Smartphone deGooglizzato

Consigli su componentistica hardware, PC desktop o portatili, periferiche, telefonia, fotografia, lettori musicali e multimediali compatibili per Ubuntu o più in generale per GNU/Linux.
Avatar utente
estebar
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 366
Iscrizione: sabato 29 novembre 2008, 20:49

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da estebar »

Pike ha scritto:
giovedì 10 settembre 2020, 14:26
Vista la cifra spero che almeno ci sia una batteria nuova e di qualità OEM...
La batteria dopo due giorni è a circa un terzo,se usato abbastanza intensamente una giornata abbondante e di quale qualità sia non ho idea,quanto allo stato "visivo" lo definisco praticamente quasi pari al nuovo.
Il quasi si riferisce a dei segni percettibili con difficoltà nella giusta luce nella parte inferiore della scocca.
Pike
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4916
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da Pike »

Niente male il 30% al giorno.
Spero tu possa raccontare la tua esperienza dopo averci preso la mano :)
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
Avatar utente
Q-bert
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 295
Iscrizione: sabato 10 aprile 2010, 23:38
Distribuzione: Kubuntu 20.04
Sesso: Maschile

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da Q-bert »

Aspetto con interesse che appaiano i nuovi Huawei con Harmony...
La mia ignoranza pur avendo grosse lacune è enciclopedica: copre tutti i campi dello scibile umano
Pike
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4916
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da Pike »

Ti sconsiglio di considerare Huawei un prodotto appetibile ora. Ha seri problemi di approvvigionamento di semiconduttori (CPU, SoC, memoria flash).
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.
Avatar utente
estebar
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 366
Iscrizione: sabato 29 novembre 2008, 20:49

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da estebar »

Pike ha scritto:
giovedì 10 settembre 2020, 22:30
Niente male il 30% al giorno.
Spero tu possa raccontare la tua esperienza dopo averci preso la mano :)
Uso sostanzialmente chiamate,sms,telgram,mail e poco internet,giusto quanto mi serve per una ricerca veloce e per questo,funziona perfettamente come un qualsiasi smartphone con android senza le inutili applicazioni presenti di default e ovviamente privo delle meraviglie di Google.
E' possibile impostando in modo opportuno la cosa salvare il backup su un server di propria preferenza,cosa che non ho fatto e sulla quale pertanto non mi esprimo,inoltre l'applicazione MAPPE,installata di default non funziona in quanto si rende necessario installare un qualche annesso e nemmeno questa cosa è stata approfondita.
Posto alcune immagini della schermata dello smartphone e di alcune delle app installabili dal relativo menu generale diviso in categorie.
In sintesi,lo ricomprerei senza alcun dubbio.
Allegati
App Business
App Business
Applicazioni
Applicazioni
Schermata
Schermata
Avatar utente
Zombie17
Prode Principiante
Messaggi: 136
Iscrizione: domenica 22 marzo 2020, 15:06

Re: Smartphone de Googlizzato - Privacy Conscious

Messaggio da Zombie17 »

Filoteo ha scritto:
venerdì 24 luglio 2020, 21:57
estebar ha scritto:
venerdì 24 luglio 2020, 21:27
un client di posta,la possibilità di fare degli sms o meglio ancora Telegram e un browser che funzioni condito da uno scherma da 5 o 6 pollici è forse troppo pretenzioso ?

Ti serve necessariamente Android, ha il più grande parco app e le ROM di terze parti sono supportate da gran parte dei telefoni. Gli smartphone Linux non decolleranno mai se non c'è un software decente che è ciò che conta per la gente, nonché un hardware alla pari col resto del mercato. In assenza di ciò, la crescita sarà rallentata. Un progetto promettente mi sembra questo: https://e.foundation/about-e/. Smartphone senza Google e attento alla privacy, nonché basato su Android (importante perché è una fondazione solida già disponibile su cui costruire la personalizzazione che appunto contraddistingue la ROM). SMS e Telegram non sono granché privati visto che sia l'operatore che gli amministratori di Telegram possono leggere il messaggi che invii e ricevi (dipende anche da cosa intendi per privato, se vuoi evitare la solita profilazione di google/facebook/microsoft allora vanno bene).
Non credo proprio, magari che si può vedere quali account comunicano tra loro ok, anche se resta da stabilire che gli frega di sapere a chi scrive pinco pallo, ma di certo il contenuto delle comunicazioni in chiaro non lo vede nessuno al di fuori degli account coinvolti nella comunicazione.

