La fine di Unity

Il ritrovo della comunità dove confrontarsi e discutere sulle notizie dal mondo dell'informatica, di Ubuntu e di tutto quello che la riguarda, novità, pettegolezzi e quant'altro.

Re: La fine di Unity

Messaggioda enziosavio » sabato 22 aprile 2017, 14:09

Mha , io ho provato ancora l' altro ieri Plasma 5 , e trafficato per un giorno intero tra le impostazioni .... che casino non potevano lasciarlo come prima era già complicato ora è di più , e incredibile non c'è uno schema di colori fatto che sia decente ( fanno veramente pena ) , non c'è un tema di plasma decente e coerente ( nella icontray ci son le icone magari bianche e l' orologio è nero e cosi via ) oppure ti vien fuori il Logo di Arch nel menù o di un' altra distrò ...e avanti a trafficare ancora , l' unica è lasciare il tema di default , ho messo il menù nel lato sinistro dello schermo , e per farlo uscire devo bussare più volte , gli effetti di Kwin al contrario sono fantastici , e anche il consumo di ram è ottimo senza farci niente , una brutta copia di Kde4 , mi son sfinito e son tornato a Gnome Shell
Rivestì la corazza come gigante , cinse l'armatura di guerra e impegnò battaglia difendendo il campo con la spada
Avatar utente
enziosavio
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 2396
Iscrizione: novembre 2010
Desktop: Plasma
Distribuzione: 64bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda daigo » sabato 22 aprile 2017, 14:21

boh , io tutti sti problemi non ce li trovo, anzi mi pare tutto a posto, sopratutto nelle ultime versioni di plasma
daigo
 

Re: La fine di Unity

Messaggioda telperion » sabato 22 aprile 2017, 14:26

enziosavio Immagine ha scritto:Mha , io ho provato ancora l' altro ieri Plasma 5 , e trafficato per un giorno intero tra le impostazioni .... che casino non potevano lasciarlo come prima era già complicato ora è di più , e incredibile non c'è uno schema di colori fatto che sia decente ( fanno veramente pena ) , non c'è un tema di plasma decente e coerente ( nella icontray ci son le icone magari bianche e l' orologio è nero e cosi via ) oppure ti vien fuori il Logo di Arch nel menù o di un' altra distrò ...e avanti a trafficare ancora , l' unica è lasciare il tema di default , ho messo il menù nel lato sinistro dello schermo , e per farlo uscire devo bussare più volte , gli effetti di Kwin al contrario sono fantastici , e anche il consumo di ram è ottimo senza farci niente , una brutta copia di Kde4 , mi son sfinito e son tornato a Gnome Shell


beh si, ci devi trafficare un po all'inizio, i default sono pessimi.
Però io da gnome 2 a plasma5 (per ora sto ancora su kde4) continuo a mantenere lo stesso schema di lavoro più o meno.
plasma5 (WIP)
Immagine
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5407
Iscrizione: luglio 2006

Re: La fine di Unity

Messaggioda trekfan1 » sabato 22 aprile 2017, 14:38

Topoubunto Immagine ha scritto:
corradoventu Immagine ha scritto:Anche con molta buona volontà non riesco a farmi piacere gnome, ma ripensandoci anche se nel 2021 scade la manutenzione di Ubuntu 16.04 poi seguiterà a funzionare per qualche tempo, mentre io probabilmente avrò smesso di funzionare prima, quindi smetto di preoccuparmi e seguito con Unity.



Ti auguro di "funzionare" molto più a lungo:) comunque tanto la LTS sarà supportata fino al 20121 quindi.. :)



:lol: :lol:
Avatar utente
trekfan1
Moderatore Globale
Moderatore Globale
 
Messaggi: 19473
Iscrizione: maggio 2006
Località: Formigine (MO) | Tenace Tecnocrate
Desktop: Gnome
Distribuzione: Ubuntu 19.04 e 19.10 (dev) 64 bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda corradoventu » sabato 22 aprile 2017, 14:45

trekfan1 Immagine ha scritto:
Topoubunto Immagine ha scritto:
corradoventu Immagine ha scritto:Anche con molta buona volontà non riesco a farmi piacere gnome, ma ripensandoci anche se nel 2021 scade la manutenzione di Ubuntu 16.04 poi seguiterà a funzionare per qualche tempo, mentre io probabilmente avrò smesso di funzionare prima, quindi smetto di preoccuparmi e seguito con Unity.



