Ubuntu e bitperfect

Installazione, configurazione e utilizzo di applicativi multimediali, masterizzazione, acquisizione e codec audio/video, streaming e altro.
Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » martedì 23 ottobre 2018, 3:57

Buongiorno a tutti,

da breve tempo ho ricominciato ad usare una distro linux, con la promessa di cercare di imparare qualcosa, dopo anni trascorsi su Windows.
Sono un audiofilo che ascolta musica con un DAC esterno in grado di restituirmi un output a 384 khz 24 bit. Su windows utilizzo Foobar 2000 e, per bypassare il mixer, mi avvalgo dei driver Asio per avere il noto bitperfect. Non saprei come fare lo stesso su Ubuntu, dal momento che le mie ricerche sono state infruttuose, trovandomi sbattuto da una pagina all' altra in lingua inglese, dove ho compreso ben poco di ciò che ho letto. Ho capito che dovrei utilizzare alsa bypassando pulseaudio, quindi senza ricampionamento e applicazione di filtri da parte del mixer, ma non ho idea di come muovermi. L' audio di Amarok, così come di altri player, non è assolutamente al livello di quello offerto da Foobar, pessimo oserei dire. Al momento sto usando Clementine, che ha una qualità audio davvero buona, ma che mi sembra ancora lontano dal mio obiettivo. Su clementine, in "preferenze", posso impostare il mio DAC (Teac UD-503) direttamente come dispositivo output, ma non mi sembra che ciò faccia differenza, in termini di resa. Clementine mi permette anche di selezionare il campionamento su "automatic" o su un massimo di 192 khz. Sarebbe possibile installare Foobar tramite Wine ma, oltre a non sapere se possa funzionare effettivamente con i driver Asio, non mi vede il disco esterno, su cui tengo la libreria musica.
Chiedo scusa nel caso non mi fossi spiegato in maniera chiara; ho pensato che qui ci potesse essere qualche audiofilo, in grado di dirmi come potrei fare. :birra: Grazie a tutti!

Raffaele
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

fileo
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1469
Iscrizione: martedì 19 giugno 2007, 17:14

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da fileo » martedì 23 ottobre 2018, 8:12

Puoi provare ad usare MPD insieme ad un player che ti gestisce la parte grafica, tipo GMPC.
In rete dovresti trovare parecchia documentazione.
Io l'ho usato per un po' di tempo e avevo la sensazione che andasse un filino meglio di Clementine, che però è molto più pratico da usare.
La gestione dell'audio in Linux è tutta diversa da Windows e funziona già bene così senza dover installare driver particolari.
Dubito che sia possibile utilizzare i driver ASIO su Foobar installato con Wine, comunque sarebbe un grosso sbattimento e non credo ne valga la pena.
Sicuro che riesci ad apprezzare la differenza tra 192 e 384 kHz?
E' opinione di molti esperti del settore che oltre 24/96 sia fatica sprecata, e poi, sei sicuro di trovare tracce a 192, o peggio, a 384 native, e non furbescamente "upsamplate"?

Avatar utente
Senbee
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 7804
Iscrizione: venerdì 24 novembre 2006, 9:26
Desktop: Xubuntu
Distribuzione: Xubuntu 18.04
Sesso: Maschile
Località: Ferrara
Contatti:

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da Senbee » martedì 23 ottobre 2018, 9:11

Usa Jack. Prima di farlo partire gli dai il campionamento massimo (compatibilmente con la tua scheda sonora). Poi qualunque player lo mandi in sink a Jack e così ascolti alla frequenza richiesta.
Il software da installare si chiama QJackCtl. Come player userei VLC. Poi VLC può interfacciarsi a Jack o con un plugin (vlc-plugin-jack, lo installi dal software center) che poi selezioni andando su VLC → Impostazioni → Audio → Uscita, oppure mandando l'uscita normale di VLC a Jack sink, direttamente dal mixer audio.
Sono un lottatore di sudo. Qui c'è il mio sito personale con le mie canzoni, il reportage dei miei viaggi e le mie guide per Ubuntu.