E questo vale per qualsiasi servizio usi un sistema di crittografia stile Signal.
estebar ha scritto:
venerdì 11 settembre 2020, 14:41
Pike ha scritto:
giovedì 10 settembre 2020, 22:30
Niente male il 30% al giorno.
Spero tu possa raccontare la tua esperienza dopo averci preso la mano :)
Uso sostanzialmente chiamate,sms,telgram,mail e poco internet,giusto quanto mi serve per una ricerca veloce e per questo,funziona perfettamente come un qualsiasi smartphone con android senza le inutili applicazioni presenti di default e ovviamente privo delle meraviglie di Google.
E' possibile impostando in modo opportuno la cosa salvare il backup su un server di propria preferenza,cosa che non ho fatto e sulla quale pertanto non mi esprimo,inoltre l'applicazione MAPPE,installata di default non funziona in quanto si rende necessario installare un qualche annesso e nemmeno questa cosa è stata approfondita.
Posto alcune immagini della schermata dello smartphone e di alcune delle app installabili dal relativo menu generale diviso in categorie.
In sintesi,lo ricomprerei senza alcun dubbio.
Utilizzando un ventaglio di app più nutrito rientri comunque nelle ragnatele dei vari big o no?

Anche se le app te le fa prendere da uno store diverso il loro funzionamento si basa comunque su servizi offerti da terzi (google e amazon in testa in questo caso), quindi vorrei capire, in un utilizzo più normale rispetto al tuo, vantaggi se ne trovano?

P.S.

Il mio redmi note 8 pro con miui 12 da 230 euro (ora anche meno) se lo uso come te lo posso caricare ogni 3/4 giorni, ma se lo metto a lavorrare fino ad arroventarlo arriva a durare anche 4 ore, il consumo dipende sempre dalle risorse che chiedi di sfruttare, per cui sul discorso autonomia non credo che incida molto la cosa ottenendo risultati simili con una miui che è tutt'altro che esente da "servizi".
Trollino amoroso dudu dadada
:devilmad:
༺Zomͥbıͣeͫ༻
༺⑰༻
Avatar utente
Filoteo
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 936
Iscrizione: venerdì 28 agosto 2015, 9:38
Desktop: Gnome
Distribuzione: Arch Linux

Re: Smartphone de Googlizzato - Privacy Conscious

Messaggio da Filoteo »

Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 14:51
Non credo proprio, magari che si può vedere quali account comunicano tra loro ok, anche se resta da stabilire che gli frega di sapere a chi scrive pinco pallo, ma di certo il contenuto delle comunicazioni in chiaro non lo vede nessuno al di fuori degli account coinvolti nella comunicazione.

Per essere precisi, a meno che non decidi di usare specificatamente le chat segrete, le conversazioni di Telegram sono salvate nel loro cloud, criptate solamente in transito*, by design. Sui server sono in chiaro e quindi visibili agli amministratori (e hacker). https://telegram.org/faq/it#d-quindi-co ... ate-i-dati
Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 14:51
E questo vale per qualsiasi servizio usi un sistema di crittografia stile Signal.

Le chat di Telegram non usano la crittografia di Signal. Quelle segrete, sebbene siano criptate end-to-end come Signal, usano un protocollo differente.

EDIT: nel transito client-server e server-client. Le conversazioni end-to-end sono criptate client-client.
Avatar utente
Zombie17
Prode Principiante
Messaggi: 136
Iscrizione: domenica 22 marzo 2020, 15:06

Re: Smartphone de Googlizzato - Privacy Conscious

Messaggio da Zombie17 »

Filoteo ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 15:09
Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 14:51
Non credo proprio, magari che si può vedere quali account comunicano tra loro ok, anche se resta da stabilire che gli frega di sapere a chi scrive pinco pallo, ma di certo il contenuto delle comunicazioni in chiaro non lo vede nessuno al di fuori degli account coinvolti nella comunicazione.