Ti auguro di "funzionare" molto più a lungo:) comunque tanto la LTS sarà supportata fino al 20121 quindi.. :)



:lol: :lol:

Grazie, ma hai guardato il mio profilo?
Con o senza religione, i buoni si comportano bene e i cattivi male, ma ci vuole la religione per far comportare male i buoni. (Steven Weinberg)
PC di casa: https://drive.google.com/folderview?id= ... sp=sharing
Avatar utente
corradoventu
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1497
Iscrizione: aprile 2008
Località: Bogliasco (GE) o Rezzoaglio (GE)
Desktop: GNOME
Distribuzione: Ubuntu 18.04, 19.04, 19.10
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda enziosavio » sabato 22 aprile 2017, 14:56

daigo Immagine ha scritto:boh , io tutti sti problemi non ce li trovo, anzi mi pare tutto a posto, sopratutto nelle ultime versioni di plasma


Mha ho usato Kde per 8/10 anni , ora quando lo provo non riesco a trovare niente di comodo e mi attacco alle impostazioni , e a ogni spegnimento e riavvio trovo che non è come vorrei , mi dà fastidio fin il righino sottile azzurro o di altro colore che è di contorno alle cartelle in dolphin , il fatto stesso di non poter regolare a piacimento la trasparenza della barra mi fa innervosire , e cercando tra i temi non ce n' è uno buono
Rivestì la corazza come gigante , cinse l'armatura di guerra e impegnò battaglia difendendo il campo con la spada
Avatar utente
enziosavio
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 2396
Iscrizione: novembre 2010
Desktop: Plasma
Distribuzione: 64bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda daigo » sabato 22 aprile 2017, 14:58

eh eh eh , hai fatto la fine di quelli abituati a gnome2 quando è uscito unity e gnome3 :lol:
daigo
 

Re: La fine di Unity

Messaggioda woddy68 » sabato 22 aprile 2017, 15:22

Gnome è stata pensata per essere utilizzata in un determinato modo, poi a seguito delle proteste è stato introdotto un metodo di personalizzazione dello estensioni, quello che io penso è che se un utente si sforzasse di utilizzarla nel modo in cui è stata concepita, sarebbe molto più produttivo, questo vale anche per Unity, un po meno per Kde che invece è stato pensato come un DE da personalizzare.
Desktop - Acer Aspire M5500 (AMD) OpenSuse Leap 15 Kde -- Kubuntu 18.04 -- Tumbleweed
Notebook Acer Aspire E1 -522 (Amd) Tumbleweed
Avatar utente
woddy68
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
 
Messaggi: 4147
Iscrizione: febbraio 2011
Località: Bellano Lc
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: Leap 15 - Tumbleweed- Kubuntu 18.04
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda caturen » sabato 22 aprile 2017, 16:55

daigo Immagine ha scritto:eh eh eh , hai fatto la fine di quelli abituati a gnome2 quando è uscito unity e gnome3 :lol:
e si. Ma almeno quelli che usavano kde4 hanno ritrovato un DE praticamente uguale, con annessi tutti bug di una versione completamente rifatta. Chi invece usava gnome si è ritrovato con la shell, un De completamente alieno e sono rimasti esterrefatti e non si sono più ripresi. Per questo sono nati una sfilza di DE di derivazione gtk che davano/danno la possibilità di avere un desktop usabile.
caturen
Tenace Tecnocrate
Tenace Tecnocrate
 
Messaggi: 14967
Iscrizione: aprile 2010
Desktop: diversi
Distribuzione: debian sid

Re: La fine di Unity

Messaggioda telperion » sabato 22 aprile 2017, 17:07

woddy68 Immagine ha scritto:Gnome è stata pensata per essere utilizzata in un determinato modo, .... quello che io penso è che se un utente si sforzasse di utilizzarla nel modo in cui è stata concepita, sarebbe molto più produttivo...


Ma anche no.
Io mi sforzo (raramente) solo in bagno.
:lol:
Avatar utente
telperion
Rampante Reduce
Rampante Reduce
 
Messaggi: 5407
Iscrizione: luglio 2006

Re: La fine di Unity

Messaggioda Bluette » sabato 22 aprile 2017, 17:39

sket Immagine ha scritto:
simobuntu77 Immagine ha scritto:Unity, ripeto, abbiamo impiegato tempo ad abituarci a quella interfaccia rivoluzionaria e moderna... È un peccato!


Boh! per quel che mi riguarda, a me piace unity (e mi diapiace un sacco della fine... ma si va avanti) proprio perchè non ho faticato affatto ad adattarmi!

