openSUSE

Informazioni, consigli e novità sulla galassia delle distribuzioni GNU/Linux, *nix, *BSD e su altri sistemi operativi non liberi.
Avatar utente
kessler
Prode Principiante
Messaggi: 32
Iscrizione: venerdì 5 gennaio 2024, 23:19
Desktop: Kde Plasma
Distribuzione: Ubuntu 22.04
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da kessler »

Comunque non era per dibattere punto a punto che ho lasciato il link, quelli sono fatti accertati messi in una lista. Poi uno li valuta per sé. Sicuramente io non userei mai una distro i cui mantainer vanno a dimenticarsi i certificati scaduti o a incasinare systemd tanto da rendere non bootaile il sistema, o che consigliano di tirare indietro l'orologio. Ma che è, siamo negli anni 90 con Windows 98? Inoltre sono ai vertici delle classifiche Distrowatch in modo truffaldino visto che hanno impiegato dei bot per contraffare i click e questo è la ciliegina sulla torta che fa capire la serietà di chi ci lavora dietro.

Manjaro non aggiunge niente di utile ad Arch, quindi piuttosto uso Arch, mentre OpenSuse Tumbleweed è una distro comunitaria seria che ha una buona reputazione anche in ambito business con la relativa azienda che la supporta. Per me basta questo. Poi può piacere o non piacere per altri motivi, ma sicuramente se do in pasto al mio PC una distro, voglio potermi fidare di chi la gestisce, non che siano degli scappati di casa. :asd:
Avatar utente
PC ZERO
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 449
Iscrizione: sabato 26 febbraio 2011, 12:06
Desktop: Xfce
Distribuzione: Manjaro
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da PC ZERO »

woddy68 ha scritto:
domenica 25 febbraio 2024, 16:36
Non conosco molto Manjaro, l'ha provai tempo fa, ma come sempre è diverso dall'utilizzarla, comunque Tumbleweed non è SUSE, ma è una distribuzione comunitaria, SUSE offre l'infrastruttura e l'ufficio legale per controversie, in quanto il marchio openSUSE è di proprietà di SUSE, ma Tumbleweed è a tutti gli effetti una distro comunitaria.
Quindi non è mantenuta dal team ufficiale ma dalla community.
Per il resto dando un'occhiata ad un paio di video ora della versione xfce sinceramente non vedo tutte ste differenze con quello che uso ora.
Forse solo yast ha qualche cosina di differentema perché ha tutto concentrato lì.
Per quanto riguarda il kernel e i frequenti update, se usi una rolling dov'è il problema ?
I problemi non erano miei, anzi, un aggiornamento a settimana (che poi non è sempre così) a me non ha mai dato fastidio.

@kessler: Io non sono uno che non ammette errori o che è affezionato ad un qualcosa tale da difenderlo a spada tratta, però cavolo metà dei link dell articolo da te postato non vanno ed io devo basarmi solo su quello che dicono due tizi su reddit...capisci che non è proponibile?
Te dai scontato che lo sia e basta, io che lo uso quasi un decennio tutte ste rogne o problemi insormontabili da renderlo inaffidabile o insicuro non li ho mai visti sul pc.
Poi uno del team è italiano, ho discusso con lui direttamente un paio di volte in forum ed io gli annunci dal team li prendo da lì...più diretto di così si muore.
Manjaro non aggiunge niente di utile ad Arch, quindi piuttosto uso Arch
Sentivo la stessa cosa anni fa dagli utenti di arch che si sentivano strafighi a saperlo installare ed usare solo loro perché loro era "bbravi" col terminale mentre i poveracci ignoranti dovevano usare le GUI. :muro:
Chiudo L'OT.
HP 290 G4 Microtower PC Intel i3-10100 (8) @ 4.300GHz Intel CometLake-S GT2 [UHD Graphics 630] Ram 7776 MiB
Manjaro Xfce 64bit
Avatar utente
kessler
Prode Principiante
Messaggi: 32
Iscrizione: venerdì 5 gennaio 2024, 23:19
Desktop: Kde Plasma
Distribuzione: Ubuntu 22.04
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da kessler »

Chi vuole usare rolling già pronte con installer grafici e mantenute e gestite in modo serio da gente che sa il fatto suo, può usare EndevourOS, che si limita a prendere i pacchetti di Arch e inserirli in una ISO pronta all'uso. Oppure la stessa Tumbleweed della famiglia OpenSuse, che è anche l'oggetto di questa discussione mentre non lo è Manjaro.

