siano, serve acquistare una nuova licenza. Poco male, si può fare legalmente con pochi euro.
Avatar utente
giulux
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 24752
Iscrizione: domenica 10 gennaio 2010, 12:17
Desktop: ubuntu 18.04
Distribuzione: Ubuntu 18.04.3 LTS x86_64
Sesso: Maschile
Località: Roma

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da giulux »

@xavier77 a domanda ridpondo.
Sono pienamente d'accordo con quanto dici, nel merito e soprattutto nello spirito: siamo qui per aiutare gli utenti e non per sottili disquisizioni giuridiche.
Quasi tutti, perchè c'è chi degli utenti glie ne importa poco o nulla, come dimostrano i frequenti RTFM - che da persona colta ed educata volge amabilmente in italiano omettendo di tradurre il fucking - con cui spesso aggredisce chi chiede aiuto, magari da appena iscritto.
Lo scopo principale sembra essere quello di cogliere pervicacemente la minima occasione per censurare la moderazione, con ripetuti e noiosamente lunghi OT, spesso conditi da dotte disquisizioni in ogni campo, informatico, giuridico, epistemologico, astronomico e quant'altro.
Ognuno gode come può e così, se in queste mie righe troverai qualche sdruciolone sintattico-grammaticale, sappi che sono volontari, fatti per dare l'occasione al nostro Catone di festeggiare il primo maggio raggiungendo il massimo orgasmo col vestire i panni di padre Dante e bacchettare addirittura un Amministratore (maiuscola ironica) con una argomentata messa a punto sull'uso della lingua del paese ove il si suona.
Avatar utente
vaeVictis
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4324
Iscrizione: venerdì 27 luglio 2012, 17:58
Desktop: Gnome
Distribuzione: Ubuntu 18.04.4 64bit

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da vaeVictis »

Trovo offensiva la definizione "sproloquio"
Non vedo come altro definire un intervento lungo e inutile.
Se si vedono messaggi che eventualmente violino il regolamento, esistono le segnalazioni. Non si fa deviare una discussione sulle serrature con un messaggio di otto chilometri, che poi ovviamente ha bisogno di risposte altrettanto lunghe e fuori luogo, che hanno poi bisogno di ulteriori risposte lunghe e fuori luogo, e così via.
Si segnala e si aspetta che intervenga lo staff.
Non credo sia un mio parere ma il regolamento.
Pirates arrrrrrrrrrr awesome!!!
«I fear not the man who has practiced 10000 kicks once, but I fear the man who has practiced one kick 10000 times.»
Pike
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5439
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da Pike »

Read
The
Full
Manual

ma questa versione a quanto pare viene reputata interessante solo quando l'interlocutore non è antipatico?

Quando verrà chiesto conto nelle sedi opportune sedi spero che l'antipatia dell'interlocutore sia di conforto a chi continua a mostrare disinteresse e personalismo, invece che guardare nel merito dei contenuti.
Per le critiche: non ho capito, fate ogni cosa nel modo corretto e quindi siete nemmeno citabili quando scrivete sciocchezze e chiedervi di renderne conto?
Talmente bravi e perfetti nel 110% delle occasioni che nemmeno le scuse, a fronte di clamorosi sfondoni, sono più necessarie?
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
Avatar utente
giulux
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 24752
Iscrizione: domenica 10 gennaio 2010, 12:17
Desktop: ubuntu 18.04
Distribuzione: Ubuntu 18.04.3 LTS x86_64
Sesso: Maschile
Località: Roma

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da giulux »

Mi ero preparato a una lunga concione di Dante o, quanto meno, Manzoni e invece mi arriva una secca, ineccepibile stoccata acronimologica: ben mi sta, che nella mia grossolanità mi sono attenuto a quello che ritiene il 99% del volgo, in quanto tale, appunto, volgare, superficiale e propenso a leggere le sigle come gli fa più comodo. Chiedo venia.
RTFM
RTFM è la sigla della frase inglese Read The Fucking Manual ovvero "leggiti il fottuto manuale". Con possibili varianti per evitare espressioni che possono risultare offensive: con 'F' a indicare fine, friendly, fabulous, fascinating; o anche semplicemente RTM
Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/RTFM

Quanto al resto evidentemente, visto l'orario, Dante faceva 'la pennica': spero si risvegli e fornisca traduzione.
Pike
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5439
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da Pike »

Non risponderò oltre agli insulti, per quanto ammantati da pretese letterarie. La qualità di chi si esprime è pari ai discorsi: deflessione, denigrazione, sminuire pur di non tornare sul tema.