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » martedì 23 ottobre 2018, 21:48

Grazie mille amici,

sapevo di poter contare sui preparatissimi e gentili utenti di questo forum! ;-)
Mi piacerebbe poter ricambiare in qualche modo, ma purtroppo sono un niubbo su gnu/linux, e non so se il tempo cambierà le cose!
Vi ringrazio per entrambi i vostri suggerimenti; farò qualche ricerca su MPD, così come proverò ad installare Jack, di cui avevo sentito parlare, ma di cui non conoscevo il pacchetto specifico. Credevo che jack fosse indicato solo per la produzione audio, non per l' ascolto.
Il mio Dac trasmette effettivamente a 384 khz, ma è più un cruccio personale, perchè non noto differenza con i 192 khz. Ti dirò anche che, per opinione personale, dopo i 44 khz l'audio è già ottimo, e la differenza dipende tanto dalla qualità della registrazione; l'utilizzo di software nelle moderne sale di registrazione degradano il suono all'origine. Sulle vecchie registrazioni, di certi album degli anni 70/80, senti proprio il suono "grezzo" degli strumenti ;-) Non so dirti se si possano scorgere differenze sostanziali tra 192 e 384 khz, con strumentazione di più alto livello; al momento ascolto con delle Shure 1840 e questo Dac, davvero molto buono, anche se considerato "economico", nell' ambiente audiofilo. I 384 khz sorprendono anche a me, e ritengo siano abbastanza inutili; diciamo che l'ho acquistato perchè suona davvero molto bene, al di la delle specifiche tecniche che lasciano il tempo che trovano.

Vi ringrazio nuovamente e vi auguro una buona serata.
Vedo se riesco a combinare qualcosa e vi faccio sapere.

Raffaele
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » martedì 23 ottobre 2018, 22:04

Senbee [url=https://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=5088939#p5088939][img]https://forum.ubuntu-it.org/images/icons/icona-cita.gif[/img][/url] ha scritto:Usa Jack. Prima di farlo partire gli dai il campionamento massimo (compatibilmente con la tua scheda sonora). Poi qualunque player lo mandi in sink a Jack e così ascolti alla frequenza richiesta.
Il software da installare si chiama QJackCtl. Come player userei VLC. Poi VLC può interfacciarsi a Jack o con un plugin (vlc-plugin-jack, lo installi dal software center) che poi selezioni andando su VLC → Impostazioni → Audio → Uscita, oppure mandando l'uscita normale di VLC a Jack sink, direttamente dal mixer audio.
Come posso scaricare jack? Ho provato a scaricare il file dal sito ufficiale l'archivio tar.gz. Ho estratto il contenuto manualmente in una cartella (dal momento che non riuscivo da terminale), mi sono spostato nella cartella appena creata con il comando "cd", poi ho lanciato

Codice: Seleziona tutto

sudo ./configure
che mi ha restituito un output senza errori, poi ho lanciato il comando

Codice: Seleziona tutto

sudo make
, ma in output ho trovato scritto "nessun makefile trovato", solo che, guardando nella cartella, c'è effettivamente un makefile. :D Sicuramente non ho inserito le istruzioni corrette. Una volta installato non saprei comunque come configurarlo, dal momento che non so sia presente una GUI. Non sono tanto amico del terminale, anche se sono pronto a sporcarmi le mani. :lol:

Ciao! :p
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » martedì 23 ottobre 2018, 22:09

Posto le istruzioni di installazione di jack trovate nel readme:

Codice: Seleziona tutto

Installation
------------

The installation procedure follows the standard for source distributions:

    ./configure [--prefix=/usr/local]
    make

and optionally as root:

    make install

This procedure will end installing the following files:

    ${prefix}/bin/qjackctl
    ${prefix}/share/pixmaps/qjackctl.png
    ${prefix}/share/applications/qjackctl.desktop
    ${prefix}/share/qjackctl/translations/qjackctl_*.qm
    ${prefix}/share/man/man1/qjackctl.1

Just launch ${prefix}/bin/qjackctl and you're off (hopefully).

If you're checking out from Git, you'll have to prepare the
configure script just before you proceed with the above instructions:

   ./autogen.sh


Configuration
-------------

QjackCtl holds its settings and configuration state per user, in a file
located as $HOME/.config/rncbc.org/QjackCtl.conf . Normally, there's no
need to edit this file, as it is recreated and rewritten everytime
qjackctl is run.
Non ho trovato guide in italiano su come ottenere il bit perfect su linux. Se ci riesco, sono sicuro che sarà utile a molti la mia esperienza. :)
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » martedì 23 ottobre 2018, 22:24

Ok, sono riuscito ad installare jack! Volevo eliminare i precedenti messaggi, ma il sistema non me lo consente.
Sono riuscito a trovare i due pacchetti da installare, ovvero jackd e qjackctl, trovandoli all' interno del gestore pacchetti (Muon su Kubuntu) e selezionandoli manualmente per installarli.
Ho quindi fatto partire la gui e settato 384 khz come frequenza di campionamento, cliccando su avvia. Il programma mi ha restituito questo errore:

Codice: Seleziona tutto

D-BUS: il server JACK non può essere avviato.