Anche io chiudo l'OT.
Avatar utente
PC ZERO
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 449
Iscrizione: sabato 26 febbraio 2011, 12:06
Desktop: Xfce
Distribuzione: Manjaro
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da PC ZERO »

kessler ha scritto:
domenica 25 febbraio 2024, 18:05
Chi vuole usare rolling già pronte con installer grafici e mantenute e gestite in modo serio da gente che sa il fatto suo, può usare EndevourOS, che si limita a prendere i pacchetti di Arch e inserirli in una ISO pronta all'uso. Oppure la stessa Tumbleweed della famiglia OpenSuse, che è anche l'oggetto di questa discussione mentre non lo è Manjaro.

Anche io chiudo l'OT.
Non ho inserito io un elenco di "accuse vecchie di anni" ad una distro, io avevo fatto una battuta e stavo chiedendo differenze varie...il resto è tutto un di più che finisce qui.

@woddy68 Mi sono informato un po' in sti giorni e diciamo che ho capito grossomodo quasi tutto di suse tumbleweed e mi rimane sono un cruccio.
In Arch ogni tanto (si parla di un paio di volte l'anno) ti capita di dover fare manutenzione a pacchetti (https://wiki.archlinux.org/title/Pacman ... nd_Pacsave) e sei costretto a controllare manualmente i suddetti file e sistemarli a mano.
In suse esiste qualcosa di simile dal lato di manutenzione del sistema o no? Ovviamente so che non ti ritrovi i pacsave/new...
Come funziona sta cosa?
Butta direttamente via i pacchetti obsoleti, te li sistemano loro e te li danno a te, non è necessario...
HP 290 G4 Microtower PC Intel i3-10100 (8) @ 4.300GHz Intel CometLake-S GT2 [UHD Graphics 630] Ram 7776 MiB
Manjaro Xfce 64bit
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 8675
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Tumbleweed - KDE Neon
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da woddy68 »

PC ZERO ha scritto:
venerdì 1 marzo 2024, 14:45
kessler ha scritto:
domenica 25 febbraio 2024, 18:05
Chi vuole usare rolling già pronte con installer grafici e mantenute e gestite in modo serio da gente che sa il fatto suo, può usare EndevourOS, che si limita a prendere i pacchetti di Arch e inserirli in una ISO pronta all'uso. Oppure la stessa Tumbleweed della famiglia OpenSuse, che è anche l'oggetto di questa discussione mentre non lo è Manjaro.

Anche io chiudo l'OT.
Non ho inserito io un elenco di "accuse vecchie di anni" ad una distro, io avevo fatto una battuta e stavo chiedendo differenze varie...il resto è tutto un di più che finisce qui.

@woddy68 Mi sono informato un po' in sti giorni e diciamo che ho capito grossomodo quasi tutto di suse tumbleweed e mi rimane sono un cruccio.
In Arch ogni tanto (si parla di un paio di volte l'anno) ti capita di dover fare manutenzione a pacchetti (https://wiki.archlinux.org/title/Pacman ... nd_Pacsave) e sei costretto a controllare manualmente i suddetti file e sistemarli a mano.
In suse esiste qualcosa di simile dal lato di manutenzione del sistema o no? Ovviamente so che non ti ritrovi i pacsave/new...
Come funziona sta cosa?
Butta direttamente via i pacchetti obsoleti, te li sistemano loro e te li danno a te, non è necessario...
Io non ho mai fatto manutenzione dei pacchetti, si, zypper automaticamente cancella i vecchi ogni volta che installa i nuovi.
Edit. Dimenticavo...quando Tumbleweed passa alla nuova versione del compilatore, tutti i pacchetti vengono ribassati quindi si avrà un mega aggiornamento, succede mi sembra ogni 6 mesi circa, ma anche in questo caso non ho mai avuto problemi con l'aggiornamento. Al limite è una scocciatura, ma basta farlo di notte o quando hai tempo.
Questo lo fanno perché limita molto i bug.
Desktop - DELL Optiplex 7010 - Notebook HP 250
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Avatar utente
PC ZERO
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 449
Iscrizione: sabato 26 febbraio 2011, 12:06
Desktop: Xfce
Distribuzione: Manjaro
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da PC ZERO »