La presunta consulenza di di presunta legalità su una pratica ad ora mai indicata come consentita dal licenziatario da parte di un membro della moderazione, sostenuta solo dalla frase "funziona anche così quindi è lecito".
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
Avatar utente
giulux
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 24752
Iscrizione: domenica 10 gennaio 2010, 12:17
Desktop: ubuntu 18.04
Distribuzione: Ubuntu 18.04.3 LTS x86_64
Sesso: Maschile
Località: Roma

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da giulux »

Dante forse non ha trovato gli occhiali per leggere quanto è già stato detto. Oppure ha deciso di imitare Epimenide Cretese e dormire per 57 anni senza sognare nè invecchiare, quindi al suo risveglio non ci sarò.
Me ne farò una ragione.
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 6502
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Leap-Tumbleweed-Kubuntu 20
Sesso: Maschile

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da woddy68 »

Sono stato incuriosito da questa discussione, quindi ho chiamato l'assistenza di Microsoft per delucidazione.
La risposta è stata ... la risposta ufficiale è comprare una licenza di Windows 10, tuttavia ci sono alcune licenze di Windows 7 rilasciate presumibilmente a ridosso dell'uscita di Windows 10, che includono la possibilità di aggiornare gratuitamente a Windows 10, ma in questi casi è scritto ed è solo per le versioni vendute a ridosso di W10. L'operatrice dice, che non esiste in questo momento la possibilità di aggiornamento gratuito a W10, se funziona, non è detto che sia lecito e Microsoft potrà procedere in qualsiasi momento a disattivare tali licenze.
Questo è quanto per bocca dell'ufficio clienti.
Desktop - Acer Aspire M5500 (AMD) - Notebook Acer Aspire E1 -522 (Amd)
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Ecco cosa succede quando...https://www.youtube.com/watch?v=iigtsYY ... ni7HzinVf8
Avatar utente
xavier77
Gruppo Documentazione
Gruppo Documentazione
Messaggi: 6018
Iscrizione: venerdì 21 settembre 2012, 16:37
Desktop: GNOME, Xfce (e altri)
Distribuzione: Ubuntu/Xubuntu 20.04 + eOS + altre
Sesso: Maschile
Contatti:

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da xavier77 »

woddy68 ha scritto:
lunedì 3 maggio 2021, 12:13
Sono stato incuriosito da questa discussione, quindi ho chiamato l'assistenza di Microsoft per delucidazione.
La risposta è stata ... la risposta ufficiale è comprare una licenza di Windows 10, tuttavia ci sono alcune licenze di Windows 7 rilasciate presumibilmente a ridosso dell'uscita di Windows 10, che includono la possibilità di aggiornare gratuitamente a Windows 10, ma in questi casi è scritto ed è solo per le versioni vendute a ridosso di W10. L'operatrice dice, che non esiste in questo momento la possibilità di aggiornamento gratuito a W10, se funziona, non è detto che sia lecito e Microsoft potrà procedere in qualsiasi momento a disattivare tali licenze.
Questo è quanto per bocca dell'ufficio clienti.
Come avevo detto prima, Microsoft non è stata mai chiarissima.
Nel senso che la posizione ufficiale è chiara ("il periodo di aggiornamento gratuito a Windows 10 è finito, se vuoi una licenza te la devi comprare ").
Tuttavia i canali di supporto (contattati più di unavolta anche da me), mi hanno confermato che la procedura di upgrade è più che tollerata (anzi!).
Tecnicamente avviene così:
- Da alcuni anni, se hai un PC con Win 7/8 avanzato al 10, se devi reinstallare, qualora non ti riattivi la licenza in automatico, puoi inserire quella vecchia (del 7/8 chiaramente). NB: nelle prime edizioni di Win10 non era così!
- Tuttavia questo ha comportato che se inserisci un key valido e genuino di 7/8 in un Windows 10 "pulito", te lo dà come valido perché dà per scontato che l'upgrade a 10 l'abbia già fatto a suo tempo.

L'equivoco è questo qui. Come vedete, la situazione è molto più sottile. Tant'è che se compri online, anche da rivenditori autorizzati, una licenza del 10, ti arriva una del 7 o dell'8. Che comunque ti funziona uguale. Con la a compiacenza di Microsoft stessa (o almeno così sembra). Il segreto di Pulcinella,insomma.

La mia impressione: Microsoft preferisce di più che le licenze vengano svendute o riciclate, piuttosto che la pirateria che fino a pochi anni fa era quasi la norma. :sisi:
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 6502
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Leap-Tumbleweed-Kubuntu 20
Sesso: Maschile

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da woddy68 »

@xavier77 io non volevo entrare nella vostra polemica, ma ero incuriosito, per cui ho provato a chiamare l'ufficio clienti di Microsoft per vedere cosa mi dicevano e quello, ho riportato.
Ma come ho scritto, le licenze comprate online sottoprezzo non hanno nulla a che fare con quello che io ho chiesto, io ho solo chiesto se aggiornare da Windows 7 a Windows 10 è legale. Dopodiché non mi hanno detto che se lo avrei fatto sarei stato arrestato, ma semplicemente che quell'opzione non è più fattibile, "se funziona Microsoft si riserva il diritto di interrompere in qualsiasi momento la licenza". Questo è quello che mi hanno detto, specificando che l'operazione è possibile per alcune licenze vendute a ridosso dell'uscita di W10, cosa che non sapevo.
Desktop - Acer Aspire M5500 (AMD) - Notebook Acer Aspire E1 -522 (Amd)
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Ecco cosa succede quando...https://www.youtube.com/watch?v=iigtsYY ... ni7HzinVf8
Avatar utente
vaeVictis
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4324
Iscrizione: venerdì 27 luglio 2012, 17:58
Desktop: Gnome
Distribuzione: Ubuntu 18.04.4 64bit

