Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Iniziative e progetti della comunità legati a Ubuntu.
Regole della sezione
Questa sezione ha lo scopo di raccogliere le iniziative/progetti della nostra Comunità legati ad Ubuntu. I progetti ospitati nascono da iniziative degli utenti o gruppi di utenti. In futuro i progetti potrebbero rimanere iniziative "personali" o essere integrate nella distribuzione, sponsorizzate da Ubuntu o da Canonical a discrezione dei responsabili. All'interno di essa sarà possibile inserire delle discussioni che hanno la funzione di pubblicizzare avvenimenti, iniziative e progetti software su Ubuntu e GNU/Linux in generale. Sarà inoltre possibile per gli utenti proporre lo sviluppo di nuovi software e in questo caso la discussione di richiesta avrà la funzione di generare un requisito funzionale del prodotto da sviluppare.

Sezione I - Iniziative
  • Fanno parte di iniziative, ad esempio, le seguenti categorie: corsi, progetti editoriali, libri.
  • La segnalazione di un'iniziativa avviene creando una discussione con l'annuncio.
  • Una volta effettuata la segnalazione, la discussione viene chiusa dal Gruppo Forum.
  • Se l'iniziativa esposta comporta un costo di adesione o fruizione, questo deve essere esplicitamente riportato all'interno della discussione.
  • È obbligatorio segnalare all'interno della discussione i riferimenti per poter contattare/partecipare all'iniziativa.
Sezione II - Progetti
  • La segnalazione di un progetto software, come per le iniziative, avviene e si sviluppa all'interno di una singola discussione.
  • Sarà consentito l'inserimento di software solo se rilasciati sotto licenza GPL (in tutte le sue versioni) o equivalente FOSS, tale da garantire agli utenti l'utilizzo del prodotto senza restrizioni e agli sviluppatori la proprietà intellettuale del codice prodotto.
  • Nell'oggetto della discussione dovrà essere riportata la categoria (es. [Iniziativa], [Progetto] o [Proposta]) e una semplice descrizione del progetto.
  • Se il progetto ha già un sito che lo ospita sarà a discrezione del Gruppo Forum chiuderla come segnalazione o lasciarla aperta.
  • Se il progetto non ha un sito che lo ospita si potranno aprire due discussioni, una per proporre modifiche/implementazioni (dove nel titolo occorre specificare [sviluppo]) ed una per segnalare problemi (e nel titolo dovrà comparire [supporto]).
  • Non è consentita l'apertura di nuove discussioni in riferimento a versioni superiori o modificate di un prodotto già riportato in precedenza.
  • Se il software oggetto del progetto ha una dimensione non superiore ai 128 kB, per prodotti che non hanno un sito che li ospita, sarà possibile allegarlo alla discussione.
Sezione III - Proposte
  • Una proposta deve essere eseguita e si svilupperà all'interno di una singola discussione.
  • Le proposte dovranno essere inserite direttamente nella sezione "Progetti della Comunità".
  • Dovranno essere specificate le funzionalità che devono essere sviluppate.
  • Non dovranno essere riportate diciture tipo "...deve fare come questo software...", ma indicare nel miglior modo possibile i requisiti.
  • Una volta segnalata la discussione resterà aperta per consentire uno scambio di idee su come sviluppare il codice o finché gli sviluppatori non forniranno una soluzione (da pubblicizzare poi, come visto prima, nella sezione Progetti) che ne soddisfi il requisito.
Per quanto non esposto sopra, si fa comunque riferimento al Regolamento del forum ed al Codice di Condotta della Comunità.
Scrivi risposta
emanuc
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 947
Iscrizione: sabato 1 giugno 2013, 0:32
Desktop: GNOME
Distribuzione: Fedora 36
Sesso: Maschile
Località: Catania

Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da emanuc »

Ciao a tutti.
Non so se è già stata fatta (non ho trovato nulla) ma perché la comunità italiana non è presente ufficialmente su un canale Telegram? È presente su IRC, forum, Facebook.
Già c'è su telegram un canale di Ubuntu-it, ma credo non sia ufficiale?
Perché non crearlo in modo ufficiale?
Ad oggi la maggior prate degli utenti preferiscono un aiuto veloce e "live" e in effetti è più semplice aiutarli. Telegram è mlto usato dagli utenti di Ubuntu e varie distro.
:ciao:
Avatar utente
nicoz
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 315
Iscrizione: martedì 18 agosto 2009, 4:49
Desktop: Gnome/Xfce/Kde
Distribuzione: Debian unstable (sid)
Sesso: Maschile
Località: Salerno
Contatti:

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da nicoz »

Ciao emanuc,
Pure se quello non sia l'ufficiale, ci sono più di 1200 utenti...
Anche perchè ho visto che ci sono molti moderatori dei varii canali di sviluppo, per il resto sta a te scegliere quale canale di supporto tecnico adoperare/frequentare se IRC o FORUM o TELEGRAM
Buon anno nuovo :ciao:
Ubuntu for humans begins... -
Debian wiki page: https://wiki.debian.org/nicoz
Ubuntu wiki page: https://wiki.ubuntu.com/nicoz91
Email: nicoz91@ubuntu.com
Launchpad: https://launchpad.net/~nicoz91
emanuc
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 947
Iscrizione: sabato 1 giugno 2013, 0:32
Desktop: GNOME
Distribuzione: Fedora 36
Sesso: Maschile
Località: Catania

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da emanuc »

Si, magari si trova un accordo con i moderatori del canale, e metterlo come ufficiale, cosi da avere più visibilità sul sito della comunità Italiana di Ubuntu sul supporto tecnico.
Grazie.
Buon anno :ciao:
Avatar utente
frapox
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 2467
Iscrizione: sabato 31 dicembre 2005, 19:22
Desktop: Gnome, Kde Plasma
Distribuzione: Arch, Debian
Località: Sud Europa

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da frapox »

emanuc ha scritto:
giovedì 9 dicembre 2021, 15:16
Ciao a tutti.
Non so se è già stata fatta (non ho trovato nulla) ma perché la comunità italiana non è presente ufficialmente su un canale Telegram? È presente su IRC, forum, Facebook.
Già c'è su telegram un canale di Ubuntu-it, ma credo non sia ufficiale?
Perché non crearlo in modo ufficiale?
Ad oggi la maggior prate degli utenti preferiscono un aiuto veloce e "live" e in effetti è più semplice aiutarli. Telegram è mlto usato dagli utenti di Ubuntu e varie distro.
:ciao:
La comunità italiana ha anche la piattaforma "chiedi" e le mailing list.

Secondo me non serve un ulteriore canale di supporto, ce ne sono già fin troppi e il rischio sarebbe di "disperdere" la conoscenza e le forze. E poi, personale parere, il forum rimane il miglior canale per dare/fornire assistenza non fosse altro che è un canale "asincrono" cioè dove uno posta e non si aspetta una risposta immediata. E questo favorisce anche la riflessione/elaborazione di una risposta.

Di contro i canali "sincroni" come le chat favoriscono si le risposte in tempo reale ma spesso sono risposte "tanto per" o date in modo stereotipato, e sopratutto sono "usa e getta". Mettiamoci anche il fatto che Telegram e Facebook sono piattaforme chiuse e quindi non accessibili quanto le altre...
MP: frapox at suchat dot org (Jabber) || frapox at gmail dot com (mail) ; echo $richieste_di_supporto > /dev/null
Slava Ukraïni! 🇺🇦
emanuc
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 947
Iscrizione: sabato 1 giugno 2013, 0:32
Desktop: GNOME
Distribuzione: Fedora 36
Sesso: Maschile
Località: Catania

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da emanuc »

frapox ha scritto:
domenica 2 gennaio 2022, 17:31
emanuc ha scritto:
giovedì 9 dicembre 2021, 15:16
Ciao a tutti.
Non so se è già stata fatta (non ho trovato nulla) ma perché la comunità italiana non è presente ufficialmente su un canale Telegram? È presente su IRC, forum, Facebook.
Già c'è su telegram un canale di Ubuntu-it, ma credo non sia ufficiale?
Perché non crearlo in modo ufficiale?
Ad oggi la maggior prate degli utenti preferiscono un aiuto veloce e "live" e in effetti è più semplice aiutarli. Telegram è mlto usato dagli utenti di Ubuntu e varie distro.
:ciao:
La comunità italiana ha anche la piattaforma "chiedi" e le mailing list.

Secondo me non serve un ulteriore canale di supporto, ce ne sono già fin troppi e il rischio sarebbe di "disperdere" la conoscenza e le forze. E poi, personale parere, il forum rimane il miglior canale per dare/fornire assistenza non fosse altro che è un canale "asincrono" cioè dove uno posta e non si aspetta una risposta immediata. E questo favorisce anche la riflessione/elaborazione di una risposta.