woddy68 ha scritto:
venerdì 1 marzo 2024, 16:05
Io non ho mai fatto manutenzione dei pacchetti, si, zypper automaticamente cancella i vecchi ogni volta che installa i nuovi.
Edit. Dimenticavo...quando Tumbleweed passa alla nuova versione del compilatore, tutti i pacchetti vengono ribassati quindi si avrà un mega aggiornamento, succede mi sembra ogni 6 mesi circa, ma anche in questo caso non ho mai avuto problemi con l'aggiornamento. Al limite è una scocciatura, ma basta farlo di notte o quando hai tempo.
Questo lo fanno perché limita molto i bug.
Tutti i pacchetti installati nel sistema?
Cioè io ho 1300 pacchetti ora ed a tutti mi devono fare un downgrade per poi successivamente riaggiornarli tutti?
Anche tipo pacchetti superflui per la vita del sistema tipo libreoffice o gimp?
HP 290 G4 Microtower PC Intel i3-10100 (8) @ 4.300GHz Intel CometLake-S GT2 [UHD Graphics 630] Ram 7776 MiB
Manjaro Xfce 64bit
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 8675
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Tumbleweed - KDE Neon
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da woddy68 »

PC ZERO ha scritto:
sabato 2 marzo 2024, 11:45
woddy68 ha scritto:
venerdì 1 marzo 2024, 16:05
Io non ho mai fatto manutenzione dei pacchetti, si, zypper automaticamente cancella i vecchi ogni volta che installa i nuovi.
Edit. Dimenticavo...quando Tumbleweed passa alla nuova versione del compilatore, tutti i pacchetti vengono ribassati quindi si avrà un mega aggiornamento, succede mi sembra ogni 6 mesi circa, ma anche in questo caso non ho mai avuto problemi con l'aggiornamento. Al limite è una scocciatura, ma basta farlo di notte o quando hai tempo.
Questo lo fanno perché limita molto i bug.
Tutti i pacchetti installati nel sistema?
Cioè io ho 1300 pacchetti ora ed a tutti mi devono fare un downgrade per poi successivamente riaggiornarli tutti?
Anche tipo pacchetti superflui per la vita del sistema tipo libreoffice o gimp?
Si, tutti ! Lo fanno per evitare bug e regressioni che sono stati costatati quando non lo facevano.
Per me non è un problema, è un mega aggiornamento che permette anche una pulizia del sistema e non ho mai avuto alcun problema con esso, in mezz'ora a seconda del PC e connessione è fatto.
Desktop - DELL Optiplex 7010 - Notebook HP 250
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Avatar utente
PC ZERO
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 449
Iscrizione: sabato 26 febbraio 2011, 12:06
Desktop: Xfce
Distribuzione: Manjaro
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da PC ZERO »

woddy68 ha scritto:
sabato 2 marzo 2024, 15:48
Si, tutti ! Lo fanno per evitare bug e regressioni che sono stati costatati quando non lo facevano.
Per me non è un problema, è un mega aggiornamento che permette anche una pulizia del sistema e non ho mai avuto alcun problema con esso, in mezz'ora a seconda del PC e connessione è fatto.
Calcola che col pc che ho ora e con la connessione che mi ritrovo (10mbps al massimo) l'aggiornamento più lungo che ha fatto è stato lì un'oretta...e non credo fossero oltre i 500 pacchetti. :D
HP 290 G4 Microtower PC Intel i3-10100 (8) @ 4.300GHz Intel CometLake-S GT2 [UHD Graphics 630] Ram 7776 MiB
Manjaro Xfce 64bit
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 8675
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Tumbleweed - KDE Neon
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da woddy68 »