Mi dispiace
Messaggio/Stato:

Codice: Seleziona tutto

22:20:23.264 Resetta le statistiche.
22:20:23.278 Connessioni di ALSA cambiate.
22:20:23.280 D-BUS: Servizio disponibile (org.jackaudio.service aka jackdbus).
Cannot connect to server socket err = File o directory non esistente
Cannot connect to server request channel
jack server is not running or cannot be started
JackShmReadWritePtr::~JackShmReadWritePtr - Init not done for -1, skipping unlock
JackShmReadWritePtr::~JackShmReadWritePtr - Init not done for -1, skipping unlock
22:20:23.300 Cambiamento nel grafico delle connessioni di ALSA.
22:20:24.528 D-BUS: il server JACK non può essere avviato. Mi dispiace
Cannot connect to server socket err = File o directory non esistente
Cannot connect to server request channel
jack server is not running or cannot be started
JackShmReadWritePtr::~JackShmReadWritePtr - Init not done for -1, skipping unlock
JackShmReadWritePtr::~JackShmReadWritePtr - Init not done for -1, skipping unlock
Tue Oct 23 22:20:24 2018: Starting jack server...
Tue Oct 23 22:20:24 2018: JACK server starting in realtime mode with priority 10
Tue Oct 23 22:20:24 2018: self-connect-mode is "Don't restrict self connect requests"
Tue Oct 23 22:20:24 2018: ERROR: Cannot lock down 82280346 byte memory area (Cannot allocate memory)
Tue Oct 23 22:20:24 2018: Acquired audio card Audio0
Tue Oct 23 22:20:24 2018: creating alsa driver ... hw:0|hw:0|1024|2|384000|0|0|nomon|swmeter|-|32bit
Tue Oct 23 22:20:24 2018: ERROR: ALSA: Cannot open PCM device alsa_pcm for playback. Falling back to capture-only mode
Tue Oct 23 22:20:24 2018: Released audio card Audio0
Tue Oct 23 22:20:24 2018: ERROR: Cannot initialize driver
Tue Oct 23 22:20:24 2018: ERROR: JackServer::Open failed with -1
Tue Oct 23 22:20:24 2018: ERROR: Failed to open server
Tue Oct 23 22:20:25 2018: Saving settings to "/home/raffaele/.config/jack/conf.xml" ...
22:21:01.557 Non sono riuscito ad avviare JACK come client. - Operazione fallita. - Impossibile connettersi al server JACK. Controlla la finestra dei messaggi per maggiori informazioni.
Cannot connect to server socket err = File o directory non esistente
Cannot connect to server request channel
jack server is not running or cannot be started
JackShmReadWritePtr::~JackShmReadWritePtr - Init not done for -1, skipping unlock
JackShmReadWritePtr::~JackShmReadWritePtr - Init not done for -1, skipping unlock
Sarebbe bello se qualcosa funzionasse al primo colpo, ma ormai su linux mi ci sono abituato. :lol: Ovviamente non ho idea di quale possa essere il problema; per me è aramaico antico. Intanto provo a scendere a 192 khz, per vedere se magari funziona.
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » martedì 23 ottobre 2018, 22:33

Sono stato impaziente e ho postato senza riflettere. L' errore dipendeva dal fatto che, oltre a settare la frequenza di campionamento, era necessario selezionare il dispositivo di output. Stupidamente ho pensato che venisse automaticamente rilevato, non pensando che io ho più di un dispositivo di output, tra cui la scheda audio integrata.
Una volta settato correttamente il server jack è partito. Ho impostato jack come output nel programma Clementine e funziona benissimo.
Ora proverò a far funzionare jack anche su VLC, e tenterò anche l' altra soluzione che mi è stata suggerita sopra! Se è bitperfet, direi che è stato davvero un gioco da ragazzi. :) Ora dedicherò un po' di tempo all' ascolto. Grazie mille! Avete risolto un "problema" che mi ancorava a Windows, dal momento che uso il pc prettamente per scrivere documenti, navigare in internet e ascoltare musica.

