Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Il ritrovo della comunità dove confrontarsi e discutere sulle notizie dal mondo dell'informatica, di Ubuntu e di tutto quello che la riguarda, novità, pettegolezzi e quant'altro.
Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » lunedì 15 giugno 2020, 17:27

frapox ha scritto:
lunedì 15 giugno 2020, 11:03
Se "necessiti solo provare l'ambiente complessivo" cioè mettere "una interfaccia grafica ad un ubuntu server" per fare dei test, non ti serve affatto fare delle VM Nested (cioè una VM dentro una VM), [...] basta tirare su una VM con Ubuntu (server o tramite iso Mini) e poi installarci sopra un DE leggero di tuo gusto.
Esatto, ma forse non sono stato sufficientemente chiaro.
NON ho installato una VM nested, ho installato ubuntu server + interfaccia grafica come VM dentro Virtualbox appoggiato sull'host.
Poi mi sono limitato a far partire Virtualbox e da qui i problemi.
Io su server di solito ci metto Xfce "dormiente" (ovvero, lo installo, ma setto di default il multi-user.target, non il graphical).
Bella idea, che sperimenterò: grazie!
I problemi delle app che si chiudono dentro la VM sono probabilmente dettati dal fatto che manca qualche pacchetto e/o che manca l'accelerazione GPU e/o che la macchina host non supporta appieno la virtualizzazione.
Accellerazione GPU sì, pacchetti software forse, supporto alla virtualizzazione invece è perfetto: sullo stesso host girano un altro mucchio di VM, tutte molto bene.
Ripeto: senza log e se non fai quanto ti viene detto non posso fornirti assistenza e quindi per me finisce qua.
E' vero, mancano i log, che non ho postato.
Lo scrivo con franchezza ed in amicizia, ma non faccio mai quello che mi viene detto, stile pappagallo. Ascolto tutto quanto viene detto, anche se può sembrarmi una fesseria, lo comprendo, lo calo nel contesto in cui mi muovo e lo metto in pratica. Sono un professionista, non potrei fare diversamente e non voglio fare diversamente. In realtà è molto di più che "obbedire" ... ma bisogna capirlo e se non lo si accetta ... pazienza. ;)
Comunque, se cerchi opinioni non assistenza, la discussione va aperta al bar e non in una sezione "tecnica", ma questo magari non lo sapevi in quanto nuovo del forum. ;)
Io ho cercato assistenza, ma è inevitabile che, dentro le risposte ricevute, abbia visto l'ottica che le sottende: questi sono le "opinioni" cui mi riferivo, come la tua che ho evidenziato nel quote sopra su Xfce dormiente.

Io ti ringrazio di quanto hai scritto e del tempo che mi hai dedicato: se vuoi ancora seguire questa discussione, troverai la soluzione che implementerò. Buona giornata e in bocca al lupo per tutto.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » martedì 16 giugno 2020, 13:12

Un primo aggiornamento.
Ho provato ad installare lxqt completo ed ho ottenuto che si sono installate un mare di applicazioni che NON voglio avere su un server.
Da questo deduco che fra installare lxqt-core e lxqt completo c'è una bella differenza, e non quella giusta per me.

Seconda prova: il lancio di Virtualbox.
Da applicazione direttamente, appena vado nella gestione supporti e poi chiudo la finestra figlia, Virtualbox si chiude.
Se invece lancio Virtualbox da terminale, almeno per i tentativi fatti, tutto è regolare ed è scomparso il messaggio di errore (core dumped).
Se possibile, tutto ciò incasina ancora di più il problema e non risulta chiaro, sullo stesso sistema, il perché di comportamenti così diversi.

Alla prossima.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » martedì 16 giugno 2020, 18:08

Secondo aggiornamento.
Dopo aver installato lxqt-core, ho proceduto con lubuntu-desktop --no-install-recommends, e come desktop gdm3.
Questa volta le applicazioni installate sono molte di meno e questa strada mi sembra migliore rispetto alla installazione di tutto lxqt, per non avere software inutile sul server.

Il primo lancio di Virtualbox -> gestione supporti da interfaccia grafica è andato bene, dal secondo in poi no.
Se invece lancio Virtualbox da terminale, almeno per i tentativi fatti, l'errore è praticamente costante e VB si chiude con core dumped.
Ho aggiunto un test: se chiudo la finestra figlia (gestione supporti) dalla X in alto si verifica l'errore, tutto bene premendo il pulsante "close" ... almeno per le prove fatte.
E anche una osservazione: /var/crash nel log di VB si riferisce a errori su libgpg e libcom.