PC ZERO ha scritto:
sabato 2 marzo 2024, 18:33
woddy68 ha scritto:
sabato 2 marzo 2024, 15:48
Si, tutti ! Lo fanno per evitare bug e regressioni che sono stati costatati quando non lo facevano.
Per me non è un problema, è un mega aggiornamento che permette anche una pulizia del sistema e non ho mai avuto alcun problema con esso, in mezz'ora a seconda del PC e connessione è fatto.
Calcola che col pc che ho ora e con la connessione che mi ritrovo (10mbps al massimo) l'aggiornamento più lungo che ha fatto è stato lì un'oretta...e non credo fossero oltre i 500 pacchetti. :D
Beh! Allora in questi casi meglio usare una Lts, ma quando dovrai avanzare sarai punto e a capo.
Comunque puoi farlo di notte, quando ti svegli il sistema sarà aggiornato.
Questi comunque sono casi limite, generalmente persino con una connessione mobile è più veloce, quando non avevo l'adsl usavo il cell, che tra l'altro a casa aveva poca ricezione, eppure li ho fatti...non è tutti i giorni, ma una volta massimo due all'anno.
Preferisco avere un sistema senza regressioni e bug, anche se questo significa un ribase ogni 8 mesi circa.
Desktop - DELL Optiplex 7010 - Notebook HP 250
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Avatar utente
PC ZERO
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 449
Iscrizione: sabato 26 febbraio 2011, 12:06
Desktop: Xfce
Distribuzione: Manjaro
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da PC ZERO »

woddy68 ha scritto:
sabato 2 marzo 2024, 20:51
Beh! Allora in questi casi meglio usare una Lts, ma quando dovrai avanzare sarai punto e a capo.
Comunque puoi farlo di notte, quando ti svegli il sistema sarà aggiornato.
Questi comunque sono casi limite, generalmente persino con una connessione mobile è più veloce, quando non avevo l'adsl usavo il cell, che tra l'altro a casa aveva poca ricezione, eppure li ho fatti...non è tutti i giorni, ma una volta massimo due all'anno.
Preferisco avere un sistema senza regressioni e bug, anche se questo significa un ribase ogni 8 mesi circa.
Mai più con una lts, le rolling sono una pacchia...alla faccia di chide il contrario. :D
Cmq grazie per le spiegazioni, se un giorno mi romperò le scatole di arch ed affini proverò sicuramente suse. :sisi:
HP 290 G4 Microtower PC Intel i3-10100 (8) @ 4.300GHz Intel CometLake-S GT2 [UHD Graphics 630] Ram 7776 MiB
Manjaro Xfce 64bit
Avatar utente
kessler
Prode Principiante
Messaggi: 32
Iscrizione: venerdì 5 gennaio 2024, 23:19
Desktop: Kde Plasma
Distribuzione: Ubuntu 22.04
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da kessler »

PC ZERO ha scritto:
venerdì 1 marzo 2024, 14:45
kessler ha scritto:
domenica 25 febbraio 2024, 18:05
Chi vuole usare rolling già pronte con installer grafici e mantenute e gestite in modo serio da gente che sa il fatto suo, può usare EndevourOS, che si limita a prendere i pacchetti di Arch e inserirli in una ISO pronta all'uso. Oppure la stessa Tumbleweed della famiglia OpenSuse, che è anche l'oggetto di questa discussione mentre non lo è Manjaro.

Anche io chiudo l'OT.
Non ho inserito io un elenco di "accuse vecchie di anni" ad una distro, io avevo fatto una battuta e stavo chiedendo differenze varie...il resto è tutto un di più che finisce qui.
Ripeto quanto ho già detto: accodandomi a @emanuc ho postato un link che raccoglie le prove/fatti, per dare un contesto, non perchè intendessi discutere punto per punto di cose note (e molti link non funzionano perchè quei cialtroni hanno eliminato le discussioni afferenti). Figurati se ho tempo di discutere coi fanboy delle distro sui forum... :asd:

Comunque Arch NON è Manjaro (fortunatamente). :D

E nemmeno questa nuova spin di Suse (per tornare in argomento) sarà come Manjaro, perchè a differenza di Manjaro, Suse si produce e testa tutti i suoi pacchetti. Non ha bisogno di ritardarli per verificare che le proprie "aggiunte" ad un'altra package base (già testata) non sfascino il sistema... :asd:
saxtro
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 2874
Iscrizione: domenica 4 giugno 2006, 13:16
Distribuzione: Kubuntu 20.04

Re: openSUSE

Messaggio da saxtro »

kessler ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 18:34
...cut...
Comunque Arch NON è Manjaro (fortunatamente). :D

...cut...
Infatti, Manjaro è meglio di Arch se:
- non sei un esperto linux in grado di ripristinare il sistema se un aggiornamento và storto
- se non esageri con i pacchetti AUR, la politica di aggiornamento di Manjaro (simile a SlowRoll se vogliamo), ti premia, perchè abilitano un nuovo stack Arch dopo che questi è testato e corretto su Arch

Che i manutentori di Manjaro non siano professionisti (non vivono di Manjaro) e "dimenticano" di aggiornare un certificato (la storia la conosciamo, è non è dovuto tutto a "incompetenza"), ci stà (quanto si paga per utilizzare Manjaro?).