Buona serata!
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

fileo
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1469
Iscrizione: martedì 19 giugno 2007, 17:14

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da fileo » mercoledì 24 ottobre 2018, 8:13

Se dopo scritto un messaggio devi modificare qualcosa, puoi farlo tranquillamente, magari aggiungi in coda al messaggio la scritta EDIT e poi scrivi la rettifica, se l'aggiunta è piccola, altrimenti forse conviene scrivere un nuovo messaggio.
I messaggi non puoi eliminarli (lo può fare solo lo staff), ma modificarli.
In ogni modo non bisognerebbe mai togliere parti del contenuto, perché la discussione oltre a te, può servire in seguito ad altri utenti, che, in tal caso, non ci capirebbero nulla.

Sono contento che hai risolto, prova pure con VLC, anche se penso che più o meno otterrai gli stessi risultati, perché su Linux i player sono solo un "vestitino", che di fatto usa l'ambiente grafico di sistema.
Io ho scelto Clementine perché finora è stato l'unico player che mi ha permesso di inserire album con più esecutori, senza sparpagliare i brani i n giro per la collezione, inserendoli in una cartella autori vari.
Lo faceva anche Amarok (d'altra parte Clementine è un fork di Amarok), ma quando rilasciarono la versione 2, ci furono un sacco di casini: io perdevo regolarmente pezzi di collezione musicale e passavo le giornate a cancellare e ricaricare tutto, in più mi risultava pesante, perché io non usavo Kubuntu e quando installavo Amarok, mi portavo appresso mezzo ambiente grafico KDE.
Comunque valuta bene quale risoluzione impostare: non credo che esistano in commercio brani a 394 kHz ( a meno che non li hai incisi tu), c'è qualcosa a 192, ma bisogna vedere se sono nativi (cosa di cui dubito).

Avatar utente
Senbee
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 7804
Iscrizione: venerdì 24 novembre 2006, 9:26
Desktop: Xubuntu
Distribuzione: Xubuntu 18.04
Sesso: Maschile
Località: Ferrara
Contatti:

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da Senbee » mercoledì 24 ottobre 2018, 8:46

Su Ubuntu i programmi si installano andando nel software center, come su Android con il Play Store, non devi fare tutte quelle cose complicatissime.
Ho scritto una guida con le cose minime che bisogna sapere per usare Linux, no credo che tu ne abbia bisogno visto che già usavi KDE eccetera, ma secondo me leggerla non fa male :-)
Puoi anche installarlo da terminale:

Codice: Seleziona tutto

sudo apt install qjackctl
QJackCtl è l'interfaccia grafica di Jack. Ti installa anche Jack e tutto l'occorrente per usarlo.

Ho scritto anche un'altra guida per l'audio su Linux, che tra le varie cose ha anche tutto per configurare Jack. In particolare la scelta dell'interfaccia è uno dei dettagli su cui metto più importanza. Prima ancora, puoi anche dare un'occhiata alla guida per l'installazione di Xubuntu, che è secondo me la versione migliore di Ubuntu per l'audio e per altre cose, a causa del suo ottimo connubio tra leggerezza e configurabilità. non importa seguirla passo passo, ma alcuni punti sono molto utili secondo me per ricreare sul proprio computer le condizioni adatte all'uso con l'audio.

Tornando in topic, l'idea è questa:
- Apri QJackCtl
- Imposta come interfaccia la tua scheda sonora e la frequenza ideale della tua scheda sonora.
- Fai partire Jack e vedi se parte e se ti crea degli xrun. Se non parte o crea degli xrun giochi sui valori di fotogrammi/periodo e di periodi/buffer fino a che Jack non parte e non fa xrun
- Apri VLC e carica il pezzo da ascoltare ad altissima frequenza
- Imposta VLC per usare Jack Sink come uscita audio (Audio → Dispositivo audio → Jack sink)
- Se non si sente nulla, in QJackCtl vai in "Connessioni" e collega l'uscita di VLC all'entrata di Jack Sink, e l'uscita di Jack Sink agli speaker (ma dovrebbe farlo in automatico)
- Buon ascolto!

Se non ti compare Jack Sink tra le uscite audio, probabilmente non è installato. Per installarlo:

Codice: Seleziona tutto

sudo apt install pulseaudio-module-jack
Ferma Jack, chiudilo, chiudi VLC e rifai tutto.
Sono un lottatore di sudo. Qui c'è il mio sito personale con le mie canzoni, il reportage dei miei viaggi e le mie guide per Ubuntu.