È il mio pensiero.
Sto facendo un giro di de, come ognuno di noi ha fatto all'inizio del proprio passaggio a linux :D , ma... ma... come unity niente. La comodità della dash di unity sarà difficile da rimpiazzare ahimè!
Gnome 2 e de analoghi è da scartare a priori, troppo antiquato e mai più riusato da quando è uscita unity.
KDE, mi viene il mal di testa per la marea di personalizzazioni possibili :D si può cambiare tutto. Si presenta con un desktop banale e cerchi di cambiare almeno il tema icone... troppa offerta: non fa per me.
Gnome shell: di primo acchito sembrerebbe il più simile a unity però altro mal di testa perché mi sembra troppo macchinoso rispetto alla semplicità ed efficienza di unity. L'ho installato su un'altra partizione e vedremo col tempo. Gli do qualche chance in più visto che Canonical punta a questo DE.
Unity era semplice, comoda, elegantissima. Il facsimile per ora ha ereditato in parte l'eleganza.
Avatar utente
Bluette
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 375
Iscrizione: settembre 2008
Desktop: Unity
Distribuzione: Ubuntu 16.04 64 bit
Sesso: Femminile

Re: La fine di Unity

Messaggioda sket » sabato 22 aprile 2017, 21:46

woddy68 Immagine ha scritto:Gnome è stata pensata per essere utilizzata in un determinato modo, poi a seguito delle proteste è stato introdotto un metodo di personalizzazione dello estensioni, quello che io penso è che se un utente si sforzasse di utilizzarla nel modo in cui è stata concepita, sarebbe molto più produttivo, questo vale anche per Unity, un po meno per Kde che invece è stato pensato come un DE da personalizzare.

bah... io gnome "standard" non riesco proprio ad usarlo, con parecchie estensioni invece... riesco, almeno dal famoso annuncio sto usando solo gnome (con qualche difficoltà).
mentre su unity non facevo nulla, solo le quicklist.
Avatar utente
sket
Prode Principiante
 
Messaggi: 169
Iscrizione: giugno 2014
Desktop: Gnome
Distribuzione: Ubuntu 18.04 LTS

Re: La fine di Unity

Messaggioda enziosavio » sabato 22 aprile 2017, 22:00

sket Immagine ha scritto:
woddy68 Immagine ha scritto:Gnome è stata pensata per essere utilizzata in un determinato modo, poi a seguito delle proteste è stato introdotto un metodo di personalizzazione dello estensioni, quello che io penso è che se un utente si sforzasse di utilizzarla nel modo in cui è stata concepita, sarebbe molto più produttivo, questo vale anche per Unity, un po meno per Kde che invece è stato pensato come un DE da personalizzare.

bah... io gnome "standard" non riesco proprio ad usarlo, con parecchie estensioni invece... riesco, almeno dal famoso annuncio sto usando solo gnome (con qualche difficoltà).
mentre su unity non facevo nulla, solo le quicklist.


Cosa non ti riesce , usa il tasto super +a oppure super + s Alt+ Tab o angolo attivo una mano sul topo e una sulla tastiera ;)
Rivestì la corazza come gigante , cinse l'armatura di guerra e impegnò battaglia difendendo il campo con la spada
Avatar utente
enziosavio
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 2396
Iscrizione: novembre 2010
Desktop: Plasma
Distribuzione: 64bit
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda simobuntu77 » sabato 22 aprile 2017, 22:33

caturen Immagine ha scritto:
Mi piacerebbe avere una "Crunchbang" che mi pare fosse una Debian con Openbox e Tint2?
eccola https://www.bunsenlabs.org/
oppure un suo "parente" italiano
http://salentos.it/ita/


SalentOs mi sembra appunto più user-friendly
Mentre Bunsenlabs così, a colpo d'occhio sembra più simile a Crunchbang... più accattivante. Molto interessante quest'accoppiata.
ASUS A55V - NVIDIA GEFORCE 610M-2 GB - HD: 750GB - CPU: Intel® Core™ i5-3230M CPU @ 2.60GHz × 4
Debian Stretch - KDE 5 su ASUS
Debian 9.04 Stretch su Presario C500 - KDE
Avatar utente
simobuntu77
Prode Principiante
 
Messaggi: 129
Iscrizione: aprile 2014
Località: Verona
Desktop: Plasma 5.8.6
Distribuzione: Debian Stretch 64bit

Re: La fine di Unity

Messaggioda Gius71.71 » sabato 22 aprile 2017, 23:33

Da quanto so poi non è compatibile con wayland, non so xfwm ma cmq rimarrano pochi nel campo. Se i miei occhi vedranno mai 'sto wayland prima di morire.

Su Fedora è di default.
Aggiungerei, in quanto membro del team di sviluppo, che SalentOS ...........................
Su Wayland mi trovi impreparato, ma mi chiedo: X.org cos'ha che non va? È proprio necessario sprecare risorse che potrebbero essere meglio indirizzate?

