[Risolto] Whonix, qubes, Tails, LPS

Il ritrovo della comunità dove confrontarsi e discutere sulle notizie dal mondo dell'informatica, di Ubuntu e di tutto quello che la riguarda, novità, pettegolezzi e quant'altro.

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda TommyB1992 » venerdì 15 giugno 2018, 18:41

a323109 Immagine ha scritto:
TommyB1992 Immagine ha scritto:
Ripeto che non credo, intanto perchè basta che eventualmente sovrascrivi UNA volta basta che stia nella stessa porzione di memoria dove era presente il file precedente, e poi perchè i sistemi unix like utilizzano /dev/null , dopo qualche minuto i dati non diventano più reperibili, se non ci credi, prova da solo...


Pensi che non le abbia provate tutte? :)
Una volta sovrascritti non vengono recuperati DA ME o DA TE con programmini scaricati da internet.

Un professionista usa altri sistemi, il disco tradizionale per esempio ha isteresi, cioe' rimane traccia magnetica sotto e a i lati della pista cancellata. Gli ssd per esempio da mettiamo 120 giga apparenti per te, in realta' sono capienti almeno il doppio, perche'?

_________________________________

Poi tutto e' relativo; uno vuole genericamente "essere sicuro" ma e' troppo generico. Sicuro verso cosa??? Perche' c'e' una bella differenza tra diverse minacce. Avete identificato il vostro nemico, prima di tutto???

Proteggersi in modo generico verso tutte le possibili minacce non e' fattibile ne' saggio.


Stiamo entrando in un discorso di cui non so nulla, non sono preparato nell'argomento del professional data recovery ne ho mai sentito parlare di "tracce magnetiche" perciò non escludo di poter avere torto, grazie lo terrò a mente in futuro.

In questo caso, allora se la paura è "che qualcuno recuperi i dati" posso consigliare di criptare l'hard disk durante l'installazione dell'OS.
TommyB1992
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 700
Iscrizione: luglio 2013
Desktop: GNU/Linux
Distribuzione: Ubuntu 15.04 (i686)
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » venerdì 15 giugno 2018, 18:48

TommyB1992 Immagine ha scritto:
Stiamo entrando in un discorso di cui non so nulla, non sono preparato nell'argomento del professional data recovery ne ho mai sentito parlare di "tracce magnetiche" perciò non escludo di poter avere torto, grazie lo terrò a mente in futuro.

In questo caso, allora se la paura è "che qualcuno recuperi i dati" posso consigliare di criptare l'hard disk durante l'installazione dell'OS.


Non e' problema di torto o ragione, magari io conosco una cosa in particolare perche' ho a che fare con quella al lavoro. Tu sai altre cose che io non so' e cosi' via, ce le scambiamo e poi ne sappiamo di piu' tutti e due.

Criptare i dati va bene.
Un livello che preferisco e' la distruzione fisica. Se uso una live e scarico un file su una scheda micro-sd magari criptata. Ce ne sono anche da 64 giga, quindi roba ce ne sta'. Me la porto con me', il computer dove e' stata usata la live e' pulito. i dati li ho in una cosetta di pochi millimetri che distruggo facilmente in qualsiasi momento.

E voglio vedere io :D
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda TommyB1992 » venerdì 15 giugno 2018, 18:56

a323109 Immagine ha scritto:
TommyB1992 Immagine ha scritto:
Stiamo entrando in un discorso di cui non so nulla, non sono preparato nell'argomento del professional data recovery ne ho mai sentito parlare di "tracce magnetiche" perciò non escludo di poter avere torto, grazie lo terrò a mente in futuro.

In questo caso, allora se la paura è "che qualcuno recuperi i dati" posso consigliare di criptare l'hard disk durante l'installazione dell'OS.


Non e' problema di torto o ragione, magari io conosco una cosa in particolare perche' ho a che fare con quella al lavoro. Tu sai altre cose che io non so' e cosi' via, ce le scambiamo e poi ne sappiamo di piu' tutti e due.

Criptare i dati va bene.
Un livello che preferisco e' la distruzione fisica. Se uso una live e scarico un file su una scheda micro-sd magari criptata. Ce ne sono anche da 64 giga, quindi roba ce ne sta'. Me la porto con me', il computer dove e' stata usata la live e' pulito. i dati li ho in una cosetta di pochi millimetri che distruggo facilmente in qualsiasi momento.