Di contro i canali "sincroni" come le chat favoriscono si le risposte in tempo reale ma spesso sono risposte "tanto per" o date in modo stereotipato, e sopratutto sono "usa e getta". Mettiamoci anche il fatto che Telegram e Facebook sono piattaforme chiuse e quindi non accessibili quanto le altre...
Ci sono sempre i volontari della comunità, chi preferisce Telegram, chi IRC e chi il forum, i moderatori di IRC non sono gli stessi del forum, lo stesso si potrebbe fare su Telegram. Ma non è quello il punto, cioè i moderatori.
Ad oggi Telegram è molto frequentato dagli utenti informatici, entrano molti nuovi utenti a chiedere aiuto, rispetto al forum sono più su Telegram da quel che posso vedere, ed anche rispetto a IRC, quindi se l'obbiettivo della comunità è aiutare più utenti possibile nell'uso di Ubuntu o Linux in generale, perché non stare su più posti possibli?
È vero che nei canali telegram si perdono le soluzioni, ci sono risposte vaghe ecc... ma si potrebbe creare una sezione sul forum con le soluzioni più utili.
Le mailing list sono scomode (a mio parere, sono iscritto solo allo sviluppo di Btrfs) di sicuro un utente comune che chiede aiuto non userà la mailing list, ma avendo più opzioni in base alle esigenze o alla preferenza dell'utente potrebbe decidere la piattaforma su cui chiedere aiuto.
Avatar utente
frapox
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 2467
Iscrizione: sabato 31 dicembre 2005, 19:22
Desktop: Gnome, Kde Plasma
Distribuzione: Arch, Debian
Località: Sud Europa

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da frapox »

emanuc ha scritto:
domenica 2 gennaio 2022, 19:33
Ad oggi Telegram è molto frequentato dagli utenti informatici, entrano molti nuovi utenti a chiedere aiuto, rispetto al forum sono più su Telegram da quel che posso vedere, ed anche rispetto a IRC, quindi se l'obbiettivo della comunità è aiutare più utenti possibile nell'uso di Ubuntu o Linux in generale, perché non stare su più posti possibli?
Oltre alle ragioni già citate, mi pare che se c'è già un canale, ufficiale o meno, non ne serve un altro. Oppure se ne sente la necessità per qualche ragione che mi sfugge?
È vero che nei canali telegram si perdono le soluzioni, ci sono risposte vaghe ecc... ma si potrebbe creare una sezione sul forum con le soluzioni più utili.
E chi si incarica di fare la selezione delle soluzioni più utili? Per chi e in base a quali parametri? :asd: E poi che senso avrebbe un canale Telegram che rimanda a trovare le soluzioni qui sul forum? Non so, non mi convince.

Le mailing list sono scomode (a mio parere, sono iscritto solo allo sviluppo di Btrfs) di sicuro un utente comune che chiede aiuto non userà la mailing list, ma avendo più opzioni in base alle esigenze o alla preferenza dell'utente potrebbe decidere la piattaforma su cui chiedere aiuto.
Mah, se un utente non usa le ML ha già il forum, l'ask, irc e pure quel canale unofficial che è stato citato.

Inoltre: chi della community si incaricherebbe di aprire e gestire un canale ufficiale?

Il codice di condotta e il manifesto di Ubuntu prevedono la possibilità di "installarsi" su una piattaforma chiusa tipo Telegram? (che richiede registrazione tramite numero di telefono)
MP: frapox at suchat dot org (Jabber) || frapox at gmail dot com (mail) ; echo $richieste_di_supporto > /dev/null
Slava Ukraïni! 🇺🇦
emanuc
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 947
Iscrizione: sabato 1 giugno 2013, 0:32
Desktop: GNOME
Distribuzione: Fedora 36
Sesso: Maschile
Località: Catania

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da emanuc »

