La fine di Unity

Il ritrovo della comunità dove confrontarsi e discutere sulle notizie dal mondo dell'informatica, di Ubuntu e di tutto quello che la riguarda, novità, pettegolezzi e quant'altro.

Re: La fine di Unity

Messaggioda Wilson » venerdì 14 aprile 2017, 9:37

Beh, ma questo era proprio il punto con la convergenza: attacchi un mouse, una tastiera e un monitor al tuo telefono e lo usi come un desktop (con l'interfaccia e i programmi di un desktop).

In questo modo risparmi sul costo dell'hw e hai sempre con te le tue cose, ci puoi lavorare seriamente ovunque trovi una scrivania attrezzata, ma puoi accederci anche senza per le piccole cose.

E al contempo hai sul desktop tutte le funzionalità del telefono, visto che è lo stesso computer!

E col tempo i programmi avrebbero sviluppato interfacce flessibili in modo da offrire la migliore esperienza possibile in ogni configurazione.
-- Provate Ubuntu! Innocuo se usato secondo le istruzioni --
Avatar utente
Wilson
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 3538
Iscrizione: novembre 2005
Località: Torino
Desktop: Unity
Distribuzione: Edubuntu 15.04 x86_64

Re: La fine di Unity

Messaggioda ralf9000 » venerdì 14 aprile 2017, 10:48

Be', in un ipotetico futuro apocalittico privo sistemi desktop, confido che l'intero mondo linux si adeguerà. Ma tutti insieme, perché l'open source ce la può fare solo così. E non ho dubbi che lo farà!
E il passaggio da Unity a Gnome per me non è poi così traumatico. Come è stato detto in precedenza, se lo si utilizza liscio, per come è stato pensato, è tutto molto coerente.
Mettendo "dash to dock" o "dash to panel" viene snaturato, e allora meglio la sessione classic.
Avatar utente
ralf9000
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 623
Iscrizione: febbraio 2012
Località: LV 426
Distribuzione: Ubuntu 16.04 LTS

Re: La fine di Unity

Messaggioda IL BaK » venerdì 14 aprile 2017, 11:19

Bisogna capire cosa intendiamo per "desktop", perchè con un adattatore micro usb e uno switch usb posso collegare mouse e tastiera anche ad un cellulare Android...
E credo che il "desktop" del futuro sia esattamente questo: si avrà una docking station casalinga ma la tentazione di avere un "core" funzionante e unico sempre dietro penso sia innegabile... Ed era proprio quello che rappresentava l'appetibilità dell'accoppiata Unity/Mir...

Poi chiaramente si troveranno altre strade e concordo con Ralf sul pensiero che l'open source deve andare avanti compatto e ottimizzando le proprie risorse. Filosofia su cui Ubuntu, in alcuni punti del suo comunque validissimo percorso, si è lasciata un po' andare...
Avatar utente
IL BaK
Prode Principiante
 
Messaggi: 112
Iscrizione: luglio 2006
Località: Reggio Calabria
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda [ Giulio@Linux ] » venerdì 14 aprile 2017, 11:21

Wilson Immagine ha scritto:Beh, ma questo era proprio il punto con la convergenza: attacchi un mouse, una tastiera e un monitor al tuo telefono e lo usi come un desktop (con l'interfaccia e i programmi di un desktop).

Canonical ha iniziato prima di Microsoft e Samsung, e ancora non era nemmeno vicina all'obiettivo. Va bene che Continuum e DeX (o come si chiama) non sono propriamente convergenza, ma direi che se qualcuno ci può arrivare quelli sono loro, non Canonical.
Hai un vecchio computer? Segui la guida dedicata! Installazione/HardwareObsoleto
Avatar utente
[ Giulio@Linux ]
Gruppo Documentazione
Gruppo Documentazione
 
Messaggi: 1403
Iscrizione: marzo 2008
Desktop: MATE - Compiz
Distribuzione: Ubuntu MATE 16.04 64bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda caturen » venerdì 14 aprile 2017, 11:30