Io uso sia Arch che Manjaro (che ho preferito a Endevour per la politica di aggiornamento) e funzionano alla grande entrambe.
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 8675
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Tumbleweed - KDE Neon
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da woddy68 »

saxtro ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 21:34
kessler ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 18:34
...cut...
Comunque Arch NON è Manjaro (fortunatamente). :D

...cut...
Infatti, Manjaro è meglio di Arch se:
- non sei un esperto linux in grado di ripristinare il sistema se un aggiornamento và storto
- se non esageri con i pacchetti AUR, la politica di aggiornamento di Manjaro (simile a SlowRoll se vogliamo), ti premia, perchè abilitano un nuovo stack Arch dopo che questi è testato e corretto su Arch

Che i manutentori di Manjaro non siano professionisti (non vivono di Manjaro) e "dimenticano" di aggiornare un certificato (la storia la conosciamo, è non è dovuto tutto a "incompetenza"), ci stà (quanto si paga per utilizzare Manjaro?).

Io uso sia Arch che Manjaro (che ho preferito a Endevour per la politica di aggiornamento) e funzionano alla grande entrambe.
Ma si infatti...poi si, quella dimenticanza fu grave, ma questo non significa nulla.
Personalmente io non ebbi una bella esperienza con Manjaro, ma molto probabilmente per colpa mia, tuttavia non sono così sicuro che sia un sistema adatto a utenti "poco esperti". Se non è cambiato non esiste un modo predefinito di default di ripristino del sistema viene consigliato di installare timeshift e installarlo e configurarlo non è proprio cosa per non esperti.
Io mi chiedo sempre, perché la maggior parte delle distro non usano un sistema simile a quello di openSUSE ? Alcune lo fanno, ma la maggior parte (Ubuntu compresa) no, questo secondo me è una grave mancanza.
Persino Windows offre il modo per annullare un aggiornamento...
Desktop - DELL Optiplex 7010 - Notebook HP 250
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Avatar utente
kessler
Prode Principiante
Messaggi: 32
Iscrizione: venerdì 5 gennaio 2024, 23:19
Desktop: Kde Plasma
Distribuzione: Ubuntu 22.04
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da kessler »

saxtro ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 21:34
kessler ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 18:34
...cut...
Comunque Arch NON è Manjaro (fortunatamente). :D

...cut...
Infatti, Manjaro è meglio di Arch se:
- non sei un esperto linux in grado di ripristinare il sistema se un aggiornamento và storto
- se non esageri con i pacchetti AUR, la politica di aggiornamento di Manjaro (simile a SlowRoll se vogliamo), ti premia, perchè abilitano un nuovo stack Arch dopo che questi è testato e corretto su Arch
Dissento, ma proprio categoricamente.

Per l'utente comune o "analfabeta" di Linux che non sappia niente di tecnico, penso che una qualsiasi derivata di Arch sia il male, proprio perchè nasconde i meccanismi che sono alla base di una distro comunque complessa, come AUR, e che va saputa gestire in caso di problemi (e per gestirla non ci sono le GUI come su OpenSuse, questa è la grossa differenza, ma si agisce essenzialmente da CLI). E infatti c'è un abuso di AUR, che poi sono pensati per Arch e non per Manjaro e quindi non è neanche garantito che funzionino.

Secondo, non mi pare che ci sia un sistema di rollback attivo di default, almeno non c'era quando l'ho provata io (ma non sono aggiornato sugli sviluppi attuali), e se è così non vedo in che modo sia meglio di Arch.

Che i manutentori di Manjaro non siano professionisti (non vivono di Manjaro) e "dimenticano" di aggiornare un certificato (la storia la conosciamo, è non è dovuto tutto a "incompetenza"), ci stà (quanto si paga per utilizzare Manjaro?).
No, non ci sta. E non è solo la vicenda dei certificati, ma anche altre... vedi sopra.