Oltre alle ragioni già citate, mi pare che se c'è già un canale, ufficiale o meno, non ne serve un altro. Oppure se ne sente la necessità per qualche ragione che mi sfugge?
L'ho scritto, visibilità sul sito di Ubuntu.it
E chi si incarica di fare la selezione delle soluzioni più utili? Per chi e in base a quali parametri? :asd: E poi che senso avrebbe un canale Telegram che rimanda a trovare le soluzioni qui sul forum? Non so, non mi convince.
Sempre su base volontaria, l'utente apre il post sul forum nella sezione dedicata e descrive il problema e la soluzione adottata, sono in molti gli utenti che finiscono sul forum tramite una ricerca su google in base al problema, è utile in questi casi.
Sul canale Telegram non deve esserci nessun link che manda a trovare le soluzioni sul forum, come detto sopra è utile per gli utenti che cercano con google.
Mah, se un utente non usa le ML ha già il forum, l'ask, irc e pure quel canale unofficial che è stato citato.
ASk, IRC e mailng list ci arrivano tramite il link sul sito di Ubuntu.it, uguale sarebbe su telegram e in questo caso l'utente avrebbe una scelta in più su quale piattaforma usare.
Inoltre: chi della community si incaricherebbe di aprire e gestire un canale ufficiale?
IRC, il forum e Ask come sono gestiti? cosi come hanno fatto sul gruppo di Facebook, sarebbe uguale su Telegram
Il codice di condotta e il manifesto di Ubuntu prevedono la possibilità di "installarsi" su una piattaforma chiusa tipo Telegram? (che richiede registrazione tramite numero di telefono)
Già c'è il canale ufficiale su Facebook, sia della comunità Italiana che internazionale, cosi anche su Twitter (internazionale) e non mi sembrano che siano social "open".
Avatar utente
frapox
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 2467
Iscrizione: sabato 31 dicembre 2005, 19:22
Desktop: Gnome, Kde Plasma
Distribuzione: Arch, Debian
Località: Sud Europa

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da frapox »

emanuc ha scritto:
domenica 2 gennaio 2022, 21:05
E chi si incarica di fare la selezione delle soluzioni più utili? Per chi e in base a quali parametri? :asd: E poi che senso avrebbe un canale Telegram che rimanda a trovare le soluzioni qui sul forum? Non so, non mi convince.
Sempre su base volontaria, l'utente apre il post sul forum nella sezione dedicata e descrive il problema e la soluzione adottata
Gli utenti del forum fanno già fatica a mettere [risolto] alla fine del loro percorso, tu pensi che uno che trova la soluzione su Telegram poi verrebbe qui a riportala in un thread dedicato? Non avrebbe nessun motivo per farlo, è pura utopia. :)
emanuc ha scritto:
domenica 2 gennaio 2022, 21:05
sono in molti gli utenti che finiscono sul forum tramite una ricerca su google in base al problema, è utile in questi casi.
Sul canale Telegram non deve esserci nessun link che manda a trovare le soluzioni sul forum, come detto sopra è utile per gli utenti che cercano con google.
Ma gli utenti che cercano su Google vengono rimandati al forum perché il forum viene indicizzato da Google e da altri motori di ricerca. Telegram non è indicizzato dai motori di ricerca. E nessun utente che trova la soluzione su Telegram la verrebbe poi a riportare qui, figurati.

IRC, il forum e Ask come sono gestiti? cosi come hanno fatto sul gruppo di Facebook, sarebbe uguale su Telegram
Questo ok, ma ci dev'essere qualcuno dei membri iscritti alla community che mantiene il canale Telegram. Chi lo fa?
Già c'è il canale ufficiale su Facebook, sia della comunità Italiana che internazionale, cosi anche su Twitter (internazionale) e non mi sembrano che siano social "open".
Infatti io tendenzialmente sarei contrario pure al gruppo Facebook, ma non spetta a me decidere. La pagina di Facebook e Twitter se usati come "news feed" possono anche andare bene. Per il resto per me le attuali piattaforme sono più che sufficienti a soddisfare tutte le esigenze degli utenti italiani. Questa è la mia opinione.