Il "desktop" è morto da un pezzo dato che il sistema operativo più usato al mondo è android che ha superato pure windows (con le sue varie versioni) https://www.syrusindustry.com/android-b ... tilizzato/ e il mercato di vendita di computer pc e notebook è ai minimi termini da anni oramai. L'unico modello che "tira" sono i chromebook ed è detto tutto di cosa gliene freghi dei "desktop" alla gente. Poi quando chrome uscirà con il suo nuovo sistema operativo non ci sarà più trippa per gatti per nessuno. Ci sarà solo lui e coloro che ce l'hanno a morte con la polverizzazione dell'opensource saranno alla fine contenti: https://www.investireoggi.it/tech/rivol ... e-android/
caturen
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 13469
Iscrizione: aprile 2010
Desktop: diversi
Distribuzione: debian sid

Re: La fine di Unity

Messaggioda GreYOwL » venerdì 14 aprile 2017, 11:58

piccolo off topic:
sto provando ubuntu 17.04 gnome shell: cè un modo per aggiungere alla ricerca, file e cartelle tipo hud ?
per favore non fatemi apire un thread..
"Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo" - Evelyn Beatrice Hall -
Avatar utente
GreYOwL
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1166
Iscrizione: aprile 2007
Località: Roma
Desktop: Gnome 3.26.1
Distribuzione: Ubuntu 17.10
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda telperion » venerdì 14 aprile 2017, 12:19

Wilson Immagine ha scritto:Beh, ma questo era proprio il punto con la convergenza: attacchi un mouse, una tastiera e un monitor al tuo telefono e lo usi come un desktop (con l'interfaccia e i programmi di un desktop).

In questo modo risparmi sul costo dell'hw e hai sempre con te le tue cose, ci puoi lavorare seriamente ovunque trovi una scrivania attrezzata, ma puoi accederci anche senza per le piccole cose.

E al contempo hai sul desktop tutte le funzionalità del telefono, visto che è lo stesso computer!

E col tempo i programmi avrebbero sviluppato interfacce flessibili in modo da offrire la migliore esperienza possibile in ogni configurazione.


Questa è utopia, attacchi un mouse, una tastiera e un monitor al tuo telefono e lo usi come un desktop.
Non hai un desktop, usi un TELEFONO con più comodità, schermo grande tastiera mouse.

In un desktop hai potenza di calcolo, ram elevata, memoria di massa con capacità e velocità molto più elevate.
Prova ad elaborare foto 15000x10000 pixel col "telefono", a fare un rendering con blender, a compilare GCC, a montare un video HD a fare una conversione HEVC con ffmpeg poi mi dici.

Un telefono è e resta tale, un computer (chiamiamolo desktop) è una cosa totalmente diversa.
Non è che se metti un rimorchio al vespino hai un TIR.
:lol:
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5383
Iscrizione: luglio 2006

Re: La fine di Unity

Messaggioda [ Giulio@Linux ] » venerdì 14 aprile 2017, 12:38

telperion Immagine ha scritto:Un telefono è e resta tale, un computer (chiamiamolo desktop) è una cosa totalmente diversa.

Dipende quello che ci devi fare. Per andare su internet, vedere i film, gestire la posta elettronica, scrivere semplici documenti di testo/calcolo/presentazione, l'attuale potenza di uno smartphone top di gamma è sufficiente.
Hai un vecchio computer? Segui la guida dedicata! Installazione/HardwareObsoleto
Avatar utente
[ Giulio@Linux ]
Gruppo Documentazione
Gruppo Documentazione
 
Messaggi: 1403
Iscrizione: marzo 2008
Desktop: MATE - Compiz
Distribuzione: Ubuntu MATE 16.04 64bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda IL BaK » venerdì 14 aprile 2017, 12:50

caturen Immagine ha scritto:Il "desktop" è morto da un pezzo dato che il sistema operativo più usato al mondo è android [...]