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » giovedì 25 ottobre 2018, 0:40

Grazie mille ad entrambi! :)

In effetti Clementine (non credevo fosse un fork di Amarok) mi sta piacendo parecchio. Per certi versi è simile a Foobar, anche se con meno funzioni; rispetto a Foobar però ha una GUI decisamente più appettibile, e sopratutto una funzione "search", molto utile se si ha una grande libreria musicale.
Le mie tracce sono quasi tutte a 44 khz 16 bit flac, qualcuna è a 48 khz, pochissime a 192 24 bit. Se si parla di discografie di gruppi musicali, quasi tutto è a 44 khz.
Avevo scaricato, per curiosità, qualche sample su internet a 384 khz, ma è difficile dire se ci siano effettivamente differenze rispetto agli standard 44 khz. Quello che fa davvero la differenza è la qualità di registrazione e l' assenza di disturbi nella traccia, dal momento che l' orecchio umano ha dei limiti di percezione.
Ora mi rileggo con calma i vostri due messaggi, e faccio qualche prova :) Mi piacerebbe provare anche VLC, per curiosità!
Sicuro che i software su linux siano equivalenti? Su Windows, nonostante il bitperfect, Foobar2000 suona diversamente rispetto a JRiver (a pagamento), che è stato accusato di applicare filtri che modificano il suono.
Non vorrei essere OT, dal momento che il forum è molto severo, da questo punto di vista, ma nemmeno vorrei aprire un topic per ogni mia singola domanda, a cui purtroppo non sono riuscito a dare una risposta, facendo ricerche:
il kernel low-latency da qualche beneficio nell' ascolto musicale? Io ero rimasto al kernel-rt, consigliato per chi vuole registrare musica, ma per cui si parlava di un calo della reattività del sistema. Non sarebbe comunque un problema, dal momento che terrei anche il generic. Possiedo anche una scheda audio "professionale" da registrazione e un microfono ma, anche a volerla sfruttare prossimamente, non ho in progetto di realizzare musica, ma solo qualche videoguida da pubblicare su Youtube. Non chiedetemi perchè ne possiedo una :D Posso solo dirvi che, anche solo avere un microfono amplificato a 48v, è ben diverso quando bisogna registrare qualunque cosa, rispetto al classico microfonino cinese da collegare al jack dell' integrata.
Mi chiedo quindi se il kernel low-latency possa darmi qualche beneficio, che si tratti di ascolto, o banalmente nella registrazione della mia voce.
E' un bel po' che non frequento il forum; posso ancora mettere [RISOLTO] nel titolo, oppure è cambiato qualcosa? Faccio ancora qualche prova di ascolto, seguendo i vostri suggerimenti, poi penso di essere a posto :)

Buona serata. :)

Raffaele
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

fileo
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1469
Iscrizione: martedì 19 giugno 2007, 17:14

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da fileo » giovedì 25 ottobre 2018, 9:08

In passato ho usato, solo per il computer per la musica, Ubuntu Studio, che ha di serie il kernel low latency e parecchi pacchetti dedicati alla produzione audio, tra cui anche jack, mentre ora ho Xubuntu, comunque anche Ubuntu Studio usa lo stesso DE (Xfce).
Sinceramente non mi è mai sembrato di notare differenze all'ascolto. Credo che il kernel low latency sia necessario nella produzione audio, per non trovarsi fuori sincro i vari "pezzi" del brano, comunque male non gli farà di certo.
Puoi sempre installare dopo il pacchetto di Ubuntu Studio e/o il kernel low latency, ma forse ti converrebbe fare da capo una installazione pulita.
Se ricordo bene, Senbee ha scritto parecchio materiale sull'argomento.
Sulle registrazioni in altissima risoluzione, ci andrei molto cauto, perché credo che non ci sia quasi nulla di nativo, non vorrei trovarmi davanti al caso di un filmino super 8 passato in 4k :D
Secondo il parere di persone che operano in campo professionale e dispongono di apparecchi di riproduzione di altissima qualità, la qualità di una registrazione 24/96 è già sovrabbondante sia come definizione che come banda passante.
Poi molto dipende dalla qualità del materiale di partenza, su cui spesso bisogna stendere un velo pietoso, ma rischiamo di andare :ot:

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » giovedì 25 ottobre 2018, 18:08