E poi il fatto che non siano professionisti dovrebbe essere una scusante? Nemmeno i mantainer di Arch o Debian campano di quello, o quelli di Endevour. Eppure non hanno mai lasciato scadere i certificati o rotto l'init.

Ma poi non è solo un fatto di persone ma proprio di infrastruttura. Ci dovrebbero essere dei meccanismi tali per cui certe circostanze gravi non si verificano MAI, e se si verificano più volte per me significa che c'è una carenza "strutturale...

Anche l'argomentazione "tanto non si paga" mi pare debole dal momento che nessuna distro (tranne Zorin, ma quella porta sfiga :lol: ) si paga. Ci sono distro che non si pagano ma di fatto sono fatte e curate meglio.
Io uso sia Arch che Manjaro (che ho preferito a Endevour per la politica di aggiornamento) e funzionano alla grande entrambe.
Come al solito, "funziona a me quindi deve funzionare a tutti"... A posto siamo. :D

Comque se volete continuare a parlare di Manjaro apritevi un vostro thread, qui mi pare evidente che siete OT.

La "politica degli aggiornamenti" è quella di Arch. Non credere che siccome ci sia un lasso di 7-10 giorni sia perché testino più di quanto testano su Arch. E' perché applicano modifiche a certi pacchetti già testati e vogliono evitare casini ulteriori (che comunque si sono verificati). Quindi l'idea che sia "più testata" e quindi più affidabile di Arch è una balla.

Adesso però la smetto perché se no sembra che voglio gettare fango su Manjaro, mentre semplicemente a suo tempo (5 o più anni fa) ho fatto le mie valutazioni e già a suo tempo risultavano grosse criticità in questo progetto, grandi "contro" che alla fine mi avevano fatto abbastanza storcere il naso. Se devo scendere a compromessi allora piuttosto uso Windows.
Ultima modifica di kessler il martedì 5 marzo 2024, 1:26, modificato 4 volte in totale.
Avatar utente
kessler
Prode Principiante
Messaggi: 32
Iscrizione: venerdì 5 gennaio 2024, 23:19
Desktop: Kde Plasma
Distribuzione: Ubuntu 22.04
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da kessler »

woddy68 ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 21:49
Se non è cambiato non esiste un modo predefinito di default di ripristino del sistema viene consigliato di installare timeshift e installarlo e configurarlo non è proprio cosa per non esperti.
Appunto, come ho detto anche io. Non c'è di default e va installato. E se un update va storto son cazzi tuoi, ti devi chroottare e sistemare a manina revertando l'update, come su Arch. Altro che distro per principianti.
Io mi chiedo sempre, perché la maggior parte delle distro non usano un sistema simile a quello di openSUSE ? Alcune lo fanno, ma la maggior parte (Ubuntu compresa) no, questo secondo me è una grave mancanza.
Su Ubuntu fanno fatica pure a implementare un nuovo installer, forse tra 10 anni arriverà un sistema di rollback... :asd:

Però è anche vero che Ubuntu, come in generale le fixed release basate su Debian, aggiornano solo con fix e patch, quindi la necessità di un rollback è inferiore rispetto a una distro rolling, e poi non dimentichiamo che per default vengono mantenuti gli ultimi 3-4 kernel (che è la parta più delicata come aggiornamento).
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 8675
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Tumbleweed - KDE Neon
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da woddy68 »

kessler ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 22:43
woddy68 ha scritto:
lunedì 4 marzo 2024, 21:49
Se non è cambiato non esiste un modo predefinito di default di ripristino del sistema viene consigliato di installare timeshift e installarlo e configurarlo non è proprio cosa per non esperti.
Appunto, come ho detto anche io. Non c'è di default e va installato. E se un update va storto son c***i tuoi, ti devi chroottare e sistemare a manina revertando l'update, come su Arch. Altro che distro per principianti.
Io mi chiedo sempre, perché la maggior parte delle distro non usano un sistema simile a quello di openSUSE ? Alcune lo fanno, ma la maggior parte (Ubuntu compresa) no, questo secondo me è una grave mancanza.
Su Ubuntu fanno fatica pure a implementare un nuovo installer, forse tra 10 anni arriverà un sistema di rollback... :asd:

Però è anche vero che Ubuntu, come in generale le fixed release basate su Debian, aggiornano solo con fix e patch, quindi la necessità di un rollback è inferiore rispetto a una distro rolling, e poi non dimentichiamo che per default vengono mantenuti gli ultimi 3-4 kernel (che è la parta più delicata come aggiornamento).
Un sistema di rollback, non è utile solo in caso di aggiornamenti andati male, ma anche in caso l'utente rompa involontariamente il sistema, inoltre anche gli aggiornamenti delle Lts a volte causano problemi.
Anche il fatto di mantenere a vita i kernel non ha alcun senso, sarebbe sufficiente mantenere gli ultimi due, anche perché occupano un sacco di spazio inutilmente e fare la pulizia non è da "utente inesperto".
Ovviamente sulle rolling è più utile avere un sistema di rollback, ma dovrebbe essere normale che ci sia.
Desktop - DELL Optiplex 7010 - Notebook HP 250
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Avatar utente
kessler
Prode Principiante
Messaggi: 32
Iscrizione: venerdì 5 gennaio 2024, 23:19
Desktop: Kde Plasma
Distribuzione: Ubuntu 22.04
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da kessler »

woddy68 ha scritto:
martedì 5 marzo 2024, 0:37
Anche il fatto di mantenere a vita i kernel non ha alcun senso, sarebbe sufficiente mantenere gli ultimi due, anche perché occupano un sacco di spazio inutilmente e fare la pulizia non è da "utente inesperto".
In che senso "mantenere a vita"?

Ubuntu mantiene il kernel stock finché una distro Lts è supportata (e meno male!). Il kernel stock è di solito basato sul kernel Lts upstream (tipo il 5.15) quindi viene supportato/fixato direttamente dal kernel team di Linux con minime modifiche da parte di Canonical.

Mano mano che escono le semestrali, i loro kernel vengono inseriti nella Lts tramite il metapacchetto Hwe.
Quindi se hai l'Hwe abilitato, avrai solo gli ultimi 3-4 (non ricordo) kernel Hwe sul tuo sistema, e mano mano i precedenti vengono dismessi, in modo automatico. Occupano spazio... si vabè, qualche centinaio di MB l'uno, niente di così eccezionale.

Se non hai l'Hwe attivato, avrai solo gli stock, ma sempre quei 3-4 rilasci "patch level" in tutto. Che io sappia non serve fare alcuna pulizia manuale perchè l'autoremove viene eseguito dai tool grafici di Ubuntu e i vecchi kernel vengono rimossi via via che quelli nuovi escono.

Tutto questo non "a vita" ma per 5 anni, cioè la durata "canonica" di una Lts (fatto salvo il supporto ESM). Considerando che le RHEL hanno dei kernel vecchi anche di 10 anni, non è una cosa poi così drammatica.
Un sistema di rollback, non è utile solo in caso di aggiornamenti andati male, ma anche in caso l'utente rompa involontariamente il sistema, inoltre anche gli aggiornamenti delle Lts a volte causano problemi.
...
Ovviamente sulle rolling è più utile avere un sistema di rollback, ma dovrebbe essere normale che ci sia.
Che sia utile averlo non ci piove, ma che sia più utile su una rolling mi pare altrettanto ovvio.

Però per averlo, l'unico modo attuabile mi pare tramite snapshot, e per gli snapshot bisogna avere un filesystem con snapshot o un tool di gestione tipo Lvm.

Quindi prima del rollback bisogna implementare il filesystem o un gestore volumi adeguato. Non mi sembra che Canonical abbia nei piani qualcosa del genere, al momento.
Avatar utente
GjMan78
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5489
Iscrizione: mercoledì 22 novembre 2006, 19:15
Desktop: KdePlasma
Distribuzione: EndeavourOS
Sesso: Maschile
Località: ~/Italia/Lazio/Viterbo/

Re: openSUSE

Messaggio da GjMan78 »

kessler ha scritto:
martedì 5 marzo 2024, 1:13

Che sia utile averlo non ci piove, ma che sia più utile su una rolling mi pare altrettanto ovvio.

Però per averlo, l'unico modo attuabile mi pare tramite snapshot, e per gli snapshot bisogna avere un filesystem con snapshot o un tool di gestione tipo Lvm.