Concordo sul declino del desktop ma non sarei così disfattista...
Sicuramente Google sta aspettando solo una crescita dell'hardware mobile per unificare i sistemi (sarebbe stupido altrimenti), ma c'è sempre una comunità open source che sta comunque lavorando per offrire sempre un'alternativa...
Forse in passato ci si è accomodati troppo sul fatto che "Linux è meglio di Windows" senza una visione d'insieme a lungo termine... Oltre alle difficoltà oggettive nello sviluppare in maniera indipentente (costi, risorse umane, rapporti con i produttori hardware ecc.).

Magari il "caso" Unity ci ricorderà che è meglio camminare compatti e cercare di seguire l'utenza, perchè l'utenza (intesa come grandi numeri) andrà sempre verso le soluzioni più semplici...


telperion Immagine ha scritto:
Questa è utopia, attacchi un mouse, una tastiera e un monitor al tuo telefono e lo usi come un desktop.
Non hai un desktop, usi un TELEFONO con più comodità, schermo grande tastiera mouse.


Non ne sarei così sicuro... Stiamo parlando di "telefoni" che già in pochissimo tempo sono passati (per fare un esempio) da Angry Birds ad Asphalt... Non sottovalutiamo il presente e sopratutto il futuro di queste macchine anche perchè penso che la gente con la tecnoogia di consumo andrà sempre verso il voler fare un acquisto "forte" piuttosto che spendere per telefono e desktop...
Avatar utente
IL BaK
Prode Principiante
 
Messaggi: 112
Iscrizione: luglio 2006
Località: Reggio Calabria
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda telperion » venerdì 14 aprile 2017, 13:08

[ Giulio@Linux ] Immagine ha scritto:
telperion Immagine ha scritto:Un telefono è e resta tale, un computer (chiamiamolo desktop) è una cosa totalmente diversa.

Dipende quello che ci devi fare. Per andare su internet, vedere i film, gestire la posta elettronica, scrivere semplici documenti di testo/calcolo/presentazione, l'attuale potenza di uno smartphone top di gamma è sufficiente.


Sono d'accordo, è solo questioni di termini, quello per me è un mini/home/pc per uso sporadico e casual, chiamiamolo TABLET senza inventare nulla.
Probabilmente per una utenza generica/casual con bisogni per lo più comunicazione/intrattenimento e poco più.
Un elettrodomestico di massa per facezie varie.

Un COMPUTER (ripeto chiamiamolo desktop per brevità) serve a ben altro, a chi lavora, a chi produce contenuti, a chi fa simulazioni matematiche, a chi sviluppa, a chi gioca, e non pensate che sia poca gente, ed è anche quella che spende di più in HW e SW.

Ovvio che col COMPUTER fai anche tutto quello che fa il TABLET, ma non il CONTARIO.

Se il (i) DE vuole diventare un DE per elettrodomestici (tipo Android), per inseguire l'ipotetica massa a me sembra un bel HARAKIRI,
anche perchè Android (piuttosto che Ios) già esiste e combatte con voi.

Scalzare i "giganti" mi sembra tempo perso (qualcuno in Canonical pare averlo capito).

Poi chi sono io per giudicare?
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5383
Iscrizione: luglio 2006

Re: La fine di Unity

Messaggioda trekfan1 » venerdì 14 aprile 2017, 13:09

GreYOwL Immagine ha scritto:piccolo off topic:
sto provando ubuntu 17.04 gnome shell: cè un modo per aggiungere alla ricerca, file e cartelle tipo hud ?
per favore non fatemi apire un thread..

https://extensions.gnome.org/ (ma avresti dovuto aprirlo o guardare nella sottosezione GNOME (che mi sa che presto non sarà tanto una sottosezione....)
Avatar utente
trekfan1
Moderatore Globale
Moderatore Globale
 
Messaggi: 16448
Iscrizione: maggio 2006
Località: Formigine (MO) | Tenace Tecnocrate
Desktop: Gnome Shell
Distribuzione: Ubuntu 17.10 e 18.04 (dev) 64 bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda telperion » venerdì 14 aprile 2017, 13:14

IL BaK Immagine ha scritto:
Non ne sarei così sicuro... Stiamo parlando di "telefoni" che già in pochissimo tempo sono passati (per fare un esempio) da Angry Birds ad Asphalt... Non sottovalutiamo il presente e sopratutto il futuro di queste macchine anche perchè penso che la gente con la tecnoogia di consumo andrà sempre verso il voler fare un acquisto "forte" piuttosto che spendere per telefono e desktop...