Infine una questione sull'accesso da ubuntu server alla rete Windows (la VM ubuntu ha come IP 192.168.1.183), in particolare all'host della VM che ha ip 192.168.1.123.
Mentre con il tentativo precedente (lxqt full) l'accesso non avveniva per "rete non trovata", ora avviene ma, random, con l'errore "Operation was cancelled", anche se poi i file e le directory vengono letti bene.
La stessa cosa fatta abilitando sddm come desktop ... non dà errore.

Forse l'ipotesi di caricare un desktop grafico su ubuntu server ... non è la strada migliore per avere dei servizi stabili.
Certo che il fatto di veder tante cose cambiare al solo cambiare del desktop è abbastanza ... fuorviante.

Alla prossima.

Avatar utente
steff
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 39039
Iscrizione: domenica 18 febbraio 2007, 19:48
Desktop: LXQt
Distribuzione: Arch 64bit | Debian 32bit
Sesso: Maschile
Località: Toscana
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da steff » martedì 16 giugno 2020, 19:37

gdm3 e sddm non sono "desktop" ma display server manager e LXQt raccomanda sddm in quanto è scritto in qt, gdm3 è pensato per gnome.
Per il resto non so dirti niente...
Hai fatto un backup oggi? Ieri?? Quando???
La Documentazione da consultare e la FAQ sul uso del forum
Sistemi: LXQt - semplice, modulare e configurabile + *ubuntu in Vbox

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » mercoledì 17 giugno 2020, 10:04

steff ha scritto:
martedì 16 giugno 2020, 19:37
gdm3 e sddm non sono "desktop" ma display server
gdm3 (GNOME display manager), sddm (Simple Desktop Display Manager) e Xorg (Display server) sono le rispettive definizioni ma, a usare sempre Windows, si finisce con il chiamare "desktop" tutto quanto.
In realtà il display server, che ho installato per primo, è Xorg, gli altri sono manager: dico bene?
LXQt raccomanda sddm in quanto è scritto in qt, gdm3 è pensato per gnome
E infatti va molto meglio.
Per il resto non so dirti niente...
Nella vita lavorativa ho una grande "fortuna": niente è mai banale e ogni risultato costa sangue!
Così è quando si parla di "dura esperienza" ... e mi sa che anche questa volta dovrò fare altre prove per comprendere.
E pensare che ho alcuni clienti che su un ubuntu 14.04 e 16.04 hanno fatto viaggiare VM (server e client) per anni senza il becco di un problema.
E' solo una mia "impuntatura" nel non voler mettere su un server tanto software che non dovrebbe starci.

Grazie comunque della disponibilità.

Pike
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4697
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Pike » mercoledì 17 giugno 2020, 10:26

Allora, perchè non provi ad invertire la cosa?
Intanto installi su un client "vero", e non sul server, quanto occorre per gestire da remoto VirtualBox. Concettualmente... vSphere Client per ESXi, però per VirtualBox. Così lasci il server linux come deve essere: solo terminale ;)
Poi ti occupi di fare il management del caso tramite quello. Una volta che hai stabilizzato tutto... rimuovi dal server il Desktop Environment.


Oppure... fai il salto quantico: installi ProxMox al posto di VirtualBox. Tutto ciò che impari su ProxMox lo riporterai sull'hardware vero, magari sfruttando le possibilità di migrare i guest "on the fly".
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » mercoledì 17 giugno 2020, 18:38