Per essere precisi, a meno che non decidi di usare specificatamente le chat segrete, le conversazioni di Telegram sono salvate nel loro cloud, criptate solamente in transito*, by design. Sui server sono in chiaro e quindi visibili agli amministratori (e hacker). https://telegram.org/faq/it#d-quindi-co ... ate-i-dati
Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 14:51
E questo vale per qualsiasi servizio usi un sistema di crittografia stile Signal.

Le chat di Telegram non usano la crittografia di Signal. Quelle segrete, sebbene siano criptate end-to-end come Signal, usano un protocollo differente.

EDIT: nel transito client-server e server-client. Le conversazioni end-to-end sono criptate client-client.
Non sono in chiaro sui server e il server non ha motivo di avere la tua chiave privata, quindi amministratore ed eventuali intrusi otterrebbero solo un ammasso di caratteri inservibili.

Puoi facilmente verificare l'informazione se vuoi :)

È un po' come qui sul forum, hai la tua password, il forum può verificarla e l'amministratore può consultare il file usato per verificarla, ma la password in chiaro non è scritta da nessuna parte, l'amministratore nel caso specifico dovrebbe vedere solo un hash da cui gli è impossibile risalire alla tua password.

@Janvitus confermi?
Trollino amoroso dudu dadada
:devilmad:
༺Zomͥbıͣeͫ༻
༺⑰༻
Avatar utente
Filoteo
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 936
Iscrizione: venerdì 28 agosto 2015, 9:38
Desktop: Gnome
Distribuzione: Arch Linux

Re: Smartphone de Googlizzato - Privacy Conscious

Messaggio da Filoteo »

Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 15:39
Non sono in chiaro sui server e il server non ha motivo di avere la tua chiave privata, quindi amministratore ed eventuali intrusi otterrebbero solo un ammasso di caratteri inservibili.

Puoi facilmente verificare l'informazione se vuoi :)

È un po' come qui sul forum, hai la tua password, il forum può verificarla e l'amministratore può consultare il file usato per verificarla, ma la password in chiaro non è scritta da nessuna parte, l'amministratore nel caso specifico dovrebbe vedere solo un hash da cui gli è impossibile risalire alla tua password

Se sul server non sono in chiaro come è possibile accedere da un altro dispositivo e vedere tutte le conversazioni senza fornire alcuna password o chiave per decriptarla? Se il server non può vedere alcuna chat allora a cosa servirebbe l’opzione aggiuntiva delle chat segrete che appunto sono illeggibili pure al server?

Non capisco il paragone col forum. Ammesso che i server di Telegram criptino le conversazioni salvate con una chiave, questa chiave chi la fornisce? Se la fornisci tu allora torniamo alla prima domanda, come la fornisci? Se non la fornisci tu allora ce l’hanno loro e quindi sarebbe come se la crittografia non ci fosse.
Avatar utente
Zombie17
Prode Principiante
Messaggi: 136
Iscrizione: domenica 22 marzo 2020, 15:06

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da Zombie17 »

https://scholar.google.com/scholar?hl=i ... SrmroZVeYJ

Ripeto, puoi facilmente verificare quanto detto e comprendere in dettaglio il meccanismo di funzionamento del protocollo, non serve che scriviamo kilometri di post :)
Trollino amoroso dudu dadada
:devilmad:
༺Zomͥbıͣeͫ༻
༺⑰༻
Avatar utente
Filoteo
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 936
Iscrizione: venerdì 28 agosto 2015, 9:38
Desktop: Gnome
Distribuzione: Arch Linux

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da Filoteo »

Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 16:13
https://scholar.google.com/scholar?hl=i ... SrmroZVeYJ

Ripeto, puoi facilmente verificare quanto detto e comprendere in dettaglio il meccanismo di funzionamento del protocollo, non serve che scriviamo kilometri di post :)

Il protocollo MTProto viene usato in maniera diversa nelle chat cloud e nelle chat segrete. Nelle chat cloud (default) protegge i messaggi nel tragitto client-server e server-client (scritto nelle FAQ che ho linkato sopra) e da client a client nelle chat segrete. Ulteriori informazioni: https://en.m.wikipedia.org/wiki/Telegra ... )#Security

Ripropongo, se sul server non sono in chiaro come è possibile accedere da un altro dispositivo e vedere tutte le conversazioni senza fornire alcuna password o chiave per decriptarla?
Avatar utente
Zombie17
Prode Principiante
Messaggi: 136
Iscrizione: domenica 22 marzo 2020, 15:06

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da Zombie17 »

Sono 2 protocolli diversi, non è che lo stesso protocollo viene utilizzato in 2 modi diversi.