:ciao:
MP: frapox at suchat dot org (Jabber) || frapox at gmail dot com (mail) ; echo $richieste_di_supporto > /dev/null
Slava Ukraïni! 🇺🇦
emanuc
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 947
Iscrizione: sabato 1 giugno 2013, 0:32
Desktop: GNOME
Distribuzione: Fedora 36
Sesso: Maschile
Località: Catania

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da emanuc »

Gli utenti del forum fanno già fatica a mettere [risolto] alla fine del loro percorso, tu pensi che uno che trova la soluzione su Telegram poi verrebbe qui a riportala in un thread dedicato? Non avrebbe nessun motivo per farlo, è pura utopia. :)
Non deve essere per forza l'utente che ha ricevuto l'aiuto, ma chi ha aiutato o qualche altro utente iscritto sul forum, su telegram rimane al cronologia.
Ma gli utenti che cercano su Google vengono rimandati al forum perché il forum viene indicizzato da Google e da altri motori di ricerca. Telegram non è indicizzato dai motori di ricerca. E nessun utente che trova la soluzione su Telegram la verrebbe poi a riportare qui, figurati.
Forse mi spiego male io. Ti faccio questo esempio: Io aiuto un utente, trovo che la soluzione potrebbe essere utile ad altri, decido di scrivere la procedura qui, apro una discussione sulla sezione dedicata, chi cerca il problema X su Google verrà indirizzato sulla discussione.
Questo ok, ma ci dev'essere qualcuno dei membri iscritti alla community che mantiene il canale Telegram. Chi lo fa?
Eh, non credo che il problema sia questo.

Infatti io tendenzialmente sarei contrario pure al gruppo Facebook, ma non spetta a me decidere. La pagina di Facebook e Twitter se usati come "news feed" possono anche andare bene. Per il resto per me le attuali piattaforme sono più che sufficienti a soddisfare tutte le esigenze degli utenti italiani. Questa è la mia opinione.
Il gruppo Facebook viene usato anche come canale di aiuto e io personalmente quando posso rispondo anche li nell'aiutare l'utente di turno.
Il canale Facebook non era gestito dalla comunità italiana, ma da un utente, poi è passato alla comunità dopo una discussione con l'amministratore del gruppo (non so uteriori dettagli). Quindi c'è già un precedente.
Avatar utente
frapox
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 2467
Iscrizione: sabato 31 dicembre 2005, 19:22
Desktop: Gnome, Kde Plasma
Distribuzione: Arch, Debian
Località: Sud Europa

Re: Telegram: canale ufficiale della comunità Italiana

Messaggio da frapox »

emanuc ha scritto:
domenica 2 gennaio 2022, 21:45
Non deve essere per forza l'utente che ha ricevuto l'aiuto, ma chi ha aiutato o qualche altro utente iscritto sul forum, su telegram rimane al cronologia.
Ma nessuno farebbe mai una cosa simile, dai. :)

Trovo molto più logico che chi avesse davvero voglia e motivazione riportasse le soluzioni prese da Telegram (o dal forum, o da facebook o da vattelapesca) alla wiki. Da Telegram al forum mi pare inutilmente dispersivo.

Forse mi spiego male io. Ti faccio questo esempio: Io aiuto un utente, trovo che la soluzione potrebbe essere utile ad altri, decido di scrivere la procedura qui, apro una discussione sulla sezione dedicata, chi cerca il problema X su Google verrà indirizzato sulla discussione.
Si ma gira e rigira i problemi (e le soluzioni) son quelli, non penso che su Telegram o su Facebook si sollevino questioni che qua o sull'ask non vengano sollevate. Problemi di visibilità in questo senso non ne vedo, francamente. ;)

Il gruppo Facebook viene usato anche come canale di aiuto e io personalmente quando posso rispondo anche li nell'aiutare l'utente di turno.
Il canale Facebook non era gestito dalla comunità italiana, ma da un utente, poi è passato alla comunità dopo una discussione con l'amministratore del gruppo (non so uteriori dettagli). Quindi c'è già un precedente.
Beh però il canale Telegram è dentro un "network" cioè una sorta di franchise di altri canali, perché dovrebbero cederti le chiavi di quello che già c'è?

Aprirne uno da zero non ne vedo la necessità. E anche così com'è ora per me è una dispersione di risorse e di conoscenza. Il forum è aperto a tutti, indicizzato direttamente e non necessita di dati personali (a parte una mail) ed è sotto il diretto controllo della community (e non di un portale di terze parti non indicizzato). Se uno volesse già adesso troverebbe tutti gli aiuti che cerca su ogni piattaforma libera e accessibile. E pure su quelle due chiuse. Mi pare basti. ;)
MP: frapox at suchat dot org (Jabber) || frapox at gmail dot com (mail) ; echo $richieste_di_supporto > /dev/null
Slava Ukraïni! 🇺🇦
Scrivi risposta

Ritorna a “Progetti della Comunità”

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti iscritti e 2 ospiti