Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progetti.

Il ritrovo della comunità dove confrontarsi e discutere sulle notizie dal mondo dell'informatica, di Ubuntu e di tutto quello che la riguarda, novità, pettegolezzi e quant'altro.
Avatar utente
Vellerofonte
Prode Principiante
Messaggi: 61
Iscrizione: giovedì 30 dicembre 2010, 17:17
Desktop: KDE
Distribuzione: Chakra Linux
Località: Cerano (NO)

Sviluppo "segreto"

Messaggio da Vellerofonte »

LINK

ogni commento sarebbe superfluo :muro:
Carlotux
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 645
Iscrizione: domenica 5 febbraio 2012, 17:38

Re: Sviluppo "segreto"

Messaggio da Carlotux »

meglio pochi ma buoni?.
Avatar utente
Vellerofonte
Prode Principiante
Messaggi: 61
Iscrizione: giovedì 30 dicembre 2010, 17:17
Desktop: KDE
Distribuzione: Chakra Linux
Località: Cerano (NO)

Re: Sviluppo "segreto"

Messaggio da Vellerofonte »

Il punto è: chi decide chi sono i buoni?

Magari tale strategia porterà ottimi risultati, mi chiedo però con questi inesorabili piccoli passi di release in release verso una sempre maggiore chiusura...dove vuole arrivare l'astronauta? Si butterà da oltre 39.000 metri? Vuole creare il primissimo esemplare esistente di Gnu/Windows?

Il tempo dirà, oggi più di ieri l'utente non può che abbassare la testa e accettare più o meno compiacente.....oppure scegliere...
Ultima modifica di Vellerofonte il venerdì 19 ottobre 2012, 12:48, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Wilson
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 3539
Iscrizione: domenica 20 novembre 2005, 14:47
Desktop: Unity
Distribuzione: Edubuntu 15.04 x86_64
Località: Torino

Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progetti.

Messaggio da Wilson »

Con due post sul blog (a quanto pare il primo non era abbastanza chiaro, visto che un sacco di siti e blog di presunti esperti dimostrano di averci capito poco) del gran capo è arrivato l'annuncio che chi ha una certa fama nella comunità di Ubuntu potrà unirsi al lavoro degli sviluppatori interni nei progetti "privati" che verranno portati alla luce nelle prossime versioni (gia dalla 13.04).
Sembra di capire che si tratti dello stesso genere di sviluppo che ha portato in passato a Unity e Upstart: progetti interni a Canonical che sono stati inseriti in Ubuntu (e rilasciati al pubblico come sorgenti, ovviamente) solo a un certo livello di maturazione.

Difficile dire se sia un modo per portare nuove idee da subito in questo genere di progetti o semplicemente un modo per avere più sviluppatori senza aumentare i costi.

Qui i due annunci (in inglese):
http://www.markshuttleworth.com/archives/1200
http://www.markshuttleworth.com/archives/1207
-- Provate Ubuntu! Innocuo se usato secondo le istruzioni --
Carlotux
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 645
Iscrizione: domenica 5 febbraio 2012, 17:38

Re: Sviluppo "segreto"

Messaggio da Carlotux »


Prima regola , il capo e il capo e non si discute, conosci le famose regole del capo? :lol:
Art. 1 -Il capo ha ragione.
Art. 2 -Il capo ha sempre ragione.
Art. 3 -Nell’imprevedibile ipotesi che un dipendente avesse ragione, entreranno immediatamente in vigore gli art. 1 e 2.
Art. 4 -Il capo non dorme. Riposa.
Art. 5 -Il capo non mangia. Si nutre.
Art. 6 -Il capo non beve. Degusta.
Art. 7 -Il capo non è in ritardo. E’ trattenuto.
Art. 8 -Il capo non lascia mai il lavoro. Si assenta in quanto è richiesta la sua presenza altrove.
Art. 9 -Il capo non legge il giornale in ufficio. Studia gli elementi esterni.
Art. 10 -Il capo non da confidenza alla sua segretaria. La educa.
Art. 11-Chiunque entri nell’ufficio del capo con qualche idea sua, deve uscire con quella del capo.
Art. 12 -Chi critica il capo non può fare carriera.
Art. 13 -Il capo qui deve pensare per tutti.
Art. 14 -Non importa come la pensate. L’importante è che la pensate come il capo.
Art. 15 -Il capo più dipendenti ha, più sono le persone a cui deve pensare.
Art. 16 -Il capo non è mai stanco di lavorare. Al massimo ritiene vantaggioso concedersi una pausa.
Art. 17 -Il capo non va in ferie. Si concede bensì un meritato riposo.