Concordo su quanto hai scritto, anzi ti direi che 44 khz è più che sufficiente, almeno per me. Oltre a questo, come hai giustamente affermato, la qualità della registrazione, non la profondità, a fare la differenza, spesso e volentieri pietosa. Potrei fare qualche esempio pratico, ma sono già OT.
Per quanto riguarda il kernel low-latency, considera che io registrerei semplicemente la mia voce con il microfono, e la mia immagine con la webcam. Non devo collegare altro, oltre al microfono. Bitperfect e low-latency immagino non abbiano nulla a che fare l'uno con l' altro, e credo che l'utilizzo di uno o l' altro kernel non cambi sostanzialmente la qualità dell' audio in output.
Il dubbio mi è venuto dopo aver letto di qualcuno che sosteneva che la qualità audio in ascolto fosse migliore con il kernel low-latency, ma forse stiamo parlando di psicoacustica, ovvero è facile farsi ingannare se ci si autoconvince che qualcosa debba effettivamente suonare meglio.
Credo comunque di essermi perso: oltre al server jack che, a quanto ho capito, offre molto di più rispetto ai banali Asio su Windows, esistono altri sistemi per ottenere il bitperfect su Linux? Dovrei rileggermi attentamente i primi post. A quanto ho capito, Jack serve a bypassare alsamixer, per cui dovrei ascoltare l' audio esattamente come viene prodotto dal mio DAC. Quel che so per certo è che, una volta avviato Jack, mi è impossibile guardare un video su Youtube, che usa alsamixer, perchè evidentemente Jack, come gli Asio su Windows, prende il controllo del DAC, impedendo a qualunque altra riproduzione sonora. Questo mi da conferma che Jack funziona, al di là di quello che il mio orecchio sente, ovvero un suono più tridimensionale e dettagliato. Posso comunque dirti che, anche senza Jack, l' audio mi sembra migliore su Linux, nel banale ascolto su Youtube e video in generis.
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

Avatar utente
Senbee
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 7804
Iscrizione: venerdì 24 novembre 2006, 9:26
Desktop: Xubuntu
Distribuzione: Xubuntu 18.04
Sesso: Maschile
Località: Ferrara
Contatti:

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da Senbee » giovedì 25 ottobre 2018, 18:56

Dipende da cosa ascolti e da con cosa lo ascolti.
Se ascolti della musica classica registrata benissimo e per riprodurre il suono hai uno stereo ottimo con stanza ben calibrata e insonorizzata, la differenza tra un campionamento a 44100 e uno a 192000 lo senti eccome.
Se senti musica leggera e/o lo stereo è qualsiasi, la differenza è impossibile da sentire.
Tieni conto che un campionamento a 44100 per il teorema di Shannon taglia via solo le frequenze non udibili da un essere umano, quindi fai tu due conti...
Sono un lottatore di sudo. Qui c'è il mio sito personale con le mie canzoni, il reportage dei miei viaggi e le mie guide per Ubuntu.

Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5130
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Leap 15.2 - Tumbleweed
Sesso: Maschile

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da woddy68 » giovedì 25 ottobre 2018, 19:42

INNOMINATO90 [url=https://forum.ubuntu-it.org/viewtopic.php?p=5089376#p5089376][img]https://forum.ubuntu-it.org/images/icons/icona-cita.gif[/img][/url] ha scritto:Grazie mille ad entrambi! :)

In effetti Clementine (non credevo fosse un fork di Amarok) mi sta piacendo parecchio. Per certi versi è simile a Foobar, anche se con meno funzioni; rispetto a Foobar però ha una GUI decisamente più appettibile, e sopratutto una funzione "search", molto utile se si ha una grande libreria musicale.
Le mie tracce sono quasi tutte a 44 khz 16 bit flac, qualcuna è a 48 khz, pochissime a 192 24 bit. Se si parla di discografie di gruppi musicali, quasi tutto è a 44 khz.
Avevo scaricato, per curiosità, qualche sample su internet a 384 khz, ma è difficile dire se ci siano effettivamente differenze rispetto agli standard 44 khz. Quello che fa davvero la differenza è la qualità di registrazione e l' assenza di disturbi nella traccia, dal momento che l' orecchio umano ha dei limiti di percezione.
Ora mi rileggo con calma i vostri due messaggi, e faccio qualche prova :) Mi piacerebbe provare anche VLC, per curiosità!
Sicuro che i software su linux siano equivalenti? Su Windows, nonostante il bitperfect, Foobar2000 suona diversamente rispetto a JRiver (a pagamento), che è stato accusato di applicare filtri che modificano il suono.
Non vorrei essere OT, dal momento che il forum è molto severo, da questo punto di vista, ma nemmeno vorrei aprire un topic per ogni mia singola domanda, a cui purtroppo non sono riuscito a dare una risposta, facendo ricerche:
il kernel low-latency da qualche beneficio nell' ascolto musicale? Io ero rimasto al kernel-rt, consigliato per chi vuole registrare musica, ma per cui si parlava di un calo della reattività del sistema. Non sarebbe comunque un problema, dal momento che terrei anche il generic. Possiedo anche una scheda audio "professionale" da registrazione e un microfono ma, anche a volerla sfruttare prossimamente, non ho in progetto di realizzare musica, ma solo qualche videoguida da pubblicare su Youtube. Non chiedetemi perchè ne possiedo una Posso solo dirvi che, anche solo avere un microfono amplificato a 48v, è ben diverso quando bisogna registrare qualunque cosa, rispetto al classico microfonino cinese da collegare al jack dell' integrata.
Mi chiedo quindi se il kernel low-latency possa darmi qualche beneficio, che si tratti di ascolto, o banalmente nella registrazione della mia voce.
E' un bel po' che non frequento il forum; posso ancora mettere [RISOLTO] nel titolo, oppure è cambiato qualcosa? Faccio ancora qualche prova di ascolto, seguendo i vostri suggerimenti, poi penso di essere a posto :)