Nello stesso tempo sono usciti i Ryzen 8 core, ram velocissime, GPU con potenze di calcolo mostruose, SSD velocissimi eccetera.
Un telefono top costa 5-600€, con un pc da 1000/1200€ hai una potenza di calcolo mostruosa in paragone.

Si evolvono i telefoni, ma non solo loro ...
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5383
Iscrizione: luglio 2006

Re: La fine di Unity

Messaggioda woddy68 » venerdì 14 aprile 2017, 13:28

trekfan1 Immagine ha scritto:
GreYOwL Immagine ha scritto:piccolo off topic:
sto provando ubuntu 17.04 gnome shell: cè un modo per aggiungere alla ricerca, file e cartelle tipo hud ?
per favore non fatemi apire un thread..

https://extensions.gnome.org/ (ma avresti dovuto aprirlo o guardare nella sottosezione GNOME (che mi sa che presto non sarà tanto una sottosezione....)

L'hud è una cosa completamente diversa dalla ricerca di file e cartelle, Hud è la ricerca dei comandi delle varie applicazioni e non credo sia disponibile su GS.
Il "desktop" è morto da un pezzo dato che il sistema operativo più usato al mondo è android [...]

Non sono completamente d'accordo su questa affermazione, è logico che con l'avvento dei telefoni di ultima generazione siano cambiate le cose anche per quanto riguarda i notebook e desktop. Ma ogni dispositivo ha un suo perché, logicamente avendo oggi un'offerta più ampia il mercato dei notebook e desktop è cambiato. Ma non conosco nessuno che si guarda film in streaming su un telefono, a meno che non abbia al momento alternative. Ogni dispositivo ha un suo specifico scopo, per cui è più corretto dire che il mercato desktop e notebook si è oggi ridimensionato rispetto a quando non esistevano ancora gli smartphone, ma non significa che sia morto. Ho lavorato in un grande magazzino e la richiesta di notebook rimane alta, mentre il desktop oggi ha un mercato più orientato ad aziende o utenti esperti che lavorano con determinati software o per il gaming.
Desktop - Acer Aspire M5500 (Nvidia) OpenSuse Leap 42.3 Kde -- Kubuntu 17.10 .
Notebook Acer Aspire E1 -522 (Amd) Tumbleweed
Avatar utente
woddy68
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 2979
Iscrizione: febbraio 2011
Località: Bellano Lc
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: OpenSuse Leap 42.3 - Tumbleweed
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda GreYOwL » venerdì 14 aprile 2017, 13:31

trekfan1 Immagine ha scritto:
GreYOwL Immagine ha scritto:piccolo off topic:
sto provando ubuntu 17.04 gnome shell: cè un modo per aggiungere alla ricerca, file e cartelle tipo hud ?
per favore non fatemi apire un thread..

https://extensions.gnome.org/ (ma avresti dovuto aprirlo o guardare nella sottosezione GNOME (che mi sa che presto non sarà tanto una sottosezione....)

Grazie ! il fatto è che cercando ho installato la estensione traecker ma funziona solo su nautilus... mi impegnerò a cercare meglio :)
"Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo" - Evelyn Beatrice Hall -
Avatar utente
GreYOwL
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1166
Iscrizione: aprile 2007
Località: Roma
Desktop: Gnome 3.26.1
Distribuzione: Ubuntu 17.10
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda [ Giulio@Linux ] » venerdì 14 aprile 2017, 14:05

telperion Immagine ha scritto:Un telefono top costa 5-600€, con un pc da 1000/1200€ hai una potenza di calcolo mostruosa in paragone.