Questo e stato scritto negli anni 70 ma e sempre valido.
Avatar utente
eNry92
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1323
Iscrizione: giovedì 4 ottobre 2007, 8:47
Località: Caserta

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da eNry92 »

Qui:
http://www.chimerarevo.com/ubuntu-13-04 ... -comunita/

dicono altro :D

(non ho letto gli articoli ti Mark e non so se è chimerarevo ad aver sbagliato!!)
"If I live, I will kill you. If I die, you are forgiven."
Such is the Rule of Honor.
Facebook  Twitter  Launchpad
Avatar utente
Wilson
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 3539
Iscrizione: domenica 20 novembre 2005, 14:47
Desktop: Unity
Distribuzione: Edubuntu 15.04 x86_64
Località: Torino

Re: Sviluppo "segreto"

Messaggio da Wilson »

Sarebbe meglio che chi ha scritto questa cosa imparasse l'inglese e un minimo di come viene sviluppato, da sempre, Ubuntu:
Mapping out the road to 13.04, there are a few items with high “tada!” value that would be great candidates for folk who want to work on something that will get attention when unveiled. While we won’t talk about them until we think they are ready to celebrate, we’re happy to engage with contributing community members that have established credibility (membership, or close to it) in Ubuntu, who want to be part of the action.
Ci sono sempre stati progetti specifici portati avanti in segreto da Canonical fino al momento del rilascio (ovviamente sotto GPL), i primi che mi vengono in mente sono Upstart (ora diffuso in altre distro, se non sbaglio) e Unity.
Ora si permette ad alcuni sviluppatori esterni a Canonical (ma non a Ubuntu) di vedere questi progetti già in fase di sviluppo e di intervenire da subito nel progetto.

A voler parlar male mi sembra un modo di trovar gente che lavori gratis, ma "Lo sviluppo di Ubuntu 13.04 Raring Ringtail verrà affidato solo a pochi sviluppatori" è una balla pura e semplice.
-- Provate Ubuntu! Innocuo se usato secondo le istruzioni --
Ikitt
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1816
Iscrizione: mercoledì 24 ottobre 2007, 12:05

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da Ikitt »

eNry92 » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216321#p4216321]3 minuti fa[/url] ha scritto:Qui:
http://www.chimerarevo.com/ubuntu-13-04 ... -comunita/

dicono altro :D

(non ho letto gli articoli ti Mark e non so se è chimerarevo ad aver sbagliato!!)
Le probabilita` pendono decisamente da una parte ben precisa.
Avatar utente
Vellerofonte
Prode Principiante
Messaggi: 61
Iscrizione: giovedì 30 dicembre 2010, 17:17
Desktop: KDE
Distribuzione: Chakra Linux
Località: Cerano (NO)

Re: Sviluppo "segreto"

Messaggio da Vellerofonte »

Wilson » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216324#p4216324]3 minuti fa[/url] ha scritto:A voler parlar male mi sembra un modo di trovar gente che lavori gratis, ma "Lo sviluppo di Ubuntu 13.04 Raring Ringtail verrà affidato solo a pochi sviluppatori" è una balla pura e semplice.
Speriamo davvero...
Avatar utente
vaillant
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 8319
Iscrizione: domenica 15 marzo 2009, 9:54
Distribuzione: Ubuntu 16.04
Sesso: Maschile
Località: Modica

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da vaillant »

Ho unito i due topic. Da parte mia, suggerirei una lettura in più del blog di Shuttleworth e una in meno dei blog nostrani
I miei computer - Ubuntu Builder - Crea la tua Ubuntu personalizzata
Se sei incerto, tieni aperto
Did I ever tell you what the definition of insanity is?
Avatar utente
Wilson
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 3539
Iscrizione: domenica 20 novembre 2005, 14:47
Desktop: Unity
Distribuzione: Edubuntu 15.04 x86_64
Località: Torino

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da Wilson »

Posso confermare che Chimeraevo ha scritto una sciocchezza, ma minore rispetto ad altre che stanno apparendo.

Il fatto è che ogni progetto Open viene sviluppato inizialmente in segreto (pure Linus non ha svelato Linux finché non è stato pronto, no?), quando è sufficientemente maturo viene poi rilasciato, ora Canonical annuncia di coinvolgere alcuni selezionati membri della comunità di Ubuntu nello sviluppo dei sui progetti "segreti" (che ci sono sempre stati e sempre ci saranno, come il client di UbuntuONE, Unity, il Software Center...).