Pike ha scritto:
mercoledì 17 giugno 2020, 10:26
Allora, perchè non provi ad invertire la cosa?
Intanto installi su un client "vero", e non sul server, quanto occorre per gestire da remoto VirtualBox. Concettualmente... vSphere Client per ESXi, però per VirtualBox. Così lasci il server linux come deve essere: solo terminale ;)
Poi ti occupi di fare il management del caso tramite quello. Una volta che hai stabilizzato tutto... rimuovi dal server il Desktop Environment.
L'idea di "invertire" le cose (informatiche ;) ) mi ha sempre affascinato perché porta a soluzioni innovative, così come trovo quello che scrivi molto interessante: grazie.
C'è solo un problema: con Webmin + la gestione da web (forse ci vorrebbe Apache) di Virtualbox risolverebbero bene il problema di lasciare il server con la sola interfaccia a carattere, che fra l'altro so usare e mi piace, con tanti vantaggi.
Tuttavia, almeno in questa fase nella quale l'host che userò è provvisorio, avere un minimo di interfaccia grafica per fare la gestione del sistema e delle VM, senza richiedere anche un client, sarebbe la situazione migliore. In particolare perché la VM che poi farò girare è a sua volta un server Windows e poterlo "vedere" direttamente sullo schermo dell'host, piuttosto che solo da accesso remoto che fra l'altro su quella VM non va per problemi irrisolti di configurazione di Windows, a volte torna comodo.
Però comprendo il senso di quanto scrivi e, una volta che avrò l'host giusto, è un ottimo modo di procedere, visto che ci caricherò parecchie VM.

Diciamo che in queste ore sto facendo un esperimento, appunto, opposto: ho installato Virtualbox PRIMA della interfaccia grafica, e lui mi ha installato un po' di X11 ma, ovviamente, non può essere lanciato (core dumped) da terminale. Però mi ha dato una informazione: "non trovo le librerie Qt".
Bene, ora provo a metterci su o lxqt-core (o al massimo lubuntu-desktop --no-install-recommends) e vedo se cambia qualche cosa.

Poi penso di farmi una VM con lubuntu desktop completo e una con ubuntu desktop, per caricarci poi Virtualbox e usare queste due soluzioni di confronto. Al limite, resta sempre la soluzione (temporanea) dell'andare per sottrazione invece che per aggiunta.
Oppure... fai il salto quantico: installi ProxMox al posto di VirtualBox. Tutto ciò che impari su ProxMox lo riporterai sull'hardware vero, magari sfruttando le possibilità di migrare i guest "on the fly".
Ottima idea: quando l'host sarà quello/i giusto/i la migrazione (che dovrebbe fare anche Virtualbox, ma con un piccolo periodo di down), i container e tante altre feature saranno indispensabili. Non conosco ProxMox, ma è una lacuna da colmare.

Ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato, per aver capito bene quanto ho tentato senza sparare soluzioni valide solo in contesti diversi da questo, per il tono che hai usato e per le idee messe in campo.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » mercoledì 17 giugno 2020, 19:07

Andrea Treggia ha scritto:
mercoledì 17 giugno 2020, 18:38
Diciamo che in queste ore sto facendo un esperimento, appunto, opposto: ho installato Virtualbox PRIMA della interfaccia grafica, e lui mi ha installato un po' di X11 ma, ovviamente, non può essere lanciato (core dumped) da terminale. Però mi ha dato una informazione: "non trovo le librerie Qt".
Bene, ora provo a metterci su o lxqt-core (o al massimo lubuntu-desktop --no-install-recommends) e vedo se cambia qualche cosa.
Ho installato xorg e lxqt-core: fallito, anche se almeno vedo la rete Windows che sta sotto senza errori. Però poi l'interfaccia grafica va lanciata manualmente perché al reboot si presenta con schermo a caratteri ... e non sarebbe un difetto.

Permane un problema "assurdo": se lancio VB e poi la gestione supporti virtuali e chiudo quest'ultima con "Close" va tutto bene; se la chiudo con la "X" nella barra della finestra ottengo "Core dumped" ... mah, apt non mi segnala nessun pacchetto mancante.

Ora procedo con l'installazione di lubuntu e ubuntu desktop, entrambi 20.04, e poi vedo.
E rimane sempre l'ipotesi che tutto dipenda dal fatto che sono VM e non installati sul ferro ...

Pike
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4697
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Pike » mercoledì 17 giugno 2020, 21:44

Windows vIrtualizzato è sempre raggiungibile con Remmina... si perde ovviamente il management della virtualizazione, però intanto puoi amministrare il sistema.
Per quanto il web mannaggiament delle VM, c'è sempre phpVirtualBox. Ma non vorrei sovracostruire troppo su Ubuntu Server, quando alla fine un vero hypervisor integrato (come appunto proxmox che non è un container management per quanto sa fare pure quello) ha già tutti gli strumenti giusti.
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » giovedì 18 giugno 2020, 12:22