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da vaeVictis »

woddy68 ha scritto:
lunedì 3 maggio 2021, 13:42
@xavier77 io non volevo entrare nella vostra polemica, ma ero incuriosito, per cui ho provato a chiamare l'ufficio clienti di Microsoft per vedere cosa mi dicevano e quello, ho riportato.
Ma come ho scritto, le licenze comprate online sottoprezzo non hanno nulla a che fare con quello che io ho chiesto, io ho solo chiesto se aggiornare da Windows 7 a Windows 10 è legale. Dopodiché non mi hanno detto che se lo avrei fatto sarei stato arrestato, ma semplicemente che quell'opzione non è più fattibile, "se funziona Microsoft si riserva il diritto di interrompere in qualsiasi momento la licenza". Questo è quello che mi hanno detto, specificando che l'operazione è possibile per alcune licenze vendute a ridosso dell'uscita di W10, cosa che non sapevo.
Se non ti spiace, riportalo anche nella discussione da cui è stata estrapolata questa.
Pirates arrrrrrrrrrr awesome!!!
«I fear not the man who has practiced 10000 kicks once, but I fear the man who has practiced one kick 10000 times.»
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 6502
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Leap-Tumbleweed-Kubuntu 20
Sesso: Maschile

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da woddy68 »

vaeVictis ha scritto:
lunedì 3 maggio 2021, 15:03
woddy68 ha scritto:
lunedì 3 maggio 2021, 13:42
@xavier77 io non volevo entrare nella vostra polemica, ma ero incuriosito, per cui ho provato a chiamare l'ufficio clienti di Microsoft per vedere cosa mi dicevano e quello, ho riportato.
Ma come ho scritto, le licenze comprate online sottoprezzo non hanno nulla a che fare con quello che io ho chiesto, io ho solo chiesto se aggiornare da Windows 7 a Windows 10 è legale. Dopodiché non mi hanno detto che se lo avrei fatto sarei stato arrestato, ma semplicemente che quell'opzione non è più fattibile, "se funziona Microsoft si riserva il diritto di interrompere in qualsiasi momento la licenza". Questo è quello che mi hanno detto, specificando che l'operazione è possibile per alcune licenze vendute a ridosso dell'uscita di W10, cosa che non sapevo.
Se non ti spiace, riportalo anche nella discussione da cui è stata estrapolata questa.
ehhh, non avrei problemi a farlo se qualcuno della moderazione me lo chiedesse, non sarei nemmeno intervenuto nell'altra discussione, in quanto lì era una richiesta di supporto, che poi questo sia legale e consigliabile, non sta a me deciderlo, altrimenti sarebbe solo OT.
Tuttavia se mi viene chiesto dai mod. di riportarlo anche là, lo farò tranquillamente. Un saluto.
Desktop - Acer Aspire M5500 (AMD) - Notebook Acer Aspire E1 -522 (Amd)
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Ecco cosa succede quando...https://www.youtube.com/watch?v=iigtsYY ... ni7HzinVf8
Pike
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5439
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da Pike »

viewtopic.php?p=5258201#p5258201
Vorrei che si applichi l'edit ad ogni post del moderatore che suggerisce questa cosa...
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
Avatar utente
xavier77
Gruppo Documentazione
Gruppo Documentazione
Messaggi: 6018
Iscrizione: venerdì 21 settembre 2012, 16:37
Desktop: GNOME, Xfce (e altri)
Distribuzione: Ubuntu/Xubuntu 20.04 + eOS + altre
Sesso: Maschile
Contatti:

Re: da: Upgrade di Windows

Messaggio da xavier77 »

Pike ha scritto:
martedì 11 maggio 2021, 16:56
viewtopic.php?p=5258201#p5258201
Vorrei che si applichi l'edit ad ogni post del moderatore che suggerisce questa cosa...
Cioè tu stai mettendo sullo stesso piano una multinazionale leader/quasi monopolista, che sicuramente è a conoscenza di quanto scritto nei post sopra, con un ragazzino che chiede nel Forum come rubare la password del PC al padre per giocare a Fortnite?
:lol:
Dai, secondo me se ti sforzi un attimo ci arrivi pure tu a cogliere le differenze e le sfumature.. .
Scrivi risposta

Ritorna a “Gruppo Forum”

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti iscritti e 4 ospiti