Certa gente dovrebbe imparare a leggere (e no, non c'è altro, visto che tutti citano il post piuttosto chiaro che ho linkato sopra come unica fonte).
-- Provate Ubuntu! Innocuo se usato secondo le istruzioni --
Ikitt
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1816
Iscrizione: mercoledì 24 ottobre 2007, 12:05

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da Ikitt »

Wilson » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216333#p4216333]1 minuto fa[/url] ha scritto:Posso confermare che Chimeraevo ha scritto una sciocchezza, ma minore rispetto ad altre che stanno apparendo.
Certa gente dovrebbe imparare a leggere (e no, non c'è altro, visto che tutti citano il post piuttosto chiaro che ho linkato sopra come unica fonte).
Si, e dovrebbe anche capire un minimo di come funziona lo sviluppo opensource (ma in pratica pero`) invece di immaginarselo e farsi film e, sopratutto, flame, basate sulle proprie illusioni.
Non e` particolarmente difficile o complesso, anche solo seguire le mailing list tecniche (ancora, leggere!) basta e avanza.
Avatar utente
Wilson
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 3539
Iscrizione: domenica 20 novembre 2005, 14:47
Desktop: Unity
Distribuzione: Edubuntu 15.04 x86_64
Località: Torino

Re: Sviluppo "segreto"

Messaggio da Wilson »

Vellerofonte » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216330#p4216330]3 minuti fa[/url] ha scritto:
Wilson » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216324#p4216324]3 minuti fa[/url] ha scritto:A voler parlar male mi sembra un modo di trovar gente che lavori gratis, ma "Lo sviluppo di Ubuntu 13.04 Raring Ringtail verrà affidato solo a pochi sviluppatori" è una balla pura e semplice.
Speriamo davvero...
No, non c'è da sperare, è un dato di fatto:
1) "lo sviluppo di Ubuntu" è una concetto privo di significato: vengono sviluppati i singoli programmi, di globale c'è solo l'assemblaggio
2) Canonical non "comanda" Ubuntu, la guida tecnica è espressa dalla comunità, solo una parte degli organi che decidono sullo sviluppo è composta da dipendenti di Canonical: http://www.ubuntu-it.org/progetto/struttura
3) L'unica fonte citata è un annuncio in cui il SABDFL annuncia una campagna di reclutamento per collaborare ai progetti "privati" di Canonical che si vorranno rilasicare in futuro.
4) Libreoffice dovrebbe aver insegnato qualcosa: il giorno in cui Canonical decidesse di abbandonare la linea libera (il suo peso nella comunità è comunque preponderante) la parte non dipendente organizzarebbe un fork, sarebbe una bella frenata, ma non la fine del progetto (se non per Canonical, che non è in grado di gestire il tutto senza la comunità e si ritroverebbe senza la propria fonte di guadagni).
-- Provate Ubuntu! Innocuo se usato secondo le istruzioni --
Avatar utente
Wilson
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 3539
Iscrizione: domenica 20 novembre 2005, 14:47
Desktop: Unity
Distribuzione: Edubuntu 15.04 x86_64
Località: Torino

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da Wilson »

Ikitt » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216329#p4216329]14 minuti fa[/url] ha scritto:
eNry92 » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216321#p4216321]3 minuti fa[/url] ha scritto:Qui:
http://www.chimerarevo.com/ubuntu-13-04 ... -comunita/

dicono altro :D

(non ho letto gli articoli ti Mark e non so se è chimerarevo ad aver sbagliato!!)
Le probabilita` pendono decisamente da una parte ben precisa.
Che c'entrano le probabilità?

Chimeraevo scrive: "in questo post MS scrive queste cose..."
Vai a leggere il post originale è puoi appurare se è vero o no, semplice e senza "probabilità".
-- Provate Ubuntu! Innocuo se usato secondo le istruzioni --
Ikitt
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1816
Iscrizione: mercoledì 24 ottobre 2007, 12:05

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da Ikitt »

Wilson » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216349#p4216349]17 minuti fa[/url] ha scritto:
Ikitt » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216329#p4216329]14 minuti fa[/url] ha scritto:
eNry92 » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216321#p4216321]3 minuti fa[/url] ha scritto:Qui:
http://www.chimerarevo.com/ubuntu-13-04 ... -comunita/

dicono altro :D

(non ho letto gli articoli ti Mark e non so se è chimerarevo ad aver sbagliato!!)
Le probabilita` pendono decisamente da una parte ben precisa.
Che c'entrano le probabilità?