Pike ha scritto:
mercoledì 17 giugno 2020, 21:44
Windows vIrtualizzato è sempre raggiungibile con Remmina... si perde ovviamente il management della virtualizazione, però intanto puoi amministrare il sistema.
Magari ... se scrivo di che server Windows sto parlando, muori dalle risate (no, non il 2003: troppo recente sarebbe ...)
Figurati che, per qualche "irrimediabile" problema, non riesco ad aprire sul server nemmeno un desktop remoto, ne trovo ormai più software che vi posso installare.
Ma, come ho già scritto, si tratta di iniziare un percorso di migrazione per evolvere decisamente questa configurazione ormai super obsoleta.
Per quanto il web mannaggiament delle VM, c'è sempre phpVirtualBox. Ma non vorrei sovracostruire troppo su Ubuntu Server, quando alla fine un vero hypervisor integrato (come appunto proxmox che non è un container management per quanto sa fare pure quello) ha già tutti gli strumenti giusti.
Anche l'host su cui, in questa prima fase, installerò le VM non è sufficiente e le sue prestazioni le vorrei trovare tutte nella VM: una situazione certamente transitoria, che deve evolversi in una infrastruttura molto più evoluta (che dovrebbe servire anche per fare un po' di business, cosa non facile da orientare in questi tempi).
ProxMox merita sicuramente un mio studio.
Di Virtualbox apprezzo un aspetto: si rompe l'host, prendi la VM e un PC da supermercato, gli installi VB, copi la VM e si riparte (situazione limite). Più l'hypervisor è evoluto, legato ad un SO o da installare sul ferro, meno si rimedia "banalmente" ad una condizione critica.
Con due server di virtualizzazione, o una migliore infrastruttura è un altro discorso ... che per me è ancora nel tempo futuro (prossimo, spero).

Scriverò qui cosa succede ad installare Virtualbox su un lubuntu e un ubuntu desktop, entrambi 20.04: sono due VM che ho installato ieri, voglio vedere se cambia qualche cosa e da lì trarre indicazioni.

Sempre grazie.

Pike
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4697
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Pike » giovedì 18 giugno 2020, 12:40

Diamine, il supporto a RDP risale a Windows NT4.0! Ok che era più complesso da installare e non era integrato "out of the box", ma credimi... si faceva.
E se non dovesse bastare, non ricordo se è possibile integrata nella VM o aggiungendola sul guest, usare il potenterrimo VNC (che resta un po' meno flessibile di RDP).
Di virtualbox "odio" la gestione dei media delle VM a dir poco cervellotica. Ma ogni prodotto ha le sue peculiarità. Credimi, anche VMWare Player fa cose egregie.
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » giovedì 18 giugno 2020, 13:33

Pike ha scritto:
giovedì 18 giugno 2020, 12:40
Diamine, il supporto a RDP risale a Windows NT4.0! Ok che era più complesso da installare e non era integrato "out of the box", ma credimi... si faceva.
E' un Windows 2000 server: a suo tempo, con due schede di rete per Internet e lan interna, era lo stato dell'arte ... oggi no!.
Non ho la minima idea del perché non si riesca ad andarci via RDP, ne a raggiungerlo via internet (ho un IP statico): ho provato a lavorarci su, ma senza risultato (e rosico per questo). Ma presto mi saluterà dopo anni di onorato servizio senza mai problemi.
E se non dovesse bastare, non ricordo se è possibile integrata nella VM o aggiungendola sul guest, usare il potenterrimo VNC (che resta un po' meno flessibile di RDP).
Allora basterebbe collegarsi via RDP all'ip dell'host e una porta definita iv VB sulla VM per avere un accesso completo (perdendo le funzionalità accessibili tramite RemoteFX), ma non so se si può fare senza installare un ambiente grafico sull'host, anche se nulla viene visualizzato sullo schermo.
Il tutto però sempre con anche un client, che è quanto in questa fase vorrei evitare.
Di virtualbox "odio" la gestione dei media delle VM a dir poco cervellotica. Ma ogni prodotto ha le sue peculiarità. Credimi, anche VMWare Player fa cose egregie.
Sicuramente VMWare è storicamente ottimo, e VB gestisce i media in un modo che può creare fastidi.
Solo che di VMWare "La versione gratuita è disponibile per l'utilizzo non commerciale, personale e domestico. Per utilizzare Workstation Player, le organizzazioni commerciali devono acquistare licenze a pagamento." e nel mio caso, pur essendo una ditta individuale, è un uso commerciale.
E non mi piace fare il "furbetto".