Dobbiamo chiarirci: la convergenza a chi serve? A quelle persone che fanno un "uso ufficio" del computer e a coloro serve avere sempre con sé determinati dati e devono muoversi tantissimo (per cui portarsi dietro un computer può essere un peso non da poco). A questo tipo di persone, che spesso comprano lo smartphone top di gamma solo per andare su Facebook (ma lo comprano!), non parrebbe il vero di risparmiare mezzo migliaio di euro (ovvero il costo del computer).
A tutti gli altri, numericamente molti ma in percentuale non altissima, la potenza di calcolo di un computer "classico" servirà sempre, e della convergenza gli importerà poco e niente.
Hai un vecchio computer? Segui la guida dedicata! Installazione/HardwareObsoleto
Avatar utente
[ Giulio@Linux ]
Gruppo Documentazione
Gruppo Documentazione
 
Messaggi: 1403
Iscrizione: marzo 2008
Desktop: MATE - Compiz
Distribuzione: Ubuntu MATE 16.04 64bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda telperion » venerdì 14 aprile 2017, 14:39

[ Giulio@Linux ] Immagine ha scritto:
telperion Immagine ha scritto:Un telefono top costa 5-600€, con un pc da 1000/1200€ hai una potenza di calcolo mostruosa in paragone.

Dobbiamo chiarirci: la convergenza a chi serve? A quelle persone che fanno un "uso ufficio" del computer e a coloro serve avere sempre con sé determinati dati e devono muoversi tantissimo (per cui portarsi dietro un computer può essere un peso non da poco). A questo tipo di persone, che spesso comprano lo smartphone top di gamma solo per andare su Facebook (ma lo comprano!), non parrebbe il vero di risparmiare mezzo migliaio di euro (ovvero il costo del computer).
A tutti gli altri, numericamente molti ma in percentuale non altissima, la potenza di calcolo di un computer "classico" servirà sempre, e della convergenza gli importerà poco e niente.


Corretto, ma penso sia un errore (e Canonical lo certifica) che i DE linux strizzino l'occhio ai casual, ci sono già competitor affermati li, mentre a tutti gli altri, numericamente molti ma in percentuale non altissima, quelli a cui la potenza di calcolo di un computer "classico" servirà sempre, sono e sempre saranno il CORE dell'utenza, quel core che anche sviluppa segnala bug eccetera.
Han fallito tutti MS, Google crome, Canonical, firefoxos .... li dominano Android e Ios, lasciamo perdere e concentriamoci sui Server lato enterprise,
e sui mid/power/user lato DE, visto che le risorse son poche e la quota generale Linux (no server) ridicola.
Questo il mio pensiero.
Buona Pasqua a tutti.
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5383
Iscrizione: luglio 2006

Re: La fine di Unity

Messaggioda woddy68 » venerdì 14 aprile 2017, 15:02

Ciao telperion, io ho sempre pensato che la convergenza fosse una buona idea e comunque era giusto provarci, dopotutto non era un obbligo, le persone avrebbero potuto continuare ad utilizzare i due device separatamente senza alcun problema, per chi invece ne aveva la necessità avrebbe potuto sfruttare questa opzione. Quella che ha certificato Canonical è che una azienda piccola senza l'aiuto di una grande comunità non è in grado di fare un lavoro di questo tipo, sopratutto in un momento di crisi economica come quello che stiamo da anni vivendo.
Edit. il progetto non è fallito perché non era attraente per gli utenti, ubuntu phone non è mai stato commercializzato, sono solo stati messi in vendita online per una determinata utenza, in quanto come da sempre specificato da Canonical il prodotto non era ancora pronto per essere messo sugli scaffali della grande distribuzione.
Desktop - Acer Aspire M5500 (Nvidia) OpenSuse Leap 42.3 Kde -- Kubuntu 17.10 .
Notebook Acer Aspire E1 -522 (Amd) Tumbleweed
Avatar utente
woddy68
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 2979
Iscrizione: febbraio 2011
Località: Bellano Lc
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: OpenSuse Leap 42.3 - Tumbleweed
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda Wilson » venerdì 14 aprile 2017, 17:06

Io col computer ci lavoro e a me avrebbe fatto più che comodomentre di un tablet non me ne faccio una mazza, come la clamorosa maggioranza delle persone che lavorano con un computer: il grosso del lavoro (cioè il lavoro della maggior parte delle persone) passa attraverso l'uso di macchine remote (per lo più sotto forma di web app) e l'elaborazione di documenti (scannerizza, stampa, elabora testi, fogli di calcolo...), cose per le quali ti serve un interfaccia desktop e poca (si fa per dire) potenza di calcolo in locale.