E voglio vedere io :D


Assolutamente, infatti hai fatto bene smentirmi, avrei potuto commettere questo errore nel caso avessi dovuto trattare dati sensbili.
TommyB1992
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
 
Messaggi: 700
Iscrizione: luglio 2013
Desktop: GNU/Linux
Distribuzione: Ubuntu 15.04 (i686)
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » sabato 16 giugno 2018, 10:58

TommyB1992 Immagine ha scritto:Ho dato uno sguardo a Qubes visto che non conoscevo nessuno dei servizi che hai citato (e che apparentemente servono, quasi, tutti per cose differenti) e lo trovo molto interessante...


EDIT/

Mi ha convinto, direi che verrà provata a breve...


L'unica cosa che frena un po' sono i requisiti di sistema, se hai una macchina non molto recente penso si faccia fatica a farlo girare.

a323109 ha scritto:
TommyB1992 Immagine ha scritto:
Stiamo entrando in un discorso di cui non so nulla, non sono preparato nell'argomento del professional data recovery ne ho mai sentito parlare di "tracce magnetiche" perciò non escludo di poter avere torto, grazie lo terrò a mente in futuro.

In questo caso, allora se la paura è "che qualcuno recuperi i dati" posso consigliare di criptare l'hard disk durante l'installazione dell'OS.


Non e' problema di torto o ragione, magari io conosco una cosa in particolare perche' ho a che fare con quella al lavoro. Tu sai altre cose che io non so' e cosi' via, ce le scambiamo e poi ne sappiamo di piu' tutti e due.

Criptare i dati va bene.
Un livello che preferisco e' la distruzione fisica. Se uso una live e scarico un file su una scheda micro-sd magari criptata. Ce ne sono anche da 64 giga, quindi roba ce ne sta'. Me la porto con me', il computer dove e' stata usata la live e' pulito. i dati li ho in una cosetta di pochi millimetri che distruggo facilmente in qualsiasi momento.

E voglio vedere io :D


Sì, però se si agisce in maniera parecchio tempestiva, dalla RAM si può risalire all'attività eseguita sul sistema in live. Per quanto riguarda un sistema presente sull'hard disk, sovrascrivendo ad ogni fine sessione, per lasciare il PC quanto più pulito possibile, non si stressa l'HD e di conseguenza se ne riduce la vita?
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » sabato 16 giugno 2018, 11:23

Spero che tu sia inseguito da un agente della cia :D

La live carica il sistema sulla ram, se c'è qualcosa che non ti convince attorno a te allora basta spegnere in modo."hard shutdown". Tieni premuto power off per pochi secondi e quello che stavi facendo sparisce come lacrime nella pioggia.

Sicuramente è meglio che spegnere dal sistema ma rimane dentro tutto e dopo ti servono anche ore per formattare.

Troppo macchinoso

Diverso è il discorso se si intromettono tra te e la rete...
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » sabato 16 giugno 2018, 11:30

a323109 Immagine ha scritto:Spero che tu sia inseguito da un agente della cia :D

La live carica il sistema sulla ram, se c'è qualcosa che non ti convince attorno a te allora basta spegnere in modo."hard shutdown". Tieni premuto power off per pochi secondi e quello che stavi facendo sparisce come lacrime nella pioggia.

Sicuramente è meglio che spegnere dal sistema ma rimane dentro tutto e dopo ti servono anche ore per formattare.

Troppo macchinoso

Diverso è il discorso se si intromettono tra te e la rete...

Ahahah, beh, di preciso non so quanto ci sia bisogno di essere rapidi, ma l'agente della CIA dovresti averlo di fianco (o poco ci manca). :D con l'hard shutdown perdi quello che stavi facendo e, di conseguenza, sarebbe una soluzione per le sessioni live di sistema, giusto? Però per quanto riguarda il PC personale, ovvero il sistema che è presente sull'HD non c'è soluzione, o sbaglio?
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » sabato 16 giugno 2018, 11:36

Io uso una specie di soluzione intermedia.
Ho installato il sistema su una chiavetta usb. Il portatile che uso ha il disco formattato. Senza chiavetta non c'è nè sistema ne niente.

https://www.youtube.com/watch?v=azQ1tRdvIUs&t=6s

Ci avevo fatto anche un video...;)
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » sabato 16 giugno 2018, 11:47

Mi sembra una soluzione davvero ottima. Io ho provato ad installare LPS su una chiavetta con unetbootin, ma al momento dell'avvio, seleziono la chiavetta e non mi apre il sistema. È come se sulla chiavetta non trovasse niente o la ignorasse. Hai mica qualche idea su quale possa essere il problema? Sto guardando il tuo video, comunque :D
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » sabato 16 giugno 2018, 11:52

No....unetboorin crea la live e basta....devi proprio installare.