Chimeraevo scrive: "in questo post MS scrive queste cose..."
Vai a leggere il post originale è puoi appurare se è vero o no, semplice e senza "probabilità".
Ero ironico. Concordo con te. Ma del resto, e` anche vero che titoloni + flame = visite e impression sugli adlink. L'informazione a maggior ragione se approfondita non vende.
Avatar utente
hellojoker
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 7740
Iscrizione: martedì 22 febbraio 2011, 20:37
Desktop: Gnome Shell
Distribuzione: Fedora|Win10

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da hellojoker »

Credo che il prossimo topic Ubuntu X.Y le novità sarà leggermente diffcile da popolare :D
Avatar utente
giulux
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 24391
Iscrizione: domenica 10 gennaio 2010, 12:17
Desktop: ubuntu 18.04
Distribuzione: Ubuntu 18.04.3 LTS x86_64
Sesso: Maschile
Località: Roma

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da giulux »

hellojoker » [url=http://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=4216375#p4216375]19/10/2012, 13:36[/url] ha scritto:Credo che il prossimo topic Ubuntu X.Y le novità sarà leggermente diffcile da popolare :D
hai scarsa fiducia nella fantasia del popolo del forum! :D
Avatar utente
hellojoker
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 7740
Iscrizione: martedì 22 febbraio 2011, 20:37
Desktop: Gnome Shell
Distribuzione: Fedora|Win10

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da hellojoker »

:D

Giusto per dire la mia, credo che un coordinamento interno sia necessario anche nei progetti basati su una comunità, ci sarà sicuramente chi vedrà tutto questo come una maggiore chiusura, ma secondo me* non lo è, avere delle linee guida non fa altro che migliorare il risultato finale (mi viene in mente troppi galli a cantare non si fa mai giorno), spesso la natura del progetto viene completamente stravolta, si parte da una cosa è si finisce per ritrovarsene un'altra, anche qui c'è chi dirà ma questo è uno degli aspetti positivi dell'open source, si senza dubbio, ma "troppa democrazia rischia di sfociare in anarchia" ossia caos, risultato le cose funzionano a volte così così, critiche che arrivano da tutte le parti, spesso su un progetto che nemmeno è stato realizzato per come lo si era concepito è questo secca parecchio (almeno a me seccherebbe) un conto è essere criticati anche duramente per qualcosa che è stato realizzato secondo i propri criteri un altro è altro.Ci sono dei passaggi sul blog di
MS che non condivido (Indovinate quali :P) ma sorvolo credo che la discussione sia già troppo "calda".



*(un giorno aprirò un topic sull'uso del secondo me nei forum etc, è normale che è secondo me, parlo io, quando parlo con le persone mica ogni volta antepongo secondo me o imho)
Avatar utente
rpadovani
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 3434
Iscrizione: lunedì 8 dicembre 2008, 19:49
Desktop: GNOME Shell
Distribuzione: Ubuntu 18.04 x86_64
Sesso: Maschile
Località: Munich, Germany
Contatti:

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da rpadovani »

Considera però che l'avere progetti "privati" open è la prassi. La stessa comunità italiana lavora in questo modo: se tu adesso vuoi sapere cosa sta facendo il Gruppo Web, il Gruppo Forum, il Gruppo FCM, verso cosa si sta muovendo il Consiglio della Comunità o quali saranno i prossimi prodotti creati, non puoi saperlo. Sul wiki ci sono delle pagine private, alcune mailing list richiedono l'approvazione per l'iscrizione.

In questo modo si tutela la sicurezza e la gente riesce a lavorare senza che ci siano i soliti idioti che si lamentano prima che il prodotto sia finito!
Solutions Architect at nextbit | About me
Changing the world bit by bit
Avatar utente
pietroalbini
Gruppo Web
Gruppo Web
Messaggi: 501
Iscrizione: lunedì 2 gennaio 2012, 12:37
Desktop: Unity
Distribuzione: Ubuntu 14.04 64bit
Località: Rimini
Contatti:

Re: Canonical apre (in parte) alla comunità i propri progett

Messaggio da pietroalbini »

Ultimamente leggo sempre meno i blog italiani, semplicemente perchè ogni notizia su ubuntu (naturalmente tranne quelle cattive) viene capovolta, mostrando la verità opposta.
Se, per esempio, aggiungono le donazioni, non bisogna dire che ubuntu chiede l'elemosina: M.S. paga tutto ciò che tiene su ubuntu (compreso questo forum) di tasca propria. Potrà "sollevare" le sue finanze?
Oppure, come ha detto WebbyIT, è correttissimo che i progetti vadano tenuti segreti prima del dovuto: se aveste visto unity la prima settimana di sviluppo avreste tutti formattato il vostro hard disk.
Pietro Albini
Launchpad: pietroalbini - Irc: pietroalbini su irc.freenode.net - Wiki: pietroalbini
Ubuntu-it Member - Ubuntu Member - Gruppo Sistemisti - Amministratore di Chiedi - Gruppo Web - Social Media
Scrivi risposta

Ritorna a “Bar Ubuntu”

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti iscritti e 6 ospiti