Cosa ha Xorg che non va dovresti essere tu a spiegarlo a noi visto che sei membro di un team di sviluppo.
In quanto alle risorse meglio indirizzate detto da chi perde tempo sulla millesima distribuzione e nella discussione dove è Canonical che ha buttato 6 anni andando dietro a Unity e Mir ............... riguardo il nuovo server grafico che a breve sarà adottato da tutti ............... :nono:
Avatar utente
Gius71.71
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 671
Iscrizione: maggio 2011
Desktop: Gnome
Distribuzione: Fedora

Re: La fine di Unity

Messaggioda Dromji » domenica 23 aprile 2017, 0:42

La penso come te, la comodità e la semplicità di Unity non si rimpiazza facilmente.

Le ho provate tutte per vedere le alternative e forse Ubunu MATE mi sembra la meno peggio.... KDE è per smanettoni... Gnome shell la trovo scomoda... vuoi vedere che mi toccherà passare a Mint alla fine ?...
Avatar utente
Dromji
Prode Principiante
 
Messaggi: 249
Iscrizione: dicembre 2016
Distribuzione: Ubuntu 17.10 x86_64
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda simobuntu77 » domenica 23 aprile 2017, 8:09

woddy68 Immagine ha scritto:Gnome è stata pensata per essere utilizzata in un determinato modo, poi a seguito delle proteste è stato introdotto un metodo di personalizzazione dello estensioni, quello che io penso è che se un utente si sforzasse di utilizzarla nel modo in cui è stata concepita, sarebbe molto più produttivo, questo vale anche per Unity, un po meno per Kde che invece è stato pensato come un DE da personalizzare.



No, scusa... Se per te è normale passare a Gnome 3 e ti ritrovi che APPENA fai click destro sul desktop rimani come un imbecille e vedi soltanto "impostazioni" e "cambia sfondo"; senza parlare del fatto che sei con una finestra aperta (come me in questo preciso istante con Firefox su Debian Gnome) e, vado in cerca dell'icona Scrivania per minimizzare tutte le finestre in un click e invece devo andare per forza con il mouse a tirarmela giù... o al massimo l'alternativa sarebbe di andare a far sbattere il cursore in alto a sx dove un hotpoint in stile radar ondeggia per mostrarmi un macchinoso meccanismo dove vedro una parziale riduzione della finestra e comparsa del lanciatore per cliccare sul desktop in un interspazio e finalmente vedo la scrivania. O.o

Gnome3, Gnome Shell, Gnome Classic... no comment! :lol:
Unity almeno ha avuto la decenza di lasciarci il click sul desktop in maniera umana e un pannello in alto molto chiaro e classico, ecco perchè piuttosto uso Openbox, addirittura è più user-friendly di "GnomeFamily".
ASUS A55V - NVIDIA GEFORCE 610M-2 GB - HD: 750GB - CPU: Intel® Core™ i5-3230M CPU @ 2.60GHz × 4
Debian Stretch - KDE 5 su ASUS
Debian 9.04 Stretch su Presario C500 - KDE
Avatar utente
simobuntu77
Prode Principiante
 
Messaggi: 129
Iscrizione: aprile 2014
Località: Verona
Desktop: Plasma 5.8.6
Distribuzione: Debian Stretch 64bit

Re: La fine di Unity

Messaggioda gyanny » domenica 23 aprile 2017, 11:00

simobuntu77 Immagine ha scritto:
woddy68 Immagine ha scritto:Gnome è stata pensata per essere utilizzata in un determinato modo, poi a seguito delle proteste è stato introdotto un metodo di personalizzazione dello estensioni, quello che io penso è che se un utente si sforzasse di utilizzarla nel modo in cui è stata concepita, sarebbe molto più produttivo, questo vale anche per Unity, un po meno per Kde che invece è stato pensato come un DE da personalizzare.