Quelle faq non le ho lette ma ti sfido a riportare il passaggio in cui scrivono esplicitamente che le chat sono immagazzinate in chiaro.

Altro giro altra corsa:
https://core.telegram.org/mtproto/description

Se hai voglia di documentarti e capire, di spunti per iniziare ne hai avuti filo, io non ne ricavo nulla di utile a portare avanti il discorso quindi preferisco aspettare una risposta in tema con la discussione :)
Trollino amoroso dudu dadada
:devilmad:
༺Zomͥbıͣeͫ༻
༺⑰༻
Avatar utente
Filoteo
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 936
Iscrizione: venerdì 28 agosto 2015, 9:38
Desktop: Gnome
Distribuzione: Arch Linux

Re: Smartphone deGooglizzato

Messaggio da Filoteo »

Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 16:35
Sono 2 protocolli diversi, non è che lo stesso protocollo viene utilizzato in 2 modi diversi.

Quelle faq non le ho lette ma ti sfido a riportare il passaggio in cui scrivono esplicitamente che le chat sono immagazzinate in chiaro.

Altro giro altra corsa:
https://core.telegram.org/mtproto/description

Se hai voglia di documentarti e capire, di spunti per iniziare ne hai avuti filo, io non ne ricavo nulla di utile a portare avanti il discorso quindi preferisco aspettare una risposta in tema con la discussione :)

A me sembra che il protocollo si chiami MTProto in entrambi i casi, tra l'altro nel link che hai postato ora vedi lo schema delle chat client-server che è quasi del tutto identico a quello client-client, usato per la crittografia end-to-end opzionale.

Telegram non dice esplicitamente che le chat nel cloud sono in chiaro, infatti dicono che sono criptate, tuttavia la narrazione è volutamente confusionaria. Ammesso che siano criptate sui loro server, la chiave per decriptarla deve essere da qualche parte, altrimenti non potresti leggere le conversazioni quando fai il login. Visto che all'accesso non fornisci alcuna chiave speciale, è evidente che la chiave la hanno loro.

Cito da una domanda della FAQ.
Secret chats use end-to-end encryption, thanks to which we don't have any data to disclose.

To protect the data that is not covered by end-to-end encryption, Telegram uses a distributed infrastructure. Cloud chat data is stored in multiple data centers around the globe that are controlled by different legal entities spread across different jurisdictions. The relevant decryption keys are split into parts and are never kept in the same place as the data they protect. As a result, several court orders from different jurisdictions are required to force us to give up any data.

Thanks to this structure, we can ensure that no single government or block of like-minded countries can intrude on people's privacy and freedom of expression. Telegram can be forced to give up data only if an issue is grave and universal enough to pass the scrutiny of several different legal systems around the world.

To this day, we have disclosed 0 bytes of user data to third parties, including governments.

Le chat segrete usano crittografia end-to-end, cosicché Telegram non ha dati da rilasciare, fin qui va bene. Per proteggere le chat non end-to-end (quelle cloud tradizionali) le conversazioni sono salvate in data center dislocati per il globo insieme alle chiavi (che quindi hanno loro). Telegram può essere obbligato a rilasciare i dati in caso di azione legale che copre giurisdizioni multiple.

E' chiaro che ciò che impedisce a Telegram di rilasciare le chat cloud è la sicurezza dei loro server, nonché le loro buone intenzioni e la complessità dei procedimenti legali, al contrario della sicurezza matematica della crittografia end-to-end (criticata nella loro implementazione ma questa è un'altra storia).
Avatar utente
estebar
Scoppiettante Seguace
Scoppiettante Seguace
Messaggi: 366
Iscrizione: sabato 29 novembre 2008, 20:49

Re: Smartphone de Googlizzato - Privacy Conscious

Messaggio da estebar »

Zombie17 ha scritto:
sabato 12 settembre 2020, 14:51
Filoteo ha scritto:
venerdì 24 luglio 2020, 21:57
estebar ha scritto:
venerdì 24 luglio 2020, 21:27
un client di posta,la possibilità di fare degli sms o meglio ancora Telegram e un browser che funzioni condito da uno scherma da 5 o 6 pollici è forse troppo pretenzioso ?