Il grub è sulla.chiavetta
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » sabato 16 giugno 2018, 12:11

a323109 Immagine ha scritto:No....unetboorin crea la live e basta....devi proprio installare.

Il grub è sulla.chiavetta

Quindi il problema è che il sistema è installato su una chiavetta non bootabile?
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » sabato 16 giugno 2018, 12:19

Ubuntu1604LTS Immagine ha scritto:
a323109 Immagine ha scritto:No....unetboorin crea la live e basta....devi proprio installare.

Il grub è sulla.chiavetta

Quindi il problema è che il sistema è installato su una chiavetta non bootabile?


Per farla molto semplice prendi un vecchio portatile senza sistema operativo. Quello che c'era lo formatti con la.live. Bastano 2 click. Poi inserisci un'altra chiavetta formattata in etx4 no fat o altro.

Dalla live installi per forza sull'altra. Perchè non c'è altro. L'hd è formattato la live non può installare su se stessa. Rimane solo l'altra.

All'installer gli dici di mettere i bootloader (grub) dove hai visto da gparted. Probabilmente si chiamera /dev/sdb

E una di quelle cose difficili da spiegare ma facilissime da farsi :)
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » sabato 16 giugno 2018, 22:39

Quello che mi sembra strano però è che sul sito di LPS mi dava come indicazioni solamente quelle di scaricare Unebootin e usarlo per installare l'immagine sulla chiavetta. Mica la causa del mancato funzionamento potrebbe essere che non sono entrato nel bios? Mi spiego meglio. Nel momento in cui mi è apparsa la solita schermata della scheda madre, io non sono entrato nel bios e di conseguenza non ho messo come periferica primaria sulla quale cercare il sistema la chiavetta usb, ma ho semplicemente premuto il tasto che mi faceva selezionare la periferica. Potrebbe entrarci qualcosa il procedimento seguito da me?
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » domenica 17 giugno 2018, 7:31

Ubuntu1604LTS Immagine ha scritto:Quello che mi sembra strano però è che sul sito di LPS mi dava come indicazioni solamente quelle di scaricare Unebootin e usarlo per installare l'immagine sulla chiavetta. Mica la causa del mancato funzionamento potrebbe essere che non sono entrato nel bios? Mi spiego meglio. Nel momento in cui mi è apparsa la solita schermata della scheda madre, io non sono entrato nel bios e di conseguenza non ho messo come periferica primaria sulla quale cercare il sistema la chiavetta usb, ma ho semplicemente premuto il tasto che mi faceva selezionare la periferica. Potrebbe entrarci qualcosa il procedimento seguito da me?


Immagine

Vedi che anche loro fanno come dicevo io?
E manco lo sapevo :) non mi sono mai interessato di Tails.

Fanno la live > la fanno partire naturalmente > poi inseriscono un'altra chiavetta e la usano per installare su l'altra chiavetta!

Devi per forza leggere e capire a fondo tutta questa pagina https://tails.boum.org/install/clone/index.it.html

#Edit Come informazione sull'uso di chiavette usb

Codice: Seleziona tutto
Controllo del file system su /dev/sdd1 per la presenza di errori e loro eventuale correzione  00:00:13    ( SUCCESSO )
       
e2fsck -f -y -v -C 0 '/dev/sdd1'  00:00:13    ( SUCCESSO )
       
Passo 1: Controllo di inode, blocco(i) e dimensioni
Passo 2: Analisi della struttura delle directory
Passo 3: Controllo della connettività di directory
Pass 4: Controllo del numero dei riferimenti
Pass 5: Checking gruppo summary information

283992 inodes used (14.51%, out of 1957888)
2395 non-contiguous files (0.8%)
331 non-contiguous directories (0.1%)
# of inodes with ind/dind/tind blocks: 0/0/0
Extent depth histogram: 239892/297
5645213 blocks used (72.23%, out of 7815936)
0 blocchi danneggiati
3 large files