No, scusa... Se per te è normale passare a Gnome 3 e ti ritrovi che APPENA fai click destro sul desktop rimani come un imbecille e vedi soltanto "impostazioni" e "cambia sfondo"; senza parlare del fatto che sei con una finestra aperta (come me in questo preciso istante con Firefox su Debian Gnome) e, vado in cerca dell'icona Scrivania per minimizzare tutte le finestre in un click e invece devo andare per forza con il mouse a tirarmela giù... o al massimo l'alternativa sarebbe di andare a far sbattere il cursore in alto a sx dove un hotpoint in stile radar ondeggia per mostrarmi un macchinoso meccanismo dove vedro una parziale riduzione della finestra e comparsa del lanciatore per cliccare sul desktop in un interspazio e finalmente vedo la scrivania. O.o

Gnome3, Gnome Shell, Gnome Classic... no comment! :lol:
Unity almeno ha avuto la decenza di lasciarci il click sul desktop in maniera umana e un pannello in alto molto chiaro e classico, ecco perchè piuttosto uso Openbox, addirittura è più user-friendly di "GnomeFamily".

arrivare a stravolgere la realtà, per rafforzare i propri preconcetti, ha del ridicolo, oltre a insinuare il sospetto di malafede intellettuale
gyanny
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1941
Iscrizione: febbraio 2009
Località: Brianza
Desktop: Gnome-shell
Distribuzione: Ubuntu

Re: La fine di Unity

Messaggioda Darren » domenica 23 aprile 2017, 11:39

@ gyanny
premetto che non sono l'avvocato di simobuntu77, però non ha del tutto torto.

io vengo da anni di Ubuntu (Unity) usata fin dalla prima uscita, con tutti i problemi dell'epoca (rallentamenti grafici e bug vari) ma l'ho vista crescere e migliorare, così come il Global Menu, e ritengo che con la versione 7 di Unity si era raggiunto una qualità eccellente.
ma anche l'intero desktop di Ubuntu era di ottimo livello.

ma, come ho già detto in vari post, uso con soddisfazione da tempo Fedora che integradi default Gnome Shell, ed effettivamente non è "normale" l'impostazione di base del desktop.

voglio dire, credo che tutti noi, usando il pc, siamo abituati che le finestre le possiamo ingrandire/ridurre a icona/chiudere, sia che usiamo Windows, che Mac, che Linux, ecc.. è sempre stato così un po' per tutti i desktop.
perchè di default mi devi "obbligare" solo a chiudere l'applicazione? oppure a spostarmi nell'angolo in alto a sinistra con il mouse??
oppure non mettere icone sul desktop??
oppure...

è vero, ci sono tantissime opzioni/estensioni che negli anni hanno fatto di Gnome Shell un ottimo DE (e infatti su Fedora mi trovo benissimo, personalmente lo trovo pulito), ma è innegabile che Ubuntu con Unity aveva una impostazione molto piu Desktop

EDIT
come era nata Ubuntu Gnome, che sicuramente andrà a morire dopo la 18.04, probabilmente nascerà Ubuntu Unity come appunto alternativa alla "originale" Ubuntu con Gnome.
anche se personalmente spero si basi su Unity 7 perchè la 8 stava prendendo una piega che A ME non piaceva per nulla.
Why's life never easy, or do we make it hard for ourselves?
Avatar utente
Darren
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 390
Iscrizione: ottobre 2008
Località: skype: nightsky.1984
Desktop: Gnome Shell
Distribuzione: Arch Linux
Sesso: Maschile

Re: La fine di Unity

Messaggioda Claudio_F » domenica 23 aprile 2017, 13:06

Darren ha scritto:voglio dire, credo che tutti noi, usando il pc, siamo abituati che le finestre le possiamo ingrandire/ridurre a icona/chiudere, sia che usiamo Windows, che Mac, che Linux, ecc.. è sempre stato così un po' per tutti i desktop.
perchè di default mi devi "obbligare" solo a chiudere l'applicazione? oppure a spostarmi nell'angolo in alto a sinistra con il mouse?? oppure non mettere icone sul desktop?? oppure...


Beh, l'angolo in alto a sinistra è come attivare un pannello a scomparsa, anche se la scomparsa può essere *molto* seccante in un "PC ufficio" dove ogni animazione / tempo di attesa è un inutile ritardo e distrazione (e non abbiamo parlato di scrollbar da pochi pixel che bisogna stare li a "prendere la mira").

Ma in sostanza è quanto mi chiedevo con: "Quindi, la domanda, forse retorica, che mi pongo è questa: visto che Gnome shell dovrà essere la faccia standard della distro Ubuntu "di punta", a chi è rivolta? O magari non è rivolta a nessuno e piace così agli sviluppatori, non ho nulla da obiettare, ma la sua scelta avrà delle conseguenze sull'accettazione da parte di chi ha bisogno di qualcosa "di spiccio", che si rivolgerà quindi a Mate/Cinnamon/Xfce ecc."
Avatar utente
Claudio_F
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1390
Iscrizione: maggio 2012
Desktop: Unity/Mate/Gnome
Distribuzione: Ubu16.04/Mint17

PrecedenteSuccessiva

Torna a Bar Ubuntu

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti registrati e 4 ospiti