Buona serata.
Raffaele
Se sei interessato puoi provare Sayonara, che è un'ottimo e completo player.
Lo trovi QUI, scarichi il deb. e lo installi con il doppio click.
Ha molte funzionalità e carica abbastanza velocemente collezioni molto grosse. Provare non costa. :ciao:
Desktop - Acer Aspire M5500 (AMD) - Notebook Acer Aspire E1 -522 (Amd)
Voglio trovare la mia strada per il paradiso - Perché ho scontato la mia pena all'inferno
Non avevo un bell'aspetto ma mi sentivo proprio bene 😬

Avatar utente
INNOMINATO90
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 273
Iscrizione: venerdì 5 ottobre 2007, 16:15
Località: Varese

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da INNOMINATO90 » martedì 30 ottobre 2018, 0:39

Buongiorno a tutti!

Chiedo scusa se rispondo un po' in ritardo. Ho avuto qualche impegno, e ho dedicato del tempo ad un serio ascolto, in modo da poter dare un giudizio con maggior sicurezza. Purtroppo, per quanto l'audio sia di buon livello, ad un ascolto più attento devo constatare che sono lontano dal livello dei driver Asio su Windows. Ovviamente lode all' open source e all' impegno della tante persone che ci hanno lavorato, ma il livello di dettaglio e la tridimensionalità del suono con jack server non sono allo stesso livello rispetto a Windows.
Non ho una reale e approfondita comprensione del funzionamento di un sistema Linux, ma mi sono fatto l' idea che il problema non sia Jack, bensì il supporto al Dac Teac UD-503. Su Windows, affinchè funzioni, devo installare il driver proprietario di Teac, scaricabile dal sito ufficiale, mentre su Linux funziona "out the box", ma probabilmente non sfruttando un driver specifico per il dispositivo, con cui avrebbe forse una resa maggiore. Non riesco a comprendere come faccia questo Dac a funzionare "out the box", così come non comprendo il modo in cui, diversi dispositivi e schede audio in generis, girino con il cosiddetto driver "Alsa". Non c'è altro? Solo Alsa? Alsa immagino avrà delle estensioni, in modo da poter lavorare con apparecchiare molto diverse tra loro. Nel mio sistema vengono riconosciute correttamente tutte le periferiche audio, con il loro specifico nome. Evidentemente mi sfugge il significato di driver su Linux, dal momento che sono abituato ad installare un driver specifico per ogni periferica che installo, almeno su Windows.
Forse però sono uscito dal binario della discussione principale. Tornando alla discussione principale, a quanto ho capito, Jack mi serve per bypassare pulseaudio (il mixer) e dialogare direttamente con il driver Alsa, senza "alterazioni" da parte del mixer. Mi chiedo però quale sia la sua effettiva utilità nell' ascolto musicale dal momento che, almeno su Clementine, io posso impostare "alsa" come output, al posto di pulseaudio. A livello qualitativo. usare jackserver o selezionare alsa come output non comporta alcuna differenza.
A proposito di driver specifici, mi sto domandando se, in qualche maniera, sia possibile usare un driver Windows anche su Linux, anche se mi domando in quale maniera potrebbe funzionare :D La curiosità sorge dal fatto che avevo sentito parlare del concetto di "modularità del kernel" e mi è capitato in passato, usando dei comandi da terminale (modprobe, nspluginwrapper, se ricordo bene) di utilizzare un driver Windows per far funzionare una chiavetta Wi-Fi della Netgear.
Detto tutto questo, la perdita di dettaglio e tridimensionalità del suono non credo dipenda dal mixer, ma probabilmente dal fatto che il Dac purtroppo usa driver proprietari, come al solito non disponibili per la piattaforma, non certo per colpa di Linux.
Essendo un niubbo che sta cercando di imparare qualcosa, spero perdonerete le sciocchezze che potrei aver scritto. :D