Quindi prima del rollback bisogna implementare il filesystem o un gestore volumi adeguato. Non mi sembra che Canonical abbia nei piani qualcosa del genere, al momento.
Per fortuna però si puo sempre configurare il tutto a mano anche se non è certo un'operazione alla portata dell'utente medio, soprattutto l'implementazione di grub-btrfs per avere gli snapshots a portata di mano nel menu di grub.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
MacBook Pro - Intel i5-3210 - 16 Gbyte Ram DDR3 - SSD 500 Gbyte x 2
»»» 𝗙𝗮𝗶 𝗶𝗹 𝗕𝗮𝗰𝗸𝘂𝗽! ¯\_(ツ)_/¯
Avatar utente
woddy68
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 8675
Iscrizione: sabato 12 febbraio 2011, 14:23
Desktop: Kde Plasma5
Distribuzione: openSUSE Tumbleweed - KDE Neon
Sesso: Maschile

Re: openSUSE

Messaggio da woddy68 »

GjMan78 ha scritto:
martedì 5 marzo 2024, 1:53
kessler ha scritto:
martedì 5 marzo 2024, 1:13

Che sia utile averlo non ci piove, ma che sia più utile su una rolling mi pare altrettanto ovvio.

Però per averlo, l'unico modo attuabile mi pare tramite snapshot, e per gli snapshot bisogna avere un filesystem con snapshot o un tool di gestione tipo Lvm.

Quindi prima del rollback bisogna implementare il filesystem o un gestore volumi adeguato. Non mi sembra che Canonical abbia nei piani qualcosa del genere, al momento.
Per fortuna però si puo sempre configurare il tutto a mano anche se non è certo un'operazione alla portata dell'utente medio, soprattutto l'implementazione di grub-btrfs per avere gli snapshots a portata di mano nel menu di grub.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Il problema è sempre quello, quello che è di default è supportato e testato, il resto no e . non tutti sono in grado di configurarlo, non è certo per utenti inesperti.

Sul kernel, Ubuntu rilascia come tutti i kernel con i fix, quando usavo Ubuntu mi ritrovavo con tanti kernel installati. Sarebbe sufficiente mantenere solo gli ultimi due o tre kernel.
Desktop - DELL Optiplex 7010 - Notebook HP 250
-Ho sempre accettato caramelle dagli sconosciuti-
Avatar utente
GjMan78
Rampante Reduce
Rampante Reduce
Messaggi: 5489
Iscrizione: mercoledì 22 novembre 2006, 19:15
Desktop: KdePlasma
Distribuzione: EndeavourOS
Sesso: Maschile
Località: ~/Italia/Lazio/Viterbo/

Re: openSUSE

Messaggio da GjMan78 »

Questa cosa dei molti kernel non l'ho mai notata sinceramente...

sulla 23.10 ho soltanto questi

Codice: Seleziona tutto

apt list --installed | grep linux-image

WARNING: apt does not have a stable CLI interface. Use with caution in scripts.

linux-image-6.5.0-17-generic/mantic-updates,mantic-security,now 6.5.0-17.17 amd64 [installato, automatico]
linux-image-6.5.0-21-generic/mantic-updates,mantic-security,now 6.5.0-21.21 amd64 [installato, automatico]
linux-image-generic/mantic-updates,mantic-security,now 6.5.0.21.20 amd64 [installato]
idem sulla 22.04, anche se qui ho retrocesso il kernel alla versione stock 5.15

Codice: Seleziona tutto

apt list --installed | grep linux-image

WARNING: apt does not have a stable CLI interface. Use with caution in scripts.

linux-image-5.15.0-94-generic/jammy-updates,jammy-security,now 5.15.0-94.104 amd64 [installato, automatico]
linux-image-5.15.0-97-generic/jammy-updates,jammy-security,now 5.15.0-97.107 amd64 [installato, automatico]
linux-image-generic/jammy-updates,jammy-security,now 5.15.0.97.92 amd64 [installato]
MacBook Pro - Intel i5-3210 - 16 Gbyte Ram DDR3 - SSD 500 Gbyte x 2
»»» 𝗙𝗮𝗶 𝗶𝗹 𝗕𝗮𝗰𝗸𝘂𝗽! ¯\_(ツ)_/¯
Scrivi risposta

Ritorna a “Altre distribuzioni e sistemi operativi”

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti iscritti e 8 ospiti