Non per nulla Atom e Celeron vendono parecchio.

Per chi ha bisogno di potenza di calcolo in locale e deve fare simulazioni in 3D c'è già il Mac Pro ;)
-- Provate Ubuntu! Innocuo se usato secondo le istruzioni --
Avatar utente
Wilson
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 3538
Iscrizione: novembre 2005
Località: Torino
Desktop: Unity
Distribuzione: Edubuntu 15.04 x86_64

Re: La fine di Unity

Messaggioda IL BaK » venerdì 14 aprile 2017, 22:31

telperion Immagine ha scritto:Nello stesso tempo sono usciti i Ryzen 8 core, ram velocissime, GPU con potenze di calcolo mostruose, SSD velocissimi eccetera.
Un telefono top costa 5-600€, con un pc da 1000/1200€ hai una potenza di calcolo mostruosa in paragone.

Si evolvono i telefoni, ma non solo loro ...


Sì ma fai attenzione al mio discorso: io mi riferivo alla prospettiva del mercato consumer "popolare".
Nello scenario attuale l'utente medio non è minimamente disposto a spendere 1200 euro per un pc da tenere in casa (il concetto stesso di "desktop" con unità base e schermo risulta obsoleto). Poi chiaramente se sei un professionista e vedi nel pc un investimento da cui deriverà un guadagno i 1200 euro li spendi di sicuro! Ma parliamo di fette ristrette di mercato...

La portabilità sarà la chiave del mercato consumer, un esempio (seppur in altro ramo e altri contesti) lo stanno dando le vendite di Nintendo Switch, segno che la gente è già interessata a quel tipo di hardware...
Avatar utente
IL BaK
Prode Principiante
 
Messaggi: 112
Iscrizione: luglio 2006
Località: Reggio Calabria
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda telperion » sabato 15 aprile 2017, 0:09

IL BaK Immagine ha scritto:
telperion Immagine ha scritto:Nello stesso tempo sono usciti i Ryzen 8 core, ram velocissime, GPU con potenze di calcolo mostruose, SSD velocissimi eccetera.
Un telefono top costa 5-600€, con un pc da 1000/1200€ hai una potenza di calcolo mostruosa in paragone.

Si evolvono i telefoni, ma non solo loro ...


Sì ma fai attenzione al mio discorso: io mi riferivo alla prospettiva del mercato consumer "popolare".
Nello scenario attuale l'utente medio non è minimamente disposto a spendere 1200 euro per un pc da tenere in casa (il concetto stesso di "desktop" con unità base e schermo risulta obsoleto).


Ma che ce ne importa a noi del mercato consumer "popolare",
quello è utenza privilegiata dei "data miner", che fanno i soldi sui dati degli utenti.
All'ecosistema gnu/linux non porterebbe alcun giovamento.
Canonical guadagna solo sui server, per esempio, sul resto perde soldi e basta,
nonostante l'enorme notorietà della distribuzione rispetto alle altre linux.
Quindi a che serve?

Poi chiaramente se sei un professionista e vedi nel pc un investimento da cui deriverà un guadagno i 1200 euro li spendi di sicuro! Ma parliamo di fette ristrette di mercato...


fasce, insieme ai power user, importantissime per l'ecosistema, se perdi quelle per inseguire il volubile mercato consumer, sei fritto.
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5383
Iscrizione: luglio 2006

PrecedenteSuccessiva

Torna a Bar Ubuntu

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: P_1_6 e 5 ospiti