Sempre grazie: è un piacere leggerti.

Pike
Imperturbabile Insigne
Imperturbabile Insigne
Messaggi: 4697
Iscrizione: domenica 20 gennaio 2008, 1:13
Desktop: Kubuntu
Distribuzione: 20.04 x64
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Pike » giovedì 18 giugno 2020, 13:49

Andrea Treggia ha scritto:
giovedì 18 giugno 2020, 13:33
Sempre grazie: è un piacere leggerti.
Credo che qualcuno non condivida la tua opinione... :lol: :lol: :lol:
VmWare Player non costa pazzie. Sempre meglio spendere meno, per carità, ma in ogni caso...
Sono colui che fa cose che non servono...
Secondo Principio di Dilbert, di Scott Adams. "Si parte dalla certezza che siamo tutti idioti". Ed alcuni su questo mi ab-battono alla grande.
Come certificato dalla moderazione, incivile e maleducato. You have been warned.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » giovedì 18 giugno 2020, 15:46

Andrea Treggia ha scritto:
giovedì 18 giugno 2020, 12:22
Scriverò qui cosa succede ad installare Virtualbox su un lubuntu e un ubuntu desktop, entrambi 20.04: sono due VM che ho installato ieri, voglio vedere se cambia qualche cosa e da lì trarre indicazioni.
Ed eccoci qui, e le cose vanno "male".
Ho installato ubuntu desktop e lubuntu, entrambi 20.04, con tutti gli update/upgrade + Virtualbox 6.1.10; il test consiste nell'aprire la gestione supporti e chiuderla subito dopo dalla "X" della barra, sia chiamando VB direttamente che da terminale.
VB sull'host Windows 10 pro è una versione 5.1.30 perfettamente funzionante.

lubuntu: Qt Warning: Icon theme "elementary" not found -> subito; segmentation fault (core dumped) appena premo la "X" su finestra figlia

ubuntu: nessun warning ma segmentation fault (core dumped) appena premo la "X" su finestra figlia.

In entrambi i casi, tutto funziona chiudendo la finestra figlia con il pulsante Close ... e non so se mi spiego in che casino mi trovo.

Conseguentemente sembra che nessuna soluzione con le versioni 20.04 funzioni correttamente.
Non restano che due prove: lanciare le stesse VM su un VB più aggiornato (facile da fare) e installare direttamente sull'host ... con pazienza.

Mi metto al lavoro poi relaziono.

Andrea Treggia
Prode Principiante
Messaggi: 10
Iscrizione: venerdì 5 giugno 2020, 18:17
Sesso: Maschile
Località: Bologna
Contatti:

Re: Ubuntu server 20.04 + LXQt e problema chiusura finestre/applicazioni

Messaggio da Andrea Treggia » mercoledì 1 luglio 2020, 10:27

Andrea Treggia ha scritto:
giovedì 18 giugno 2020, 15:46
Non restano che due prove: lanciare le stesse VM su un VB più aggiornato (facile da fare) e installare direttamente sull'host ... con pazienza./quote]
Ho provato a lanciare le stesse macchine virtuali su un host con Virtualbox 6.0.8 (rispetto alle prove fatte su una 5.1.30) e, almeno con la macchina lubuntu 20.04 sembra (dico sembra perché siccome si tratta di un errore intermittente ...) che Virtualbox non dia "core dumped" a chiudere con la "X" la finestra Gestione supporti.
Le altre VM continuano a dare lo stesso errore.

Fra parentesi, la VM ubuntu 20.04 (su entrambi gli host) dà un non ben specificato errore con richiesta di invio della segnalazione.
Avendo fatto una installazione assolutamente standard, con questo errore comparso prima di installare Virtualbox, la situazione meriterebbe una analisi dei log ... ma non vorrei installare ubuntu per il lavoro che voglio fare.

Per fare bene dovrei aggiornare su questo secondo host Virtualbox alla versione corrente e riprovare.
Poi certamente fare una prova di installazione sull'host definitivo, senza fare VM dentro VM.

Relazionerò, come promesso.

Scrivi risposta

Ritorna a “Bar Ubuntu”

Chi c’è in linea

Visualizzano questa sezione: 0 utenti iscritti e 9 ospiti