Buona serata!
CPU: Intel core i7 9700k / Main Board: Asus Rog Strix Z390 F-Gaming / RAM: 16 GB ddr4 3900 mhz / Scheda video: Nvidia Geforce 2080 Ti
S.O: KUbuntu 19.04 64 bit.

fileo
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1469
Iscrizione: martedì 19 giugno 2007, 17:14

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da fileo » martedì 30 ottobre 2018, 8:29

Riguardo alle frequenze di campionamento e alla profondità in bit, ho molti dubbi.

In rete ho trovato questo

http://www.homerecording.it/articoli/mo ... utili.html

@INNOMINATO99
Sicuro che senti tutte 'ste differenze rispetto a win + asio?
Siccome sono anch'io un appassionato di audio, so bene dove a volte andiamo a finire con le nostre fissazioni: quando si comincia a parlare di concetti vaghi, tipo la tridimensionalità del suono, diventa difficile fermarsi, si continua con il nero infrastrumentale e ... si arriva al filo interdentale :D
Scusa la battuta, ma per esperienza personale, nell'audio digitale le differenze sono quasi sempre piccole, a livello di sfumature.
Io per esempio uso quasi sempre una scheda Edirol UA25. E' vecchia, si ferma a 24/96 ed i suoi convertitori non sono il massimo, però è molto comoda perché ha tutte le connessioni possibili, impostabili con switch meccanici, non dipendenti quindi da software, magari non reperibili per Linux.
Ho anche un'altra scheda, molto più moderna, assemblata da un tecnico amico, che monto quando devo fare qualche ascolto più accurato.
Le differenze ci sono, non posso negarlo, ma sono molto piccole, a livello di sfumature. Ricordo che in questo caso stiamo parlando del confronto tra un prodotto abbastanza economico di parecchi anni fa (la Edirol è usb 1, tanto per capirci), ed un prodotto di classe superiore, molto più recente.

Avatar utente
Senbee
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 7804
Iscrizione: venerdì 24 novembre 2006, 9:26
Desktop: Xubuntu
Distribuzione: Xubuntu 18.04
Sesso: Maschile
Località: Ferrara
Contatti:

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da Senbee » martedì 30 ottobre 2018, 15:25

Secondo me o è un'impressione tua, o in realtà non stai mandando al Taec davvero un campionamento così alto.
Ci puoi fare uno screenshot delle impostazioni di Jack, per favore?
Sono un lottatore di sudo. Qui c'è il mio sito personale con le mie canzoni, il reportage dei miei viaggi e le mie guide per Ubuntu.

roguewave
Prode Principiante
Messaggi: 238
Iscrizione: mercoledì 14 gennaio 2009, 13:58

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da roguewave » domenica 24 novembre 2019, 9:42

Ciao a tutti.
Io ho un topping D10.
Usato su windows tutto ok, ci sono i driver ASIO e con foobar riesco a impostare DSD native.
mi mostra il bitrate sul display del topping.
Qualcuno l'ha usato su ubuntu?
Sto provando anche foobar con ubuntu ma non ha i driver ASIO, ci sono driver asio anche per ubuntu?

Grazie.

fileo
Entusiasta Emergente
Entusiasta Emergente
Messaggi: 1469
Iscrizione: martedì 19 giugno 2007, 17:14

Re: Ubuntu e bitperfect

Messaggio da fileo » domenica 24 novembre 2019, 11:21

Che io sappia, in ambiente Linux i driver ASIO non sono utilizzati, ma sinceramente non ne ho mai sentito la mancanza, a differenza di Win, dove, almeno ai tempi di XP, la riproduzione audio era una "fetenzia", se si usavano i driver di sistema.

Scrivi risposta

Ritorna a “Multimediale”

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti iscritti e 6 ospiti