208613 file regolari
29431 directory
57 character device files
25 block device files
0 fifo
24 collegamenti
45703 collegamenti simbolici (43559 fast symbolic links)
154 socket
------------
284007 file
e2fsck 1.44.2 (14-May-2018)


Questa e' una mia vecchia chiavetta con Linuxmint clonato innumerevoli volte, ha almeno 5 anni di uso parecchio intenso e abbiamo "0 blocchi danneggiati" :birra:

Per quanto rigurda IL "recupero dati" le chiavette al contrario degli hd tradizionali non presentano isteresi. Perche' sono un ammasso di transistor e basta, non c'e' niente di magnetico. Quindi una sovrascrittura completa basta a pulire tutto.
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » domenica 17 giugno 2018, 10:19

Sì, sapevo che Tails andava installato due volte, ma non capisco il perché. Cosa cambia colonandolo? Grazie per aver linkato la fonte, la trovo molto utile. Con il comando
Codice: Seleziona tutto
 e2fsck
controllo lo stato di salute della chiavetta?
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » domenica 17 giugno 2018, 10:27

Ubuntu1604LTS Immagine ha scritto:Sì, sapevo che Tails andava installato due volte, ma non capisco il perché. Cosa cambia colonandolo? Grazie per aver linkato la fonte, la trovo molto utile.


Non e' un clone
Cambia che hai un sistema serio, non quelle porcherie di live persistenti ecc. Lo puoi anche far partire su altre macchine ;)

Con il comando e2fsck controllo lo stato di salute della chiavetta?


Se fai
Codice: Seleziona tutto
man e2fsck
vedi il manuale e ti dice cosa fa'.

Codice: Seleziona tutto
E2FSCK(8)                   System Manager's Manual                  E2FSCK(8)

NAME
       e2fsck - check a Linux ext2/ext3/ext4 file system

SYNOPSIS
       e2fsck  [  -pacnyrdfkvtDFV ] [ -b superblock ] [ -B blocksize ] [ -l|-L
       bad_blocks_file  ]  [  -C  fd  ]  [  -j   external-journal   ]   [   -E
       extended_options ] [ -z undo_file ] device

DESCRIPTION
       e2fsck is used to check the ext2/ext3/ext4 family of file systems.  For
       ext3 and ext4 filesystems that use a journal, if the  system  has  been
       shut  down  uncleanly without any errors, normally, after replaying the
       committed transactions  in the  journal,  the  file  system  should  be
       marked  as clean.   Hence, for filesystems that use journalling, e2fsck
       will normally replay the journal and exit, unless its superblock  indi‐
       cates that further checking is required.

Controlla il filesystem e di conseguenza anche lo stato della chiavetta.
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » domenica 17 giugno 2018, 10:53

Non e' un clone
Cambia che hai un sistema serio, non quelle porcherie di live persistenti ecc. Lo puoi anche far partire su altre macchine

Capisco. L'unico dubbio che mi rimane è: ho la possibilità di aggiornare il sistema e mantenere l'aggiornamento? Oppure una volta installato, il sistema operativo rimane quello, come fosse su un dvd?
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda a323109 » domenica 17 giugno 2018, 10:59

Si aggiorna esattamente come fosse su hd tradizionale. L'unico difetto se proprio vogliamo vedere il pelo nell"uovo è che c'è una strozzatura attraverso la porta usb. Quindi sara leggermente più lento. Ma tanto io ho tempo. E poi non me accorgo.nemmeno. Ho fatto delle prove di boot e apertura programmi tra sistema su hd e stesso sistema clonato su usb...cambia veramente poco.
Keep calm and carry on!
Avatar utente
a323109
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
 
Messaggi: 1133
Iscrizione: luglio 2013
Località: Area 51
Desktop: LXDE
Distribuzione: Eoan
Sesso: Maschile

Re: Whonix, qubes, Tails, LPS

Messaggioda Ubuntu1604LTS » domenica 17 giugno 2018, 11:04

Beh, poi alla fine la velocità varia in base a diversi fattori, come ad esempio se la chiavetta e la porta sono usb 3.0 o no. Ti ringrazio per l'aiuto e per le tante informazioni a323109 :D
Ubuntu1604LTS
Prode Principiante
 
Messaggi: 46
Iscrizione: novembre 2016
Desktop: ubuntu
Distribuzione: 16.04 LTS
Sesso: Maschile

Precedente

Torna a Bar Ubuntu

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti registrati e 5 ospiti