Ti serve necessariamente Android, ha il più grande parco app e le ROM di terze parti sono supportate da gran parte dei telefoni. Gli smartphone Linux non decolleranno mai se non c'è un software decente che è ciò che conta per la gente, nonché un hardware alla pari col resto del mercato. In assenza di ciò, la crescita sarà rallentata. Un progetto promettente mi sembra questo: https://e.foundation/about-e/. Smartphone senza Google e attento alla privacy, nonché basato su Android (importante perché è una fondazione solida già disponibile su cui costruire la personalizzazione che appunto contraddistingue la ROM). SMS e Telegram non sono granché privati visto che sia l'operatore che gli amministratori di Telegram possono leggere il messaggi che invii e ricevi (dipende anche da cosa intendi per privato, se vuoi evitare la solita profilazione di google/facebook/microsoft allora vanno bene).
Non credo proprio, magari che si può vedere quali account comunicano tra loro ok, anche se resta da stabilire che gli frega di sapere a chi scrive pinco pallo, ma di certo il contenuto delle comunicazioni in chiaro non lo vede nessuno al di fuori degli account coinvolti nella comunicazione.

E questo vale per qualsiasi servizio usi un sistema di crittografia stile Signal.
estebar ha scritto:
venerdì 11 settembre 2020, 14:41
Pike ha scritto:
giovedì 10 settembre 2020, 22:30
Niente male il 30% al giorno.
Spero tu possa raccontare la tua esperienza dopo averci preso la mano :)
Uso sostanzialmente chiamate,sms,telgram,mail e poco internet,giusto quanto mi serve per una ricerca veloce e per questo,funziona perfettamente come un qualsiasi smartphone con android senza le inutili applicazioni presenti di default e ovviamente privo delle meraviglie di Google.
E' possibile impostando in modo opportuno la cosa salvare il backup su un server di propria preferenza,cosa che non ho fatto e sulla quale pertanto non mi esprimo,inoltre l'applicazione MAPPE,installata di default non funziona in quanto si rende necessario installare un qualche annesso e nemmeno questa cosa è stata approfondita.
Posto alcune immagini della schermata dello smartphone e di alcune delle app installabili dal relativo menu generale diviso in categorie.
In sintesi,lo ricomprerei senza alcun dubbio.
Utilizzando un ventaglio di app più nutrito rientri comunque nelle ragnatele dei vari big o no?

Anche se le app te le fa prendere da uno store diverso il loro funzionamento si basa comunque su servizi offerti da terzi (google e amazon in testa in questo caso), quindi vorrei capire, in un utilizzo più normale rispetto al tuo, vantaggi se ne trovano?

P.S.

Il mio redmi note 8 pro con miui 12 da 230 euro (ora anche meno) se lo uso come te lo posso caricare ogni 3/4 giorni, ma se lo metto a lavorrare fino ad arroventarlo arriva a durare anche 4 ore, il consumo dipende sempre dalle risorse che chiedi di sfruttare, per cui sul discorso autonomia non credo che incida molto la cosa ottenendo risultati simili con una miui che è tutt'altro che esente da "servizi".

Le mappe ad esempio non hanno la "pretesa" di utilizzare necessariamente la tua posizione,pena il rompimento di coxxxxni ad oltranza ed accettazione per sfinimento... qui non parte da solo l'assistente vocale mai richiesto del grande fratello ed infine la politica,quantomeno dichiarata, sul codice privo dei servizi di Google ed attento alla riservatezza dei dati.
Quanto alle applicazioni che ciascuno decide di usare,è sempre una questione di scelte che sono come sempre per definizione opinabili e dove come sempre ciascuno sceglie la corda con cui impiccarsi.
Se la domanda è se sia o meno il meglio possibile,non ho risposte ma dal mio punto di vista lo è fuori da ogni dubbio in questo momento.
Scrivi risposta

Ritorna a “Consigli per gli acquisti”

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: Bing [Bot] e 3 ospiti